Episodi di Law & Order - I due volti della giustizia (diciassettesima stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La diciassettesima stagione della serie televisiva Law & Order - I due volti della giustizia, formata da 22 episodi, è stata trasmessa sulla NBC dal 22 settembre 2006 al 18 maggio 2007. Invece in Italia è stata trasmessa, in anteprima esclusiva su Rai 2 il 9 gennaio 2010 solo il primo episodio, e dopo alcuni mesi di pausa fu trasmessa su Rai 3 dal 22 aprile 2010 al 3 giugno 2010.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Fame Celebrità 22 settembre 2006 9 gennaio 2010
2 Avatar Omicidio in rete 29 settembre 2006 22 aprile 2010
3 Home Sweet Casa, dolce casa 6 ottobre 2006 22 aprile 2010
4 Fear America Giustizia senza colore 13 ottobre 2006 22 aprile 2010
5 Public Service Omicide Affronta e guarisci 20 ottobre 2006 29 aprile 2010
6 Profiteer Soldato Garcia 27 ottobre 2006 29 aprile 2010
7 In Vino Veritas Odio razziale 3 novembre 2006 29 aprile 2010
8 Release Il consenso 10 novembre 2006 6 maggio 2010
9 Deadlock Pena di morte 17 novembre 2006 6 maggio 2010
10 Corner Office Lotte di potere 8 dicembre 2006 6 maggio 2010
11 Remains Of The Day Un mondo imperfetto 5 gennaio 2007 13 maggio 2010
12 Charity Case Per una vita migliore 12 gennaio 2007 13 maggio 2010
13 Talking Points Punti di vista 2 febbraio 2007 20 maggio 2010
14 Church La Chiesa della Nuova Promessa 9 febbraio 2007 13 maggio 2010
15 Melting Pot Pregiudizio razziale 16 febbraio 2007 20 maggio 2010
16 Murder Book Il libro insanguinato 23 febbraio 2007 27 maggio 2010
17 Good Fight Punizione divina 30 marzo 2007 20 maggio 2010
18 Bling Un abile stratagemma 6 aprile 2007 3 giugno 2010
19 Fallout Ricatto mortale 27 aprile 2007 27 maggio 2010
20 Captive Catene invisibili 4 maggio 2007 27 maggio 2010
21 Over Here L'ultimo avamposto 11 maggio 2007 3 giugno 2010
22 The Family Hour Una bella famiglia 18 maggio 2007 3 giugno 2010

Celebrità[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Fame
  • Diretto da: Jean De Segonzac
  • Scritto da: Nicholas Wootton

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Green e la sua nuova partner Nina Cassady indagano sull'omicidio di un poliziotto avvenuto nell'appartamento adiacente al suo, dopo che aveva sorpreso il ladro a svaligiare l'appartamento. I detective capiscono che il rapinatore era in quell'appartamento per rubare alcune foto compromettenti scattate dall'ex inquilino dello stesso, un fotoreporter, le foto ritraevano una nota attrice mentre lasciava inavvertitamente cadere dal passeggino la figlia di pochi mesi. Green e la Cassady arrestano un sospettato dell'omicidio, un noto cantante rap di scarso successo con un passato di droga e amicizie poco raccomandabili. McCoy e la sua nuova assistente Connie Rubirosa scoprono che il vero movente è che la donna sniffava cocaina pur essendo incinta.

  • Questo episodio segna la prima apparizione della serie per Milena Govich (che era già apparsa in un episodio della stagione precedente), nel ruolo della detective Nina Cassady sostituta di Ed Green (che è stato promosso come detective anziano a posto del ritirato Joe Fontana) e di Alana de la Garza nel ruolo del nuovo Assistente del procuratore Connie Rubirosa, sostituta di Alexandra Borgia morta nel finale della stagione 16.
  • Guest star: Wayne Willcox: Justin Smolka, James Ransone: Michael Whelan, Geoffrey Cantor: Adam Stein, Michael Hollick: Nick Carvahal.
  • L'attore Khan Baykal è accreditato come Terry Blanchard, ma il nome del suo personaggio è indicato come Gary Blanchard durante l'episodio.
  • Questo episodio è ispirato a tre casi accaduti: il primo è sullo scandalo sulla relazione tra la cantante Britney Spears e il rapper Kevin Federline durato dal 2004 al 2006. Invece il secondo è sullo scandalo di droga che riguarda l'attrice Kate Moss nel 2005 e il terzo è sul caso dell'attore Lillo Brancato accusato dell'omicidio di un poliziotto, avvenuto nel 2005 durante una rapina, ma è stato condannato solo per quel reato.

Omicidio in rete[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Avatar
  • Diretto da: Vincent Misiano
  • Scritto da: David Slack

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Green e la Cassady indagano sull'omicidio di una donna, in cui le foto del cadavere vengono pubblicate in rete su un sito internet; i detective sospettano di un ventenne con problemi psichiatrici, che riesce a fuggire alla cattura e che prende in ostaggio la figlia della vittima. Nel corso del processo, afferma che la ragazza, sulla sua pagina web, si era offerta di avere rapporti sessuali in cambio della morte della madre, che ne conferma la sua versione anche se la ragazza dice in contrario cioè che si era sfogata su Internet dopo banali litigi ma senza volere la madre morta.

  • Guest star: Robert Stanton: Douglas Preston, Brianna Steinhilber: Molly Preston, Michael Bakkensen: Jason Rundberg
  • Questo episodio è ispirato al caso di Rachelle Waterman, accusata dell'omicidio della madre avvenuta nel 2004, in cui portò a dichiararsi colpevole di omicidio per negligenza e ad essere condannata a soli 2 anni di reclusione.

Casa, dolce casa[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Home Sweet
  • Diretto da: Richard Dobbs
  • Scritto da: Michael S. Chernuchin

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Green e la Cassady indagano sulla dolosa esplosione di un palazzo che ha causato il ferimento del proprietario e la morte di una bambina di 8 anni. I detective indagano su chi potrebbe avere avuto benefici dalla morte del proprietario del palazzo, portandoli ad arrestare la sua ex moglie. McCoy e la Rubirosa se la dovranno vedere con un difensore molto agguerrito e con un giudice che ha un conflitto d'interesse nel caso; ma il caso ha una svolta inaspettata quando la Rubirosa scopre un indizio in cui il proprietario potrebbe aver fatto esplodere il palazzo.

  • Guest star: Mädchen Amick: Alissa Goodwyn, Robert Emmet Lunney: Miles Schaffner
  • Questo episodio è ispirato all'esplosione di una pietra arenaria dell'Upper East Side di proprietà di Nicholas Bartha avvenuto nel luglio 2006.

Giustizia senza colore[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Fear America
  • Diretto da: Constantine Makris
  • Scritto da: Sonny Postiglione e Robert Stuart Nathan

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Green e la Cassady indagano sul brutale delitto di un uomo di religione islamica, da parte di due persone che sembrano appartenere al movimento estremista anti-islamico. Ma scoprono che il movimento era stato sciolto da alcuni anni e che la vittima si era fatta coinvolgere da una cellula terroristica per poi pentirsi e denunciarli alla polizia. Ad un certo punto sospettano del cugino della moglie della vittima, anche lui membro della cellula terroristica. Ma il suo avvocato Paul Robinette fa leva sul problema dei pregiudizi degli americani contro gli arabi, e la moglie della vittima non vuole collaborare con McCoy e la Rubirosa.

  • Guest star: Richard Brooks: Paul Robinette, Navid Negahbah: Iman Ibrahim
  • Questo episodio è ispirato a due casi realmente accaduti: il primo è del complotto del terrorismo a Toledo, nell'Ohio nel 2006. Invece il secondo è sulla morte di Mohammad Salman Hamdani avvenuto durante l'attentato dell'11 settembre 2001, nel World Trade Center dove lui era lì per cercare di aiutare a salvare i sopravvissuti, ma è morto per salvare la vita delle persone.

Affronta e guarisci[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Public Service Homicide
  • Diretto da: Constantine Makris
  • Scritto da: Chris Levinson

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Green e la Cassady indagano sull'omicidio di un uomo, avvenuto pochi giorni dopo essere stato smascherato come pedofilo in un programma scandalistico. I detective sospettano prima del vicino di casa, cioè il padre di una bambina di otto anni e poi della fidanzata della vittima che afferma di aver agito per legittima difesa. Indagando su di lei, la Rubirosa scopre che la donna era stata ripetutamente violentata da lui alcuni anni prima, ed era stata pagata da un canale televisivo per raccontare la sua vicenda in un talk show e incontrare il suo stupratore davanti alle telecamere. A quel punto McCoy sospetta che la giornalista che curava il programma tv, abbia spinto la donna all'omicidio per favorire la sua trasmissione.

Soldato Garcia[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Profiteer
  • Diretto da: Arthur W. Forner
  • Scritto da: David Wilcox

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Green e la Cassady indagano sull'omicidio di un ricco imprenditore che produce i giubbotti antiproiettili destinati all'esercito americano, e trovano un collegamento con la morte di un giovane soldato in Iraq, forse deceduto per una corazza difettosa fornita dall'impresa della vittima. I detective sospettano dell'amico del soldato morto, in cui confessa l'omicidio e afferma di aver lo stress post-traumatico dopo essere tornato dall'Iraq. McCoy e la Rubirosa scoprono che il giubbotto antiproiettile del soldato morto era difettoso, e incriminano il socio della vittima, che era consapevole dei problemi dell'attrezzatura.

Odio razziale[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: In Vino Veritas
  • Diretto da: Tim Hunter
  • Scritto da: David Wilcox

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un noto attore viene arrestato per guida in stato di ebbrezza, e i vestiti sporchi di sangue che non è il suo; e arrivato in centrale fa delle dichiarazioni antisemite. Il giorno successivo viene trovato il cadavere di una donna ebrea che l'aveva escluso dall'episodio pilota di una nuova sit-com, e l'attore diviene il primo sospettato. Ma, sospettano subito del figlio quattordicenne dell'attore, in cui quest'ultimo ha trasmesso le proprie convinzioni razziste. McCoy cerca di farlo confessare il ruolo avuto dal padre per incastrarlo.

  • Guest star: Jaymie Dorman: John Carroll, Terri Garber: Amanda Carroll, Jennifer Esposito: Justine Bailey, Chevy Chase: Mitch Carroll
  • Il titolo originale dell'episodio In Vino Veritas è una frase latina tipicamente attribuita a Plinio il Vecchio, che si traduce Nel vino c'è la verità.
  • In questo episodio è ispirato ai problemi reali agli attori Mel Gibson e Michael Richards. Gibson, il 28 luglio 2006 aveva iniziato a lamentarsi del fatto che gli ebrei fossero responsabili di tutti i problemi del mondo. Il 17 novembre dello stesso anno, Richards ha usato epiteti razziali in un evento comico in Florida.
  • La fatturazione speciale è stata data a Jennifer Esposito e al protagonista dell'episodio Cheyv Chase.

Il consenso[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Release
  • Diretto da: Michael Pressman
  • Scritto da: Rick Eid e Nicholas Wootton

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Green e la Cassady indagano sull'omicidio di un giovane di una famiglia benestante, trovato morto sull'autobus di una società per spettacoli hard. I detective, in un primo momento indagano su un triangolo amoroso tra la vittima, la sua fidanzata e il suo amico, cioè capo della società. Poi, però la ragazza viene individuata da una sua amica che, dopo aver girato alcuni filmati hard qualche settimana prima, aveva chiesto all'amico di consegnare il video e, in cambio era stata costretta a fare sesso lui nell'autobus, e che aveva ucciso il suo amico, che a sua volta era salito anche lui sul mezzo. A quel punto McCoy e la Rubirosa sostengono che l'omicidio é stata la conseguenza dello stupro subito dalla ragazza.

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione