Gonzalo García

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gonzalo García
Gonzalo Garcia.jpg
Garcia durante un allenamento con la Nazionale a Roma (2016)
Dati biografici
Nome Gonzalo Manuel García
Paese Argentina Argentina
Altezza 185 cm
Peso 95 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Italia Italia
Ruolo Tre quarti centro
Franchigia Zebre Pro14
Carriera
Attività di club¹
2003-07 Marista
2007-09 Calvisano 28 (25)
2009-10 Benetton Treviso 14 (5)
Attività in franchise
2010-12 Benetton Treviso 14 (0)
2012- Zebre 45 (68)
Attività da giocatore internazionale
2008- Italia Italia 44 (21)

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 10 luglio 2016

Gonzalo Manuel García (Mendoza, 18 febbraio 1984) è un rugbista a 15 argentino, internazionale per l’Italia, che milita come tre quarti centro nelle Zebre.


Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Argentino dalla doppia cittadinanza, García è cresciuto nel Maristas de Mendoza, club rugbistico con il quale nel 2006 si è laureato campione provinciale.

Ingaggiato nel 2007 dal Calvisano,[1] decise di optare per la Nazionale italiana.

Intervistato da una testata argentina nel maggio 2008 circa la sua preferenza per l'Italia, alla domanda se l'avesse fatto per i maggiori compensi che gli Azzurri garantiscono rispetto ai Pumas, García rispose esplicitamente che l'aspetto economico non influì sulla sua scelta:[2] alla base della preferenza per l'Italia, la possibilità di giocare ad alti livelli internazionali in un torneo come il Sei Nazioni.[2]

L'esordio in Nazionale avvenne il 21 giugno 2008 a Città del Capo, in un test match perso 0-26 contro i padroni di casa del Sudafrica.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Calvisano: ingaggiato l'argentino Gonzalo García, in Eurosport, 12 luglio 2007. URL consultato il 24 novembre 2008.
  2. ^ a b (ES) Lo económico no tuvo nada que ver, in Rugby Fun, 28 maggio 2008. URL consultato il 24 novembre 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]