Religioni in Svizzera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Svizzera.

L'abbazia territoriale di Einsiedeln, fondata nel 934, è oggi il principale santuario mariano della Svizzera.
Il Grossmünster, l'antico duomo di Zurigo punto di partenza della Riforma zwingliana in Svizzera.
La sinagoga di Basilea, eretta nel 1805 dalla locale comunità ebraica.
La moschea di Wangen bei Olten, edificata nel 2009 dalla comunità turca.
Il tempio hindu Sri Sivasubramaniar di Adliswil, nel Canton Zurigo.
Il tempio buddhitsa Wat Srinagarindravararam a Gretzenbach, nel Canton Soletta.

A livello federale la Svizzera non ha una religione di Stato, tuttavia la maggior parte dei cantoni riconosce sia la Chiesa cattolica sia la Chiesa riformata come Chiese cantonali (ted. Landeskirchen, fr. Eglises nationales) sulle cui diposizioni vengono decretate le festività.[1] Queste due Chiese vengono finanziate attraverso le tasse di culto, pagate esclusivamente dagli aderenti.[2] La ripartizione confessionale non ricalca quella linguistica[nota 1] e coincide ormai solo parzialmente con la suddivisione cantonale.[3]

La pratica religiosa[modifica | modifica wikitesto]

L'Articolo 15 della Costituzione Federale disciplina la libertà di credo e di coscienza:

  • La libertà di credo e di coscienza è garantita.
  • Ognuno ha il diritto di scegliere liberamente la propria religione e le proprie convinzioni filosofiche e di professarle individualmente o in comunità.
  • Ognuno ha il diritto di aderire a una comunità religiosa, di farne parte e di seguire un insegnamento religioso.
  • Nessuno può essere costretto ad aderire a una comunità religiosa o a farne parte, nonché a compiere un atto religioso o a seguire un insegnamento religioso.[4]

Secondo il censimento federale del 2000 (anno dell'ultima indagine dettagliata) entro i confini svizzeri (cittadini elvetici e stranieri) i cattolici erano il 41,8%, i protestanti il 35,3%, gli atei l'11,1%, coloro che non fornivano indicazioni (essenzialmente agnostici) il 4,3%, i musulmani il 4,3% e i seguaci di altre confessioni (chiese evangeliche libere, cristiani ortodossi, ebrei, buddhisti, induisti e sikh) complessivamente il 3,2%.[3][5] Il censimento del 2010 denota una notevole diminuzione dei cristiani, sia cattolici che protestanti, la sostanziale stabilità dei musulmani e un forte aumento dei non credenti.[6]

Censimenti. Affiliazione religiosa in Svizzera[3]
Religione 1970 1980 1990 2000 2010[6]
Cattolici 49,39% 47,60% 46,15% 41,82% 38,6%
Protestanti 46,42% 43,87% 38,51% 33,04% 28,0%
Islamici 0,26% 0,89% 2,21% 4,26% 4,5%
Ortodossi 0,33% 0,58% 1,04% 1,81%
Neoapostolici 0,49% 0,38%
Testimoni di Geova 0,17% 0,28%
Ebrei 0,33% 0,29% 0,26% 0,25% 0,2%
Vetero cattolici 0,32% 0,26% 0,17% 0,18%
Metodisti 0,17% 0,09% 0,15% 0,12%
Altri protestanti 0,42% 1,44%
Altri cristiani 0,05% 0,30% 0,12% 0,20%
Altre religioni 0,12% 0,19% 0,42% 0,78%
Senza religione 1,14% 3,80% 7,43% 11,11% 20,1%
Senza indicazione 0,39% 1,09% 1,48% 4,33%

Nel 2005 una statistica dell'Eurobarometro (istituzione statistica dell’Unione Europea) ha raccolto quanto segue:

  • il 49% degli svizzeri dichiarava di "credere in Dio"
  • il 39% si dichiarava genericamente teista
  • il 9% non credeva nell'esistenza di un dio.[7]

Ripartizione confessionale tra svizzeri e stranieri[modifica | modifica wikitesto]

In Svizzera gli stranieri costituiscono circa il 23% della popolazione: la maggior parte di essi proviene dalla Germania meridionale, dall’Italia, dalla Penisola iberica e da quella balcanica.[8] Le religioni praticate o professate dagli immigrati si discostano solo in parte da quelle tradizionali della Svizzera: in particolare tra gli stranieri, in rapporto alla popolazione autoctona, sono sottorappresentati i protestanti (42,7 tra gli svizzeri, 6,3 tra gli stranieri) e sovrarappresentati i musulmani (0,6% tra gli svizzeri, 18,3% tra gli stranieri):[9][10]

Religione Cittadini
svizzeri
Stranieri
Cattolici 41,2 44,4
Protestanti 42,7 6,3
Altri cristiani 0,9 7,2
Musulmani 0,6 18,3
Ebrei 0,2 0,3
Altre religioni 0,3 2,5
Senza religione 10,8 12,3

Ripartizione di cattolici e protestanti per cantone[modifica | modifica wikitesto]

Secondo l’Ufficio federale di statistica, nel 2000.[3][10]

La distribuzione territoriale delle due principali confessioni cristiane della Svizzera: in rosso le regioni a maggioranza cattolica, in verde quelle a maggioranza protestante, in giallo quelle senza una confessione predominante.
Cantone Cattolici Protestanti
Uri-coat of arms.svg Uri 86 % 6 %
Schwytz-coat of arms.svg Svitto 72 % 12 %
Nidwald-coat of arms.svg Nidvaldo 76 % 11 %
Obwald-coat of arms.svg Obvaldo 81 % 7 %
Lucerne-coat of arms.svg Lucerna 71 % 12 %
Zurich-coat of arms.svg Zurigo 31 % 40 %
Glaris-coat of arms.svg Glarona 38 % 42 %
Zug-coat of arms.svg Zugo 62 % 16 %
Berne-coat of arms.svg Berna 16 % 64 %
Fribourg-coat of arms.svg Friborgo 71 % 14 %
Solothurn-coat of arms.svg Soletta 43 % 29 %
Bale-coat of arms.svg Basilea città 25 % 26 %
BaleCampagne-coat of arms.svg Basilea Campagna 32 % 41 %
Schaffhouse-coat of arms.svg Sciaffusa 24 % 47 %
AppenzellRI-coat of arms.svg Appenzello interno 82 % 9 %
AppenzellRE-coat of arms.svg Appenzello esterno 31 % 48 %
St.Gallen-coat of arms.svg San Gallo 52 % 27 %
Grisons-coat of arms.svg Grigioni 46 % 39 %
Argovie-coat of arms.svg Argovia 40 % 35 %
Tessin-coat of arms.svg Ticino 76 % 6 %
Thurgovie-coat of arms.svg Turgovia 36 % 42 %
Vaud-coat of arms.svg Vaud 34 % 38 %
Valais-coat of arms.svg Vallese 81 % 6 %
Neuchatel-coat of arms.svg Neuchâtel 31 % 35 %
Coat of Arms of Geneva.svg Ginevra 29 % 16 %
Jura-coat of arms.svg Giura 74 % 11 %
Switzerland-coat of arms.svg Svizzera 42 % 33 %

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note
  1. ^ Vi sono infatti svizzero-tedeschi cattolici (Canton Lucerna) e protestanti (Canton Zurigo); romandi cattolici (Canton Giura) e protestanti (Canton Neuchâtel), svizzero-italiani cattolici (Canton Ticino) e protestanti (Val Bregaglia).
Riferimenti
  1. ^ Chiese cantonali in Dizionario storico della Svizzera.
  2. ^ Switzerland
  3. ^ a b c d Statistica svizzera - Lingue e religioni
  4. ^ Costituzione Federale
  5. ^ admin.ch
  6. ^ a b Comunicato Stampa, Ufficio Federale di Statistica. URL consultato il 17 marzo 2013.
  7. ^ ReportDGResearchSocialValuesEN2.PDF
  8. ^ Statistica svizzera - Nazionalità
  9. ^ Wohnbevölkerung nach Religion, Statistik Schweiz
  10. ^ a b (FRDE) Panorama religioso svizzero

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]