Arcidiocesi di Minsk-Mahilëŭ

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Minsk-Mahilëŭ
Archidioecesis Minscensis Latinorum-Mohiloviensis Latinorum
Chiesa latina
Minsk Catholic Mary church.jpg
  BelarusMienskMahiliouArchdiocese.png
Diocesi suffraganee
Hrodna, Pinsk, Vicebsk
Arcivescovo metropolita Tadeusz Kondrusiewicz
Ausiliari Yury Kasabutski
Sacerdoti 66 di cui 35 secolari e 31 regolari
3.181 battezzati per sacerdote
Religiosi 43 uomini, 65 donne
Abitanti 4.800.000
Battezzati 210.000 (4,4% del totale)
Superficie 69.800 km² in Bielorussia
Parrocchie 89
Erezione 15 aprile 1783
Rito romano
Cattedrale Santo Nome di Maria
Indirizzo pl. Swobody 9, 220030 Minsk, Belarus'
Dati dall'Annuario Pontificio 2005 * *
Chiesa cattolica in Bielorussia

L'arcidiocesi di Minsk-Mahilëŭ (in latino: Archidioecesis Minscensis Latinorum-Mohiloviensis Latinorum) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2004 contava 210.000 battezzati su 4.800.000 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Tadeusz Kondrusiewicz.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi si estende in Bielorussia comprendendo le due regioni di Minsk e di Mahilëŭ i cui capoluoghi sono le città di Minsk e Mahilëŭ.

Sede arcivescovile è la città di Minsk, dove si trova la cattedrale del Santo Nome di Maria. A Mahilëŭ si trova la concattedrale dell'Assunzione di Maria Vergine e San Stanislao.

Il territorio è suddiviso in 89 parrocchie, raggruppate in 6 decanati.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi di Mahilëŭ fu eretta il 15 aprile 1783 con il breve Onerosa pastoralis officii cura di papa Pio VI. La sede di fatto dell'arcidiocesi era la città di San Pietroburgo.

La diocesi di Minsk fu eretta il 9 agosto 1798. Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Mahilëŭ.

L'arcivescovo di Mahilëŭ Eduard von der Ropp fu arrestato dalle autorità sovietiche nell'aprile del 1919 con l'accusa di attività controrivoluzionaria e rilasciato nell'ottobre dello stesso anno, grazie all'intervento del nunzio apostolico Achille Ratti, il futuro papa Pio XI.[1]

Il 1º dicembre 1921 l'arcidiocesi di Mahilëŭ cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione del vicariato apostolico della Siberia (successivamente diocesi di Vladivostok).

Le due sedi, che erano unite in persona episcopi dal 1869 al 1917, sono state unite plena unione il 13 aprile 1991 con la bolla Ex quadam di papa Giovanni Paolo II acquisendo il nome attuale. Nella stessa data l'arcidiocesi di Mahilëŭ ha ceduto porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione delle amministrazioni apostoliche di Mosca dei Latini (oggi arcidiocesi della Madre di Dio a Mosca) e di Novosibirsk dei Latini (oggi diocesi della Trasfigurazione a Novosibirsk).

Il 13 ottobre 1999 la nuova arcidiocesi ha ceduto una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Vicebsk.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

Vescovi di Minsk[modifica | modifica sorgente]

  • Jakub Ignacy Dederko † (settembre 1798 - 13 febbraio 1829 deceduto)
  • Mateusz Lipski † (28 febbraio 1831 - 21 novembre 1839 deceduto)
    • Sede vacante (1839-1852)
  • Adam Wojtkiewicz † (18 marzo 1852 - 23 dicembre 1869 deceduto)
    • Sede unita a Mahilëŭ (1869-1917)
  • Zygmunt Łoziński † (2 novembre 1917 - 28 ottobre 1925 nominato vescovo di Pinsk)
    • Boleslas Sloskans † (13 agosto 1926 - 18 aprile 1981 deceduto) (amministratore apostolico)

Arcivescovi di Mahilëŭ[modifica | modifica sorgente]

  • Stanisław Jan Siestrzeńcewicz Bohusz † (11 dicembre 1783 - 1º dicembre 1826 deceduto)
  • Kasper Kazimierz Cieciszowski † (23 giugno 1828 - 28 aprile 1831 deceduto)
    • Sede vacante (1831-1841)
  • Ignacy Ludwik Pawłowski † (1º marzo 1841 - 20 giugno 1842 deceduto)
    • Sede vacante (1842-1848)
  • Kazimierz Roch Dmochowski † (3 luglio 1848 - 24 gennaio 1851 deceduto)
  • Ignacy Hołowiński † (24 gennaio 1851 succeduto - 7 ottobre 1855 deceduto)
  • Wacław Żyliński † (18 settembre 1856 - 5 maggio 1863 deceduto)
    • Sede vacante (1863-1872)
  • Antoni Fijałkowski † (23 febbraio 1872 - 11 febbraio 1883 deceduto)
  • Aleksander Kazimierz Gintowt Dziewałtowski † (15 marzo 1883 - 26 agosto 1889 deceduto)
  • Szymon Marcin Kozłowski † (14 dicembre 1891 - 26 novembre 1899 deceduto)
  • Bolesław Hieronim Kłopotowski † (15 aprile 1901 - 24 febbraio 1903 deceduto)
  • Jerzy Józef Elizeusz Szembek † (9 novembre 1903 - 7 agosto 1905 deceduto)
    • Sede vacante (1905-1908)
  • Apolinary Wnukowski † (16 giugno 1908 - 21 maggio 1909 deceduto)
  • Wincenty Kluczyński † (7 aprile 1910 - 22 settembre 1914 dimesso)
    • Sede vacante (1914-1917)
  • Eduard Baron von der Ropp † (25 luglio 1917 - 25 luglio 1939 deceduto)
    • Sede vacante (1939-1991)

Arcivescovi di Minsk-Mahilëŭ[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 4.800.000 persone contava 210.000 battezzati, corrispondenti al 4,4% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1990 250.000 10.000.000 2,5 62 50 12 4.032 12 162
1999 350.000 6.200.000 5,6 73 39 34 4.794 54 90 132
2000 210.000 4.800.000 4,4 51 28 23 4.117 42 52 79
2001 210.000 4.800.000 4,4 58 31 27 3.620 41 68 79
2002 210.000 4.800.000 4,4 56 31 25 3.750 35 54 84
2003 210.000 4.800.000 4,4 66 32 34 3.181 44 60 84
2004 210.000 4.800.000 4,4 66 35 31 3.181 43 65 89

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Yves Chiron, Pio XI. Il papa dei Patti Lateranensi e dell'opposizione ai totalitarismi, San Paolo, 2006, p. 106

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi