Liquid Tension Experiment

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'album omonimo, vedi Liquid Tension Experiment (album).
Liquid Tension Experiment
I Liquid Tension Experiment in concerto al NEARfest nel 2008. Da sinistra: Jordan Rudess, Tony Levin, Mike Portnoy, John Petrucci.
I Liquid Tension Experiment in concerto al NEARfest nel 2008. Da sinistra: Jordan Rudess, Tony Levin, Mike Portnoy, John Petrucci.
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Progressive metal
Fusion
Rock strumentale
Periodo di attività 19971999; 2008
Etichetta Magna Carta
Album pubblicati 7
Studio 2 (+ 1 come Liquid Trio Experiment)
Live 2 (+ 1 come Liquid Trio Experiment 2)
Raccolte 1
Gruppi e artisti correlati Dream Theater, Dixie Dregs, King Crimson
Sito web

I Liquid Tension Experiment sono stati un supergruppo strumentale progressive metal statunitense, fondato nel 1997 dall'allora batterista dei Dream Theater Mike Portnoy.

Storia del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Mike Portnoy invitò al progetto il tastierista Jordan Rudess ed il bassista Tony Levin, icona del rock progressivo con i King Crimson. In un video intitolato "Liquid Drum Theater", Portnoy affermò che Dimebag Darrell era il chitarrista in cima alle sue preferenze. Tuttavia non poté partecipare a causa di altri impegni, così come altri musicisti (Steve Morse dei Dixie Dregs, Kansas e Deep Purple e Jim Matheos dei Fates Warning). La scelta ricadde allora su John Petrucci, membro dei Dream Theater (nonostante Portnoy volesse mantenere il progetto autonomo dal gruppo). La formazione nacque come side-project dei Dream Theater nel 1997. Nel documentario presente in 5 Years in a LIVETime, sia Portnoy che Petrucci confermarono che Rudess fu invitato ad entrare nei Dream Theater grazie all'enorme successo dei Liquid Tension Experiment. Rudess in precedenza declinò l'offerta propostagli dai Dream Theater nel 1994 per divenire un membro dei Dixie Dregs, famosi per il loro sound musicalmente complesso denominato "southern fusion".

I Liquid Tension Experiment hanno pubblicato due album, Liquid Tension Experiment (1998) e Liquid Tension Experiment 2 (1999) sotto l'etichetta Magna Carta Records. Si esibirono anche dal vivo in alcuni concerti a New York, Philadelphia, Los Angeles e Londra. In seguito all'entrata di Rudess nei Dream Theater, Portnoy confermò in varie interviste che il gruppo non avrebbe pubblicato un terzo album, in quanto tre quarti del gruppo erano già membri dei Dream Theater ed il materiale sarebbe stato troppo simile. Nonostante questo, il gruppo ha tenuto vari concerti fino al 2007, anno in cui Portnoy ha però palesato la possibilità della pubblicazione di un terzo album, seppur indebolita da attriti personali con la Magna Carta, che escluderebbe la reunion con gli altri membri del gruppo.[1] Mike Portnoy ritornò alla Magna Carta solo nel 2007 per pubblicare Spontaneous Combustion, album dei Liquid Trio Experiment.[2]

Molti brani e riff sono stati incorporati nelle performance dal vivo dei Dream Theater, come ad esempio il brano Instrumedley contenuto nell'album dal vivo Live at Budokan (2004).

Il 4 ottobre 2007 è stato annunciato che i Liquid Tension Experiment avrebbero aperto nel giugno 2008 il NEARfest. Il 29 marzo 2008 sono state annunciate sei date per il giugno del medesimo anno per festeggiare il decennale dalla fondazione del gruppo e per registrare un "esperimento musicale totalmente nuovo".[3] I concerti tenuti dal gruppo nel 2008 a New York e a Los Angeles sono stati rispettivamente pubblicati negli album dal vivo e DVD Live in NYC e Live in LA, usciti entrambi nel 2009. Nel 2009 inoltre è stato pubblicato il box set LTE Live 2008,[4] il quale racchiude Live in NYC e Live in LA (sia audio che video), When the Keyboard Breaks: Live in Chicago, disco che racchiude l'intera improvvisazione del gruppo a Chicago il 25 giugno 2008 durante l'assenza di Rudess sul palco a causa di problemi tecnici occorsi sulla sua tastiera, e un CD bonus contenente improvvisazioni varie.[4]

Liquid Trio Experiment[modifica | modifica wikitesto]

Durante le fasi iniziali delle sessioni di registrazione di Liquid Tension Experiment 2, Petrucci ha dovuto abbandonare temporaneamente il gruppo in quanto la moglie partorì prematuramente. Levin, Portnoy e Rudess pertanto hanno realizzato varie improvvisazioni, successivamente pubblicate in Spontaneous Combustion, uscito il 23 ottobre 2007 dalla Magna Carta Records. Il disco è stato interamente registrato attraverso il DAT di Mike Portnoy verso la fine del 1998, dispositivo non ritrovato al momento del missaggio avvenuto nel 1998. Da queste jam sono nati alcuni brani tratti da Liquid Tension Experiment 2, tra cui 914, Chewbacca, e Liquid Dreams.

Liquid Trio Experiment 2[modifica | modifica wikitesto]

Una reunion dei Liquid Trio Experiment si verificò inaspettatamente durante un concerto a Chicago il 25 giugno 2008. All'inizio dell'esibizione, Rudess ebbe difficoltà tecniche con la propria tastiera e pertanto si allontanò dal palco al termine di Universal Mind, per valutare se fosse stato possibile ripararla. Nel frattempo, gli altri tre musicisti continuarono ad esibirsi, improvvisando per il resto del concerto. Dopo aver scoperto l'impossibilità di adottare una riparazione di fortuna, Rudess fece ritorno sul palco impugnando la chitarra di Petrucci e improvvisando col resto del gruppo. Petrucci prese il basso di Levin, che a sua volta suonò lo chapman stick. Verso la fine del concerto, il batterista degli Anthrax Charlie Benante salì sul palco e suonò la batteria, mentre Portnoy passò al basso. L'intera improvvisazione venne in seguito pubblicata nel 2009 con il titolo When the Keyboard Breaks: Live in Chicago (2009).

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Liquid Tension Experiment[modifica | modifica wikitesto]

Liquid Trio Experiment[modifica | modifica wikitesto]

  • Tony Levin – chapman stick, basso
  • Jordan Rudess – tastiera
  • Mike Portnoy – batteria, percussioni

Liquid Trio Experiment 2[modifica | modifica wikitesto]

  • John Petrucci – chitarra
  • Tony Levin – chapman stick, basso
  • Mike Portnoy – batteria, percussioni

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Album dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Liquid Tension Experiment 3 Is Possible?, Ultimate-Guitar.com. URL consultato il 20 luglio 2013.
  2. ^ Liquid Trio Experiment, Magnacarta.net. URL consultato il 16 luglio 2011.
  3. ^ (EN) LTE - 10th Anniversary Reunion Tour Dates!, Mike Portnoy. URL consultato il 16 luglio 2011.
  4. ^ a b (EN) Liquid Tension Experiment – LTE Live 2008 in Discogs, Zink Media, Inc. URL consultato il 7 maggio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]