James LaBrie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
James LaBrie
James LaBrie in concerto con i Dream Theater nel 2012
James LaBrie in concerto con i Dream Theater nel 2012
Nazionalità Canada Canada
Genere Heavy metal
Progressive metal
Periodo di attività 1987 – in attività
Etichetta Inside Out, Roadrunner, Atlantic
Album pubblicati 26
Studio 17
Live 7
Raccolte 2
Sito web

Kevin James LaBrie[1] (Penetanguishene, 5 maggio 1963) è un cantante canadese, noto per il suo ruolo di voce solista del gruppo musicale progressive metal Dream Theater. Apprezzato in ambiente progressive metal per le sue estese capacità vocali, la sua carriera solista è ricca di partecipazioni e collaborazioni; il suo primo album solista, Keep It to Yourself, pubblicato con lo pseudonimo di MullMuzzler, è stato pubblicato nel 1999.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Primi anni[modifica | modifica sorgente]

Nato a Penetanguishene in Ontario (Canada), LaBrie ha iniziato a cantare e a suonare la batteria all'età di 5 anni.[1] Durante il periodo adolescenziale è stato membro di svariati gruppi sia come cantante che come batterista[1] e successivamente si è trasferito a Toronto all'età di 18 anni per proseguire il suo percorso musicale.[1] Attualmente risiede ancora a Toronto insieme alla moglie Karen, la figlia Chloe e il figlio Chance Abraham.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Winter Rose[modifica | modifica sorgente]

Dopo impegni con diversi gruppi, è diventato cantante del gruppo glam rock Winter Rose, con il quale pubblicò un album omonimo nel 1989.[2]

Dream Theater[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Dream Theater.

Nel 1991 venne a sapere che i Dream Theater, gruppo allora sconosciuto, stavano cercando un cantante. Così decise di inviare una propria registrazione e fu rapidamente chiamato a New York per un'audizione completa. La prova andò bene e LaBrie fu preferito ad altri 200 candidati per coprire a tempo pieno il ruolo del cantante nel gruppo.

Essendoci già due John nella band (Myung e Petrucci) e un altro Kevin (Moore), LaBrie rinunciò al suo nome di battesimo e adottò il nome d'arte di James LaBrie.

I Dream Theater continuarono a registrare la cover di Perfect Strangers dei Deep Purple negli studio radiofonici della BBC insieme a Bruce Dickinson, nonché a suonare con lui dal vivo un medley degli Iron Maiden a Los Angeles). Da allora LaBrie ha avuto un impatto significativo sulle melodie vocali di tutti gli album dei Dream Theater, ma continua ad avere poca influenza nell'ambito compositivo del gruppo. Fatta eccezione per la parte musicale, dal lato della composizione dei testi, LaBrie ha scritto testi di almeno un brano per album (fatta eccezione per gli album Images and Words, Black Clouds & Silver Linings e Dream Theater) che ciascun componente del gruppo ha pubblicato con lui.

Carriera solista[modifica | modifica sorgente]

Oltre agli impegni con i Dream Theater, LaBrie è attivo anche con una carriera da solista, iniziata nel 1999 con la pubblicazione dell'album Keep It to Yourself attraverso il soprannome MullMuzzler.[1] L'11 settembre 2001 pubblica il secondo album solista, intitolato James LaBrie's MullMuzzler 2,[1] e nel 2005 viene pubblicato Elements of Persuasion, primo album in cui LaBrie abbandona il soprannome in favore del suo nome reale.[1]

Il quarto album in studio, Static Impulse, è stato pubblicato il 27 settembre 2010,[3] mentre il quinto album, intitolato Impermanent Resonance, è stato pubblicato il 26 luglio 2013 in Europa e il 6 agosto negli Stati Uniti.[4]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

LaBrie ha prestato la sua voce in album di molti altri artisti nonché in album-tributo a vari influenti artisti. È apparso in molti dischi di Trent Gardner (incluso Leonardo: The Absolute Man e Explorers Club), come pure in album di artisti come gli Ayreon (The Human Equation, del 2004), Shadow Gallery, Tim Donohue e i Frameshift. Dal 2004, LaBrie lavora al progetto True Symphonic Rockestra, insieme a Thomas Dewald, Vladimir Grishko, Dirk Ulrich, Christoph Wansleben, Sandro Martinez, Paul Mayland, Marvin Philippi e Igor Marin. Il loro album del 2006 è stato portato a termine all'inizio di luglio, con Brainworx e Marinsound impegnate nella pubblicazione.

Stile ed influenze musicali[modifica | modifica sorgente]

L'ispirazione musicale di LaBrie proviene da molti generi differenti, passando da artisti appartenenti alla scena rock e metal come Aerosmith, Journey, Judas Priest, Metallica e Van Halen ai compositori di musica classica come Wolfgang Amadeus Mozart, Antonio Vivaldi e Ludwig van Beethoven.[1] In tempi recenti, ha affermato di ascoltare anche Muse, Switchfoot, Two Door Cinema Club, MUTEMATH, Young the Giant, I See Stars, Bring Me the Horizon, August Burns Red e i Sleeping with Silence.[5]

Per quanto riguarda le influenze canore, LaBrie ha citato Steve Perry, Freddie Mercury, Sting, Paul Rodgers e Nat King Cole tra i cantanti più influenti.[1]

Intossicazione alimentare[modifica | modifica sorgente]

Il 29 dicembre 1994, mentre stava trascorrendo una vacanza a Cuba, LaBrie incappò in un grave caso di intossicazione alimentare e, nel vomitare, si è lacerato le corde vocali.[6] Tre diversi otorinolaringoiatri che lo visitarono dissero di non poter far nulla per lui e che l'unica cosa che avrebbe potuto fare era quella di far riposare il più possibile la sua voce. Tuttavia, il 12 gennaio 1995, contro gli ordini dei medici, partecipò al tour di supporto ad Awake in Giappone con la voce lontano dall'essere normale.[6] LaBrie ha dichiarato di non essersi sentito vocalmente "a posto" almeno fino al 2002.[6]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Solista[modifica | modifica sorgente]

Con i Winter Rose[modifica | modifica sorgente]

Con i Dream Theater[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia dei Dream Theater.

Con i Frameshift[modifica | modifica sorgente]

Collaborazioni[modifica | modifica sorgente]

Album tributo[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i j (EN) James LaBrie's Biography, JamesLaBrie.com. URL consultato il 21 dicembre 2013.
  2. ^ (EN) James LaBrie's Discography, JamesLaBrie.com. URL consultato il 21 dicembre 2013.
  3. ^ (EN) James LaBrie: Artwork for “Static Impulse” album unveiled; New MySpace page launched; First promo song ‘One More Time’ online!, JamesLaBrie.com, 20 settembre 2010. URL consultato il 31 luglio 2013.
  4. ^ (EN) James LaBrie NEW CD RELEASE UPDATE, JamesLaBrie.com, 4 giugno 2013. URL consultato il 31 luglio 2013.
  5. ^ (EN) Interview: DREAM THEATER (19/08/13), RockYourLife.fr, 4 settembre 2013. URL consultato il 4 settembre 2013.
  6. ^ a b c (EN) LaBrie on how he almost once lost his voice, Dprp.net. URL consultato il 21 dicembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 76570405 LCCN: no2002114864