Alexandra Daddario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alexandra Daddario nel 2017

Alexandra Anna[1] Daddario (New York, 16 marzo 1986[2]) è un'attrice e modella statunitense, conosciuta per aver impersonato il ruolo di Annabeth Chase nella serie cinematografica Percy Jackson.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alexandra è nata a New York[3] in una famiglia di avvocati di origine italiana, irlandese, inglese e ungherese[4]. Ha un fratello, Matthew, anch'egli attore[5], e una sorella, Catharine. Il nonno paterno, era un rappresentante democratico alla Camera dei Rappresentanti per lo stato del Connecticut dal 1959 al 1971[6][7]. Alexandra, durante la sua infanzia e adolescenza, ha vissuto nei quartieri alti di New York (Upper East Side) e nella casa di campagna di Southampton (Long Island).

Ha raccontato di aver sentito la vocazione a diventare attrice all'età di undici anni assistendo al musical di Broadway Les Misérables. Ha praticato diversi sport, tra cui il nuoto, ha studiato pianoforte[7] e per anni si è perfezionata nella recitazione con il metodo Meisner[8].

Ha frequentato il prestigioso liceo femminile Brearley di New York[9] dove ha avuto l'opportunità di svolgere le prime attività teatrali, vestendo i panni di Ortensio ne La bisbetica domata di Shakespeare e quelli della non vedente Sophie in Artist Descending a Staircase di Tom Stoppard. Lavorando a chiamata, doveva essere sempre pronta a lasciare gli impegni scolastici per girare le scene richieste, per questo, al secondo anno della High School decise di iscriversi alla Professional Children's School, pensata per gli studenti impegnati nel mondo dello spettacolo. In seguito si è iscritta al Marymount Manhattan College[10].

Alexandra ha un cane di nome Levon, che compare spesso nei suoi profili Twitter e Instagram[11].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Daddario e Logan Lerman nel 2013 all'Apple Store di SoHo, durante la promozione di Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo - Il mare dei mostri.

Il suo debutto televisivo è avvenuto a dodici anni in uno spot della Barbie[9].

Nel 2002, all'età di 16 anni, ha lavorato nel corto di Jim Bernfield, Best Thanksgiving Ever, presentato al 15° Columbia University Film Festival. Nel film, della durata complessiva di 8 minuti, Alexandra interpreta Michelle, l'amore impossibile del protagonista adolescente. Nello stesso anno arriva la prima grande occasione: Alexandra debutta nella soap opera La valle dei pini, interpretando il personaggio di Laurie Lewis.

Nel 2009 ha ottenuto il ruolo ricorrente di Kate in White Collar che le ha dato una discreta notorietà. Negli anni del College ha interpretato ruoli minori anche sul grande schermo, in film quali Il calamaro e la balena, L'amore giovane, The Babysitters, The Attic. Interpreta il suo primo ruolo da protagonista nello slasher Bereavement di Steven Mena, girato nel 2007, ma uscito solo nel 2011. Il film non è mai stato distribuito in Italia.

Il successo cinematografico arriva nel 2010 con il primo film della serie Percy Jackson, Il ladro di fulmini. In seguito Alexandra appare in 5 episodi della terza stagione di Parenthood e nella commedia dei fratelli Farrelly Libera uscita. Nel 2012 appare nel videoclip della canzone Radioactive degli Imagine Dragons[12]. È nuovamente protagonista di un horror in Non aprite quella porta 3D (2013) e torna sul set del secondo capitolo della saga di Percy Jackson, Il mare dei mostri[13].

Alexandra Daddario al Austin Film Festival del 2016

Nel 2014 suscita un certo clamore la sua scena di nudo nella prima stagione della serie TV True Detective[14]. Nello stesso anno Alexandra gira un film indipendente dal titolo Unreachable by Conventional Means[15], non ancora uscito nelle sale. È inoltre una delle interpreti principali di Burying The Ex, commedia horror di Joe Dante, presentata fuori concorso al Festival del Cinema di Venezia 2014[16][17].

Nel 2015 torna sul grande schermo con il disaster movie San Andreas, affiancando Dwayne Johnson[18]. Nello stesso anno recita un cameo nell'episodio pilota di The Last Man on Earth, è testimonial dell'azienda elvetica di orologi Movado e compare come guest nella serie-tv American Horror Story: Hotel.

Agli inizi del 2016, ha un piccolo ruolo nell'adattamento cinematografico del romanzo di Nicholas Sparks La scelta - The Choice[19].

Nel 2017 viene scritturata per il ruolo di Summer nella versione cinematografica di Baywatch, ancora a fianco di Dwayne Johnson[20]. Lo stesso anno è co-protagonista, a fianco di Kate Upton, nella commedia The Layover di William H. Macy[21].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Alexandra Daddario è stata doppiata da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Alexandra Daddario, My middle name, Anna, su twitter.com.
  2. ^ (EN) Alexandra Daddario biography, su movies.nytimes.com.
  3. ^ (EN) The Radar: Alexandra Daddario – Modern Luxury Orange County – Style, su orangecounty.modernluxury.com.
  4. ^ (EN) Alexandra Daddario Interview – Interview with Actress Alexandra Daddario, su viewlondon.co.uk.
  5. ^ (EN) Jeff Sneider, Matthew Daddario joins Doremus pic - Thesp to replace Nico Tortorella in ensemble film, su variety.com, 16 agosto 2011.
  6. ^ (EN) Emilio Quincy Daddario, su geni.com. URL consultato l'11 marzo 2016.
  7. ^ a b (EN) Alexandra Daddario: Five Things to Know, su people.com, 30 maggio 2015. URL consultato il 26 agosto 2017.
  8. ^ Chris Wallace, Alexandra Daddario, su interviewmagazine.com, 6 agosto 2014. URL consultato l'11 marzo 2016.
  9. ^ a b (EN) Star, su digital.modernluxury.com. URL consultato l'11 marzo 2016.
  10. ^ (EN) Marlow Stern, Alexandra Daddario on ‘True Detective’s’ Misogyny Claims and Her Hollywood Ascent, su thedailybeast.com, 5 settembre 2014. URL consultato il 26 agosto 2017.
  11. ^ (EN) Alexandra Daddario on Torturing Winston on New Girl and How True Detective Changed Things, su vulture.com, 12 novembre 2014. URL consultato il 26 agosto 2017.
  12. ^ (EN) Radioactive music video featuring Alexandra Daddario, su percyjacksonmovies.com, 15 dicembre 2012. URL consultato il 26 agosto 2017.
  13. ^ (EN) Percy Jackson: Sea of Monsters Set Photos with Logan Lerman and Brandon T. Jackson, su movieweb.com, 20 aprile 2012. URL consultato il 26 agosto 2017.
  14. ^ (EN) Priya Rao, Alexandra Daddario talks True Detective, Boobs, and Fashion, su vanityfair.com. URL consultato l'11 marzo 2016.
  15. ^ (EN) Unreachable By Conventional Means, su hollywood.com. URL consultato l'11 marzo 2016.
  16. ^ La zombie Ashley Green e la gelataia Alexandra Daddario ammaliano Venezia, su rainews.it. URL consultato il 26 agosto 2017.
  17. ^ La Biennale di Venezia - Burying the Ex, su web.labiennale.org. URL consultato il 26 agosto 2017.
  18. ^ (EN) Alexandra Daddario of San Andreas: Interview, su denofgeek.com. URL consultato il 26 agosto 2017.
  19. ^ (EN) Alexandra Daddario Joins Nicholas Sparks Adaptation The Choice, su wegotthiscovered.com. URL consultato l'11 marzo 2016.
  20. ^ Baywatch: altro che Pamela Anderson, ora la star è Alexandra Daddario, su repubblica.it. URL consultato l'11 marzo 2016.
  21. ^ (EN) Rebecca Rubin, William H. Macy, ‘Layover’ Star Alexandra Daddario Discuss Importance of Female Leads, su variety.com, 24 agosto 2017. URL consultato il 26 agosto 2017.
  22. ^ (EN) Alexandra Daddario Rocks out in White Reaper's 'Judy French' Music Video, su ew.com, 25 luglio 2017. URL consultato il 10 agosto 2017.
  23. ^ (EN) Teen Choice Awards 2010: Second (Giant) Wave Of Nominees Announced!, su hollywoodcrush.mtv.com, 28 giugno 2010. (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2013).
  24. ^ (EN) List of Nominated for Best Scared-as-S**t Performance, su mtv.com, 5 marzo 2013.
  25. ^ (EN) Teen Choice Awards 2015 Winners: Full List, su variety.com. URL consultato il 23 agosto 2015.
  26. ^ Teen Choice Awards 2017: annunciate le nomination, su mondofox.it. URL consultato il 10 agosto 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN121874005 · ISNI: (EN0000 0000 8190 2946 · LCCN: (ENno2010103815 · BNF: (FRcb16230318v (data)