United Nations Global Compact

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'United Nations Global Compact è un'iniziativa delle Nazioni Unite nata per incoraggiare le aziende di tutto il mondo ad adottare politiche sostenibili e nel rispetto della responsabilità sociale d'impresa e per rendere pubblici i risultati delle azioni intraprese. È una cornice che riunisce dieci princìpi nelle aree dei diritti umani, lavoro, sostenibilità ambientale e anti-corruzione. Attraverso il Global Compact, le aziende lavorano con le agenzie delle Nazioni Unite, i gruppi sindacali e la società civile. Le città possono aderire attraverso il programma dedicato Cities Programme.[1]

I Dieci Principi[modifica | modifica wikitesto]

Il Global Compact fu inizialmente lanciato con 9 principi. Il 24 giugno 2004, durante il primo Summit "Global Compact Leaders", Kofi Annan ha annunciato il decimo principio contro la corruzione secondo la Convenzione delle Nazioni Unite contro la Corruzione adottata nel 2003.

Diritti Umani
  • Principio 1: Support and respect the protection of internationally proclaimed human rights;
  • Principio 2: Make sure that they are not complicit in human rights abuses.
Lavoro
  • Principio 3: the freedom of association and the effective recognition of the right to collective bargaining;
  • Principio 4: the elimination of all forms of forced and compulsory labour;
  • Principio 5: the effective abolition of child labour;
  • Principio 6: the elimination of discrimination in employment and occupation.
Ambiente
  • Principio 7: supportare l'applicazione del principio precauzionale alle sfide ambientali
  • Principio 8: portare avanti iniziative per promuovere la responsabilità ambientale
  • Principio 9: incoraggiare lo sviluppo e la diffusione di tecnologie pulite incoraggiare lo sviluppo e la diffusione di tecnologie favorevoli all'ambiente.
Anti-corruzione

The UN Global Compact – Programma Città[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 la città di Melbourne propose che anche le città potessero entrare nel Global Compact, in modo tale che si potessero impegnare chiaramente per un cambiamento positivo verso i principi del Global Compact. La proposta fu accettata e il programma per le città fu lanciato nel 2002. Melbourne fu la prima città partecipante nel programma, che adesso vede 80 città membri.[1]

UN Global Compact in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Il network italiano Global Compact è stato fondato nel 2002.[2]. Per quanto riguarda il Programma Città, hanno firmato il Global Compact Acerra, la Regione Toscana e Taranto.[1]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Global Compact City Programme, citiesprogramme.com.
  2. ^ Global Compact Network Italia, United Nations Global Compact Network Italia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Politica Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica