Episodi de I Soprano (sesta stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: I Soprano.

La sesta stagione de I Soprano, negli USA, è stata divisa in 2 parti dalla rete HBO e trasmessa a 10 mesi di distanza una dall'altra. La parte 1 è andata in onda dal 12 marzo 2006 al 4 giugno 2006; la parte 2 dall'8 aprile 2007 al 10 giugno 2007.

La seconda parte della sesta stagione si è aggiudicata i principali Emmy Awards del 2007[1].

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Members Only Stato confusionale 12 marzo 2006 14 dicembre 2006
2 Join the Club Un'altra vita 19 marzo 2006 21 dicembre 2006
3 Mayham Un solo capo 26 marzo 2006 21 dicembre 2006
4 The Fleshy Part of the Thigh Un'amara verità 2 aprile 2006 28 dicembre 2006
5 Mr. and Mrs. John Sacrimoni Request Matrimonio in catene 9 aprile 2006 28 dicembre 2006
6 Live Free or Die Sulla bocca di tutti 16 aprile 2006 4 gennaio 2007
7 Luxury Lounge Hollywood e dintorni 23 aprile 2006 4 gennaio 2007
8 Johnny Cakes L'offerta immobiliare 30 aprile 2006 11 gennaio 2007
9 The Ride Una cicogna in arrivo 7 maggio 2006 11 gennaio 2007
10 Moe n' Joe La resa dei conti 14 maggio 2006 18 gennaio 2007
11 Cold Stones Viaggio a Parigi 21 maggio 2006 18 gennaio 2007
12 Kaisha Giochi pericolosi 4 giugno 2006 25 gennaio 2007
13 Soprano Home Movies Il compleanno di Tony 8 aprile 2007 29 novembre 2007
14 Stage 5 Vuoto di potere 15 aprile 2007 29 novembre 2007
15 Remember When Viaggio nel passato 22 aprile 2007 6 dicembre 2007
16 Chasing It Gioco d'azzardo 29 aprile 2007 6 dicembre 2007
17 Walk Like A Man Mal d'amore 6 maggio 2007 13 dicembre 2007
18 Kennedy And Heidi Veglie funebri 13 maggio 2007 13 dicembre 2007
19 The Second Coming Tentato suicidio 20 maggio 2007 20 dicembre 2007
20 Blue Comet Grido di guerra 3 giugno 2007 20 dicembre 2007
21 Made In America Made in America 10 giugno 2007 27 dicembre 2007

Stato confusionale[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lo Zio Junior, ormai vittima dell'alzheimer e divenuto paranoico all'idea che Pussy voglia ucciderlo, preoccupa tutti i parenti: Janice vorrebbe portarlo nella casa di cura in cui è stata ricoverata la madre ma Tony si oppone ritenendolo uno di famiglia. Eugene Pontecorvo dopo aver ricevuto una cospicua somma di denaro in eredità, decide con la moglie di trasferirsi a Miami, decisione che si vede negare da Tony, e parallelamente dall'FBI che lo ricontatta poichè lo rivorrebbe come infiltrato dopo la scomparsa di Adriana; Dopo aver litigato con la moglie sull'impossibilità del trasferimento, e sommando la scoperta del figlio tornato a fare uso di droghe, Eugene decide di togliersi la vita la sera stessa impiccandosi con una corda legata alla trave del box. Non trovando nessuno che accudisca lo Zio, una sera il Boss si offre di badarci personalmente e mentre era in cucina a preparare la cena, Corrado, invitato da Tony ad andare a mettersi la dentiera, scende le scale impugnando una pistola dalla quale esplode un unico colpo che colpisce il nipote in piena pancia, scambiandolo per Pussy introdottosi in casa sua illegalmente. Subito dopo l'accaduto nasconde la pistola sotto al letto e si rifugia nell'armadio. Tony sconvolto dall'accaduto, dopo aver strappato il cavo del telefono del soggiorno nel tentativo di chiedere aiuto, si trascina in cucina dove riesce appena a chiamare il 911 prima di svenire di fianco alla cornetta.

Un'altra vita[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tony si risveglia nella camera di un hotel e dopo essere andato a bere in un bar ed essersi diretto ad una conferenza pubblica di lavoro, in quanto operatore nel settore oculistico, si accorge di aver scambiato portafoglio e valigetta con un'altra persona e quindi di non poter assistere alla conferenza stessa e neppure tornare a casa; La sera, mentre cerca di iniziare una relazione extra-coniugale con una donna conosciuta nello stesso bar dove ha erroneamente scambiato i suoi effetti personali, un elicottero li illumina con il faro abbagliandoli; In realtà la luce altro non è che la lampada dell'ospedale in cui il Boss è ricoverato con una enorme ferita aperta allo stomaco, tenuto in coma farmacologico per prevenire danni ulteriori in attesa della completa guarigione. Il risveglio dura solo un paio di secondi, durante i quali Tony riesce a liberarsi del respiratore ausiliarlo prima di venire sedato, reintubato e legato al letto. In attesa della completa guaragione del Boss, Silvio si incarica di impartire gli ordini lavorativi basilari alla squadra, i cui membri si alternano nello stare vicino ai parenti più stretti sia durante le visite all'ospedale sia a casa Soprano, assalita dalle televisioni. A.J., prima restio nel vegliare sul padre in coma, dopo essersi deciso a passare una notte accanto al letto d'ospedale, giura vendetta contro colui che ha commesso il fatto; Appena uscito dalla stanza e ricevute le gratitudini della madre, svela alla stessa di essere stato espulso da scuola e di non avere quindi più alcuna speranza di entrare nell'università che desiderava. Lo Zio Junior intanto è stato arrestato dalla polizia e sottoposto ad interrogatorio per verificare sia la sua salute mentale sia l'effettiva veridicità dei fatti accaduti. L'episodio si conclude con Tony che affitta una camera di un albergo con il nome falso riportato nel portafoglio e si siede sul letto a fissare un faro in lontanza; Tutto ciò che compie al di fuori della stanza d'ospedale in cui è ricoverato, ovvero nell'"altra vita", è però il sogno dovuto al coma in cui si trova nella realtà.

  • Note: 67º episodio della serie

Un solo capo[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tony continua la sua "finta" vita nel sogno scoprendo di essere malato di alzheimer e che l'uomo proprietario della valigetta in suo possesso ha in programma una cerimonia di famiglia poco distante dall'hotel in cui alloggia. Nella vita reale Silvio capisce quanto sia complicata la vita da Boss ricominciando prima a soffrire lievemente di asma fino a quando, una mattina, viene portato d'urgenza in ospedale in ambulanza dalla sua abitazione in seguito ad una crisi. Bobby e Vito continuano a litigare su a chi spettino le operazioni dell'ex territorio di Junior. Tony, nel sogno, si reca alla riunione di famiglia in una enorme villa circondata da boschi; Qui viene accolto nel piazzale da suo fratello Tony B, i due però sembrano completi estranei, il quale lo invita ad entrare nella villa gremita di gente specificando che "...sono tutti li per dargli il benvenuto..." e che sta tornando a casa; Titubante Tony si avvia verso l'ingresso, dove gli sembra di scorgere una figura femminile conosciuta, prima di essere fermato da delle voci provenienti dalle foreste tutt'intorno: sono le voci di Meadow e Carmela che lo chiamano disperate. Il Boss si gira verso la porta della villa e viene nuovamente accecato da una luce bianca dalla quale compaiono i volti, in lacrime, delle donne che lo chiamavano poco prima; Le due stanno piangendo poichè l'uomo si è appena risvegliato dal coma credendo di essere morto. La villa rappresentava, molto probabilmente, il trapasso se Tony avesse varcato la soglia d'ingresso, dove si sarebbe ricongiunto con i cari già defunti.

  • Note: 68º episodio della serie

Un'amara verità[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Paulie viene convocato in un convento di suore da sua zia, ormai sul letto di morte, la quale gli rivela di essere in realtà sua madre ma che non ha potuto accudirlo per via della sua vocazione alla Chiesa e che è stato dunque adottato dalla sorella per nascondere la vergogna alla famiglia. Appena uscito dal convento l'uomo si precipita da quella che lui reputava sua madre per avere conferma di ciò di cui è venuto a conoscenza; La donna conferma tutto nei dettagli e questo scatena l'ira di Paulie che la ripudia come madre, rimanendo così sconvolto da non andare neppure al funerale della vera madre, mancata pochi giorni dopo il loro incontro. Tony, ormai ripresosi dal coma, viene sottoposto all'ultima operazione per chiudere la ferita allo stomaco e, ancora prima di poter camminare da solo, riprende il suo ruolo di Boss della famiglia ricominciando ad avere contatti con i vari affiliati. Dopo pochi giorni viene anche dimesso dall'ospedale e ritorna a casa, sedendosi sulla poltrona a bordo piscina a fissare il cielo, convinto che dopo l'accaduto ogni giorno da vivere sia un dono.

Matrimonio in catene[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Johnny Sack, in carcere, chiede di uscire per assistere al matrimonio della figlia. Il giudice gli concede un permesso di sei ore ed una scorta; Sfortunatamente il tempo a sua disposizione si esaurisce nel momento in cui gli sposi, saliti in auto, si avviano verso la luna di miele, venendo così portato via di forza dai federali, rovinando gli ultimi momenti del felice giorno di festa. Vito viene scoperto in un bar per omosessuali da alcuni elementi minori della banda, di passaggio per le solite riscossioni, e pensa al suicidio. Junior, ormai dichiarato insano di mente, viene trasferito in un carcere per persone con disturbi mentali. Tony ricomincia ad avere delle sedute con la Dott.sa Melfi ed inizia a credere che la sua banda, dopo il passato trascorso in ospedale, inizi a dubitare di lui e delle sue capacità ed è per questo motivo che picchia violentemente, e senza nessuna motivazione valida, il nuovo ragazzo scelto per fargli da scorta; Il tutto avviene di fronte ai membri principali della banda; Il Boss, dopo aver atterrato il ragazzo, si precipita in bagno per sciacquarsi, salvo poi iniziare a rigettare sangue nel water.

  • Note: 70º episodio della serie

Sulla bocca di tutti[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Grazie alla testimonianza del fidanzato di Meadow, tutti ora sanno che Vito è omosessuale e scappa facendo perdere le sue tracce. Tutti si preoccupano del destino di Vito: c'è chi crede che meriti una possibilità, c'è invece chi lo vuole morto per aver disonorato la cosca dei DiMeo.

Hollywood e dintorni[modifica | modifica wikitesto]

Ben Kingsley che interpreta sé stesso nell'episodio

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Chris e Little Carmine incontrano Ben Kingsley per proporgli una parte da protagonista nel film che stanno scrivendo, ma quest'ultimo non da molta importanza alla loro sceneggiatura rifiutando l'incarico. Artie viene indagato dall'FBI per via di alcune carte di credito rubate ed Interrogando i suoi dipendenti scopre che la responsabile è la sua nuova dipendente Martina, aiutata da Benny Fazio. I due arrivano presto alle mani, in cui il cuoco ha la meglio, ma non smettono di istigarsi a vicenda finchè Benny, introdottosi in cucina mentre Artie cucinava, infila la mano del rivale in una pentola piena di sugo bollente, ustionandogliela. Tony si decide a far venire dall'Italia due sicari esterni alla famiglia per eliminare Rusty, i quali, terminato il lavoro, ritornano al loro paese d'origine senza lasciare traccia.

L'offerta immobiliare[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una cicogna in arrivo[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

  • Guest star: Julianna Margulies
  • Note: 74º episodio della serie
  • L'episodio contiene un'importante sequenza di flashback in cui Chris rievoca i momenti seguenti alla scoperta che Adriana era un'informatrice dell'FBI: questa scena era stata girata contestualmente all'ep. 64, in cui accadono gli avvenimenti descritti. È stata tagliata (e riproposta in questo episodio) per aumentare la suspense sulla sorte di Adriana.

La resa dei conti[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

  • Note: 75º episodio della serie

Viaggio a Parigi[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Carmela riceve il consenso da Tony per fare un viaggio a Parigi insieme alla signora Aprile. Vito Spatafore, tornato nel New Jersey, propone a Tony di ritornare nella famiglia mafiosa promettendo di avere una lista di nuovi contatti per affari, Tony successivamente decide insieme ai suoi di eliminare Vito e per fissare un incontro con quest'ultimo usa proprio come scusa la lista, ma ad uccidere vito sarà Phill Leotardo tendendogli un'imboscata. Successivamente Aniello, un dipendente di Phill Leotardo, si presenta nella base dei Soprano e inizia a fare battute sulla morte di Vito, Silvio e gli altri non prendono molto bene questa provocazione e colti dall'ira eliminano Aniello. Tony trova un lavoro al figlio come carpentiere e diventa molto ostile nei suoi confronti dicendogli che non vuole un fallito come figlio.

  • Note: 76º episodio della serie. Le "pietre fredde" del titolo originale si riferiscono alle parole usate da Carmela durante il viaggio a Parigi, nel vedere l'architettura e le statue della città: vi è sicuramente anche un'allusione a Phil Leotardo, al suo sangue freddo nel trucidare Vito e al suo cuore di pietra, insensibile alla pietà.

Giochi pericolosi[modifica | modifica wikitesto]

Dania Ramirez-Blanca Selgado

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tony decide di dare fuoco all'ufficio di Phill leotardo per vendicarsi dell'assassinio di Spatafore Vito,Phill è furibondo e capisce subito che il responsabile è tony, e lo incolpa anche della morte di Aniello, quindi little Carmine decide di tenere una riunione con lo scopo di placare la rabbia di Phill, ma ottiene l'effetto contrario. A Phill viene un infarto, Tony lo va a trovare amichevolmente e gli rivolge parole pacifiche. Christoper ricomincia a drogarsi insieme all'ex amante di Tony, con qui tiene anche una relazione amorosa, Tony Junior conosce una ragazza molto più grande di lui con addirittura un figlio, la presenta persino ai familiari durante la cena natalizia in casa Soprano.

Il compleanno di Tony[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

2004, antefatto: durante l'arresto di Johnny Sack, Tony, fuggendo dall'FBI, si sbarazza della sua pistola gettandola nella neve: la pistola viene raccolta da un adolescente. 2007: Tony viene arrestato per il possesso illecito dell'arma e subito rilasciato. Tuttavia, questa incriminazione avrà ripercussioni per gli eventi futuri. Bobby e Janice invitano Tony e Carmela alla loro casa sul lago, ai confini col Canada, per festeggiare il 47º compleanno di Tony. La serata, iniziata facendo baldoria, degenera in una tremenda scazzottata tra i due uomini, e Tony ha la peggio. Il giorno successivo, per vendetta, Tony costringe Bobby a commettere il suo primo omicidio, commissionandogli un'esecuzione in territorio canadese.

  • Note: 78º episodio della serie. Inizia la Stagione 6 Parte 2.
  • Questo episodio inaugura la seconda parte della stagione 6, trasmessa dall'HBO 10 mesi dopo la prima. La lunghezza di quest'ultima stagione è quindi quasi doppia rispetto alle precedenti 5, il che ha permesso ai produttori diverse soluzioni commerciali (nuovi sponsor, trailer, rinnovo del merchandising) e narrative, da parte dei soggettisti (nuovi personaggi, situazioni, cicli interni). Anche in Italia si è deciso di distribuire, nel 2008, la stagione 6 in 2 distinti cofanetti dvd, proprio per i motivi succitati.
  • Emmy Award 2007 come Miglior Serie Drammatica: lo show diviene così la prima Serie Drammatica a vincere un Emmy nella sua stagione finale. Questo episodio ebbe anche altre 3 nomination agli Emmy 2007: Miglior Fotografia, Miglior Fotografia di Serie Drammatica, Miglior Attrice non Protagonista (Aida Turturro).

Vuoto di potere[modifica | modifica wikitesto]

Sydney Pollack

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Chris e Little Carmine hanno completato il loro primo film, un gangster-splatter intitolato La mannaia. Alla prima del film, Carmela e Rosalie Aprile si accorgono che nella pellicola Tony è preso in giro e che Chris cova un forte risentimento nei suoi confronti per quello che era successo ad Adriana. In un carcere di Springfield, a Johnny Sack vengono dati pochi mesi di vita, a causa di un tumore ai polmoni. Il boss dei Lupertazzi lascia così il posto vacante e a New York inizia la scalata per prendere il suo posto.

Viaggio nel passato[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Junior Soprano continua la sua vita nel manicomio, dove conosce un ragazzo e iniziano a organizzare ridicole bische clandestine all'interno della struttura. Vengono ritrovati i resti di alcuni corpi occultati da Tony e i suoi tempo addietro. Poly Gualtieri e Tony fanno un viaggio per incontrare un amico che li metterà in contatto per un traffico di trapani, durante il viaggio e la cena con questo amico, Poly tira fuori storie del passato riguardanti la loro organizzazione criminale e Tony sembra divertito dall'argomento, ma alla lunga si stanca e inizia a lamentarsi dell'egocentricitá di Poly. Dopo aver concluso l'affare dei trapani Tony e Poly decidono di godersi una giornata di pesca in barca. Poly, salito sulla barca, inizia a ricordare le circostanze dell'eliminazione di Pussy Bonpensiero e inizia a temere che Tony voglia eliminarlo, i suoi sospetti aumentano quando Tony inizia a ricordare la battuta di Ralph Ciparetto su Jinny Sacramoni e se fosse stato lui a riferirlo a Jonny Sacramoni (infatti fu proprio silvio a riferirlo mentre era in prigione per guadagnarsi il rispetto dei lupertazzi mentre i suoi lo trascuravano). I due tornano a casa e Poly manda a Tony una macchinetta da caffè di ultima generazione senza un motivo definito. L'ultimo contendente al trono dei Lupertazzi viene eliminato, ora probabilmente sarà Phill Leotardo il nuovo boss di New York.

  • Note: 80º episodio della serie

Gioco d'azzardo[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tony inizia a giocare d'azzardo e perde diverse cifre di denaro.Intanto Vito Spatafore Jr. viene espulso da scuola per aver defecato nelle docce davanti a tutti come segno di ribellione;verrà trasferito in un centro di recupero per minori.

  • Note: 81º episodio della serie

Mal d'amore[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la fine della sua relazione con Blanca, A.J. è preda di una profonda depressione. Il padre cerca di scuoterlo incitandolo a fare bagordi con i figli di Carlo Gervasi, invano. Christopher e Paulie sono di nuovo ai ferri corti: il giovane ormai sposato, pensa sempre meno al "lavoro" nella famiglia e cerca di stare lontano da alcol e droga, e questo non va giù ai capi. Quando Paulie ordina a Little Paulie Germani di prelevare un carico di motoseghe dall'emporio del suocero di Christopher, quest'ultimo dà in escandescenze e non si dà pace del fatto che Tony non prenda le sue difese. Nonostante gli avvertimenti di Christopher Poly continua a prelevare motoseghe dall'emporio e Chris per vendicarsi manda all'ospedale Little Poly Gervasi (nipote di Poly, era lui che veniva incaricato da Poly a rubare motoseghe). Poly, a sua volta,per vendicarsi distrugge il giardino di Chris, ma nonostante questo alla fine i due sembrano mettersi daccordo. Poly ritorna a bere e sotto gli effetti dell'alcool uccide un suo amico degli alcolisti anonimi. Meadow sembra frequentare una nuova, misteriosa, fiamma.



Veglie funebri[modifica | modifica wikitesto]

Julianna Margulies

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tony e Christopher fanno un incidente in auto, si salvano emtrambi, ma quando Chris, ancora nell'abitacolo dell'auto, confessa a Tony di essere sotto effetto di droghe, Tony decide di eliminarlo soffocandolo. Nessuno verrá mai a sapere che Chris è morto per mano di Tony e non per l'incidente. Nel frattempo muore anche la madre di Poly.

Tentato suicidio[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Continua la crisi esistenziale di A.J.: a nulla valgono le sedute dallo psicologo. Intanto Tony e Phil sono ai ferri corti. Il nuovo boss di New York è deciso a non transigere sulla questione dell'amianto e medita vendetta nei confronti di chi non gli ha permesso, un tempo, di vendicare il fratello Bill. A.J., sempre più allo sbando e confuso, approfitta del fatto di essere a casa da solo e cerca di annegarsi in piscina, ma l'intervento all'ultimo minuto di Tony gli salva la vita. La famiglia è distrutta dai rimorsi e Tony e Carmela si scambiano le colpe: come se non bastasse, Coco, un soldato dei Lupertazzi, avvicina Meadow mentre è a cena col suo nuovo ragazzo, Patrick Parisi, e la importuna. Tony si vendica malmenando Coco, Little Carmine lupertazzi convince Tony a fare le scuse a Phill Leotardo per la vicenda, ma quest'ultimo si rifiuta di incontrare Tony.

Grido di guerra[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Per gli eventi narrati, uno degli episodi chiave della serie. Silvio si reca a casa di Burt Gervasi e lo strangola: intanto, a New York, Phil Leotardo dichiara guerra ai DiMeo e ordina l'eliminazione dei vertici dell'organizzazione: Tony, lo stesso Silvio e Bobby. Le motivazioni che adduce nella riunione sono la mancata punizione per l'omosessualità di Vito, vista come un disonore; la sparizione di "Fat Dom"; ma, soprattutto, il desiderio, mai estinto, di vendetta per la morte di suo fratello Bill. L'agente Harris dà una soffiata a Tony al riguardo, mettendolo sul chi vive. Silvio spiega a Tony che l'uccisione di Burt è stata necessaria perché meditava di passare dalla parte dei Lupertazzi: si decide così di iniziare per primi la guerra uccidendo Phil. Inoltre, avviene l'ultima seduta dalla dott.ssa Melfi: la psicologa, convinta dell'impossibilità di guarire il boss e temendo di essere manipolata dal suo paziente, dà il benservito a Tony, rinunciando per sempre alla terapia.

Paulie fa venire da Napoli i due killer della camorra Italo e Salvatore, che si recano dall'amante di Phil: ma viene commesso un errore fatale, uccidendo la donna e l'anziano padre, invece che Phil. Questo errore fa accelerare e precipitare gli eventi: Tony ordina a Silvio di contattare tutti gli uomini e avvertirli delle ripercussioni. Non riesce però a mettersi in contatto con Bobby che si era recato in un negozio di giocattoli per acquistare un modello di trenino elettrico, il Blue Comet: qui viene raggiunto da due sicari che lo freddano brutalmente. Mentre stanno uscendo dal Bada Bing, Silvio e Patsy vengono bloccati da un'auto e inizia una sparatoria in pieno giorno, davanti a spettatori attoniti. Silvio viene colpito e Patsy si dà alla fuga. Il finale di puntata vede Tony ordinare a Carmela di scappare assieme ai figli, mentre egli stesso, col resto della banda, si rifugia in un luogo segreto. Si apprende che Silvio non è morto, ma in coma.

  • Note: 85º episodio della serie

Made in America[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Made in America (I Soprano).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Corriere della Sera 18 settembre 2007 - Consultato l'8 ottobre 2010
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione