Arturs Krišjānis Kariņš

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arturs Krišjānis Kariņš
Karins, Krisjanis-9702.jpg

Primo ministro della Lettonia
In carica
Inizio mandato 23 gennaio 2019
Presidente Raimonds Vējonis
Egils Levits
Predecessore Māris Kučinskis

Ministro dell'Economia
Durata mandato 2 dicembre 2004 –
7 aprile 2006
Capo del governo Aigars Kalvītis
Predecessore Juris Lujāns
Successore Aigars Štokenbergs

Dati generali
Partito politico Nuova Era (2002-2011)
Unità (dal 2011)
Università Università della Pennsylvania

Arturs Krišjānis Kariņš (Wilmington, 13 dicembre 1964) è un politico lettone[1], già membro del Parlamento europeo, primo ministro della Lettonia dal 23 gennaio 2019.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Kariņš nacque a Wilmington, nel Delaware, Stati Uniti, da una famiglia di origine lettone. Nel 1996 ottenne un dottorato in linguistica dall'Università della Pennsylvania. Poco dopo si trasferì in Lettonia, dove ha fondato la società Lāču ledus, impresa che opera nell'ambito della produzione e distribuzione di ghiaccio e cibi surgelati.

È stato uno dei fondatori del partito Nuova Era nel 2002 e venne eletto al Saeima nell'ottobre dello stesso anno. Kariņš ha ricoperto l'incarico di presidente del gruppo parlamentare di Nuova Era dal 2002 al 2004 ed è stato ministro dell'economia nel primo governo guidato da Aigars Kalvītis dal dicembre 2004 all'aprile 2006. Nel marzo 2007 è divenuto uno dei due co-leader di Nuova Era (insieme a Einars Repše).

A seguito delle elezioni europee del 2009, in luglio è diventato membro del Parlamento europeo. In tale istituzione è stato membro della commissione su industria, ricerca ed energia, sostituto nella commissione su affari economici e monetari e nella commissione speciale sulle regole fiscali. Nel parlamento ha aderito al gruppo del Partito Popolare Europeo, il maggiore dell'VIII legislatura. Ha fatto anche parte del Gruppo di riconciliazione delle storie europee[2]. Nel 2014 viene rieletto alle successive elezioni europee.

Nelle elezioni parlamentari lettoni del 2018 è stato il candidato del partito Unità per l'incarico di primo ministro. Il 7 gennaio 2019 è stato incaricato dal presidente Raimonds Vējonis di formare il nuovo governo[3]. Dopo aver concluso un accordo di governo tra il suo partito e altri quattro (Nuovo Partito Conservatore, Sviluppo/Per!, Chi Possiede lo Stato? e Alleanza Nazionale), il suo governo ha ottenuto la fiducia del Saeima, con 61 favorevoli e 31 contrari, il 23 gennaio 2019[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) europarl.europa.eu, https://www.europarl.europa.eu/members/public/geoSearch/view.do;jsessionid=325BF78A0CFAB2C502CD9C937ED2FE8A.node1?language=EN&partNumber=1&country=LV&id=96901.
  2. ^ (EN) eureconciliation.wordpress.com, https://eureconciliation.wordpress.com/about/.
  3. ^ (EN) President tasks Karins with forming government
  4. ^ (EN) Saeima approves Karins government, su leta.lv, 23 gennaio 2019. URL consultato il 23 gennaio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN306294875 · GND (DE1176082655 · WorldCat Identities (EN306294875