Religione in Cile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Religione in Cile
Religious syms gold.svg
Censimento 2002 relativo alla popolazione
al di sopra dei 15 anni
ChristianitySymbolWhite.PNG Cristiani 87,15%
Cattolici 69,95%
Ortodossi 0,06%
Protestanti 15,14%
Altri cristiani 1,98%
JudaismSymbolWhite.PNG Ebrei 0,13%
IslamSymbolWhite.PNG Musulmani 0,03%
Altre religioni 4,39%
Non religiosi 8,30%
Statistiche riferite al 2002

Questa voce riporta le principali statistiche sulla pratica religiosa in Cile. Secondo l'ultimo censimento, 7.853.428 dei cileni con più di 14 anni sono cattolici (equivalente a 69.96%) (2005=62,8% [1]). Il 15.14% dei cileni si è dichiarato protestante, 1.06% testimoni di Geova, 0.92% mormone e un 0.13% ebreo. L'8.3% del paese si è dichiarato non-credente o agnostico, mentre 4.39% hanno indicato altre religioni.[1] Anche se la fede cattolica rimane la religione dominante nel paese ed ha grande influenza nella società, questa influenza è andata declinando negli anni scorsi.

La Chiesa cattolica è separata dallo Stato fin dal 1925, anno in cui il presidente Arturo Alessandri e l'arcivescovo Crescente Errázuriz giunsero ad un accordo per proporre la separazione delle due istituzioni nella Costituzione e permettendo la libertà di culto.

L'ecumenismo è diffuso nel paese da decenni. Nel 1970 sulla base di sollecitazioni da parte del cardinale Silva Henríquez vennero modificate alcune parti del rito del Te Deum del 18 settembre trasformandolo in una cerimonia non solo cattolica ma aperta a tutte le altre confessioni cristiane, con la partecipazione anche di rappresentanti del mondo ebraico, islamico e massonico.

Tuttavia durante il regime fascista-militare del generale Augusto Pinochet le confessioni cristiane non cattoliche si riunirono in un comitato per la pace e per la difesa dei diritti umani. Negli ultimi anni forte è la crescita dei fedeli della Chiesa Evangelica e delle altre fedi religiose nonostante il calo dei fedeli cattolici a favore della altre confessioni cristiane la Chiesa cattolica è ancora influente nella società del paese.

Il numero dei credenti in Dio nel paese è pari al 96% il che lo rende come uno dei paesi più religiosi del mondo e di conseguenza la percentuale di atei e agnostici in realtà non è di per sé costituita da non credenti ma prevalentemente da persone che non praticano affatto la propria fede[2].

Religione Fedeli  %
Cattolicesimo 7.853.428 69,95%
Evangelici 1.699.725 15,14%
Testimoni di Geova 119.455 1,06%
Mormoni 103.735 0,92%
Chiesa ortodossa 6.959 0,06%
Totale Cristianesimo 9.783.302 87,15%
Ebraismo 14.976 0,13%
Islamismo 2.894 0,03%
Altre religioni 493.147 4,39%
Nessuna (ateismo, agnosticismo, credenti senza religione) 931.990 8,30%

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://mx.encarta.msn.com/encyclopedia_761572974_3/Chile_(república).html
  2. ^ Ésta es una idea de Google Docs

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]