Fabian Aichner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fabian Aichner
Aichner Axxess '18.jpg
Fabian Aichner nel 2018
NomeFabian Aïchner
Nazionalità  Italia
Luogo nascitaFalzes
21 luglio 1990 (31 anni)
Ring nameAdrian Severe
Fabian Aichner[1]
Gigi Campus
Altezza dichiarata183 cm
Peso dichiarato100 kg
AllenatoreAlex Wright
Debutto2011
FederazioneWWE
Progetto Wrestling

Fabian Aïchner (Falzes, 21 luglio 1990) è un wrestler italiano sotto contratto con la WWE, dove si esibisce nel roster di NXT ed è l'attuale detentore dell'NXT Tag Team Championship con Marcel Barthel.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Circuito indipendente (2011–2017)[modifica | modifica wikitesto]

WWE (2017–presente)[modifica | modifica wikitesto]

NXT UK e NXT (2017–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 settembre 2017 Aichner debuttò ad NXT, venendo sconfitto da Kassius Ohno. Dopo una serie di sconfitte, debuttò ad NXT UK nella puntata del 5 dicembre 2018 sconfiggendo Mark Andrews, mentre in quella successiva del 12 dicembre venne sconfitto da Flash Morgan Webster a causa di un'interferenza dello stesso Andrews. Tornò dopo una parentesi a NXT aiutando Walter a mantenere il WWE United Kingdom Championship contro Pete Dunne. In seguito formò insieme a Walter, Alexander Wolfe e Marcel Barthel la stable chiamata Imperium, entrando in conflitto contro Pete Dunne, Tyler Bate e Trent Seven unitisi nel British Strong Style. Nella puntata di SmackDown dell'8 novembre l'Imperium fece un'apparizione nel main roster attaccando gli Heavy Machinery.

Nella puntata di NXT del 13 maggio 2020 Aichner e Barthel conquistarono l'NXT Tag Team Championship per la prima volta sconfiggendo Matt Riddle e Timothy Thatcher (Aichner divenne il secondo italiano nella storia della WWE a vincere un titolo). Nella puntata di NXT del 17 giugno mantennero con successo i titoli contro i Breezango. Nella puntata di NXT del 26 agosto Aichner e Barthel persero le cinture contro i Breezango dopo 105 giorni di regno. Nella puntata di NXT del 16 agosto affrontarono nuovamente i Breezango nella rivincita per l'NXT Tag Team Championship ma vennero sconfitti. Nella puntata di NXT del 20 gennaio 2021 vennero sconfitti dai Lucha House Party (Gran Metalik e Lince Dorado) negli ottavi di finale del Dusty Rhodes Tag Team Classic. Nella puntata di NXT del 17 agosto Aichner e Barthel affrontarono gli MSK per l'NXT Tag Team Championship ma vennero sconfitti.

Nella prima puntata di NXT 2.0 del 14 settembre l'Imperium sconfisse Brooks Jensen e Josh Briggs. Nella puntata speciale NXT Halloween Havoc del 26 ottobre sconfissero gli MSK in un Lumber Jack-o'-Lantern match conquistando così l'NXT Tag Team Championship per la seconda volta. Il 5 dicembre, a NXT WarGames difesero i titoli contro Kyle O'Reilly e Von Wagner.[2] Nella puntata speciale NXT New Year's Evil del 4 gennaio Aichner, Bartel e Walter vennero sconfitti dagli MSK e Riddle.

Personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "Exeptional Italian"
  • "Italian Roughneck"
  • "Italian Stallion of NXT"
  • "Mean Machine"
  • "Next Level"
  • "Pride of Italy"

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Fabian Aichner con l'Evolve Championship, titolo che ha detenuto una volta
  • Championship of Wrestling
    • cOw Interstate Championship (1)
  • Dansk Pro Wrestling
    • King of the North Tournament (2014)
  • Evolve
  • New European Championship Wrestling
    • NEW Hardcore Championship (1)
    • NEW World Heavyweight Championship (2)
    • NEW World Tag Team Championship (1) – con Mexx
  • Power of Wrestling
    • POW Tag Team Championship (1) – con James Mason
  • Pro Wrestling Illustrated
    • 238º tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI 500 (2020)
  • WWE

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Fabian Aichner, su wwe.com, WWE. URL consultato il 13 novembre 2021.
  2. ^ (EN) NXT Tag Team Titles Match Imperium def. Kyle O’Reilly & Von Wagner, su wwe.com, 5 dicembre 2021. URL consultato il 6 dicembre 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]