August Burns Red

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
August Burns Red
Gli August Burns Red al Warped Tour a Bonner Springs, Kansas
Gli August Burns Red al Warped Tour a Bonner Springs, Kansas
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Metalcore[1]
Periodo di attività 2003 – in attività [1]
Etichetta Solid State
(dal 2005)
CI
(2004)
Album pubblicati 7
Studio 6 + 4 EP
Opere audiovisive 1
Sito web

Gli August Burns Red (spesso abbreviati in ABR) sono un gruppo metalcore di Lancaster, Pennsylvania. Fino ad oggi sono usciti sei album studio, Thrill Seeker, Messengers, Constellations, Leveler, August Burns Red Presents: Sleddin' Hill e Rescue & Restore; un CD/DVD Home e quattro EP, August Burns Red EP, Looks Fragile After All, Lost Messengers: The Outtakes e Four Minutes Being Cool.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Gli August Burns Red si formano nel marzo del 2003 nella loro città natale, Lancaster. Decidono di chiamare la loro band con questo nome per via di un macabro fatto, accaduto ai tempi delle scuole superiori: il loro primo vocalist, Jon Hershey, prima di aggiungersi alla band usciva con una ragazza di nome August. Poiché la storia stava andando un po' fuori controllo lui decise di porle fine; la ragazza, invece di essere triste ed amareggiata, andò su tutte le furie. Jon all'epoca aveva un cane di nome Redd, un setter irlandese dal pelo rosso; August, in un momento di follia, si recò a casa sua e bruciò Redd vivo nella sua cuccia. Il giorno seguente, i giornali titolarono sulla prima pagina "August Burns Redd". e Jon essendo molto affezionato al proprio cane aveva sempre in mente quei titoli e propose di usare questo triste ricordo come nome per la band.[2] Dopo la registrazione del loro primo EP, "Looks Fragile After All", ed un anno di concerti, gli ABR firmano un contratto con la Solid State Records. Successivamente esce "Thrill Seeker", il primo album della band.

Il vero successo nella scena metalcore arriva però nel 2007, quando la band pubblica "Messengers", album che vende oltre 75.000 copie e sale all'81º posto nella classifica di Billboard 200.

Dopo questo risultato, il gruppo decide allora di dedicarsi a concerti con i maggiori esponenti del genere metalcore, come As I Lay Dying, Architects e Misery Signals.

Parteciparono inoltre a diversi tour in compagnia dei Bring Me the Horizon, A Day to Remember, Lamb of God, Job for a Cowboy, Parkway Drive e Enter Shikari e a molti eventi come il Download Festival nel 2008 e nel 2010 e al Warped Tour.

Nel 2009 esce il terzo album di studio, "Constellations", che riscuote un grande successo tra i fan della band, seguito due anni dopo dall'altrettanto acclamato "Leveler".

Nel 2012 partecipano al Gods of Metal nella giornata che vede l'unica tappa italiana del primo tour dei Black Sabbath dopo la reunion del 2011. Gli stessi Black Sabbath si sono poi ritirati a causa della malattia che ha colpito il chitarrista Tony Iommi, cedendo il posto al solo Ozzy Osbourne e la sua band.

Il 9 ottobre 2012 è uscito il loro quinto album, chiamato "August Burns Red Presents: Sleddin' Hill"; come intuibile dal titolo in quest'album sono presenti unicamente canzoni natalizie, sia nuove che vecchie (come "Carol of the Bells" e "Little Drummer Boy", già presenti in altre loro raccolte). In occasione del Record Store Day 2013, hanno poi pubblicato uno split con i Silverstein intitolato Four Minutes Being Cool.

Il loro ultimo album "Rescue & Restore" è uscito il 25 giugno 2013.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Attuale[modifica | modifica sorgente]

Ex componenti[modifica | modifica sorgente]

  • Jon Hershey - voce
  • Josh McManness - voce
  • Jordan Tuscan - basso

Timeline della formazione[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album in studio[modifica | modifica sorgente]

EP[modifica | modifica sorgente]

Apparizioni in compilation[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) August Burns Red, allmusic.com. URL consultato il 27-01-2010.
  2. ^ Britney Coming Back 'Bigger And Better' In 2007 | Billboard.com

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metal