Rocquigny (Aisne)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rocquigny
comune
Rocquigny – Veduta
Il Municipio
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneAlta Francia
DipartimentoBlason département fr Aisne.svg Aisne
ArrondissementVervins
CantoneVervins
Territorio
Coordinate50°02′N 3°59′E / 50.033333°N 3.983333°E50.033333; 3.983333 (Rocquigny)
Superficie10,87 km²
Abitanti403[1] (2009)
Densità37,07 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale02260
Fuso orarioUTC+1
Codice INSEE02650
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Rocquigny
Rocquigny

Rocquigny è un comune francese di 403 abitanti situato nel dipartimento dell'Aisne della regione dell'Alta Francia.

Società[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di Santa Genoveffa

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Icona del Santo Volto

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sul territorio di Rocquigny si trovava l'antica Abbazia di Montreuil-les-Dames.

È da questa abbazia femminile che proviene la celebre icona del Santo Volto di Laon, dipinto bizantino (serbo ?) che sarebbe stata offerta nel 1249, secondo un'antica tradizione, da Jacques Pantaléon di Troyes, il futuro papa Urbano IV, che l'avrebbe acquistata a Bari.

Verso la metà del XVII secolo, le monache di Montreuil lasciarono Rocquigny e s'installarono alla periferia di Laon, portando con sé anche la preziosa icona.

Sottratta alle depredazioni iconoclaste dei rivoluzionari nel 1795, l'opera fu donata alla cattedrale di Laon ov'è tuttora conservata[2] · [3][4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ INSEE popolazione legale totale 2009
  2. ^ (FR) A. Grabar, La Sainte-Face de Laon. Le Mandylion dans l'art orthodoxe, Prague, 1931
  3. ^ (FR) J. Durand (éd.), Byzance. L'art byzantin dans les collections françaises, Paris, p. 475.
  4. ^ J.-M. SPIESER, E. YOTA, Mandylion ou Sainte-Face de Laon, in : Catalogue d'exposition Il Volto di Cristo, éd. G. MORELLI, G. WOLF, Milan, 2000, p. 97-99.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia