Diocesi della Trasfigurazione a Novosibirsk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi della Trasfigurazione a Novosibirsk
Dioecesis Neosibiriana Transfigurationis
Chiesa latina
NovosibirskCatholicCathedral-2.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi della Madre di Dio a Mosca
  Roman Catholic Diocese of Transfiguration at Novosibirsk.PNG
Vescovo Joseph Werth, S.J.
Sacerdoti 41 di cui 21 secolari e 20 regolari
12.195 battezzati per sacerdote
Religiosi 22 uomini, 75 donne
Diaconi 2 permanenti
Abitanti 25.000.000
Battezzati 500.000 (2,0% del totale)
Superficie 2.000.000 km² in Russia
Parrocchie 216
Erezione 13 aprile 1991
Rito romano
Cattedrale Trasfigurazione
Indirizzo ul. Gorkogo 100, 630099 Novosibirsk, Russia
Dati dall'Annuario Pontificio 2011 * *
Chiesa cattolica in Russia

La diocesi della Trasfigurazione a Novosibirsk (in latino: Dioecesis Neosibiriana Transfigurationis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi della Madre di Dio a Mosca. Nel 2010 contava 500.000 battezzati su 25.000.000 di abitanti. È attualmente retta dal vescovo Joseph Werth, S.J.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende un territorio molto vasto comprensivo della parte occidentale della Siberia.

Sede vescovile è la città di Novosibirsk, dove si trova la cattedrale della Trasfigurazione.

Il territorio si estende su 2.000.000 km² ed è suddiviso in 216 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'amministrazione apostolica di Novosibirsk dei Latini fu eretta il 13 aprile 1991 con la bolla Iam pridem Decessor di papa Giovanni Paolo II, ricavandone il territorio dalla diocesi di Vladivostok e dall'arcidiocesi di Mahilëŭ (oggi arcidiocesi di Minsk-Mahilëŭ).

Il 18 maggio 1999 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'amministrazione apostolica della Siberia Orientale (oggi diocesi di San Giuseppe a Irkutsk) e contestualmente assunse il nome di amministrazione apostolica della Siberia Occidentale.

L'11 febbraio 2002 per effetto della bolla Animarum bonum dello stesso papa Giovanni Paolo II è stata elevata a diocesi e ha assunto il nome attuale.

Il 27 giugno 2004 il vescovo Joseph Werth ha ordinato i primi due sacerdoti autoctoni della diocesi.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Joseph Werth, S.J., dal 13 aprile 1991

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 25.000.000 di persone contava 500.000 battezzati, corrispondenti al 2,0% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1999 1.000.000 25.290.000 4,0 44 22 22 22.727 1 28 61 178
2001 1.000.000 25.290.000 4,0 58 44 14 17.241 1 18 76 155
2002 500.000 25.290.000 2,0 47 28 19 10.638 1 23 53 135
2003 500.000 25.290.000 2,0 49 30 19 10.204 2 24 54 199
2004 500.000 25.290.000 2,0 50 28 22 10.000 2 25 82 218
2010 500.000 25.000.000 2,0 41 21 20 12.195 2 22 75 216

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi