Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l'occupazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Agenzia delle Nazioni Unite per il Soccorso e l'Occupazione
(EN) United Nations Relief and Works Agency for Palestine Refugees
(AR) الاونروا-وكالة الأمم المتحدة لإغاثة وتشغيل اللاجئين الفلسطينيين
UNRWA-logo.jpg
logo dell'UNRWA
Abbreviazione UNRWA
Tipo agenzia specializzata dell'Organizzazione delle Nazioni Unite
Fondazione 8 dicembre 1948
Area di azione Palestina, Libano, Giordania, Siria
Commissario Generale Svizzera Pierre Krähenbühl
Lingue ufficiali inglese, arabo
Bilancio ([[$1.23 miliardi di dollari (2010–2011)]])
Sito web

L'Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l'occupazione dei rifugiati palestinesi nel Vicino Oriente (UNRWA, United Nations Relief and Works Agency for Palestine Refugees in the Near East) è un'agenzia di soccorso, sviluppo, istruzione, assistenza sanitaria, servizi sociali e aiuti di emergenza a oltre cinque milioni di rifugiati palestinesi che vivono in Giordania, Libano, Siria, Cisgiordania e Striscia di Gaza. È l'unica agenzia dedicata solo ad aiutare i rifugiati provenienti da una regione o conflitto specifico. È separata dall'UNHCR, l'agenzia dell'ONU per i rifugiati, che è l'unica altra agenzia delle Nazioni Unite dedita ad aiutare i rifugiati e si occupa di tutti gli altri rifugiati nel mondo.

È stata istituita a seguito della guerra arabo-israeliana del 1948 da parte della Assemblea generale delle Nazioni Unite ai sensi della risoluzione 302 (IV), dell'8 dicembre 1949.

Tutti i rifugiati palestinesi (secondo la definizione dell'UNRWA) che sono registrati con l'UNRWA e hanno bisogno di assistenza sono ammissibili di aiuto dall'UNRWA. Nel 2015, i rifugiati palestinesi registrati dall'UNRWA erano 5.149.742 (2.117.361 in Giordania, 1.276.929 nella Striscia di Gaza, 774.167 in Cisgiordania, 528.616 in Siria e 452.669 in Libano)[1].

UNRWA fornisce strutture riconosciute in 59 campi profughi in Giordania, Libano, Siria, Cisgiordania e la Striscia di Gaza.

L'UNRWA viene criticata dai governi israeliani i quali affermano che questa continui ad alimentare tra i profughi palestinesi l'anelito al diritto al ritorno previsto dalla risoluzione 194 dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1948.[2]

Altri governi , come quelli del Bangladesh, Canada, Giappone, Giordania, Malesia, Paesi Bassi, Norvegia, Sudafrica, Turchia, Vietnam, e l'Autorità Palestinese hanno elogiato il suo lavoro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ UNRWA in figures (PDF), in UNRWA.
  2. ^ "Why is Netanyahu trying to disband the UNRWA?", Al Jazeera, 22 giugno 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN142614632 · ISNI: (EN0000 0001 2173 1062 · LCCN: (ENn81054184 · GND: (DE2038711-8 · BNF: (FRcb118660440 (data) · NLA: (EN36289822
Nazioni Unite Portale Nazioni Unite: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Nazioni Unite