WWE Raw Women's Championship

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da WWE Women's Championship)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altro, vedi WWE Women's Championship (1956-2010).
L'attuale campionessa Alexa Bliss al suo primo regno

Il WWE Raw Women's Championship[1] è il titolo di wrestling per la categoria femminile della WWE ed esclusivo del roster di Raw, e al 29 maggio 2017 è detenuto da Alexa Bliss, che è al suo primo regno come campionessa.

È stato introdotto il 3 aprile 2016 a WrestleMania 32 con il nome WWE Women's Championship per rimpiazzare il WWE Divas Championship,[2][3] che nel luglio 2008 era stato introdotto a SmackDown durante la prima brand extension (in quanto l'originale WWE Women's Championship della WWE era esclusiva di Raw),[4] prima che i due titoli venissero unificati il 19 settembre 2010 a Night of Champions e il Women's Championship venne ritirato in favore del Divas Championship.[5][6] Questo WWE (Raw) Women's Championship ha una propria storia, lignaggio e albo d'oro separati dal precedente Women's Championship.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 aprile 2016 la WWE Hall of Famer Lita ha ricapitolato la storia femminile del wrestling e ha introdotto questo nuovo titolo, affermando che le wrestler donne della WWE non dovrebbero più essere chiamate con il termine di "WWE Diva", bensì come le loro controparti uomini, che sono noti come "WWE Superstar".[2] Ciò è avvenuto dopo che il termine "Diva" era stato criticato da opinionisti, fan e diverse wrestler donne della WWE del passato e del presente, inclusa l'allora detentrice del Divas Championship Charlotte, la quale si è detta a favore del cambio di nome in Women's Championship.[7] È stato cambiato anche perché alcune wrestler donne della WWE sentivano che il termine "Diva" non metteva in risalto le loro abilità atletiche e che le relegava a essere donne di bell'aspetto.[8][9] Lita ha quindi annunciato che la vincitrice del triple threat match tra Charlotte, Becky Lynch e Sasha Banks sarebbe diventata la prima detentrice del nuovo WWE Women's Championship, ritirando allo stesso tempo il Divas Championship.[2][10] Charlotte avrebbe poi vinto il titolo in un incontro lodato da critici e fan.[10][11][12]

Il titolo condivide il nome con il vecchio Women's Championship, ma non la stessa storia né lo stesso albo d'oro, che si ferma al settembre 2010,[4] quando fu unificato con il Divas Championship e ufficialmente ritirato.[5] La WWE ha tuttavia riconosciuto il vecchio Women's Championship come suo predecessore, notando che il lignaggio del nuovo titolo risale al regno come campionessa di The Fabulous Moolah nel 1956.[2] La WWE Hall of Famer e sette volte detentrice del vecchio Women's Championship Trish Stratus ha approvato la scelta della WWE.[13] Il 5 settembre 2016 il titolo è stato rinominato WWE Raw Women's Championship, a seguito della creazione del WWE SmackDown Women's Championship per il roster di SmackDown Live.

Regni[modifica | modifica wikitesto]

Charlotte, la campionessa inaugurale

Charlotte, oltre ad essere stata la campionessa inaugurale, detiene il record per il regno più lungo di sempre con 113 giorni, mentre Sasha Banks detiene il record per il regno più breve con 20 giorni. Charlotte, inoltre, detiene il record del maggior numero di regni con 4. Charlotte è la campionessa più anziana, avendo il titolo a 30 anni, mentre Alexa Bliss è la campionessa più giovane, avendo vinto il titolo all'età di 25 anni.

Cintura che rappresenta il titolo[modifica | modifica wikitesto]

La cintura è molto simile a quella del WWE Championship con la differenza che essa è di cuoio bianco mentre la parte anteriore è a sfondo rosso, mentre sono presenti le placche personalizzabili ai lati della cintura (come nel WWE Championship); la cintura è inoltre più piccola e sotto il logo WWE si legge la scritta «Women's Champion» ("campionessa femminile").[2]

Roster in cui il titolo è stato esclusivo[modifica | modifica wikitesto]

In seguito alla seconda brand extension nel luglio 2016,[14][15] che portò il 19 luglio di quello stesso anno anche al ritorno del draft,[16] l'allora detentrice del WWE Women's Championship Charlotte è stata scelta da Raw, rendendolo di fatto esclusivo di tale roster.[17]

Colori

Il titolo è passato a Raw
Data Note
4 aprile 2016 La detentrice del WWE Women's Championship poteva tecnicamente difendere il titolo sia a Raw sia a SmackDown, sebbene ciò non sia mai avvenuto.[18]
19 luglio 2016 L'allora detentrice del WWE Women's Championship Charlotte passò a Raw durante il draft del 2016.[17] Il 5 settembre 2016, a seguito della creazione del WWE SmackDown Women's Championship per il roster di SmackDown Live, il titolo è stato rinominato WWE Raw Women's Championship.

Campionessa in carica[modifica | modifica wikitesto]

L'attuale campionessa è Alexa Bliss, che è nel suo primo regno. Ha sconfitto la precedente campionessa Bayley a Payback, svoltosi il 30 aprile 2017 a San Jose in California.

Nomi[modifica | modifica wikitesto]

Nome Anni
WWE Women's Championship 3 aprile 2016 – 5 settembre 2016
WWE Raw Women's Championship 5 settembre 2016 – presente

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 29 maggio 2017.[1]

Simboli Significato
<1 Indica che il regno titolato è durato meno di un giorno
Legenda
# Indica il numero del regno titolato
Regno Viene indicato il numero del regno del campionessa
Data La data in cui il titolo è stato vinto; nel caso il titolo è stato vinto in un evento registrato viene indicata anche la data della messa in onda.
Località La città in cui il titolo è stato vinto
Evento L'evento dove ha conquistato il titolo
Note Vengono inserite informazioni come cambio di nome del titolo o cambio della cintura, oltre a specificare in quale incontro (diverso da un match singolo) il titolo è stato vinto
Fonti Fonti che ne attestino la veridicità
# Campionessa Regno Data Giorni Località Evento Note Fonti
1 Charlotte 1 3 aprile 2016 113 Arlington, TX WrestleMania 32 Charlotte ha sconfitto Becky Lynch e Sasha Banks in un Triple Threat match per l'assegnazione del titolo. Di conseguenza il WWE Divas Championship, allora detenuto da Charlotte, è stato ritirato. Il 19 luglio 2016 il titolo è diventato un'esclusiva di Raw. [1][10]
2 Sasha Banks 1 25 luglio
2016
27 Pittsburgh, PA Raw [19]
3 Charlotte 2 21 agosto 2016 43 Brooklyn, NY SummerSlam Il 5 settembre 2016 il titolo è stato rinominato WWE Raw Women's Championship, a seguito della creazione del WWE SmackDown Women's Championship per il roster di SmackDown Live. [20]
4 Sasha Banks 2 3 ottobre 2016 27 Los Angeles, CA Raw [21]
5 Charlotte Flair 3 30 ottobre 2016 29 Boston, MA Hell in a Cell In un Hell in a Cell match. Charlotte Flair era precedentemente nota come Charlotte. [22]
6 Sasha Banks 3 28 novembre 2016 20 Charlotte, NC Raw In un Falls Count Anywhere match. [23]
7 Charlotte Flair 4 18 dicembre 2016 57 Pittsburgh, PA Roadblock: End of the Line In un 30-minute Iron Woman match vinto per 3-2 nei minuti supplementari. [24]
8 Bayley 1 13 febbraio 2017 76 Las Vegas, NV Raw [25]
9 Alexa Bliss 1 30 aprile 2017 29 San Jose, CA Payback [26]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 29 maggio 2017.[1]

Primato Detentrice Numeri
Prima campionessa Charlotte (Flair) 3 aprile 2016
Maggior numero di regni Charlotte (Flair) 4
Regno più lungo Charlotte (Flair) 113 giorni
Regno più breve Sasha Banks 20 giorni
Campionessa più anziana Charlotte (Flair) 30 anni, 138 giorni
Campionessa più giovane Sasha Banks 24 anni, 181 giorni
Campionessa più pesante Charlotte (Flair) 65 kg
Campionessa più leggera Alexa Bliss 46 kg
Campionessa più alta Charlotte (Flair) 178 cm
Campionessa più bassa Alexa Bliss 155 cm

Lista combinata dei regni[modifica | modifica wikitesto]

Simboli Significato
Indica la campionessa in carica
+ Indica che il regno è ancora in corso

Statistiche aggiornate al 25 maggio 2017.[1]

# Campionessa Regni Giorni combinati Giorni combinati
riconosciuti dalla WWE
1 Charlotte (Flair) 4 242 246
2 Bayley 1 76 76
3 Sasha Banks 3 74 75
4 Alexa Bliss 1 29+ 29+

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f (EN) WWE Women's Championship, su wwe.com, WWE, 3 aprile 2016. URL consultato il 31 luglio 2016.
  2. ^ a b c d e (EN) WWE.com Staff, All-new WWE Women's Championship introduced at WrestleMania, su wwe.com, WWE, 3 aprile 2016. URL consultato il 31 luglio 2016.
  3. ^ (EN) Divas Championship, su wwe.com, WWE, 18 febbraio 2016. URL consultato il 31 luglio 2016.
  4. ^ a b (EN) Women's Championship, su wwe.com, WWE, 18 febbraio 2016. URL consultato il 31 luglio 2016.
  5. ^ a b (EN) Mitch Passero, Michelle McCool wins Unification Lumberjill Match (New Unified Divas Champion), su wwe.com, World Wrestling Entertainment, 19 settembre 2010. URL consultato il 31 luglio 2016.
  6. ^ Il Divas Championship venne rinominato Unified Divas Championship, prima di tornare alla definizione originaria. Fonte: (EN) WWE Divas Championship, su cagematch.net, Cagematch, 20 luglio 2008. URL consultato il 31 luglio 2016.
  7. ^ (EN) Alfred Konuwa, Is WWE Planning To Rebrand Its Divas Division?, su forbes.com, Forbes, 30 marzo 2016. URL consultato il 31 luglio 2016.
  8. ^ (EN) Dorathy Gass, Wrestlemania 32: How The Women Stole The Show, su wreslenewz.com, Wrestle Newz, 4 aprile 2016. URL consultato il 31 luglio 2016.
  9. ^ (EN) Tufayel Ahmed, WrestleMania 32: By Dumping the 'Divas' Branding, WWE Makes Its Biggest Step to Gender Equality, in Newsweek, 4 aprile 2016. URL consultato il 31 luglio 2016.
  10. ^ a b c (EN) Matthew Artus, Charlotte def. Becky Lynch and Sasha Banks to become first new WWE Women's Champion, su wwe.com, WWE, 3 aprile 2016. URL consultato il 31 luglio 2016.
  11. ^ (EN) James Caldwell, 4/3 WrestleMania 32 PPV Results – Caldwell's Complete Live Report on Main PPV, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 3 aprile 2016. URL consultato il 31 luglio 2016.
  12. ^ (EN) Nolan Howell, WrestleMania 32: The Live Report, su slam.canoe.com, Slam! Sports, 3 aprile 2016. URL consultato il 31 luglio 2016.
  13. ^ (EN) Damon Martin, WWE ditches Divas title, unveils new Women's Championship, su foxsports.com, Fox Sports, 3 aprile 2016. URL consultato il 31 luglio 2016.
  14. ^ (EN) WWE.com Staff, SmackDown going live on USA Network on a new night with distinct roster starting July 19, su wwe.com, WWE, 25 maggio 2016. URL consultato il 31 luglio 2016.
  15. ^ (EN) James Wortman, Who will gain key momentum three weeks before the WWE Brand Extension Draft?, su wwe.com, WWE, 23 giugno 2016. URL consultato il 31 luglio 2016.
  16. ^ (EN) WWE.com Staff, WWE's destiny to be determined during SmackDown's Live premiere, su wwe.com, WWE, 15 luglio 2016. URL consultato il 31 luglio 2016.
  17. ^ a b (EN) WWE.com Staff, 2016 WWE Draft results: WWE officially ushers in New Era, su wwe.com, WWE, 19 luglio 2016. URL consultato il 31 luglio 2016.
  18. ^ (EN) Title Reigns « WWE Women's Championship « Titles Database, su cagematch.net, Cagematch, 25 luglio 2016. URL consultato il 22 agosto 2016.
  19. ^ (EN) Anthony Benigno, Sasha Banks def. Charlotte to become the new WWE Women’s Champion, su wwe.com, WWE, 25 luglio 2016. URL consultato il 22 agosto 2016.
  20. ^ James Wortman, Charlotte def. WWE Women's Champion Sasha Banks, su WWE. URL consultato il 21 agosto 2016.
  21. ^ Anthony Benigno, Sasha Banks def. Charlotte to become the new Raw Women’s Champion, su WWE, 3 ottobre 2016. URL consultato il 3 ottobre 2016.
  22. ^ Ryan Pappolla, Charlotte Flair def. Sasha Banks to win the Raw Women’s Championship (Hell in a Cell Match), su WWE. URL consultato il 30 ottobre 2016.
  23. ^ Anthony Benigno, Sasha Banks def. Charlotte Flair to become the new Raw Women’s Champion, su WWE, 28 novembre 2016. URL consultato il 28 novembre 2016.
  24. ^ Michael Burdick, Charlotte Flair def. Sasha Banks to win the Raw Women’s Championship (30-Minute Iron Man Match), su WWE, 18 dicembre 2016. URL consultato il 18 dicembre 2016.
  25. ^ Anthony Benigno, Bayley def. Charlotte Flair to become the new Raw Women’s Champion, su WWE, 13 febbraio 2017. URL consultato il 13 febbraio 2017.
  26. ^ Jeff Laboon, Alexa Bliss def. Bayley to become the new Raw Women's Champion, su WWE. URL consultato il 30 aprile 2017.
Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling