Fandango (wrestler)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Curtis Hussey)
Fandango
Immagine di Fandango
Nome Curtis Jonathan Hussey
Ring name Johnny Curtis
Jonathan
Jonathan Curtis
Fandango
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Standish
22 luglio 1981
Residenza Tampa (Florida)
Altezza 193 cm
Peso dichiarato 111 kg
Federazione WWE - SmackDown
Progetto Wrestling

Curtis Jonathan Hussey (Standish, 22 luglio 1981) è un wrestler statunitense. Sotto contratto con la WWE, vi lotta con il ring name Fandango. È stato il vincitore della quarta stagione di NXT.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

WWE[modifica | modifica wikitesto]

Deep South Wrestling (2006–2008)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006, Curtis firma un contratto di sviluppo con la World Wrestling Entertainment e viene mandato in Deep South Wrestling (DSW). Fa il suo debutto il 9 novembre 2006 perdendo contro David Heath. Dopo alcune sconfitte nelle settimane successive, Curtis segna la sua prima vittoria in un tag team match con Robert Anthony sconfiggendo Shawn Shulz e Chris Tomas. Curtis continua a vincere col suo partner fino a quando perdono il match valido per il DSW Tag Team Championship contro Mike Knox e Derick Neikirk il 15 marzo. Dopo il match diventa un wrestler singolo e nel suo ultimo match in DSW batte Frankie Coverdale.

Florida Championship Wrestling (2008–2010)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la chiusura della Deep South Wrestling Curtis e tutti i talenti della DSW vengono trasferiti alla Florida Championship Wrestling nel 2008. Il 26 giugno fa il suo debutto sconfiggendo il suo ex tag team partner Robert Anthony. Dopo vari successi sia in singolo che in coppia, Curtis batte Chris Gray e diventa 1st contender per il Southern Heavyweight Championship; tuttavia, l'8 gennaio perde il match valido per il titolo contro l'allora campione Ted DiBiase Jr. Johnny Curtis fa un'apparizione il 18 settembre durante una puntata di SmackDown! in un dark match sconfiggendo Armando Estrada. L'11 dicembre 2008, Curtis insieme a Tyler Reks sconfigge DH Smith e TJ Wilson e conquista l'FCW Florida Tag Team Championship. Dopo aver difeso i titoli con successo in diverse occasioni iniziano un feud con i Dudebusters (Caylen Croft e Trent Baretta). Proprio contro di loro, perdono i titoli il 30 aprile 2009 poiché Curtis non si presentò al match e Tyler Reks dovette affrontare in un 2 on 1 handicap match entrambi gli avversari. Successivamente Reks fu chiamato nel main roster e Curtis turna heel e cambia nome in Jonathan Curtis. Prova l'attacco al Florida Heavyweight Championship detenuto da Tyler Reks (che era rimasto anche un wrestler FCW) ma perde. Il rematch avviene il 2 luglio, ma questa volta è un triple treath match e nella sfida è compreso anche Alex Riley ma Reks difende il titolo. Dopo il match Curtis turna nuovamente face e cambia il nome in Johnny Curtis. A inizio 2010, Curtis inizia a partecipare agli house show di Raw perdendo prima contro Evan Bourne e poi contro Paul Burchill. In un dark match, perde contro Kung Fu Naki il 19 gennaio. Il 12 agosto 2010, Curtis insieme a Derrick Bateman vince l'FCW Florida Tag Team Championship in un three-way tag team match contro Brodus Clay e Donny Marlow e i precedenti campioni Hunico ed Epico. Il 4 novembre i due perdono i titoli contro Wes Brisco e Xavier Woods.

NXT (2010–2012)[modifica | modifica wikitesto]

Durante la finale della terza stagione di WWE NXT, viene annunciato che Johnny Curtis prenderà parte alla quarta stagione di NXT con R Truth come mentore. Fa il suo debutto a NXT sconfiggendo Jacob Novak. La settimana successiva perde il rematch con Novak. Inizia poi a vincere diverse prove come quella dei talent show e del punchball conquistando diversi punti immunità. Nella puntata del 4 gennaio 2011 conquista l'immunità all'eliminazione ma perde un match singolo contro Brodus Clay. Nella puntata di NXT dell'11 gennaio sconfigge Ted DiBiase jr. e diventa il primo rookie della quarta stagione di NXT ad aver sconfitto un professionista. Nella puntata di Raw del 17 gennaio, Curtis viene sconfitto del dark match pre-show da William Regal. Nella puntata di NXT del 25 gennaio, Curtis partecipa al Fatal 4-Way a eliminazione fra rookies, ma viene eliminato per ultimo da Brodus Clay. Nel dark match della puntata di Raw del 31 gennaio, viene nuovamente sconfitto da William Regal. Nella puntata di NXT del 1º febbraio, Johnny Curtis vince una sfida di braccio di ferro battendo in finale Brodus Clay per squalifica, aggiudicandosi 3 punti immunità. Più tardi, la stessa sera, in coppia con R-Truth viene sconfitto da Daniel Bryan e Derrick Bateman mentre a NXT dell'8 febbraio, viene sconfitto in un match singolo da Brodus Clay. Nella puntata di NXT del 22 febbraio, Curtis vince una prova e conquista 3 punti immunità e dopo vince un triple treath match contro Brodus Clay e Derrick Bateman, schienando Bateman. A fine puntata, Bateman viene eliminato e Curtis accede alla finale di NXT insieme a Brodus Clay, che lo attacca a fine puntata. Nella puntata del 1º marzo, l'ultima di NXT, viene sconfitto da Brodus Clay, ma alla fine è lui a spuntarla e a diventare il vincitore della quarta edizione di NXT, conquistando il diritto di un match di coppia titolato, con il suo Pro R-Truth. Nonostante non abbia ancora esordito, a Wrestlemania 27 ha partecipato alla battle royal a 22 uomini nel dark match, non riuscendo a vincerla.

Johnny Curtis esordisce nella puntata di SmackDown del 4 giugno 2011, a distanza di ben quattro mesi dalla vittoria di NXT, in un segmento nel backstage dove dice che il suo match valido per i titoli di coppia insieme ad R-Truth è stato annullato in quanto questo impegnato in una rivalità contro John Cena per il titolo WWE. Nelle settimane seguenti si esibisce in promo nel backstage. Fa il suo debutto sul ring nella puntata del 12 agosto perdendo contro Mark Henry. Nella puntata successiva di SmackDown, Curtis partecipa alla battle royal per decretare lo sfidante di Randy Orton a Night of Champions in un match valido per il World Heavyweight Championship ma viene eliminato da Wade Barrett. Nella puntata di Superstars del 15 settembre, è impegnato in un match di coppia insieme a Trent Baretta contro Jey e Jimmy Uso, nel quale a prevalere è il duo samoano. Il 14 ottobre, a SmackDown, partecipa alla Battle Royal promossa da Theodore Long e John Laurinaitis nella quale il vincitore avrebbe potuto sfidare un campione a sua scelta in un match titolato, ma viene eliminato. Il 2 novembre, ritorna ad NXT eccezionalmente per far coppia con Tyson Kidd in un match contro Jey & Jimmy Uso, presentandosi da Heel. Tuttavia, i due perdono il match. La settimana successiva a NXT, in coppia con l'ex compagno della FCW Derrick Bateman, sfida Titus O'Neil e Percy Watson, vincendo il suo primo match da quando ha debuttato a SmackDown. La sua striscia positiva dura però poco, poiché solo sette giorni dopo viene superato da Yoshi Tatsu. Il 29 novembre, Curtis prende parte a ben due match: nell'edizione di NXT, vince un match di coppia insieme a Tyson Kidd contro la coppia formata da Yoshi Tatsu e Trent Baretta mentre in quel di SmackDown "Holiday Special", prende parte ad una Battle Royal dalla quale viene però eliminato per mano di Sheamus. Nella puntata di NXT del 6 dicembre, affronta Derrick Bateman, venendo però sconfitto. Tuttavia, si riscatta soli sette giorni dopo, battendo Percy Watson. Nella puntata pre-natalizia di NXT, Curtis viene inserito in un match di coppia insieme al suo nemico Bateman contro gli Usos, nel quale Derrick abbandona Johnny nel ring e viene schienato, perdendo la contesa. Nell'ultima puntata di NXT del 2011, Curtis perde contro Bateman ma riesce a conquistare Maxine. Curtis inizia poi il 2012 abbastanza bene, vincendo contro la Superstar di Raw Alex Riley nel main event della puntata del 10 gennaio di NXT. Il 17 agosto, ha luogo il matrimonio fra Curtis e Maxine che finisce con la Diva che rifila uno schiaffo a Curtis e ritorna con Bateman. Nell'edizione di Superstars del 9 febbraio, Curtis perde contro Yoshi Tatsu. Cinque giorni dopo, ad NXT, fa coppia con Heath Slater, ma i due perdono contro Derrick Bateman e Justin Gabriel. Il 7 marzo, ad NXT batte Yoshi Tatsu ma poi, il 14 marzo nel corso di una puntata dedicata ai Tag Teams, Curtis fa coppia con Maxine perdendo contro Bateman e Kaitlyn. Nella puntata dell'11 aprile, batte Percy Watson via roll-up. Nella puntata di NXT del 24 aprile, perde contro Tyson Kidd dopo un match combattutissimo. Sette giorni dopo, perde anche in coppia con JTG contro Tyson Kidd e Alex Riley. Nella puntata del 9 maggio, continua a perdere insieme a Michael McGillicutty contro Tyson Kidd e Percy Watson. Nell'edizione del 23 maggio, perde in coppia con Drew McIntyre contro Ezekiel Jackson e The Great Khali. Sette giorni dopo, nel main event, perde un match a 6 uomini in squadra con JTG e Michael McGillicutty contro Derrick Bateman, Percy Watson e il rientrante Justin Gabriel. Nella puntata del 6 giugno, perde in coppia con Heath Slater contro Justin Gabriel e Tyson Kidd. Continua a perdere la settimana dopo, insieme a Michael McGillicutty, contro gli Usos. Il 20 giugno, termina NXT Redemption.

Curtis tuttavia, rimane ad NXT sesta stagione, dove combatte il 27 giugno, perdendo contro Derrick Bateman. Nella puntata di Superstars del 19 luglio, Bateman fa coppia con Curtis, ma i due perdono contro gli Usos. Il 25 luglio ad NXT, vince insieme a Michael McGillicutty contro Derrick Bateman e Bo Dallas. Il 16 agosto, a Superstars, fa coppia con Michael McGillicutty, venendo sconfitti dagli Usos. Nella puntata di NXT del 22 agosto, fa coppia con McGillicutty, perdendo di nuovo però, contro Justin Gabriel e Tyson Kidd. Il 30 agosto, a Superstars, viene sconfitto da Ryback. Il 19 settembre, ha un match ad NXT contro il rientrante Trent Baretta, che viene vinto da quest'ultimo. Il 10 ottobre, perde di nuovo, contro Bo Dallas. Il 31 ottobre, fa coppia ancora con Michael McGillicutty, ma i due stavolta perdono contro gli Usos. Nonostante ciò, insieme a McGillicutty, utilizza la title shot vinta ad NXT del 2011 per i titoli di coppia contro i campioni Team Hell No (Daniel Bryan e Kane) ad NXT, ma perdono.

Fandango (2012–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Fandango e Summer Rae

Il 5 novembre a Raw viene mandato un promo di un personaggio di nome Fandango che si dice essere proprio Johnny Curtis, interpretante la gimmick di un wrestler ballerino professionista. Debutta nell'edizione di SmackDown del 1º marzo, dove avrebbe dovuto lottare contro Zack Ryder, ma a causa di Matt Striker che ha pronunciato male il suo nome nell'annunciare la sua entrata, si rifiuta di lottare, posticipando il suo debutto. La stessa cosa accade anche la settimana seguente, dove avrebbe dovuto combattere contro Justin Gabriel, ma Lilian Garcia pronuncia, a suo dire, erratamente il suo nome. Nella puntata di Raw del 18 marzo, nel backstage, Chris Jericho ha insultato Fandango. Nella puntata di Smackdown del 22 marzo, Fandango aggredisce Jericho durante il suo match con Jack Swagger. La stessa cosa succede anche nel Raw del 25 marzo, dove interviene alla fine del match tra Y2J e Dolph Ziggler. Nella stessa sera viene ufficializzato il match tra Jericho e Fandango che dunque debutterà sul ring a WrestleMania 29 dove sconfiggerà Chris Jericho e il giorno dopo, a RAW, il pubblico canterà a squarciagola il tema della sua musica d'ingresso, portandola addirittura a scalare le classifiche di iTunes UK.[1] Ad Extreme Rules perde il re-match contro Chris Jericho. Torna nella puntata di Monday Night Raw del 27 giugno perdendo per count-out contro Sheamus. Su WWE.COM viene reso noto che Fandango resterà fuori dal ring per qualche settimana a causa di un piccolo infortunio.

A Money In The Bank non riesce a vincere la valigetta valido per il contratto per il World Heavyweight Championship. Nella puntata di Raw del 22 luglio 2013 viene sconfitto da Cody Rhodes. Nella puntata di Raw del 5 agosto perde contro Kofi Kingston. Ciò nonostante nella puntata di Smackdown del 9 agosto ottiene la sua rivincita sconfiggendo il ghanese. Nella puntata di Raw del 12 agosto partecipa ad una Battle Royal a 20 uomini per decretare il contendente numero 1 allo United States Championship detenuto da Dean Ambrose e quindi per affrontarlo al PPV SummerSlam 2013; tuttavia non riesce a vincere venendo eliminato da R-Truth. A Night of Champions viene sconfitto da The Miz. A Hell in a Cell Fandango e Summer Rae battono Natalya e The Great Khali [2]. Nella puntata di WWE Main Event del 27 novembre viene sconfitto da Kofi Kingston. Nella puntata di WWE Superstars del 28 novembre perde contro Zack Ryder. Nell'edizione di WWE Raw del 2 dicembre viene sconfitto da Mark Henry. Nella puntata di WWE SmackDown del 6 dicembre perde contro Big E Langston. Nella puntata di Raw dedicata agli Slammy Awards del 9 dicembre Fandango perde contro Daniel Bryan. A TLC Fandango batte Dolph Ziggler nel Kick Off.[3] Nella puntata di Raw del 16 dicembre Fandango perde contro Dolph Ziggler. Nella puntata di SmackDown del 20 dicembre Fandango sconfigge Kofi Kingston. Nella puntata di Raw del 23 dicembre Fandango sconfigge Dolph Ziggler diventando il nuovo contendente all'Intercontinental Championship dove Fandango e Big E Langston si sfideranno nell'ultima puntata di Raw del 2013. Nella puntata di Raw del 30 dicembre Fandango viene sconfitto da Big E Langston non riuscendo a conquistare il titolo intercontinentale. Partecipa alla Royal Rumble col numero 19 venendo eliminato da El Torito.

A Raw Fandango viene messo in tag tem con Venom dopo il match i due wrestler si stringono la mano e fondano un tag team chiamato Hell Dance. Qualche puntata dopo la Hell Dance si rivede in un match contro gli Usos vincendo e nel post match annunciano di voler un match per i titoli detenuti dallo Shield. A Fastlane vengono inseriti in u Elimination Chamber tag team match per i titoli ma vengono eliminati da Brodus Clay e Tensai; nel match erano coinvolti anche gli Usos, i Prime Time Players e la Wyatt Family. Durante Elimination Chamber Venom si infortuna infortuna all'anca. La Hell Dance si scioglie dopo l'annuncio di Stephanie McMahon del ritiro di Venom kayfabe. La puntata di Raw del 27 gennaio viene battuto da R truth. La sua attuale valletta non è più Summer Rae, bensì Layla. A Wrestlemania XXX partecipa all'Andrè The Giant Memorial, la Battle Royal tenuta in onore del gigante, dove viene eliminato da Sheamus. Nella puntata di SmackDown del 9 maggio in coppia con Layla sconfigge Santino Marella e Emma in un mixed-tag team match. l'11 luglio a SmackDown, perde per countout contro Adam Rose a causa dell'intervento di Summer Rae che attacca Layla. A Battleground, nel kick-off, viene sconfitto da Adam Rose. Il 21 luglio a Raw, viene sconfitto da Zack Ryder. Nella puntata di Raw del 28 luglio, perde contro Diego. Nella puntata del 28 agosto di Superstars, vince contro R-Truth.

Il 23 novembre alle Survivor Series, fa il suo ritorno venendo accompagnato da Rosa Mendes e con una nuova musica d'ingresso, nel Kick-Off sconfigge Justin Gabriel. La notte successiva a Raw, sconfigge nuovamente Gabriel. Nella puntata di Main Event del 2 dicembre, sconfigge R-Truth. Alla Royal Rumble partecipa all'omonimo match ma viene eliminato da Rusev.

Nella puntata di Superstars del 6 febbraio, sconfigge Adam Rose venendo acclamato dal pubblico durante e dopo il match. Stessa settimana a SmackDown si conferma, sconfiggendo ancora Rose. Nella puntata del 12 febbraio di SmackDown, continua il suo feud con Rose, battendolo ancora. Il 20 febbraio a Superstars lo sconfigge ancora, concludendo ufficialmente il feud tra i due. Nella puntata del 24 febbraio, vince ancora battendo, Curtis Axel. Nella puntata del 3 marzo di Main Event, batte ancora Axel. Mentre la settimana dopo sempre a Main Event, batte Adam Rose. In quella del 24 marzo sempre di Main Event, sconfigge Heath Slater. Il 3 aprile a Superstars, sconfigge anche Jack Swagger, e la stessa settimana a Main Event batte R-Truth. Nella puntata del 13 aprile di Raw perde contro Stardust, e dopo il match si mette a ballare sulle note della sua vecchia Theme Song, effettuando un turn face. Stessa settimana a SmackDown, conferma il suo turn face, scaricando Rosa Mendes, e nella stessa serata affronta Adam Rose, vincendo. Nella puntata di Raw del 4 maggio viene sconfitto da Rusev. Il 7 maggio, a SmackDown, perde contro Luke Harper e l'11 maggio, a Raw, perde contro Erick Rowan. Il 9 luglio a SmackDown perde nuovamente e pesantemente contro Rusev. Il 27 luglio a Raw perde ancora contro Neville. Torna nella puntata di SmackDown del 12 novembre dove viene pesantemente sconfitto da Braun Strowman.

Breezango (2016-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un periodo di assenza torna nella puntata di Raw del 21 marzo 2016 dove viene sconfitto da Chris Jericho. Nella puntata di SmackDown del 14 aprile prende il posto di R-Truth nel tag team formato con Goldust, i "GoldDango", e i due prendono parte ad un torneo per decretare i contendenti n°1 ai WWE Tag Team Championships detenuti dal New Day (Big E, Kofi Kingston e Xavier Woods) dove affrontano ai quarti di finale i Vaudevillains (Simon Gotch e Aiden English) ma vengono sconfitti ed eliminati. Nella puntata di Raw del 18 aprile perde contro Baron Corbin. Nella puntata di SmackDown del 21 aprile viene sconfitto da R-Truth in un match con Goldust come arbitro speciale. Perde ancora contro R-Truth nella puntata di Raw del 9 maggio, dopo l'insolita alleanza tra il ballerino e Goldust. Nella puntata di SmackDown del 12 maggio i GoldDango affrontano i Gorgeous Truth, il nuovo team formato da R-Truth e Tyler Breeze, e sono questi ultimi a trionfare a causa del turn heel di Fandango che ha attaccato Goldust (dopo che questi e R-Truth si erano rifiutati di combattere contro), permettendo a Breeze di effettuare lo schienamento vincente. Nella puntata di Raw del 16 maggio i Breezango (il nuovo team formato da Tyler Breeze e Fandango) debuttano ufficialmente sconfiggendo i Golden Truth (Goldust e R-Truth), a causa di un errore di R-Truth. Nella puntata di SmackDown del 26 maggio i Breezango trionfano ancora sui Golden Truth a causa di una scorrettezza di Tyler Breeze che ha colpito R-Truth (nonostante non avesse dato il tag a Fandango). Il 19 giugno nel Kickoff di Money in the Bank i Breezango sono stati sconfitti dai Golden Truth. Nella puntata di Raw dell'11 luglio i Breezango hanno avuto la meglio sui Lucha Dragons (Sin Cara e Kalisto).

Con la Draft Lottery avvenuta nella puntata di SmackDown del 19 luglio, Fandango è stato trasferito nel roster di SmackDown e con lui anche Tyler Breeze. Nella puntata di Main Event del 22 luglio i Breezango sono stati sconfitti da Mark Henry e Jack Swagger. Il 24 luglio, nel Kickoff di Battleground, i Breezango hanno trionfato sugli Usos. Nella puntata di SmackDown del 26 luglio Fandango e Breeze hanno partecipato ad una Battle Royal per determinare uno dei sei sfidanti del Six-Pack Challenge match per determinare il contendente n°1 al WWE World Championship di Dean Ambrose ma sono stati eliminati da Kane. Nella puntata di SmackDown del 2 agosto Fandango è stato sconfitto da Randy Orton per squalifica a causa dell'intervento di Brock Lesnar da Raw ai danni di Orton.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Manager[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "'The Premier Player"'
  • "The Thoroughbred"
  • "The Dance Expert"

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • "I Told You So" di Flatfoot 56 (12 agosto 2011–29 ottobre 2012)
  • "ChaChaLaLa" di Jim Johnston (4 marzo 2013–14 agosto 2014; 13 aprile 2015-presente)
  • "Resign to Surrender" degli Epica (12 maggio 2013-8 luglio 2013) come membro della Hell Dance
  • "Peña Flamenca" di Jim Johnston (23 novembre 2014–13 aprile 2015)
  • #MMMGORGEOUS + ChaChaLaLa dei CFO$ feat. Tyler Breeze con Jim Johnston (WWE; 16 maggio 2016–presente; usata in team con Tyler Breeze)

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Northeast Championship Wrestling

  • NCW New England Championship (1)
  • NCW Tag Team Championship (1 - con Damian Houston)

Power League Wrestling

  • PLW New England Championship (1)

Premier Wrestling Federation

  • PWF Northeast Heavyweight Championship (2)
  • PWF Northeast Tag Team Championship (2 - con Kenny Dykstra)

South Coast Championship Wrestling

  • SCCW Lightweight Championship (1)

Florida Championship Wrestling

Pro Wrestling Illustrated

  • 116° tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI 500 (2011)

World Wrestling Entertainment / WWE

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ WWE: La theme di Fandango scala la classifica britannica | WWE
  2. ^ WWE Hell In A Cell (2013) - Results, News And Videos - WrestlingInc.com
  3. ^ WWE TLC (2013) - Results, News And Videos - WrestlingInc.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]