Craccracriccrecr

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Craccracriccrecr
ArtistaElio e le Storie Tese
Tipo albumStudio
Pubblicazione14 maggio 1999
Durata70:00
Dischi1
Tracce16
GenereRock demenziale
Pop rock
EtichettaAspirine/BMG
ProduttoreOtar Bolivecic
RegistrazioneStudio Umbi di Canaro (RO) e Psycho Studio di Milano
Note/
Elio e le Storie Tese - cronologia
Album precedente
(1998)

Craccracriccrecr è un album del 1999 di Elio e le Storie Tese, dedicato a Feiez, membro del gruppo e scomparso durante la lavorazione.

Il titolo[modifica | modifica wikitesto]

Interrogati più volte sulla spiegazione del titolo dell'album, il gruppo ha risposto che «è il rumore del loro corpo che cambia»,[1] facendo riferimento ad un brano dei Litfiba uscito poco tempo prima.[2]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Craccracriccracker (T.V.U.M.D.B. reprise) - 0:30
  2. Evviva (intro) - 1:10
  3. La visione - 4:24
  4. Il Rock and Roll - 7:30
  5. La bella canzone di una volta - 3:25
  6. Che felicità - 5:10 (Cantata da Giorgio Bracardi)
  7. Farmacista - 3:52
  8. Bobbi Burrs [Baby Birds] - 3:10
  9. Nudo e senza cacchio - 4:07
  10. Mustasì - 3:30
  11. Beatles, Rolling Stones e Bob Dylan - 4:13
  12. Caro 2000 - 4:06
  13. Bacio - 4:02
  14. Sogno o son desktop - 4:42
  15. Discomusic - 5:31
  16. Bis - 10:30

Descrizione tracce[modifica | modifica wikitesto]

  • Craccracriccracker: questo brano è una riproduzione dell'assolo di sax di Feiez in T.V.U.M.D.B., tratto dall'album Eat the Phikis, in ricordo dell'artista scomparso pochi mesi prima.
  • Evviva: dal gruppo è stata definita più volte, durante i concerti, la tipica marcetta italiana. È il rifacimento di una filastrocca per bambini, che iniziava con la frase "Quel figlio di pu...lcinella" e che giocava su parole volgari accennate e mai pronunciate per intero.
  • La visione: questa canzone è un ironico omaggio al rap italiano, con citazioni dello stile di Jovanotti, Articolo 31 e 99 Posse.
  • Il Rock and Roll: questo brano è introdotto da Enrico Mentana in stile TG5, con la citazione del famoso morso alla testa di un pipistrello da parte di Ozzy Osbourne. Due citazioni: Back in Black degli AC/DC e Bohemian Rhapsody dei Queen.
  • La bella canzone di una volta: questa canzone ha come riferimento principale il Tango delle Capinere. L'introduzione, in stile Johnny Dorelli, è di Stefano Bollani. Per simulare il suono di un vecchio 78 giri in vinile suonato da un grammofono, Elio canta attraverso un bicchiere di carta, mentre Mangoni strofina un pezzo di carta sul microfono per riprodurre il rumore di fondo.
  • Che felicità: cantato da Giorgio Bracardi che sciorina tutto il suo vocabolario scurrile.
  • Farmacista: è introdotta da un recitativo (Il signor speziale) e un andante (Un cliente come gli altri) cantati da un soprano, Elena Rossi, un basso, Simone Alberghini e un baritono, Massimiliano Gagliardo. È la prima canzone italiana aggiornata all'euro, ancor prima della sua circolazione.
  • Bobbi Burrs (Baby Birds): cover di una canzone country americana, è un provino di Feiez.
  • Nudo e senza cacchio: nel titolo si rifà a Nuda e senza seno di Alberto Fortis. C'è una citazione anche da Domenica è sempre domenica. È la seconda canzone italiana aggiornata all'euro.
  • Mustasì: è un brano strumentale dedicato a Feiez. I mustasì o mostaccini sono dolci tipici di Crema, sua città natale.
  • Beatles, Rolling Stones e Bob Dylan: in questo brano sono presenti moltissime citazioni musicali da vari brani dei Beatles: Get Back, Two of Us, For You Blue, Dizzy Miss Lizzy, Penny Lane, Here Comes the Sun, She Loves You, Yer Blues, I Should Have Known Better, Girl. La voce di Bob Dylan è criptata. Sono inoltre nominate altre canzoni dei baronetti (Yesterday, Ticket to Ride, From Me to You) e alcune dei Rolling Stones (Lady Jane, Jumpin' Jack Flash, Satisfaction). La canzone sembra riferirsi a un incontro reale avvenuto tra queste icone del rock.
  • Caro 2000: è la canzone dedicata all'anno 2000. È introdotta da Paolo Limiti, nello stile che era solito proporre nelle sue trasmissioni nostalgiche. Limiti cita anche La notte pazza del conigliaccio di Alfredo Angeli. Si parla di Millennium bug e sentiamo parlare Bruno Longhi e Daria Bignardi, in un ipotetico zapping televisivo, mentre nel libretto sotto il testo si cita 2001: Odissea nello spazio. Musicalmente ci sono citazioni da Shine on You Crazy Diamond (part one) e Echoes dei Pink Floyd.
  • Bacio: è cantata da Cesareo. In questo brano vengono fatte citazioni ad Another One Bites the Dust dei Queen, a Satisfaction dei Rolling Stones e a Smoke on the Water dei Deep Purple. Durante la canzone si sente un errore di Cesareo nel cantare, probabilmente non voluto, ma che alla fine si è preferito lasciare (come già accaduto in World Class Player, traduzione in inglese di Giocatore mondiale: Elio sbagliò accidentalmente ad entrare in un ritornello). Alla fine c'è un pezzo accelerato della cavatina "Largo al factotum" da Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, modificata tagliando la sillaba -ro dalla parola "Figaro".
  • Sogno o son desktop: in questa canzone la voce di Elio si ispira a quella di Nico Fidenco; nello stile ricorda anche un genere melodico romanesco che faceva capo al gruppo Teppisti dei sogni.
  • Discomusic: il ritornello richiama Never Can Say Goodbye di Gloria Gaynor. È nominata anche Don't Let Me Be Misunderstood degli Animals (ripresa negli anni settanta da Leroy Gomez e i Santa Esmeralda). Nella strofa è presente una breve citazione parodiata di Grande, grande, grande (Io ti amo poi ti odio poi ti amo poi ti odio e poi ti apprezzo). Sono presenti anche riferimenti a John Travolta (e in maniera implicita al film La febbre del sabato sera) e, nel video del brano, al personaggio di Zorro.
  • Bis: È ispirata dalla musica di Ligabue, spesso preso in giro dal gruppo per la sua "autoreferenzialità" di brani come Tra Palco e realtà o Una vita da mediano. Infatti nella canzone, vengono citati, oltre agli stessi componenti del gruppo, anche i personaggi delle loro canzoni, ovvero: John Holmes (da John Holmes (una vita per il cinema)), la Donna Volante (da Carro), Supergiovane (da Supergiovane) ed il ballo del Pipppero®. Il gruppo sostiene di essere stato costretto a realizzare questa canzone, in quanto gli veniva sempre richiesta alla fine dei concerti, ma loro non l'avevano ancora scritta. Durante le esecuzioni dal vivo, la frase C'è Paolone che pensa alla fregna viene sempre accolta da uno scrosciante applauso del pubblico, in ricordo dello scomparso Feiez. Viene ricordato anche il loro incontro artistico con Carlos Santana avvenuto a Bologna durante una puntata del programma TV Taratata, condotto da Enrico Silvestrin. Il brano è stato ripescato dalle ghost track di Eat the Phikis.
  • Alla fine del disco, dopo qualche minuto di silenzio, c'è una ghost track che ricorda Alan's Psychedelic Breakfast dei Pink Floyd.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Altri musicisti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elio e le Storie Tese presentano ‘Craccracriccrecr’, rockol.it. URL consultato il 21 novembre 2009.
  2. ^ Il mio corpo che cambia, contenuto nell'album Infinito

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock