Richard Krajicek

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Richard Krajicek
Copa Davis '2004 Espanya-Holanda (R.Krajicek).jpg
Richard Krajicek intervistato alla fine di un match di Coppa Davis
Dati biografici
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Altezza 196 cm
Peso 89 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Dati agonistici
Ritirato 2003
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 411 - 219
Titoli vinti 17
Miglior ranking 4 (29 marzo 1999)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open SF (1992)
Francia Roland Garros SF (1993)
Regno Unito Wimbledon V (1996)
Stati Uniti US Open QF (1997, 1999, 2000)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 77 - 60
Titoli vinti 3
Miglior ranking 45 (26 luglio 1993)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al definitivo

Richard Peter Stanislav Krajicek (Muiderberg, 6 dicembre 1971) è un ex tennista olandese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di immigrati cechi in Olanda, Krajicek iniziò a giocare a tennis all'età di quattro anni. Ha vinto da ragazzo per due volte sia il torneo nazionale olandese under 12 che l'under 14. Diventato professionista nel 1989, ottenne nel 1991 il suo primo titolo nel singolare in un torneo di prima fascia a Hong Kong e il primo titolo nel doppio a Hilversum.

Nel 1992 raggiunse la sua prima semifinale del Grande Slam agli Australian Open, ma vi dovette rinunciare per un infortunio alla spalla. L'anno successivo raggiunse la semifinale del Roland Garros, dove fu battuto in quattro set dal campione in carica Jim Courier.

Krajicek arrivò al torneo di Wimbledon del 1996 con alle spalle due sconfitte al primo turno nelle due edizioni precedenti della competizione e non aveva mai superato il quarto turno in carriera al torneo londinese. Benché fosse un tennista con indubbio potenziale, non era sicuramente il candidato principale alla vittoria finale. Il favorito era infatti Pete Sampras, che aveva vinto a Wimbledon nelle tre edizioni precedenti. Krajicek in principio non fu inserito nel tabellone del torneo come testa di serie anche se era nella top 16 del ranking mondiale, e solo l'infortunio della numero 7, l'allora numero 2 del mondo Thomas Muster, pochi giorni prima dell'inizio del torneo consentì all'olandese di accedere al torneo come privilegiato.

Krajicek batté al quarto turno Michael Stich e affrontò poi Sampras nei quarti di finale. L'olandese scioccò il mondo intero vincendo contro Sampras per tre set a zero con il punteggio di 7-5, 7-6, 6-4, divenendo l'unico tennista che riuscì a battere Sampras in un match del singolare a Wimbledon nel periodo 1993-2000. In semifinale affrontò vittoriosamente l'australiano Jason Stoltenberg e in finale sconfisse lo statunitense MaliVai Washington con il punteggio di 6-3, 6-4, 6-3, diventando il primo olandese vittorioso a Wimbledon.

La vittoria su Sampras non fu un caso, infatti Krajicek - con un record di 6-4 - è uno dei pochi tennisti della sua generazione a vantare un record positivo nei confronti dell'americano, insieme a Sergi Bruguera, Paul Haarhuis e Michael Stich.

Nel 1998 giunse nuovamente in semifinale a Wimbledon, ma perse contro Goran Ivanišević in un match interminabile che finì 6-3, 6-4, 5-7, 6-7, 15-13. Il suo ultimo tentativo di rivincere a Wimbledon fu nel 2002 quando si arrese nei quarti a Xavier Malisse. Krajicek si ritirò dal circuito professionistico nel 2003, al termine di una carriera che lo portò a vincere 17 titoli nel singolo e 3 nel doppio. La posizione più alta da lui raggiunta nel ranking mondiale fu la 4ª nel 1999.

Una delle migliori doti del tennista olandese era la sua abilità nel servizio, che gli consentiva un ottimo numero di aces e la possibilità di scendere a rete sulla seconda palla.

Nel 1999 Krajicek sposò la modella, scrittrice e attrice olandese Daphne Deckers, che è apparsa anche nel film di James Bond Agente 007 - Il domani non muore mai.

La sorella minore di Richard, Michaella si è classificata nel 2004 al primo posto nel ranking del tennis mondiale juniores, ed è entrata nel 2005 tra le top 100 del tennis professionistico all'età di 16 anni.

Titoli (20)[modifica | modifica wikitesto]

Singolare (17)[modifica | modifica wikitesto]

Data Torneo Superficie Avversario della finale Risultato
1. 7 aprile 1991 Hong Kong, Hong Kong Cemento Wally Masur (Australia) 6-2 3-6 6-3
2. 9 agosto 1992 Los Angeles, USA Cemento Mark Woodforde (Australia) 6-4 2-6 6-4
3. 15 novembre 1992 Anversa, Belgio Cemento Mark Woodforde (Australia) 6-2 6-2
4. 8 agosto 1993 Los Angeles, USA Cemento Michael Chang (USA) 0-6 7-6(3) 7-6(5)
5. 10 aprile 1994 Barcellona, Spagna Terra battuta Carlos Costa (Spagna) 6-4 7-6(6) 6-2
6. 12 giugno 1994 Rosmalen, Olanda Erba Karsten Braasch (Germania) 6-3 6-4
7. 9 ottobre 1994 Sydney, Australia Cemento Boris Becker (Germania) 7-6(5) 7-6(7) 2-6 6-3
8. 26 febbraio 1995 Stoccarda, Germania Sintetico Michael Stich (Germania) 7-6(4) 6-3 6-7(6) 1-6 6-3
9. 5 marzo 1995 Rotterdam, Olanda Sintetico Paul Haarhuis (Olanda) 7-6(5) 6-4
10. 7 luglio 1996 Wimbledon, Londra, Gran Bretagna Erba MaliVai Washington (USA) 6-3 6-4 6-3
11. 9 marzo 1997 Rotterdam, Olanda Sintetico Daniel Vacek (Repubblica Ceca) 7-6(4) 7-6(5)
12. 20 aprile 1997 Tokyo, Giappone Cemento Lionel Roux (Francia) 6-2 3-6 6-1
13. 22 giugno 1997 Rosmalen, Olanda Erba Guillaume Raoux (Francia) 6-4 7-6(7)
14. 15 febbraio 1998 San Pietroburgo, Russia Sintetico Marc Rosset (Svizzera) 6-4 7-6(5)
15. 1º novembre 1998 Stoccarda Master Series, Germania Cemento Evgenij Kafel'nikov (Russia) 6-4 6-3 6-3
16. 28 febbraio 1999 Londra, Gran Bretagna Sintetico Greg Rusedski (Gran Bretagna) 7-6(6) 6-7(5) 7-5
17. 28 marzo 1999 Miami, USA Cemento Sébastien Grosjean (Francia) 4-6 6-1 6-2 7-5

Doppio (3)[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 55931625