Hitman: Contracts

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hitman: Contracts
Sviluppo IO Interactive
Pubblicazione Eidos Interactive
Serie Hitman
Data di pubblicazione 2004
Genere Sparatutto in terza persona, Stealth
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Microsoft Windows, PlayStation 2, PlayStation 3, Xbox, Xbox 360
Supporto CD-ROM
Periferiche di input Mouse, Tastiera
Preceduto da Hitman 2: Silent Assassin
Seguito da Hitman: Blood Money

Hitman: Contracts è il terzo capitolo della serie di videogiochi Hitman; la data di rilascio è stata il 20 aprile 2004 per gli USA e il 30 aprile 2004 per l'Europa. Il videogioco ha venduto oltre 3 milioni di copie prima della fine del 2004. Le musiche, come nel caso degli altri capitoli della saga, sono state composte da Jesper Kyd.

Nel 2012 è uscita la trilogia Hitman HD Trilogy, grazie alla quale è possibile giocare a tre giochi della serie (Silent Assassin, Contracts e Blood Money) anche su PlayStation 3 e Xbox 360.[1]

La trama[modifica | modifica sorgente]

Il gioco si presenta come una serie di flashback di 47.

Il gioco parte con 47 ferito, e in punto di morte aspettando il medico dell' agenzia per le cure, ricorda alcune missioni effettuate in passato. Non ha una vera propria trama ma è solo un succedersi di missioni spiegando anche cosa è successo dopo gli eventi di Hitman Codename 47 e Silent Assassin.

Le missioni coprono un arco di circa 4 anni, dal 2000 al 2004. Alcune sono remake delle missioni del primo capitolo, altre sono inedite.

Nome missione Luogo Note
Resa dei conti al manicomio Manicomio di Ort-Meyer in Romania Si svolge dopo l'ultima missione di Hitman: Codename 47
Il party del re della carne Romania Missione inedita. Si presume che si è svolta dopo le vicende del secondo gioco della serie.
La bomba di Bjarkhov Kamčatka in Russia Missione inedita. Qua bisogna uccidere uno dei tre fratelli terroristi Fuchs.
La famiglia Beldingford Inghilterra Missione inedita.
Appuntamento a Rotterdam Rotterdam, Olanda. Missione inedita
Un carico mortale Rotterdam, Olanda. Remake delle due missioni del primo capitolo della saga "Il paradiso del trafficante d'armi" e "Plutonio disperso".
La tradizione del commercio Budapest Remake della omonima missione del primo gioco. Gli obiettivi sono i due fratelli Fuchs rimasti in vita.
La morte del drago Hong Kong Remake della missione "Le triadi di Kowloon in guerra" del primo capitolo.
Incidente al Wang Fou Hong Kong Remake della omonima missione (nome alterato) di Codename 47.
Delitto al ristorante cinese Hong Kong Anche questo è il remake della missione del primo gioco, nome modificato.
L'assassinio di Lee Hong Hong Kong Remake dell'ultima missione a Hong Kong.
Cacciatore e preda Parigi Missione inedita. È il continuo della missione "Giù il sipario" di Hitman Blood Money.

Giocabilità[modifica | modifica sorgente]

Benché l'impostazione di gioco sia la stessa dei due capitoli precedenti, sono state apportate numerose modifiche a specifici fattori, determinanti soprattutto nel rendere il gioco non troppo arduo per i giocatori meno esperti.

Innanzitutto è finalmente possibile correre liberamente per quasi tutti i livelli senza destare sospetti, anche se si è travestiti (eccetto in alcune specifiche situazioni, quando correre è sconsigliato).

I nemici non si insospettiranno all'improvviso come nei capitoli precedenti, quando vi avvicinavate a loro travestiti ed il loro livello di sospetto raggiungeva il culmine come se già sapessero che ci fosse un infiltrato, rischiando il game over.

La visuale in prima persona è stata resa migliore, permettendoci di scrutare la situazione a destra o sinistra anche in questa visuale. Al posto del cloroformio è stata implementata la siringa, più veloce nell'addormentare i non obiettivi.

Sono state aggiunte anche numerose esecuzioni piuttosto cruente, benché non eccessivamente sanguinose, variabili da arma ad arma. Adesso con il cavo di fibra è possibile strangolare in più modi un nemico premendo una delle frecce direzionali prima di sferrare l'attacco.

Soundtrack[modifica | modifica sorgente]

La colonna sonora è stata composta da Jesper Kyd. Qui sotto i titoli delle musiche orecchiabili durante il gioco. [2]

  • Budapest Bath Hotel
  • Double Ballers
  • Hong Kong Underground
  • Invaders
  • Slaughter house
  • Slaughter club
  • Swat Team
  • The White Room
  • Winter Night

Critiche[modifica | modifica sorgente]

Nonostante il gioco sia un ottimo gioco ,è considerato dai fan il peggior capitolo della serie in quanto snatura parecchio le atmosfere delle missioni del primo Hitman, rendendo alcune di essere persino più facili dell' originale, senza contare le ottime musiche del primo gioco completamente rimosse qui. Molti considerano il gioco un Remake\Sequel poco riuscito. Le riviste specializzate hanno promosso il gioco con voti abbastanza alti criticando però come prima citato il notevole abbassamento di difficoltà rispetto i primi due capitoli e del doppiaggio italiano non all' altezza ( e in alcune riviste come il PSM anche che non tutto il gioco è stato doppiato lasciando le voci dei civili, degli obiettivi e delle guardie nella propria lingua)

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • L' ultima missione del gioco sarà il continuo della terza missione di Blood Money ed è l' unica missione che sarà in presa diretta nel gioco, il resto saranno solo flashback. Quindi il gioco è collocato durante gli eventi di Hitman Blood Money
  • Gli obbiettivi dell' ultima missione hanno come obiettivi già effettuati l'omicidio di Richard Delahunt e del tenore Philippe Berceuse, poi rinominato Alvaro D'Alvade in Hitman: Blood Money
  • I Remake delle missioni del primo Hitman pioverà sempre, a differenza del primo gioco in cui il tempo non era guasto.
  • La missione La tradizione del commercio ha piccole differenze con la missione originale come l' accesso alla sauna e piscina chiuso (l' originale era aperto a tutti) e un omicidio nel piano terra completamente assente nel primo gioco.
  • Sempre ne La tradizione del commercio nella zona del già citato omicidio sarà presente un fantasma.
  • Se si esclude Hitman Absolution dove gli obiettivi da uccidere sono 4, quella di Hitman Contracts è l' unica missione finale alla quale si può completare uccidendo una sola persona e non un massacro come in Hitman codename 47, Silent Assassin, Blood Money e il già citato Absolution.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Hitman HD Trilogy disponibile ora - Gamesurf.it
  2. ^ Recensione Hitman: Contracts: Hitman: Contracts - PC Xbox PlayStation 2
videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi