Rita Orlandi Malaspina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Rita Orlandi Malaspina, nome da coniugata di Rita Orlandi (Bologna, 28 dicembre 1937), è un soprano italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò a Milano con Carmen Melis (già insegnante di Renata Tebaldi), debuttando nel 1963 al Teatro Nuovo della stessa città nella Giovanna d'Arco.

Si esibì successivamente in vari teatri italiani, fino al debutto del 1966 nella Forza del destino alla Scala, dove sarà presente con regolarità nel decennio successivo principalmente in opere verdiane, tra cui Aida, Il trovatore, Un ballo in maschera, Attila, Ernani. In Italia apparve inoltre al Teatro dell'Opera di Roma, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Verona.

Condusse anche una notevole carriera internazionale, con presenze, tra le altre, alla Royal Opera House di Londra, Vienna, Parigi, Barcellona. Nel 1968 esordì al teatro Metropolitan nel Simon Boccanegra, riapparendovi dopo oltre un decennio, nel 79 e 80, con Aida[1]. Nel continente americano cantò inoltre a Philadelphia, Montreal, Buenos Aires.

Altri importanti titoli in repertorio furono: Don Carlo, Otello, Nabucco, Luisa Miller, I vespri siciliani di Verdi, Tosca, Suor Angelica di Puccini, Andrea Chénier di Giordano, Lohengrin di Wagner.

Sposò il basso Massimiliano Malaspina.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Archivio del Metropolitan

Controllo di autorità VIAF: 19864051