Alpha Dog

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alpha Dog
Alpha Dog.PNG
Il rapimento di Zack Mazursky
Titolo originale Alpha Dog
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2006
Durata 122 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2.35 : 1
Genere drammatico, poliziesco
Regia Nick Cassavetes
Soggetto Nick Cassavetes
Sceneggiatura Nick Cassavetes
Produttore Sidney Kimmel, Chuck Pacheco
Produttore esecutivo Robert Geringer, Marina Grasic
Casa di produzione Sidney Kimmel Entertainment, A-Mark Entertainment, Alpha Dog LLC, VIP 2 Medienfonds
Distribuzione (Italia) Moviemax
Fotografia Robert Fraisse
Montaggio Alan Heim
Effetti speciali David A. Brooke
Musiche Aaron Zigman
Tema musicale Over the Rainbow (Eva Cassidy)
Scenografia Dominic Watkins, Alan Petherick
Costumi Sara Jane
Trucco Michele Tyminski
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Alpha Dog è un film del 2006 diretto da Nick Cassavetes, con Bruce Willis, Emile Hirsch, Justin Timberlake, Anton Yelchin, Shawn Hatosy, Sharon Stone e Harry Dean Stanton.

Il film è ispirato alla storia vera di Jesse James Hollywood, un giovane spacciatore di marijuana californiano.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Johnny Truelove è il figlio dell'ex-galeotto Sonny Truelove. Il film si apre con un interrogatorio tra un intervistatore anonimo e Sonny, il quale difende a spada tratta il figlio sminuendo i crimini di cui si era realmente macchiato: spaccio e altro ancora.

Inizia dunque un lungo flashback: Johnny è circondato da tre suoi amici fidati. Frankie è l'amico più stretto, Tiko - detto TKO - è il protettore, mentre Elvis è un insicuro che Johnny conosce dalle elementari, costantemente preso in giro dagli amici. In particolare, TKO e Frankie pensano che Elvis sia omosessuale, a causa dell'attaccamento che ha nei confronti del loro leader. Johnny controlla il traffico di marijuana in tutta la California e si fa rifornire dal padre e da un amico di famiglia, Cosmo.

Jake torna dal padre, dalla madre adottiva e dal fratello minore, il quindicenne Zack. Poco dopo il suo arrivo, va a chiedere al padre dei soldi, che servirebbero a saldare un debito di 800 dollari con Johnny. Il padre glieli nega sotto pressione della moglie, pensando che servano a comprare altra droga.

Infuriato, Jake va via e si reca a casa di Johnny, per chiedergli di prolungare la scadenza del suo debito. Johnny perde il controllo e si prendono a pugni. Solo il tempestivo intervento di Elvis e Frankie placherà la situazione già esplosiva. Jake promette vendetta e scappa dalla casa.

Dopo cena, Zack va a trovare il fratello maggiore. A casa di Jake, Zack si sfoga dicendo quanto sua madre sia attaccata a lui e di quanto poco la sopporti. Jake lascia che il fratello si ubriachi e si droghi: sua madre però chiama a casa di Jake intimandogli di portare subito a casa Zack.

Jake lo riaccompagna e i genitori scoprono che Zack è ubriaco. La matrigna allontana allora definitivamente Jake, chiedendogli di non tornare più perché non vuole che il fratello minore finisca come lui. Zack va a dormire, dimenticando un bong all'interno della sua giacca.

Quella sera stessa, dopo essere andato a mangiare fuori, Johnny riceve l'inaspettata visita di Jake, che, pensando che il suo nemico sia fuori casa, ruba un televisore ad alta definizione e defeca sulla moquette. Johnny vorrebbe sparargli, ma evita, vedendo quanto sia infuriato. Inoltre, Johnny è da solo, mentre Jake è accompagnato da altri amici.

La mattina dopo, i genitori di Zack rinvengono la pipa e cercano di parlare con lui, suscitando invece le sue ire. Il ragazzo scappa di nascosto dalla finestra di casa, cercando di fuggire da una famiglia che, a parer suo, lo opprime.

Nello stesso tempo Frankie e TKO scoprono (Johnny finge di non aver visto nulla) ciò che ha fatto Mazursky in casa sua e giurano vendetta nei confronti del debitore. Johnny vuole lasciare la città perché troppe persone come Mazursky conoscono il suo indirizzo e lascia Elvis ad occuparsene. Frankie propone di andare a trovare Mazursky a Palm Springs, in California, dove nel fine settimana si svolge la Fiesta, una fiera locale, ed è possibile trovare il nemico, magari circondato da ragazze disponibili ad un rapporto. Johnny si fa convincere e parte per la Fiesta con TKO e Frankie, lasciando Elvis a casa sua.

Mentre cercano di uscire dal circuito viario, i tre ragazzi rintracciano il giovane Zack che cammina da solo in un parco. Questa è l'occasione migliore per vendicarsi dei danni subiti: Johnny e TKO lo atterrano e iniziano a prenderlo a pugni, mentre Frankie cerca di coprire gli amici. Johnny carica allora Zack sul furgone che usano per muoversi e decide di tenere in pegno il ragazzo sino a quando non avrà nuove notizie di Mazursky.

Frankie pensa che il posto migliore per tenere la "carne fresca" sia la casa di un suo amico, Chucky Mota. Johnny si dirige lì. Giunti a casa di Mota, Johnny e compagnia legano e imbavagliano il ragazzo e Chuck, scoperto cosa sta succedendo, si reca alla Fiesta con un suo amico gay e alcune amiche. A casa Mazursky però i genitori si iniziano a preoccupare e chiamano la polizia. Visto che Zack si comporta bene, Frankie decide di liberarlo e di farlo giocare un po' alla Xbox, nonostante il parere contrario di Johnny.

Zack inizia a fare amicizia con Frankie, che gli offre da bere e fumare. Dopo essere stati un po' in giro durante la fiera, Zack e Frankie si recano a casa di quest'ultimo per la notte, trovando il padre di questo che sta avendo un rapporto con due amiche. Frankie va a dormire, accogliendo Zack in camera sua.

Il giorno dopo, Frankie mostra al suo nuovo amico la piantagione di marijuana che il padre coltiva e gli propone di aiutarlo a raffinarne un po', che useranno la sera successiva ad una festa. Tra i tanti partecipanti vi sono anche la ragazza di Frankie, Susan, Julie e Sabrina. Zack si mostra subito interessato alle ultime due e cerca di stringere con loro un'amicizia, che si rinforza quando tutte e tre scoprono per caso che Zack è un "ragazzo rapito", dato che la cosa crea attorno a lui un alone di mistero.

Johnny inizia ad essere ossessionato dall'idea di poter finire in prigione per il rapimento che ha organizzato. Si informa con un suo avvocato e scopre che il rischio parte dai 25 anni e arriva all'ergastolo. Inizia dunque a meditare sull'idea di poter uccidere Zack.

Il padre di Frankie chiede a suo figlio di sgomberare la casa e quindi Frankie fa alloggiare Zack in un motel al centro cittadino. Prima di andar via di casa, egli riceve la visita di Johnny, che gli chiede se è disposto a uccidere il ragazzo rapito per 2.500 dollari. Frankie rifiuta, perché oltre ad aborrire l'omicidio, è ormai diventato amico di Zack. Johnny rivela allora che è tutto uno scherzo e Frankie gli propone di dare invece dei soldi al ragazzo affinché dica ai genitori di essere scappato con una ragazza per una fuga amorosa. Johnny pensa allora che il problema sia risolto. Susan fa intanto giurare a Frankie che nessuno dei suoi amici dovrà mai far del male a Zack.

La sera si svolge dunque la festa, alla quale partecipa anche Keith Stratten, un altro amico di Frankie e Zack. A casa Mazursky, Olivia chiede a Jake di ritrovare Zack, sempre che egli ne sappia qualcosa. Zack rinsalda la sua amicizia con Julie e Sabrina e va dunque a dormire, sfinito della giornata. Il giorno dopo, Johnny chiama Jake, che infuriato gli chiede che fine abbia fatto suo fratello. Johnny risponde di non saperne nulla, ma allarmato dalla possibilità che Jake possa spifferare qualcosa alla polizia, chiama Elvis e gli chiede di uccidere il ragazzo, ovviamente dietro compenso.

Elvis non rifiuta e si dirige a Palm Springs, mentre si prepara un'ennesima festa. Non appena Frankie sa della notizia si rifiuta di crederci e nega la sua collaborazione: l'unica cosa che lo porta ad affiancarsi agli amici è il fatto che egli è ormai dentro la situazione e nulla potrà ormai togliere di mezzo l'opprimente ombra dell'ergastolo.

Durante la festa, Zack si ubriaca, si droga e fa un'orgia in piscina con Julie e Alma, amica di Julie appena conosciuta. Sembra che vada tutto a gonfie vele, sino a quando non si profila all'orizzonte l'ombra di Elvis, che apparentemente dovrà riaccompagnare il ragazzo a casa, su ordine di Johnny. Prima di ciò, l'amico fidato dell'Alpha Dog si dirige insieme a Frankie a scavare una fossa dove seppellire Zack. Frankie si rifiuta e scappa: Elvis costringe Keith, venuto per avere un passaggio, a scavare la fossa con lui.

Poco dopo, Frankie ritorna da Zack. Questi sta guardando in televisione Austin Powers e l'amico gli chiede di andargli a comprare le sigarette o di fare un giro in città: tutti escamotage per evitare che Elvis lo trovi e lo porti con sé per farlo fuori. Elvis arriva al motel e prende Zack. Giunti poco lontano dalla città, Elvis e Frankie salgono una collina, dove Zack intuisce che ci sia qualcosa che non vada: complice anche il fatto che Keith si mette a piangere sulle spalle di Zack. Quest'ultimo supplica ripetutamente il suo amico di non fargli del male, ma questi gli dice che lo dovrà legare per finta.

Johnny, uscito a cena con la sua ragazza, Angela, torna a casa e trova suo padre, che gli chiede di rilasciare il ragazzo e revocare l'ordine di uccisione.

Ma è troppo tardi: Zack si fa legare e riceve una vangata alla nuca da parte di Elvis, che lo fredda con una pistola mitragliatrice. Frankie, Elvis e Keith scappano. Il giorno dopo viene ritrovato il corpo del ragazzo.

Tutti i membri della banda dell'Alpha Dog vengono arrestati o condannati a morte: Elvis viene preso mentre cerca di scappare a casa di un amico; Frankie viene beccato dall'FBI mentre faceva una passeggiata nel quartiere e Keith viene prima tenuto sotto interrogatorio e poi arrestato per aver collaborato. Persino Bobby "911", che aveva soltanto visto il ragazzo viene arrestato. Tiko, che aveva contribuito al rapimento del ragazzo viene arrestato e condannato a nove anni di galera. La polizia continua a cercare Johnny, che sembra essere svanito nel nulla. Vengono ripetuti più e più volte gli interrogatori al padre Sonny e ai testimoni (che durante il film venivano elencati scena per scena). Il leader si è nascosto in Paraguay per cinque anni, al termine dei quali viene trovato e consegnato alle autorità statunitensi.

Dopo i titoli di coda appare una dedica a Nicholas Markowitz, il vero Zack Mazursky interpretato da Anton Yelchin, che recita:

«Per Nickey, possa la tua anima essere benedetta».

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatura[modifica | modifica wikitesto]

Il regista e sceneggiatore Nick Cassavetes assistette in diretta televisiva agli sviluppi sul rapimento Markowitz ed il conseguente omicidio e decise di scrivere una storia che raccontasse dal punto di vista dei rapitori ciò che era avvenuto.[1]

Cast[modifica | modifica wikitesto]

  • Emile Hirsch nel ruolo di Johnny Truelove: Johnny è il mandante del rapimento di Zack. La controparte reale di Johnny è Jesse James Hollywood, attualmente incarcerato in California ed è stato condannato all'ergastolo nel 2009 per rapimento aggravato e omicidio, con l'aiuto degli avvocati è riuscito ad evitare la pena di morte.
  • Justin Timberlake nel ruolo di Frankie Ballenbacher: Frankie è uno dei migliori amici di Johnny e stringe un forte legame di amicizia con Zack Mazursky, il ragazzo rapito. La controparte reale di Frankie è Jesse Rugge, che è stato condannato all'ergastolo, con la possibilità di processo dopo cinque anni di prigione.
  • Fernando Vargas nel ruolo di Tiko Martinez: Martinez è uno dei migliori amici di Johnny ed è lui che cattura Zack Mazurksy. La controparte reale di Tiko è William Skidmore, in prigione fino al 2011.
  • Shawn Hatosy nel ruolo di Elvis Schmidt: Elvis è un amico di Johnny dalla scuola elementare e obbedisce all'amico in ogni cosa, tanto che si è guadagnato la fama di "tirapiedi di Johnny". Molti dei suoi amici lo prendono in giro sostenendo che egli è omosessuale, a causa del profondo legame che ha con Johnny. L'occasione che Johnny gli porge davanti, quella di uccidere Zack, sarebbe un'ottima situazione per dimostrare che egli è un vero uomo. La controparte reale di Elvis è Ryan Hoyt, ancora oggi incarcerato nel braccio della morte nella San Quentin Prison (California) in attesa dell'esecuzione.
  • Anton Yelchin nel ruolo di Zack Mazursky: Zack è il fratello minore di Jake Mazursky. I genitori cercano di tenerlo lontano dal mondo di droga ed alcol del fratello maggiore, ma per contrappasso lo allontanano da loro stessi. Durante una fuga, Zack verrà rapito da Johnny e ucciso da Elvis. La controparte reale di Zack è Nicholas Markowitz, ucciso da Ryan Hoyt alla fine del 2000.
  • Bruce Willis nel ruolo di Sonny Truelove: Sonny è il padre di Johnny e per anni ha gestito lui il traffico di marijuana nella costa ovest degli Stati Uniti. La controparte reale di Sonny è John "Jack" Hollywood.
  • Sharon Stone nel ruolo di Olivia Mazursky: Olivia è la madre iperprotettiva di Zack, che si sente morire quando le portano via il figlio. La controparte reale di Olivia è Susan Markowitz.
  • Ben Foster nel ruolo di Jake Mazursky: il fratello maggiore di Zack Mazursky. La controparte reale di Jake è Benjamin Markowitz. Per prepararsi al ruolo di Jake, Foster assunse realmente metanfetamine per un breve periodo.[2]
  • Chris Marquette nel ruolo di Keith Stratten: Keith è un amico di Frankie e stringe una profonda amicizia con Zack, tanto da non assistere all'omicidio. La controparte reale di Keith è Graham Pressley, in prigione fino al 2011.
  • Harry Dean Stanton nel ruolo di Cosmo Gadabeeti: Cosmo è l'amico di famiglia dei Truelove ed in particolare di Sonny. La controparte reale di Cosmo è John Roberts.

Il processo è attualmente in corso a Santa Barbara, California, dove è accaduto il crimine, e l'avvocato difensore di Hollywood, James Blatt, stava considerando l'opzione di chiamare a testimoniare Justin Timberlake e Nick Cassavetes (protagonista e regista della pellicola ispirata al caso), avendo costoro partecipato a varie interviste con i reali protagonisti della vicenda durante le riprese del film.[3] Il giudice ha però ritenuto tali testimonianze irrilevanti e ha quindi escluso la possibilità di avere attori o star del cinema al processo. Jesse James Hollywood sta invece testimoniando in questi giorni, raccontando la sua versione dei fatti che si discosta sostanzialmente da come era stato raffigurato nel film.[4]

Gli attori Courtney Cox, Vincent Laresca, Tzi Ma e Musetta Vander, erano inizialmente stati inseriti nel cast del film, ma a causa del posticipo delle riprese non hanno potuto prendere parte alla pellicola in quanto impegnati sul set di altri film.

Regia[modifica | modifica wikitesto]

Il film è girato in uno stile a tratti documentaristico. Per conferire ad ogni singola scena un'aura di veridicità, il regista ha inserito per ogni singolo personaggio che appare nella pellicola una sorta di "etichetta" che mostra a che grado di sospetto sia o il numero del testimone nel registro dell'FBI. In una scena dove Sharon Stone e Ben Foster litigano, Cassavetes, il regista, richiese che la Stone desse un vero pugno al naso di Foster affinché la scena sembrasse più realistica. Alla fine, la scena venne però tagliata.[2] Tra gli altri casi di "regia estrema" ritroviamo quello di Ben Foster, che rischiò di perdere la vista[2] a causa della somministrazione - durante molte delle riprese - di collirio anti-glaucoma allo scopo di dilatare le sue pupille, che dovevano mostrare quanto fosse dipendente dalla droga.[2] Per questo, avrebbe parlato con Cassavetes, durante le riprese, ad occhi chiusi.[2]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora originale è stata composta da Aaron Zigman, ma il film contiene anche altre tracce che spaziano dal rock al rap. Le tracce sono le seguenti:

  1. Over the Rainbow (Eva Cassidy)
  2. Enemy and I (Lazarus)
  3. Bullet and a Target (Citizen Cope)
  4. Jake Breaks In (Paul Bushnell - composta per la pellicola)
  5. Caribou Lou (Tech N9ne)
  6. Revolving (Paul Bushnell)
  7. Slither (Tech N9ne)
  8. Liar (Myredis Peguero e Paul Graham)
  9. Winner (Paul Bushnell)
  10. Let's Chill (Mic Holden, Maya e Renee Rogers)
  11. Dragonfly (Myredis Peguero e Paul Bushnell)
  12. La La Land (Tech N9ne feat. Gina Cassavetes)
  13. Pool Party (Mic Holden)
  14. Never Give Up (Mic Holden)
  15. At the Sitedriving to the Site (Aaron Zigman)
  16. We Are the Lost (Lawrence Faljean)
  17. Basketball (Lowd)
  18. Cookie Monster (Paul Graham e Paul Bushnell)
  19. Elvis Arrested (Aaron Zigman)
  20. Weightlifting (Lowd)
  21. Marco Polo (Lowd e Cassie Simone)
  22. Night and Day (Tech N9ne)
  23. Say Goodbye Hollywood (Eminem)

Collegamenti ad altre pellicole[modifica | modifica wikitesto]

Slogan promozionali[modifica | modifica wikitesto]

  • «Inspired by true events»
    «Tratto da una storia vera»;
  • «How did a crime with this many witnesses go so far?»
    «Come è stato possibile che un crimine con così tanti testimoni si sia spinto così oltre?»;
  • «How did it ever go so far?»
    «Come è stato possibile spingersi così oltre?»;
  • «One crime. 3 days. 38 witnesses»
    «Un crimine. 3 giorni. 38 testimoni».

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Margherita Vetrano, Deserto di anime. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  2. ^ a b c d e Curiosità for Alpha Dog (2006). URL consultato il 12 gennaio 2008.
  3. ^ New Witness Surfaces in Hollywood Murder Trial. URL consultato il 18 giugno 2009.
  4. ^ Hollywood Tells His Story. URL consultato il 24 giugno 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Jan Lumholdt, Utdragen Uppgörelse Om Knark, Svezia, Svenska Dagbladet, 16 marzo 2007.
  • Peter Travers, Alpha Dog (**): A Bogus Crime Flick, But - Get This - Justin Timberlake Rocks It, New York, Rolling Stone, pp. 80, 25 gennaio 2007.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema