Traforo del Gran San Bernardo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Traforo T2
Traforo del Gran San Bernardo
Traforo T2 Italia.svg
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regioni Valle d'Aosta Valle d'Aosta
Vallese Vallese (Svizzera Svizzera)
Dati
Classificazione Autostrada
Inizio Saint-Rhémy-en-Bosses
Fine Bourg-Saint-Pierre
Lunghezza 5,798[1] km
Data apertura 1964[2]
Percorso
Strade europee Italian traffic signs - strada europea 27.svg

Il traforo del Gran San Bernardo (in francese, tunnel du Grand-Saint-Bernard) è un tunnel lungo 5798 m che mette in comunicazione la Valle d'Aosta con il cantone svizzero del Vallese.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Inizio del Traforo del Gran San-Bernardo, nei pressi della dogana italiana

Il traforo attraversa la catena alpina al di sotto dell'omonimo valico, posto sul confine italo-svizzero, a 2.469 m di quota. Gli imbocchi sono situati nei comuni di Bourg-Saint-Pierre (1.918 m) in Svizzera e Saint-Rhémy-en-Bosses (1.875 m) in Italia.

Il nome del passo si deve a San Bernardo di Mentone il quale fondò un ospizio come rifugio per i pellegrini, in territorio svizzero, nell'XI secolo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Inizio del raccordo autostradale del Traforo del Gran San-Bernardo

L'inizio dello scavo avvenne, sotto la guida dell'ing. Giorgio Dardanelli, nel 1958 ed in soli 6 anni fu portato a compimento. Il 19 marzo 1964 fu inaugurato come primo traforo stradale alpino. Il cavo è rivestito da uno spesso strato di cemento armato gettato in opera e la struttura ospita un'unica carreggiata a doppio senso di marcia. Su entrambi i versanti una strada coperta conduce agli accessi del tunnel. Dall'Italia è raggiungibile attraverso la SS27. Il transito è soggetto a pedaggio.

Il 1º ottobre 2010 sono iniziati i lavori per la realizzazione della galleria di servizio e sicurezza, un cavo di 4,30 m di diametro, posto ad un interasse di 22 m dal traforo stradale; Le due gallerie saranno collegate da 23 by-pass con lo scopo di garantire una maggiore sicurezza degli utenti del traforo in caso di incidenti.

La parte italiana, nella rete autostradale, è classificata come "traforo T2"[3], ed è considerata autostrada a tutti gli effetti, con segnali di inizio autostrada e limite di velocità a 90 km/h, sebbene abbia una sola corsia per senso di marcia e non sia possibile il sorpasso.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Strutture
  2. ^ Cenni storici
  3. ^ A pag. 8

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti