Amber Heard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Amber Heard nel 2010

Amber Heard (Austin, 22 aprile 1986) è un'attrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Amber Laura Heard nasce il 22 aprile del 1986 ad Austin, in Texas. Il padre David è un noto imprenditore della città, mentre la madre Paige è impiegata dello Stato del Texas. Amber cresce in un ambiente cattolico frequentando la scuola privata St. Michael's Catholic Academy. Lascia la scuola a 16 anni, ancor prima di ottenere il diploma, per andare a New York e lavorare come modella. A 17 anni si trasferisce a Los Angeles per perseguire la carriera di attrice.

È un'attivista nell'ambito dei diritti civili, soprattutto in riferimento alle coppie omosessuali. Nel 2008 ha partecipato alle manifestazioni contro il risultato referendario della California Proposition 8. Il suo nome è legato a diverse associazioni, tra cui Gay & Lesbian Alliance Against Defamation, Amnesty International, Girl Up, Human Rights Campaign, Habitat for Humanity.[1] A poche settimane dalla messa in onda di The Playboy Club, le sono state mosse molte critiche da parte di associazioni femministe e di aggregazioni religiose; particolare disprezzo è stato espresso dalla leader del movimento femminista degli anni sessanta, Gloria Steinem; in risposta a tali critiche la Heard ha ribattuto di considerarsi lei stessa una femminista e che, pur rispettando la Steinem, crede che i tempi siano cambiati e che sia necessario dunque un cambiamento nel modo di agire del movimento per i diritti delle donne.[2]

Amber Heard nel 2009

Nel 2010 Amber Heard ha fatto coming out durante la serata di gala per il 25º anniversario della Gay & Lesbian Alliance Against Defamation, rivelando la propria bisessualità.[3] A proposito della sua sessualità, ha dichiarato: «ho avuto relazioni di successo con gli uomini, ed adesso con una donna. Amo chi mi piace, è la persona che conta».[4] In seguito alle sue dichiarazioni durante la cerimonia dei GLAAD Awards, il nome della Heard è stato erroneamente accompagnato dalla definizione di "lesbica" sui media internazionali. L'attrice ha però ammesso di sentirsi infastidita da ciò, in quanto «libera da etichette».[5] Nello stesso periodo ha dichiarato che la comprensione da parte dei genitori rispetto alla sua sessualità non è stata immediata, essendo una famiglia di tradizione cattolica.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

La sua carriera da attrice inizia con una serie di comparse in videoclip, film e serie televisive. Nel 2004 ottiene il ruolo di Liz nell'episodio pilota di Jack & Bobby, appare nella serie TV The Mountain e in un episodio della serie The O.C.. Nello stesso anno è nel cast del suo primo film, Friday Night Lights. Nel 2005 appare in Side FX, film horror indipendente, nel ruolo di Shay. Nello stesso anno e nei due successivi avrà altri ruoli marginali in Dead Sexy - Bella da morire, Price to Pay e You Are Here. Viene notata dal pubblico per i suoi ruoli in North Country - Storia di Josey (2005) con Charlize Theron e in Alpha Dog. Nel 2006 appare in un episodio della serie Criminal Minds. Nello stesso anno è la protagonista dell'horror indipendente All The Boys Love Mandy Lane; la pellicola, presentata al Toronto Film Festival, riceve critiche positive, nonostante ciò non raggiunge i cinema e viene distribuita direct-to-video solo nel 2008.

Acquisisce una certa popolarità nel 2007 con Hidden Palms, serie televisiva dove interpreta Greta Matthwes; per ottenere la parte ha dovuto seguire una dieta rigida, della durata di quattro mesi, durante i quali ha perso circa 12 chili. Appare inoltre nel film Remember the Daze, il quale partecipa al Los Angeles Film Festival e ha una distribuzione limitata nelle sale cinematografiche nell'aprile del 2008.

Nel 2008 è nel cast della commedia Strafumati ed in Never Back Down - Mai arrendersi. Nello stesso anno appare in un episodio della serie televisiva Californication, oltre ad essere la co-protagonista del film The Joneses al fianco di Demi Moore. Nel 2009 partecipa a The Informers - Vite oltre il limite, film ispirato al romanzo Acqua dal sole di Bret Easton Ellis. La pellicola non ottiene ottime critiche, inoltre Amber appare prevalentemente senza veli e in scene di sesso. Qualche anno dopo l'attrice rivela durante un'intervista di essere rimasta delusa dal risultato della produzione e di aver valutato male il suo ruolo, che invece nel romanzo originale ha una certa rilevanza.[6] Il 2010 la vede protagonista e produttrice del film indipendente And Soon the Darkness, remake dell'omonimo thriller del 1970. Il film viene distribuito direttamente in home video e non ottiene ottime critiche. Nello stesso anno, a dicembre, esce The Ward - Il reparto, horror diretto da John Carpenter di cui è protagonista.

Nel 2011 arriva alla grande popolarità mondiale. Prima è co-protagonista, al fianco di Nicholas Cage, di Drive Angry, e successivamente recita con Johnny Depp in The Rum Diary - Cronache di una passione, tratto dall'omonimo romanzo dello scrittore Hunter Stockton Thompson. Nel mese di febbraio viene inoltre ingaggiata per essere la protagonista dell'episodio pilota di The Playboy Club,[7] serie televisiva ambientata nell'omonimo club di Chicago degli anni sessanta e ideata dagli stessi autori di Mad Men; poche settimane dopo, la NBC comunica di aver ordinato la produzione di una stagione completa della serie. Oltre al cinema e alla televisione l'attrice è impegnata anche in ambito pubblicitario: diventa infatti il volto di Guess? per la campagna autunnale; per l'occasione viene ritratta dalla celebre fotografa Ellen Von Unwerth.[8] A giugno dello stesso anno è impegnata a New York sul set di Syrup, adattamento cinematografico dell'omonima opera letteraria di Max Barry, in cui Amber interpreta il ruolo di 6.[9]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Amber Heard è stata doppiata da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Causes, amberheardofficial.com. URL consultato l'11 febbraio 2011.
  2. ^ (EN) Novid Parsi, Amber Heard interview in timeoutchicago.com, 7 settembre 2011. URL consultato il 9 settembre 2011.
  3. ^ (EN) J. Halterman, Exclusive: Amber Heard talks about being out in Hollywood in AfterEllen.com, 4 dicembre 2010. URL consultato il 6 dicembre 2010.
  4. ^ (EN) Andrew Williams, Amber Heard: I've dated men and now I'm in a relationship with a woman in metro.co.uk, 23 febbraio 2011. URL consultato il 19 aprile 2011.
  5. ^ (EN) Mark Malkin, Playboy Club's Amber Heard: Has Girlfriend, but Don't Call Her a Lesbian in it.eonline.com, 17 agosto 2011. URL consultato il 9 settembre 2011.
  6. ^ (EN) Amber Heard makes both sexes drool in Esquire in guyism.com. URL consultato il 10 febbraio 2011.
  7. ^ (EN) Marty Shaw, Amber Heard and Naturi Naughton in Playboy in boomtron.com, 7 febbraio 2011. URL consultato il 10 febbraio 2011.
  8. ^ (EN) Amber Heard: Guess' New Face! in justjared.buzznet.com, 23 marzo 2011. URL consultato il 13 giugno 2011.
  9. ^ (EN) "Syrup" - Cast, imdb.com. URL consultato il 13 giugno 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 75796281 LCCN: n2008084109