Diego Luna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diego Luna

Diego Luna, all'anagrafe Diego Dionisio Luna Alexander (Città del Messico, 29 dicembre 1979), è un attore, regista e produttore cinematografico messicano. È diventato popolare in patria dopo avere interpretato il personaggio di Tenoch in Y tu mamá también, film culto di Alfonso Cuarón che gli valse il Premio Mastroianni al Festival di Venezia. Da questo esordio seguono numerosi film sia in lingua inglese (Frida, Dirty Dancing 2, Mister Lonely, Milk) sia in lingua spagnola. Regista politicamente impegnato, Luna ha diretto pluripremiati lungometraggi, cortometraggi e documentari prodotti dalla Canana Films, casa di produzione e distribuzione cinematografica che lui stesso ha istituito insieme a Gael García Bernal, seguita dal Festival Ambulante Gira de documentales. Nel 2016, Luna diventa noto in tutto il mondo con il ruolo da protagonista di Cassian Andor nel film Rogue One: A Star Wars Story.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Luna nasce a Città del Messico il 29 dicembre del 1979, figlio di Alejandro Luna Ledesma, un noto scenografo messicano, e di Fiona Alexander, una costumista inglese, deceduta in un incidente stradale quando lui aveva due anni. Luna trascorre gran parte della sua infanzia insieme a una balia di nazionalità straniera che gli trasmette interesse per la politica.[1] All'età di 7 anni inzia a studiare recitazione.[2] Figura chiave della sua infanzia e della sua carriera è Gael García Bernal. I due attori erano soliti vedersi sin dai primi mesi di vita perché le loro madri erano legate da una stretta amicizia.[3] Insieme hanno condiviso le passioni (per il cinema, il calcio e la politica) e i loro progetti cinematografici.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Luna inizia da bambino a recitare in film televisivi, spettacoli teatrali e telenovelas, fra le quali Un amore di nonno e El premio mayor. Fra il 1998 e il 2000 Luna prende parte a film di rilievo come Un dulce olor a muerte di Gabriel Retes, Todo el poder e Prima che sia notte di Julian Schnabel, con Javier Bardem candidato all'Oscar come miglior attore.[4]

La prima grande svolta della sua carriera avviene nel 2001 quando il regista Alfonso Cuarón gli affida la parte del giovane Tenoch in Y tu mamá también, ancora una volta al fianco di Gael García Bernal. Il film riscuote un successo globale, viene candidato agli Oscar, ai Bafta e sia Luna che García Bernal si aggiudicano il Premio Marcello Mastroianni al Festival di Venezia, un ambito riconoscimento che premia gli attori esordienti.

Dopo il successo del film, Luna inizia a recitare anche in produzioni hollywoodiane, come Open Range di Kevin Costner, Il cacciatore delle tenebre con Jon Bon Jovi, ed entra nel cast di un altro grande film, Frida, la biopic di Frida Kahlo premiata con un doppio Oscar. Nel 2003 è il protagonista di Nicotina, thriller messicano di Hugo Rodríguez vincitore di 6 premi Ariel. L'anno seguente torna a lavorare per Hollywood in Criminal al fianco di Maggie Gyllenhaal, in The Terminal di Steven Spielberg, e in Dirty Dancing 2, dove veste i panni di un ballerino cubano di nome Javier che insegna danza ad una studentessa statunitense interpretata da Romola Garai. Nonostante il film abbia in parte deluso le alte aspettattive, i personaggi sono piaciuti molto al pubblico giovane.

Negli anni successivi, Luna alterna le sue interpretazioni tra cinema indipendente e produzioni hollywoodiane. Con Gael García Bernal recita di nuovo in Rudo y Cursi e in Casa de Mi Padre, per il quale vince un premio Imagen al miglior attore non protagonista. Nel 2007 interpreta il bizzarro ruolo del sosia di Michael Jackson in Mister Lonely di Harmony Korine e partecipa al film Milk dretto da Gus Van Sant. Nel 2011 prende parte al video (intenso e commovente) del singolo The One That Got Away di Katy Perry, diretto da Floria Sigismondi (la stessa di E.T.), mettendosi in grande evidenza al grande pubblico grazie all'enorme successo del video e del brano.

Nel 2016 Luna raggiunge un nuovo record di popolarità interpretando il co-protagonista Cassian Andor nel film Rogue One: A Star Wars Story.

Regista e produttore[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 Luna, Gael García Bernal e il produttore Pablo Cruz hanno creato Canana Films, una società di produzione cinematografica specializzata in film dal contenuto socio-politico.[5] I film diretti da Diego Luna sono stati prodotti dalla Canana (Mr. Pig, Cesar Chavez, Abel, Revolución).

Nel 2005 Luna e García Bernal hanno instituito il Festival Ambulante Gira de documentales, il più importante festival di cinema documentario dell'America Latina dententore del premio WOLA per i diritti umani.[6]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 febbraio 2008 si è sposato con l'attrice messicana Camila Sodi. La coppia ha due figli, Jerónimo nato il 9 agosto 2008 e Fiona nata il 1º luglio 2010. Nel mese di marzo 2013 i due attori decidono di separarsi di comune accordo.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Da doppiatore è stato sostituito da:

Premi e candidature[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei premi vinti da Diego Luna come attore:

Elenco dei premi vinti da Diego Luna come regista:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vanessa Erazo, Diego Luna: My Childhood Nanny Shaped My Political Awakening, remezcla.com, 30 gennaio 2015. URL consultato il 31 dicembre 2016.
  2. ^ John Hecht, Cannes: Diego Luna Is Having a Very Good Year, hollywoodreporter.com, 16 maggio 2015. URL consultato il 31 dicembre 2016.
  3. ^ Rhiannon Harries, How We Met: Gael García Bernal & Diego Luna, independent.co.uk, 11 ottobre 2009. URL consultato il 31 dicembre 2016.
  4. ^ Scott L. Baugh, Latino American Cinema: An Encyclopedia of Movies, Stars, Concepts, and Trends, Londra, Greenwood, 2012, p. 158.
  5. ^ Rosa Maiuccaro, Intervista all’attore e regista messicano Diego Luna, Fare Films, 17 aprile 2014. URL consultato il 1º dicembre 2016.
  6. ^ (EN) Aria Curtis, Gael García Bernal: Giving Voice to Central America's Voiceless, Pulitzer Center, 26 settembre 2011. URL consultato il 13 dicembre 2016.
  7. ^ (ES) Alva Marquina, Teresa Suárez habla de Juan Gabriel y su nueva película, artes9, 16 gennaio 2014. URL consultato l'8 dicembre 2016.
  8. ^ (ES) Patricia, Festen, la celebración, defecito.com, 11 novembre 2006. URL consultato l'8 dicembre 2016.
  9. ^ (ES) EFE/MLOM, John Malkovich y Diego Luna estrenan la obra El buen canario, informador.com, 27 novembre 2008. URL consultato l'8 dicembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN49434038 · LCCN: (ENnr2003002418 · ISNI: (EN0000 0001 1443 5978 · GND: (DE14133939X · BNF: (FRcb14201022m (data)