Killian Dain

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Killian Dain
Killian Dain.jpg
Killian Dain nel 2016
NomeDamian Mackle
Ring nameBig Damo
Damian O'Connor
Damo
Damo O'Connor
Killian Dain
NazionalitàIrlanda del Nord Irlanda del Nord
NascitaBelfast
20 febbraio 1985 (34 anni)
Residenza dichiarataAntrim
Altezza193 cm
Altezza dichiarata193 cm
Peso dichiarato150 kg
AllenatoreFergal Devitt
Paul Tracy
Robbie Brookside
WWE Performance Center
Debutto1º ottobre 2005
FederazioneWWE NXT
Progetto Wrestling

Damian Arthur Mackle (Belfast, 20 febbraio 1985) è un wrestler nordirlandese sotto contratto con la WWE, dove lotta nel territorio di sviluppo di NXT con il ringname Killian Dain.

Dal 2016 al 2019 Dain è stato uno dei membri della stable nota come SAni†Y.

In Europa è noto per aver lottato in federazioni britanniche del circuito indipendente, mentre negli Stati Uniti ha militato in federazioni quali PROGRESS Wrestling, Revolution Pro Wrestling, westside Xtreme wrestling, Absolute Intense Wrestling, Beyond Wrestling, Premier British Wrestling, Scottish Wrestling Alliance, e IPW:UK.[1][2][3][4][5] Principalmente è conosciuto per il lavoro svolto nella Insane Championship Wrestling dove ha vinto l'ICW World Heavyweight Championship.[6][7][8]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizi (2005–2010)[modifica | modifica wikitesto]

Insane Championship Wrestling (2013–2016)[modifica | modifica wikitesto]

Nel periodo 2009-2012, O'Connor lottò sporadicamente nella ICW utilizzando svariate gimmick ma fu nel novembre 2013 che debuttò a Edimburgo con il ring name "Big Damo". Nello stesso show, il commentatore ICW Billy Kirkwood diede per la prima volta a Damo il soprannome "The Beast of Belfast" (in italiano: "La bestia di Belfast"). Damo divenne un membro regolare del roster ed iniziò dei feud con Joe Hendry, Jamie Kennedy, Darkside, e The NAK.

L'ICW World Champion Drew Galloway aveva dichiarato di aver sconfitto chiunque nel roster ICW, ma con un'eccezione significativa. Infatti, nonostante Big Damo fosse imbattuto, non aveva mai avuto l'opportunità di un match con Galloway per il titolo. L'occasione arrivò nel corso dell'evento Shugs House Party 2, e vide sconfitto Galloway ma il verdetto venne ribaltato da Red Lightning e Jack Jester, con grande disappunto di Damo. I tre formarono una stable chiamata "The Black Label" e Damo si scontrò a lungo con loro.

Quando i Black Label ebbero un feud con Mark Dallas con in palio il titolo ICW, Damo spuntò un accordo con Dallas in merito al quale avrebbe avuto una title shot nella sua città natale di Belfast, in Irlanda del Nord. La cintura ICW World Title non aveva mai cambiato di mano fuori Glasgow, così fu una grossa sorpresa per i fan quando Damo sconfisse il campione in carica Chris Renfrew, laureandosi primo campione ICW irlandese.

WhatCulture Pro Wrestling (2016)[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2016 Damo debuttò nella What Culture Pro Wrestling, sconfiggendo Joe Hendry e diventando il contendente numero uno al titolo WCPW Heavyweight Championship. Allo show Built to Destroy, nel main event, tradisce il manager Jack the Jobber e colpisce con un low blow Rampage Brown prima di ricorre a un piledriver (mossa proibita) per vincere il match e laurearsi primo WCPW World Champion. Quindi attaccò il general manager WCPW Adam Pacitti, che aveva cercato di squalificarlo per l'utilizzo del piledriver incriminato, ed anche l'arbitro e Jack the Jobber, alleandosi con Adam Blampied e completando così la sua trasformazione in heel nel processo. Grazie al nuovo manager, Big Damo riesce a difendere con successo il titolo dall'assalto di Joe Coffey e Damien Sandow, ma perde il titolo nel main event di WCPW Stacked in match a quattro in favore di Joseph Conners (gli altri contendenti erano Joe Hendry e Rampage Brown). Durante il decimo episodio di WCPW Loaded viene costretto dal GM Adam Pacitti a mettere in palio il suo contratto contro Alberto Del Rio e perde lasciando momentaneamente la compagnia. Infatti ritorna durante il tredicesimo episodio lanciando una open challenge raccolta e vinta da Joe Coffey grazie all'aiuto di Martin Kirby; con quest'ultimo Damo disputa un match a WCPW True Legacy con in palio un nuovo contratto, ma perde e finisce così la sua avventura nella compagnia inglese.

WWE[modifica | modifica wikitesto]

NXT (2016–2018)[modifica | modifica wikitesto]

Nel novembre 2016 Damian O'Connor ha preso il posto di Sawyer Fulton nella stable SAni†Y (Alexander Wolfe, Eric Young e Nikki Cross) dopo aver attaccato No Way Jose. Il 18 novembre O'Connor ha cambiato nome in Killian Dain e si è ufficialmente unito alla stable dopo aver attaccato Tye Dillinger e aver accettato la giacca di Fulton. Nella puntata di NXT dell'8 febbraio Wolfe e Dain hanno sconfitto facilmente i Bollywood Boyz (Gurv Sihra e Harv Sihra). Nella puntata di NXT del 22 marzo il Six-man Tag Team match tra Young, Dain e Wolfe contro Roderick Strong, No Way Jose e Tye Dillinger è terminato in doppia squalifica. Il 1º aprile, a NXT TakeOver: Orlando, i SAni†Y hanno sconfitto Tye Dillinger, Roderick Strong, Kassius Ohno e Ruby Riot. Il 2 aprile, nel Kick-off di WrestleMania 33, Dain ha partecipato all'annuale André the Giant Memorial Battle Royal come rappresentante di NXT ma è stato eliminato da Mojo Rawley (membro del roster di SmackDown e vincitore finale della Battle Royal). Nella puntata di NXT del 3 maggio Dain ha sconfitto facilmente Danny Burch. Nella puntata di NXT del 7 giugno Dain ha sconfitto No Way Jose. Nella puntata di NXT del 5 luglio Wolfe e Dain hanno sconfitto Hideo Itami e Kassius Ohno. Nella puntata di NXT del 19 luglio Dain è stato sconfitto da Drew McIntyre, il quale è diventato il contendente n°1 all'NXT Championship di Bobby Roode. Il 19 agosto, a NXT TakeOver: Brooklyn III, Young e Wolfe hanno sconfitto gli Authors of Pain (Akam e Rezar), conquistando così l'NXT Tag Team Championship per la prima volta. Wolfe e Young hanno vinto il match, ma anche Dain ha potuto difendere il titolo sotto la "Freebird Rule" (anche se la WWE non lo ha riconosciuto come campione). Nella puntata di NXT del 18 ottobre il match tra Young, Dain e Wolfe e l'Undisputed ERA (Adam Cole, Bobby Fish e Kyle O'Reilly) è terminato in no-contest a causa dell'intervento degli Authors of Pain. Il 18 novembre, a NXT TakeOver: WarGames, i SAni†Y hanno partecipato ad un WarGames match che includeva anche l'Undisputed ERA e il team formato dagli Authors of Pain e Roderick Strong ma il match è stato vinto dai primi. Nella puntata di NXT del 29 novembre Dain e Young hanno perso l'NXT Tag Team Championship contro Bobby Fish e Kyle O'Reilly dopo 102 giorni di regno. Nella puntata di NXT del 6 dicembre Dain ha sconfitto Trent Seven, guadagnando l'accesso ad un Fatal 4-Way match per determinare il contendente n°1 all'NXT Championship di Andrade "Cien" Almas. Nella puntata di NXT del 27 dicembre Dain ha partecipato a tale Fatal 4-Way match insieme a Aleister Black, Lars Sullivan e Johnny Gargano ma il match è stato vinto da quest'ultimo. Nella puntata di NXT del 7 febbraio i SAni†Y hanno sconfitto l'Undisputed ERA in un Six-man Tornado Tag Team match. Nella puntata di NXT del 7 marzo Dain ha affrontato Aleister Black in un match per determinare il contendente n°1 all'NXT Championship di Andrade "Cien" Almas ma è stato sconfitto. Nella puntata di NXT del 4 aprile il match tra Dain e Lars Sullivan è terminato in no-contest a causa dell'entrata sul ring di Adam Cole, EC3, Ricochet e Velveteen Dream. Il 7 aprile, a NXT TakeOver: New Orleans, Dain ha partecipato ad un Ladder match per l'assegnazione dell'NXT North American Championship che includeva anche Adam Cole, EC3, Lars Sullivan, Ricochet e Velveteen Dream ma il match è stato vinto da Cole. Nella puntata di NXT del 18 aprile Dain è stato sconfitto da Lars Sullivan in un No Disqualification match.

SmackDown (2018–2019)[modifica | modifica wikitesto]

Dal 17 aprile 2018 sono stati mandati in onda dei video circa il debutto dei SAni†Y a SmackDown. I SAni†Y hanno fatto il loro debutto nella puntata di SmackDown del 19 giugno dove hanno attaccato brutalmente gli Usos (Jimmy Uso e Jey Uso). Nella puntata di SmackDown del 26 giugno i SAni†Y sono stati sconfitti dallo United States Champion Jeff Hardy e gli Usos. Nella puntata di SmackDown del 10 luglio i SAni†Y e i Bludgeon Brothers (Harper e Rowan) sono stati sconfitti dal Team Hell No (Daniel Bryan e Kane) e il New Day (Big E, Kofi Kingston e Xavier Woods). Il 15 luglio, nel Kick-off di Extreme Rules, i SAni†Y hanno sconfitto il New Day in un Tables match. Nella puntata di SmackDown del 24 luglio Wolfe e Dain sono stati sconfitti da Big E e Xavier Woods del New Day nella semifinale di un torneo per determinare i contendenti n°1 al WWE SmackDown Tag Team Championship dei Bludgeon Brothers. Nella puntata di SmackDown del 4 settembre Dain e Young hanno partecipato ad un Triple Threat match che comprendeva anche i Rusev Day (Aiden English e Rusev) e gli Usos per determinare i contendenti n°1 al WWE SmackDown Tag Team Championship del New Day ma il match è stato vinto da English e Rusev. Il 18 novembre, a Survivor Series, Dain e Young hanno partecipato al 5-on-5 Traditional Survivor Series Elimination match come parte del Team SmackDown contro il Team Raw ma sono stati eliminati da Bobby Roode e Chad Gable. Nella puntata di SmackDown del 25 dicembre Dain, Wolfe e i The Bar (Cesaro e Sheamus) sono stati sconfitti da Luke Gallows, Karl Anderson e gli Usos. Nella puntata di SmackDown del 2 aprile 2019 i SAnitY sono stati sconfitti da The Miz in un 3-on-1 Handicap Falls Count Anywhere match.

Con lo Shake-up del 15 aprile i SAni†Y sono stati privati del loro leader Eric Young, mandato a Raw, segnando di fatto la fine della stable.

Ritorno a NXT (2019–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo lo scioglimento dei SAni†Y, il 30 aprile 2019 è stato annunciato che Dain è ritornato nel territorio di sviluppo di NXT.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Mackle è un grande tifoso della squadra di calcio del Manchester United e della squadra di basket degli Orlando Magic.

Nel 2019 è stato reso noto il matrimonio a Glasgow con la collega Nikki Cross.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Manager[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "The Beast of Belfast"
  • "Big Damo"
  • "The Hound of Ulster"

Wrestler allenati[modifica | modifica wikitesto]

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • "Beast" di Neil McDougall (Circuito indipendente; novembre 2013–12 novembre 2016)
  • "Controlled Chaos" di CFO$ (NXT/WWE; 18 novembre 2016–15 aprile 2019; usata come membro dei SAni†Y)
  • "Beast of Belfast" di CFO$ (NXT/WWE; 25 maggio 2017–presente)

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 3 Count Wrestling
    • 3CW Tag Team Championship (1) – con Scott Renwick[8]
  • Insane Championship Wrestling
    • ICW World Heavyweight Championship (1)[8]
  • Pride Wrestling
    • Pride Wrestling Championship (1)[8]
  • Reckless Intent Wrestling
    • Reckless Intent World Championship (1)[9]
  • Scottish Wrestling Alliance
    • SWA Laird of the Ring Championship (1)[8]
    • SWA Tag Team Championship (6) – con Micken (1), Pete O'Neil (1) e Scott Renwick (4)[8]
  • Scottish Wrestling Entertainment
    • SWE Heavyweight Champion (1)
  • WhatCulture Pro Wrestling
    • WCPW World Championship (1)
  • World Wide Wrestling League
    • W3L Heavyweight Champion (1)[8]
    • W3L Tag Team Championship (1) – con Scott Renwick[8]
    • W3L Heavyweight Title Tournament (2011)
  • X Wrestling Alliance
    • XWA British Heavyweight Champion (1)[8]
    • XWA British Heavyweight Title Tournament (2014)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]