Fëdor III di Russia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zar di Russia
Romanov

Coat of Arms of Russian Empire.svg

Fëdor III (1676 - 1682)
Fëdor III di Russia.

Fëdor III Alekseevič Romanov in russo: Фёдор III Алексеевич Романов[?] (Mosca, 9 giugno 1661Mosca, 7 maggio 1682) fu zar di Russia dal 29 gennaio 1676 fino alla sua morte.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

I primi anni[modifica | modifica sorgente]

Fëdor III era il terzo figlio dello zar Alessio I di Russia e della sua prima moglie Marija Il'inična Miloslavskaja. A causa della morte dei suoi fratelli maggiori, Fedor divenne zarevič e come tale fu educato. Uno dei precettori del principe ereditario fu il monaco della Russia occidentale e poeta Simeon Polockij. Accanto alle numerose discipline che come futuro zar dovette apprendere, il monaco gli insegnò anche il polacco, con il quale egli prese confidenza anche con lo stile di vita occidentale. Egli si interessava di scienza, arte e musica. Tuttavia fin da bambino era cagionevole di salute, soffrì di scorbuto ed aveva difficoltà a reggersi in piedi, a causa della debolezza dei suoi arti inferiori.

Fëdor era, come il padre, un uomo molto pio, che scrisse anche alcuni inni religiosi e fu il primo zar a verstire e pettinarsi all'occidentale. Sotto il suo regno la Russia incominciò ad avvicinarsi all'Europa, avvicinamento che fu accentuato dai suoi successori.

Governo[modifica | modifica sorgente]

In generale, a causa delle sue difficili condizioni di salute, ci si aspettava da lui un governo debole. Allorché nel 1676 morì suo padre, Fëdor gli subentrò sul trono di Russia appena sedicenne. All'inizio del suo regno egli dovette sottostare alla volontà di alcuni suoi antagonisti, specialmente Artamon Sergeevič Matveev cercò di tenere in suo potere il giovane zar.

Egli ebbe vicina la famiglia Naryschkin ed ebbe l'intenzione di porre sul trono il giovane Pietro, figlio di Alessio I e della sua seconda moglie Natal'ja Kirillovna Naryškina. In ogni caso già tre settimane dopo la sua incoronazione, fece giudicare e bandire il Matveev per corruzione ed abuso d'ufficio.

Durante il suo regno ebbero inizio molte riforme, che non poterono essere portate a termine a causa della brevità del medesimo. La riforma più importante fu l'abolizione del sistema gerarchico militare (Mestničestvo). Ulteriori riforme rafforzarono la centralizzazione dell'apparato statale e determinarono la diminuzione dell'influenza dei patriarchi. Contestualmente tuttavia queste riforme ebbero la conseguenza di peggiorare la situazione sociale delle classi più umili, che condusse alla rivolta moscovita del 1682 ed all'assunzione del potere da parte della sorella di Fëdor, Sof'ja Aleksejevna Romanova.

Una circostanza contraria fu, che egli si trovò in uno stato di guerra pressoché costante contro l'Impero ottomano, che terminò solo nel 1681 con la pace, vantaggiosa per la Russia, di Bakhchisaray.

Matrimoni e figli[modifica | modifica sorgente]

Il 28 luglio 1680 Fëdor sposò in prime nozze Agafija Grušeckaja, che gli diede un figlio, Ilja, l'11 luglio 1681 ma questi sfortunatamente morì dieci giorni dopo la nascita, seguito subito dopo dalla madre, deceduta a causa del parto. Nell'ottobre dello stesso anno Fëdor sposò in seconde nozze Marfa Matveevna Apraksina, dalla quale tuttavia non ebbe figli.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Zar di Russia Successore
Alessio I dal 1676 al 1682 Ivan V

Controllo di autorità VIAF: 59896157 LCCN: n97008558