Pull Me Under

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pull Me Under
Pull Me Under video.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
Artista Dream Theater
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1992
Durata 8:11 (versione album)
5:54 (versione radiofonica)
Album di provenienza Images and Words
Dischi 1
Tracce 2
Genere Progressive metal
Etichetta ATCO
Produttore David Prater
Registrazione 14 ottobre–dicembre 1991 ai BearTracks Studios e ai The Hit Factory di New York
Formati CD
Dream Theater - cronologia
Singolo precedente
Status Seeker
(1989)
Singolo successivo
(1992)

Pull Me Under è un singolo promozionale del gruppo musicale statunitense Dream Theater, estratto dal secondo album in studio Images and Words e pubblicato nel 1992.

La canzone[modifica | modifica wikitesto]

Originariamente intitolata Oliver's Twist,[1] Pull Me Under è la traccia d'apertura dell'album. Il testo, composto dall'allora tastierista Kevin Moore, è ispirato all'Amleto di Shakespeare,[1] il cui tema principale è la morte. Proprio per simulare l'arrivo inaspettato di quest'ultima, il brano viene troncato sul finire.[1]

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Pull Me Under è stato l'unico successo radiofonico del gruppo, in quanto accolta positivamente dalla critica e messa in rotazione continua da MTV.[2] Il titolo della raccolta Greatest Hit (...and 21 Other Pretty Cool Songs) (2008) è un riferimento scherzoso a questo avvenimento; per la stessa motivazione il brano è evidenziato in giallo sul retro della raccolta.

Il brano è stato inoltre inserito nel videogioco Guitar Hero World Tour tra le canzoni più difficili da eseguire.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD promozionale (Stati Uniti)[3]
  1. Pull Me Under (Edit) – 5:54
  2. Pull Me Under (LP Version) – 8:11

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1992) Posizione
massima
Stati Uniti (mainstream rock songs)[4] 10

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Italian Dreamers, Images and Words in Metropolzine, vol. 15, Lonate Pozzolo, ottobre 2002, p. 16.
  2. ^ (EN) Allan Ritcher, MUSIC; A Long Island Sound by Way of Topographic Oceans, NYTimes.com, 22 aprile 2004. URL consultato il 20 luglio 2013.
  3. ^ (EN) Dream Theater – Pull Me Under (CD, Single, Promo) in Discogs, Zink Media, Inc. URL consultato il 25 febbraio 2014.
  4. ^ (EN) Dream Theater - Chart history (Mainstream Rock Songs), Billboard. URL consultato il 25 gennaio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]