Elena Pavlovna Romanova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zar di Russia
Romanov

Coat of Arms of Russian Empire.svg

Figli
Figli
Figli
Figli
Figli
Figli
Figli
Figli
Granduchessa Elena Pavlovna di Russia, ritratta da Vladimir Brovkovsky, 1795.

Elena Pavlovna Romanova, (in russo: Елена Павловна? (San Pietroburgo, 24 dicembre 1784Ludwigslust, 24 settembre 1803), fu granduchessa di Russia.

Famiglia d'origine[modifica | modifica wikitesto]

Elena Pavlovna era la quarta figlia dello zar Paolo I (17541801) e della zarina Marija Fëdorovna nata Sofia Dorotea di Württemberg (17591828), era sorella dei futuri zar Alessandro I e Nicola I di Russia.

La nascita di una seconda figlia fu una felice notizia per suo padre. Si diceva che la granduchessa Elena fosse molto bella, tanto che la nonna, l'imperatrice Caterina II di Russia la soprannominò "Elena di Troia". La stessa nonna paterna supervisionò anche l'educazione della nipote che, come tutte le altre principesse della sua epoca, imparò le lingue straniere, l'arte, la letteratura e la musica.

Tra tutti i suoi fratelli, tre maggiori e sei minori, Elena fu molto legata alla sorella maggiore Aleksandra.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Se i maschi reali sono passati alla storia per le loro decisioni politiche e militari, le donne hanno avuto un ruolo decisivo a unire attraverso il sangue e il matrimonio tutte le famiglie reali europee. La madre di Elena, Sofia Dorotea di Württemberg (ormai conosciuta come Maria Fëdorovna dopo il suo battesimo nella fede ortodossa), si è rivelato un ottimo sensale.

Verso la fine dell'anno 1790 Elena fu promessa in sposa a principe ereditario Federico Ludovico di Meclemburgo-Schwerin (1778-1819), figlio del granduca Federico Francesco I di Meclemburgo-Schwerin (1756-1837) e della granduchessa Luisa di Sassonia-Gotha-Altenburg (1756–1808).

Il matrimonio si celebrò nel palazzo di Gatčina il 23 ottobre del 1799.

Elena si trasferì con il marito nella città di Schwerin, dove entrò a far parte della corte, molto diversa da quella opulenta di San Pietroburgo. A parte gli sforzi per adattarsi al suo nuovo ambiente, Elena ebbe una vita matrimoniale felice, che venne presto allietata ulteriormente dalla nascita di due figli:

L'anno 1801 fu particolarmente duro per Elena, la quale perdette nel giro di pochi giorni due dei suoi famigliari. Il 16 marzo moriva di parto a Vienna l'amatissima sorella Aleksandra e, otto giorni dopo, a San Pietroburgo veniva assassinato il padre Paolo I.

Nel settembre del 1803 Elena si ammalò improvvisamente e poco tempo dopo, il 24 dello stesso mese, morì. Venne inumata nel Mausoleo Elena Pavlovna di Ludwigslust, chiamato così in sua memoria. Molti membri della dinastia Meclemburgo-Schwerin vi sono sepolti, compresa la seconda moglie di suo marito.

Elena Pavlovna ritratta da Josef Grassi nel 1802.

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Elena Pavlovna Romanova Padre:
Paolo I di Russia
Nonno paterno:
Pietro III di Russia
Bisnonno paterno:
Carlo Federico di Holstein-Gottorp
Trisnonno paterno:
Federico IV di Holstein-Gottorp
Trisnonna paterna:
Edvige Sofia di Svezia
Bisnonna paterna:
Anna Petrovna Romanova
Trisnonno paterno:
Pietro I di Russia
Trisnonna paterna:
Caterina I di Russia
Nonna paterna:
Caterina II di Russia
Bisnonno paterno:
Cristiano Augusto di Anhalt-Zerbst
Trisnonno paterno:
Giovanni Luigi I di Anhalt-Zerbst
Trisnonna paterna:
Cristina di Zeutsch
Bisnonna paterna:
Giovanna di Holstein-Gottorp
Trisnonno paterno:
Cristiano Augusto di Holstein-Gottorp
Trisnonna paterna:
Albertina di Baden-Durlach
Madre:
Sofia Dorotea di Württemberg
Nonno materno:
Federico II Eugenio di Württemberg
Bisnonno materno:
Carlo I Alessandro di Württemberg
Trisnonno materno:
Federico Carlo di Württemberg-Winnental
Trisnonna materna:
Eleonora Giuliana di Brandeburgo-Ansbach
Bisnonna materna:
Maria Augusta di Thurn und Taxis
Trisnonno materno:
Anselmo Francesco di Thurn und Taxis
Trisnonna materna:
Maria Ludovica Anna di Lobkowicz
Nonna materna:
Federica Dorotea di Brandeburgo-Schwedt
Bisnonno materno:
Federico Guglielmo di Brandeburgo-Schwedt
Trisnonno materno:
Filippo Guglielmo di Brandeburgo-Schwedt
Trisnonna materna:
Giovanna Carlotta di Anhalt-Dessau
Bisnonna materna:
Sofia Dorotea di Prussia
Trisnonno materno:
Federico Guglielmo I di Prussia
Trisnonna materna:
Sofia Dorotea di Hannover

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Dama di Gran Croce dell'Ordine di Santa Caterina - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine di Santa Caterina

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 74747016