Shirley Verrett

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Shirley Verrett (New Orleans, 31 maggio 1931Ann Arbor, 5 novembre 2010) è stata un soprano e mezzosoprano statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata in una famiglia afromericana di devoti avventisti del settimo giorno, mostrò presto il suo talento musicale, ma inizialmente la sua carriera di cantante fu disapprovata dalla famiglia. Successivamente condusse gli studi a Los Angeles e alla Juilliard School di New York.

Nel 1957 debuttò in The Rape of Lucretia di Benjamin Britten, seguita l'anno successivo da Lost in the Stars di Kurt Weill alla New York City Opera e dall'esordio europeo ne La morte di Rasputin di Nicolas Nabokov a Colonia nel 1959. Nel 1962 fu molto apprezzata dalla critica in Carmen a Spoleto, ruolo che interpretò anche al Teatro Bol'šoj e alla New York City Opera nel 1964.

Esordì al Covent Garden di Londra nel 1966 come Ulrica in Un ballo in maschera, calcò per la prima volta le scene operistiche del Metropolitan nel 1968 con Carmen e del Teatro alla Scala di Milano nel 1970 con Sansone e Dalila.

Tra i ruoli come mezzosoprano figurano Cassandra e Didone nei Les Troyens (nella prima dell'opera al Met affrontò nella stessa recita entrambi i personaggi), Amneris, Eboli, Dalila, Azucena, Leonora ne La favorita, Ismène ne L'assedio di Corinto.

Shirley Verret possedeva una rara voce di soprano falcon, che a partire dagli ultimi anni settanta le permise di affrontare anche parti di soprano, tra cui Selika ne L'Africana, Lady Macbeth, Madame Lidoine nei Dialoghi delle Carmelitane di Francis Poulenc, Tosca, Norma, Leonore nel Fidelio, Ifigenia, Alceste, Medea, Desdemona, Amelia, Aida.

Nel 1987 fu Lady Macbeth nel film-opera Macbeth di Claude D'Anna e nel 1989 fu protagonista del film Maggio musicale diretto da Ugo Gregoretti. Nel 1990 cantò di nuovo la parte di Didone nei Troiani per l'inaugurazione ufficiale dell'Opéra Bastille di Parigi. Nel 1994 interpretò a Broadway il musical Carousel di Rodgers e Hammerstein, vincitore del Tony Award.

Nel 1996, dopo il ritiro dalle scene, iniziò l'insegnamento del canto alla facoltà di musica, teatro e danza dell'Università del Michigan.

Nel 2003 scrisse un memoriale, I Never Walked Alone (ISBN 0-471-20991-0), nel quale parlò con franchezza del razzismo che aveva incontrato, in quanto nera, nel mondo della musica americano: narrò, ad esempio, che il direttore Leopold Stokowski, dopo averla invitata a cantare con l'orchestra sinfonica di Houston nei primi anni sessanta, dovette ritirare l'offerta per il rifiuto da parte del consiglio degli orchestrali di accettare una solista di colore. Stokowski successivamente riparò offrendole una prestigiosa occasione con la molto più nota orchestra di Filadelfia[1].

Scomparve all'età di 79 anni per insufficienza cardiaca, dopo lunga malattia[2].

Cronologia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1967 è Elisabetta nella prima rappresentazione a New York di Maria Stuarda di Gaetano Donizetti con Montserrat Caballé.

Nel 1968 è la Principessa Eboli in Don Carlo con Gwyneth Jones diretta da Claudio Abbado al Royal Opera House.

Nel 1969 è Elisabetta nella prima rappresentazione nel King's Theatre di Edimburgo di "Maria Stuarda" con Leyla Gencer.

Nel 1970 è Eboli in Don Carlo con Ghiaurov, Franco Corelli, Gundula Janowitz e Edita Gruberova al Wiener Staatsoper e nella prima rappresentazione al Teatro alla Scala con Ghiaurov, Placido Domingo, Cappuccilli diretta da Claudio Abbado.

Al Royal Opera House è Azucena ne Il trovatore nel 1970, Amneris in Aida con Kiri Te Kanawa nel 1971, Orfeo in Orfeo ed Euridice nel 1972, Carmen con la Te Kanawa e Domingo diretta da Georg Solti nel 1973, Norma con Cesare Siepi nel 1979, Tosca (opera) nel 1980 ed infine Dalila in Samson et Dalila nel 1981 e nel 1983 diretta da Georges Prêtre.

Per il Met è Amneris in Aida con Carlo Bergonzi nel 1970, è Azucena ne Il Trovatore diretta da Mehta nel 1971 e con Luciano Pavarotti e Renata Scotto nel 1976, Cassandra e Dido in Les Troyens nel 1973, Judith in Bluebeard's Castle di Béla Bartók nel 1974, Neocle ne L'assedio di Corinto con Beverly Sills nel 1975, Adalgisa in Norma (opera) con Montserrat Caballé nel 1976, Madame Lidoine ne I dialoghi delle Carmelitane (opera) nel 1977, Leonora ne La Favorita con Pavarotti e Bonaldo Giaiotti e Tosca (opera) con Pavarotti nel 1978, Dalila in Samson et Dalila al Kennedy Center for the Performing Arts di Washington, D.C. nel 1981, Leonore in Fidelio nel 1982, Lady Macbeth in Macbeth (opera) di Giuseppe Verdi con Samuel Ramey nel 1988. Fino al 1990 la Verret è andata in scena al Metropolitan in oltre 120 rappresentazioni.

Nel 1968 è Carmen al Teatro Comunale di Firenze con Franco Corelli e Piero Cappuccilli ed anche la Principessa Eboli in Don Carlo con Nicolai Ghiaurov di Claudio Abbado al Metropolitan.

Per il Teatro alla Scala è Elisabetta nella prima rappresentazione di Maria Stuarda con la Caballè nel 1971, Lady Macbeth nella serata d'inaugurazione della stagione 1975/1976 e nella prima rappresentazione del 1979 con Piero Cappuccilli, Nicolai Ghiaurov diretta da Claudio Abbado, Amelia nella prima rappresentazione di Un ballo in maschera con Pavarotti e Cappuccilli diretta da Claudio Abbado nel 1977, tiene un concerto nel 1978, 1980, 1984, 1989 e 1990, esegue la Messa di requiem (Verdi) diretta da Claudio Abbado al Kulturalpalast di Dresda, nella Cattedrale di San Vito a Praga, al Teatro Erkel di Budapest con Lucia Valentini Terrani, nel Nuovo Palazzo della Cultura di Sofia con Ghiaurov e nell'Antico Teatro di Epidauro di Atene nel 1981, canta la Rapsodia op. 53 di Johannes Brahms nel 1983, Carmen nella serata d'inaugurazione della stagione 1984/1985 con Domingo diretta da Claudio Abbado.

Al San Francisco Opera è Amneris in Aida e Selika ne L'Africaine con Placido Domingo nel 1972 e nel 1988, Azucena ne Il Trovatore con Joan Sutherland e Pavarotti nel 1975, Norma nel 1978, Dalila in Samson et Dalila con Domingo nel 1980, canta nel Bumbry/Verrett Concert nel 1985, Lady Macbeth nel 1986.

Al Teatro La Fenice di Venezia nel 1988 è Leonora di Gusman nella ripresa di "La Favorita" di Gaetano Donizetti e tiene un recital con Leone Magiera nel 1989.

Repertorio[modifica | modifica sorgente]

Repertorio Operistico
Ruolo Titolo Autore
Leonora Fidelio Beethoven
Adalgisa
Norma
Norma Bellini
Cassandre
Didon
Les Troyens Berlioz
Carmen Carmen Bizet
Lucretia The Rape of Lucretia Britten
Medée Medée Cherubini
Giovanna Seymour Anna Bolena Donizetti
Maffio Orsini Lucrezia Borgia Donizetti
Elisabetta I Maria Stuarda Donizetti
Leonora di Guzman La Favorita Donizetti
Orfeo Orfeo ed Euridice Gluck
Alceste Alceste Gluck
Iphigénie Iphigénie en Aulide Gluck
Santuzza Cavalleria rusticana Mascagni
Selika L'Africaine Meyerbeer
Madame Lidoine Les dialogues des Carmelites Poulenc
Floria Tosca Tosca Puccini
Ismène L'assedio di Corinto Rossini
Sinaïde Moïse et Pharaon Rossini
Dalila Samson et Dalila Saint-Saëns
Jocasta Oedipus rex Stravinskij
Lady Macbeth Macbeth Verdi
Federica Luisa Miller Verdi
Maddalena Rigoletto Verdi
Azucena Il trovatore Verdi
Amelia
Ulrica
Un ballo in maschera Verdi
Principessa d'Eboli Don Carlo Verdi
Aida
Amneris
Aida Verdi
Desdemona Otello Verdi

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Anno Titolo
Ruolo
Cast Direttore Etichetta/regia
1964 La forza del destino
Preziosilla
Leontyne Price, Richard Tucker, Robert Merrill Thomas Schippers RCA
1965 Luisa Miller
Federica
Anna Moffo, Carlo Bergonzi, Cornell MacNeil Fausto Cleva RCA
1965 Orfeo ed Euridice
Orfeo
Anna Moffo, Judith Raskin Renato Fasano RCA
1966 Un ballo in maschera
Ulrica
Carlo Bergonzi, Leontyne Price, Robert Merrill Erich Leinsdorf RCA
1966 Lucrezia Borgia
Maffio Orsini
Montserrat Caballé, Alfredo Kraus, Ezio Flagello Jonel Perlea RCA
1970 Don Carlo
Eboli
Placido Domingo, Ruggero Raimondi, Sherrill Milnes Carlo Maria Giulini EMI
1972 Anna Bolena
Giovanna Seymour
Beverly Sills, Stuart Burrows, Paul Plishka Julius Rudel Westminster Records
1973 Norma
Adalgisa
Beverly Sills, Enrico di Giuseppe, Paul Plishka James Levine Wesminster Records
1974 L'assedio di Corinto
Neocle
Beverly Sills, Justino Diaz, Harry Theyard Thomas Schippers EMI
1976 Macbeth
Lady Macbeth
Piero Cappuccilli, Nicolai Ghiaurov, Placido Domingo Claudio Abbado DG
1986 Macbeth
Lady Macbeth
Leo Nucci, Samuel Ramey, Veriano Luchetti Riccardo Chailly Decca
1988 Rigoletto
Maddalena
Leo Nucci, June Anderson, Luciano Pavarotti Riccardo Chailly Decca
1990 Il trovatore
Azucena
Luciano Pavarotti, Antonella Banaudi, Leo Nucci Zubin Mehta Decca

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Antony Tommasini, MUSIC; Shirley Verrett Finally Tells Us Where She's Been, The New York Times, 27 luglio 2003. Consultato il 19 marzo 2008.
  2. ^ Opera trailblazer Shirley Verrett dies. Black American soprano was popular in 1970s and 1980s, Canadian Broadcast Corporation, 7 novembre 2010. URL consultato il 7 novembre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 88565878 LCCN: n85180082