Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari umanitari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari umanitari (abbr. OCHA dall'inglese Office for the Coordination of Humanitarian Affairs) è un ufficio dell'ONU creato nel 1991 dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, con la risoluzione 46/182, per sostituire l'Ufficio del coordinatore delle Nazioni Unite per i disastri naturali, creato nel 1971, e il Dipartimento per gli affari umanitari, creato nel 1972.

L'ufficio venne creato per dare un più efficace e rapido intervento durante le crisi umanitarie e coordinare le agenzie ONU durante le catastrofi per fornire una risposta omogenea alle emergenze.

L'OCHA è composta da 860 funzionari divisi tra New York, Ginevra e le zone d'emergenza.

L'ufficio è diretto dal sottosegretario generale delle Nazioni Unite con delega agli affari umanitari e alla coordinazione delle emergenze, carica occupata da maggio 2017 dall'ex segretario del Dipartimento per lo sviluppo internazionale del governo inglese, Mark Lowcock.

Il budget annuale dell'ufficio è di circa 110 milioni di dollari, in maggior parte donati dagli stati membri.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN262911522 · ISNI (EN0000 0004 0527 5935 · LCCN (ENno98078420 · GND (DE10005600-3 · NLA (EN49784608
Nazioni Unite Portale Nazioni Unite: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Nazioni Unite