Giampaolo Mazza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giampaolo Mazza
Mazza 2013.JPG
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
San Marino San Marino
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Carriera
Squadre di club1
 ???? San Marino San Marino  ? (?)
 ???? Riccione Riccione  ? (?)
 ???? Cattolica Cattolica  ? (?)
 ???? Forlimpopoli Forlimpopoli  ? (?)
 ???? 600px Nero e Verde (Strisce).png Calcinelli  ? (?)
 ???? Azzurro.png La Serenissima  ? (?)
 ???? Murata Murata  ? (?)
 ???? Tre Fiori Tre Fiori  ? (?)
 ???? Cosmos Cosmos  ? (?)
Nazionale
1984-1987 San Marino San Marino 5 (0)
Carriera da allenatore
1989-1990 San Marino San Marino
1990-1991 Riccione Riccione
1993-1996 Riccione Riccione
1997-1998 Argentana Argentana
1998-2013 San Marino San Marino
2000-2001 Cattolica Cattolica
2001-2003 Misano Misano
2003-2006 Verucchio Verucchio
2006-2007 Real Cesenatico Real Cesenatico
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al febbraio 2009

Giampaolo Mazza (Genova, 26 febbraio 1956) è un allenatore di calcio ed ex calciatore sammarinese, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Nella carriera agonistica ha giocato nel ruolo di centrocampista in numerose squadre italiane e sammarinesi: Santarcangiolese, A.C. San Marino, Riccione, Cattolica, Forlimpopoli, Calcinelli, Serenissima, Murata, Tre Fiori, Cosmos.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

A livello internazionale vanta solo una limitata esperienza poiché al tempo la Federazione Sammarinese Giuoco Calcio non era ancora membro FIFAUEFA, ma ha comunque disputato i Giochi del Mediterraneo in Siria.

La sua prima partita con la maglia della Nazionale sammarinese è stata l'esordio semi-ufficiale della rappresentativa, contro la formazione Olimpica canadese, in un incontro terminato 1-0 per i nordamericani.

È sceso in campo anche nelle partite dei Giochi del Mediterraneo, precisamente in: Libano-San Marino 0-0, Siria-San Marino 3-0 e Turchia-San Marino 4-0.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritiro, Mazza ha intrapreso la carriera da allenatore. Tra le squadre da lui allenate ci sono il San Marino Calcio (1989-1990 e 1996-1997), il Riccione (1990-1991), l'Asar Riccione (1993-1996), l'Argentana (1997-1998), il Cattolica (2000-2001), il Misano (2001-2003), il Verucchio (2003-2006), il Cesenatico (2006-2008), Verucchio (2008-2009), Riccione (2009-2010).

Nella sua carriera ha ottenuto 6 promozioni con San Marino, Asar Riccione, Cattolica, Verucchio (2) e Cesenatico.

Il 10 ottobre 1998 esordisce come allenatore della nazionale sammarinese nelle Qualificazioni agli Europeri 2000 nella partita contro Israele[1]. Alla guida della Nazionale ha ottenuto un pareggio in gare ufficiali per 1-1 contro la Lettonia (Riga, 25 aprile 2001) e può vantare l'unica vittoria della storia della selezione, un'amichevole vinta per 1-0 contro il Liechtenstein il 31 luglio 2004 allo Stadio Olimpico di Serravalle.[2]

Dal 2010 oltre all'incarico di commissario tecnico è il responsabile tecnico del settore giovanile della FSGC.

Il 3 marzo 2012 è stato riconfermato come commissario tecnico della nazionale sammarinese per l’ottavo mandato consecutivo dopo 15 anni di guida della nazionale[3].

Il 17 ottobre 2013 ha annunciato le dimissioni dall'incarico di allenatore della nazionale. Al momento dell'addio era il tecnico che da più tempo sedeva sulla panchina di una nazionale, vanta il record di presenze alle qualificazioni per il Campionato Europeo Uefa.

Sulla panchina della nazionale sammarinese in 15 anni di attività per un totale di 85 presenze di cui 82 sconfitte, 2 pareggi e una vittoria[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giampaolo Mazza: 15 anni da CT
  2. ^ San Marino, Mazza si dimette: era il ct più longevo, TGCOM24, 17-10-2013. URL consultato il 17-10-2013.
  3. ^ FSGC, Giampaolo Mazza resta al timone della nazionale
  4. ^ L'ormai ex C.T Giampaolo Mazza, ospite a "Carte Scoperte", si è tolto diversi sassi dalle scarpe

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]