Canton San Gallo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Canton San Gallo
cantone
Kanton Sankt Gallen
Canton de Saint-Gall
Chantun Son Gagl
Canton San Gallo – Stemma
Dati amministrativi
Stato Svizzera Svizzera
Capoluogo Coa stgallen.svg San Gallo
Governo Regierungsrat (8)
Legislatore Kantonsrat (90)
Lingue ufficiali tedesco
Data di istituzione 1803
Territorio
Coordinate
del capoluogo
47°25′N 9°22′E / 47.416667°N 9.366667°E47.416667; 9.366667 (Canton San Gallo)Coordinate: 47°25′N 9°22′E / 47.416667°N 9.366667°E47.416667; 9.366667 (Canton San Gallo)
Altitudine 668 m s.l.m.
Superficie 2 026 km²
Abitanti 483 156 (31.12.2011)
Densità 238,48 ab./km²
Distretti 8
Comuni 85
Cantoni confinanti Canton Appenzello Esterno, Canton Appenzello Interno, Canton Glarona, Canton Grigioni, Canton Svitto, Canton Turgovia, Canton Zurigo, Liechtenstein (FL), Vorarlberg (A)
Altre informazioni
Fuso orario UTC+1
ISO 3166-2 CH-SG
Targa SG
Nome abitanti sankt galler (sangallese)
Localizzazione

Canton San Gallo – Localizzazione

Canton San Gallo – Mappa
Sito istituzionale

Il Canton San Gallo[1] (tedesco: Sankt Gallen; francese: Saint-Gall) è un cantone della Svizzera. Il Canton San Gallo si trova nel nord-est della Svizzera. La capitale cantonale è San Gallo (Sankt Gallen).

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Il cantone è collocato nel nord-est della Svizzera. È delimitato a nord dal Lago di Costanza (Bodensee). Ad est si trova la valle del Reno. Oltre a questa si trovano Austria (Vorarlberg) e Liechtenstein. A sud il cantone confina con il Canton Grigioni, il Canton Glarona e il Canton Svitto. Ad ovest si trova il Canton Zurigo, a nord il Canton Turgovia.

I due cantoni di Appenzello Interno e Appenzello Esterno sono completamente circondati dal territorio del Canton San Gallo.

I fiumi principali del cantone sono: Reno, Thur, Linth e Seez. La topografia varia dalle pianure vicine al Reno e al Lago di Costanza, fino alle zone montagnose della parte sud. Circa un quarto del territorio è coperto da foreste e più di metà consiste di pascoli alpini.

L'altitudine del cantone sul livello del mare varia dai 398 m del lago di Costanza ai 3.248 del Ringelspitz.

Monti[modifica | modifica sorgente]

I gruppi montuosi che interessano il cantone sono le Alpi Glaronesi e le Prealpi di Appenzello e di San Gallo. Tra queste ultime sono particolarmente noti il Gruppo del Churfirsten ed il Gruppo dell'Alpstein.

I monti principali del cantone sono:

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il Canton San Gallo è costituito da territori acquisiti dall'abbazia di St. Gallen nel corso dei secoli. Il Canton San Gallo fu parte del Canton Säntis durante la Repubblica Elvetica. Ciò fu possibile solo dopo aver secolarizzato l'abbazia nel 1798. Nel 1803 la zona si unì alla Confederazione Svizzera come Canton San Gallo. La costituzione venne introdotta nel 1890.

Economia[modifica | modifica sorgente]

L'attività agricola consiste principalmente nell'allevamento di bestiame e nella produzione casearia, nelle aree di montagna. È presente la razza di capre Toggenburg in particolare nelle valli dell’omonimo distretto. Nelle pianure sono importanti la produzione di frutta e vino, ma anche qui è presente l'allevamento.

Le industrie del cantone comprendono: ottica, pirotecnica, chimica e farmaceutica. Il turismo gioca un ruolo importante in molti luoghi di villeggiatura. Ci sono delle sorgenti termali a Bad Ragaz e un grande numero di impianti per gli sport invernali.

Demografia[modifica | modifica sorgente]

 % Ripartizione linguistica (gruppi principali)
Fonte: Ritratti regionali dell'Ufficio federale di statistica 2000
88% madrelingua tedesca
2,3% madrelingua italiana
2,5% madrelingua serbo-croata

Distretti[modifica | modifica sorgente]

Il cantone era suddiviso nei seguenti distretti fino al 1º gennaio 2003:

Dal 1º gennaio 2003 i distretti hanno preso il nome di Wahlkreis e sono:

  • Rheintal (corrispondente all'incirca ai precedenti distretti di Oberrheintal e Unterrheintal)
  • Rorschach (corrispondente all'incirca al distretto di Rorschach)
  • San Gallo (Sankt Gallen) (corrispondente all'incirca ai distretti di San Gallo e Gossau)
  • Sarganserland (corrispondente al distretto di Sargans)
  • See-Gaster (corrispondente ai distretti di See e Gaster)
  • Toggenburg (corrispondente ai distretti di Untertoggenburg, Alttoggenburg, Obertoggenburg e Neutoggenburg)
  • Werdenberg (corrispondente al distretto di Werdenberg)
  • Wil (corrispondente all'incirca ai distretti di Wil e Untertoggenburg)

Città[modifica | modifica sorgente]

Città del cantone

Municipalità[modifica | modifica sorgente]

Alt Sankt Johann
Altstätten
Amden
Andwil
Au
Bad Ragaz
Balgach
Benken
Berg
Berneck
Bronschhofen
Brunnadern
Buchs
Bütschwil
Degersheim

Diepoldsau
Ebnat-Kappel
Eggersriet
Eichberg
Ernetschwil
Eschenbach
Flawil
Flums
Gaiserwald
Gams
Ganterschwil
Goldach
Goldingen
Gommiswald
Gossau

Grabs
Häggenschwil
Hemberg
Jonschwil
Kaltbrunn
Kirchberg
Krinau
Lichtensteig
Lütisburg
Marbach
Mels
Mogelsberg
Mörschwil
Mosnang

Muolen
Nesslau-Krummenau
Niederbüren
Niederhelfenschwil
Oberbüren
Oberhelfenschwil
Oberriet
Oberuzwil
Pfäfers
Quarten
Rapperswil-Jona
Rebstein
Rheineck
Rieden
Rorschach

Rorschacherberg
Rüthi
San Gallo (Sankt Gallen)
Sankt Gallenkappel
Sankt Margrethen
Sankt Peterzell
Sargans
Schänis
Schmerikon
Sennwald
Sevelen
Stein
Steinach
Thal (San Gallo)
Tübach

Untereggen
Uznach
Uzwil
Vilters-Wangs
Waldkirch
Walenstadt
Wartau
Wattwil
Weesen
Widnau
Wil
Wildhaus
Wittenbach
Zuzwil

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Canton San Gallo in Dizionario storico della Svizzera.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • AA.VV., Der Kanton St. Gallen 1803-1903, 1903.
  • H. Wartmann, Industrie und Handel des Kantons St. Gallen, 4 voll., 1875-1913.
  • AA.VV., Der Kanton St. Gallen, 1974.
  • AA.VV., St. Galler Namenbuch, 1981.
  • AA.VV., Sarganserland 1483-1983, 1982.
  • AA.VV., Der Kanton St. Gallen, 1985, 3.a edizione (1994).
  • H. Büchler (a cura di), Das Toggenburg, 1992, 2.a edizione (1993)
  • W. Wunderlich (a cura di), St. Gallen: Geschichte einer literarischen Kultur, 2 voll., 1999.
  • D. Studer, Kunst- und Kulturführer Kanton St. Gallen, 2005.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]