Aurum (liquore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aurum
Distilleria Aurum, manifesto pubblicitario, Pescara sec. XX - san dl SAN IMG-00003181.jpg
Distilleria Aurum, manifesto pubblicitario, Pescara, inizi XX secolo
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneAbruzzo
Dettagli
Categoriabevanda
RiconoscimentoP.A.T.
Settoreliquori
 

L’Aurum è un liquore con una gradazione di 40°, a base di brandy ed infuso di arance. È una specialità di Pescara. La storica distilleria era presso il Kursaal Pomilio, oggi museo "Aurum - La fabbrica delle idee".

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Si abbina molto bene ai dolci, specialmente con il parrozzo, altra specialità di Pescara. Oltre che come bevanda, viene utilizzato anche come ingrediente per i dolci e per bagnare le fette di pan di spagna da usare per fare le torte, o per affogare vari tipi di gelato.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Ex distilleria di Aurum, ora museo Aurum - La fabbrica delle idee e sala convegni, di Pescara

Il nome del liquore venne scelto dal fondatore della fabbrica Amedeo Pomilio, su suggerimento dell'amico poeta Gabriele D'Annunzio ai primi del Novecento, in riferimento alle origini romane attribuite alla ricetta. La parola deriva dal gioco delle parole latine aurum, che significa oro, ed aurantium, l'arancio.

La produzione industriale del liquore è iniziata nel 1925. Negli anni trenta, venne costruito il liquorificio, con una struttura a ferro di cavallo disegnata dall'architetto Giovanni Michelucci, esempio di architettura industriale. Agli inizi degli anni settanta, lo stabilimento produttivo è stato trasferito a Città Sant'Angelo.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]