Personaggi del Buffyverse

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Preside Snyder)
Jump to navigation Jump to search

Elenco dei personaggi presenti nelle serie televisive Buffy l'ammazzavampiri e Angel

Buffy[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Buffy Summers.

È la protagonista della serie televisiva. Esordisce nel film del1992 Buffy - L'Ammazza Vampiri, dal quale venne poi tratta l'omonima serie televisiva; compare anche nella serie spin-off Angel e in opere derivate come racconti, fumetti e videogiochi; il personaggio è stato interpretato nel film da Kristy Swanson, in televisione da Sarah Michelle Gellar e nel videogame da Giselle Loren.

Comprimari[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi di Buffy l'ammazzavampiri[modifica | modifica wikitesto]

Riley[modifica | modifica wikitesto]

Riley Finn è interpretato da Marc Blucas. A causa dei suoi trascorsi militari Riley è estremamente abile nelle tattiche di guerra, nelle strategie, nel corpo a corpo, nella caccia e nell'uso delle armi. Inoltre dispone le nozioni basilari di medicina da campo. Nel periodo in cui militava con l'Organizzazione egli disponeva di attributi fisici superumani grazie ai sieri somministratigli dal gruppo, tuttavia perderà queste abilità dopo aver disertato e dunque smesso di sottoporsi alla somministrazione di tali droghe.

Nella quarta stagione

Nel primo episodio Buffy (Sarah Michelle Gellar) incontra Riley al college e le sembra un semplice studente e assistente di una professoressa, la prof. Walsh. Con l'andar del tempo i due iniziano a frequentarsi e scoprono che entrambi celano una doppia identità: lei studentessa-Cacciatrice di vampiri, lui studente-soldato di un commando, "l'Organizzazione" (The Initiative), che imprigiona e compie esperimenti scientifici su demoni e vampiri. La loro relazione viene subito messa alla prova dall'arrivo di Faith (Eliza Dushku), uscita dal coma, che va a letto con Riley dopo aver preso possesso del corpo di Buffy; grazie ai consigli di Jonathan (Danny Strong), il ragazzo viene perdonato. Nel frattempo le vere intenzioni della Walsh si rivelano: creare un'arma potentissima, Adam (George Hertzberg), dall'unione di parti umane e di demoni, ma il progetto le si ritorce contro. Riley rivede le sue priorità e smette di obbedire, diventando disertore, ma si indebolisce senza le droghe che gli venivano somministrate. Alla fine della stagione si scopre che Adam lo può manipolare tramite un chip che gli era stato impiantato dalla Walsh, ma Riley riesce a rimuoverlo per aiutare Buffy a sconfiggere il demonoide.

Nella quinta stagione

La relazione di Buffy e Riley attraversa momenti sempre più difficili man mano che la forza della Cacciatrice cresce, ponendo il problema del rapporto non paritario tra un'eroina adolescente e un ragazzo "normale", il quale, non essendo più dotato dei poteri da superuomo sperimentati nell'Organizzazione, tenta in ogni modo di stare al suo livello. Nel frattempo la madre di Buffy scopre di avere un tumore, ma la ragazza si confida prima con Spike, facendolo sentire escluso. Il rapporto di crescente confidenza tra Spike e Buffy inizia a costituire un problema per Riley, che finisce per sfogare la sua frustrazione pagando delle vampire per farsi mordere. Spike, geloso del loro rapporto, conduce Buffy a vedere il fidanzato nel covo dei vampiri e dalla lite che ne scaturisce Riley dà un ultimatum alla ragazza: o Buffy gli dimostrerà di amarlo chiedendogli di restare o lascerà Sunnydale per una missione in Sud America. Anche se inizialmente confusa, grazie ai consigli di Xander Buffy decide di correre a fermarlo, ma arriva quando l'elicottero di Riley è già in volo.

Nella sesta stagione

Riley torna a Sunnydale seguendo le tracce di un demone che deve deporre delle uova e chiede l'aiuto di Buffy per catturarlo. Ma ciò che subito non riesce a dire è che si è sposato con Sam, che con lui ha affrontato la missione in Sud America. Quando Buffy si rende conto di ciò che li lega si rifugia tra le braccia di Spike smettendo di pensare al compito affidatole. Intanto Riley intuisce che Spike è coinvolto nel traffico delle uova di demone e irrompe nella cripta dove lo trova a letto con Buffy. Dopo essersi resa conto che la vera natura di Spike è essere malvagio e confrontando la loro relazione con quella di Riley e Sam, Buffy decide di lasciare Spike. Finita la loro missione, Riley e Sam lasciano Sunnydale per sempre.

Nell'ottava stagione

Nell'ottava stagione a fumetti Riley ricompare inizialmente come affiliato al gruppo di Twilight, tuttavia si scoprirà in seguito essere solo una copertura, in quanto vi si era infiltrato per conto di Buffy. Si riunirà al gruppo durante la guerra a Twilight sull Himalaya e riporterà gravi ferite per le quali sarà ricoverato dopo la sconfitta subita.

Anya[modifica | modifica wikitesto]

Anya Christina Emmanuelle Jenkins è interpretata da Emma Caulfield. Si tratta di una ex-demone della vendetta millenario di cui si innamora Xander nella quarta stagione della serie. 880 d.C., Sjornjost, Svezia: una giovane donna, Aud, alleva conigli nella sua capanna trascorrendo il tempo con il marito Olaf. La vita sembra scorrere serena per lei, nonostante la gente del villaggio la eviti per i suoi bizzarri modi. Tutto questo cambia quando Olaf la tradisce con un'altra donna. Aud si rifugia allora nella magia, e trasforma il suo marito infedele in un gigantesco troll, condannandolo a subire il rifiuto e il disgusto degli esseri umani. Ottenuta la sua vendetta, Aud si guadagna l'attenzione di D'Hoffryn, signore di Arashmar e capo dei demoni della vendetta. Egli offre alla donna di divenire un demone della vendetta e Aud accetta. Ribattezzata col nome di Anyanka, la donna diventa così una sorta di protettrice demoniaca delle donne tradite, che vendica in maniera brutale e atroce, spesso scioccando le sue stesse protette. Durante i secoli diviene la principale responsabile di numerosi massacri e tragedie, infliggendo dolore in nome delle donne sofferenti che incontra e, realizzando un desiderio di vendetta, scatena il principio della rivoluzione russa, a San Pietroburgo nel 1905.

Terza stagione

Anyanka viene introdotta per la prima volta tramite Cordelia Chase, la quale è infuriata per il fatto di essere stata tradita da Xander. La vita di Anyanka è completamente dedicata alla vendetta, pertanto è attirata dal desiderio di vendetta di Cordelia, la quale ritiene che la sua relazione con Xander sia in qualche modo dovuta all'amicizia di lui con Buffy Summers. Ella desidera così che Buffy non fosse mai arrivata a Sunnydale e Anyanka esaudisce il desiderio della ragazza, trasformando la realtà in un mondo apocalittico, in cui il Maestro, mai sconfitto da Buffy, è riuscito ad aprire la Bocca dell'Inferno e i vampiri dominano la città di Sunnydale. Giles riesce però a sciogliere l'incantesimo, affrontando Anyanka e distruggendo la collana che conferiva al demone della vendetta i suoi poteri. Il mondo torna quello che era e nessuno conserva il ricordo dell'accaduto, tranne Anyanka, che con il nome di Anya è divenuta una semplice liceale. Dopo aver tentato invano di recuperare i suoi poteri, si rassegna alla sua nuova vita. Al ballo di fine anno si fa accompagnare da Xander, lo stesso ragazzo che aveva tradito Cordelia. Fugge poi dalla città in vista dell'ascensione del Sindaco, e, dopo la sconfitta del Sindaco a opera di Buffy, fa ritorno a Sunnydale, accortasi di provare dei sentimenti per Xander.

Quarta, quinta e sesta stagione

I due iniziano una sincera relazione, mentre Anya ricostruisce lentamente la sua vita mortale. Durante la quinta stagione Xander le chiede di sposarlo, e Anya, credendo fermamente nel suo amore, accetta con entusiasmo. Ma arrivato il giorno del matrimonio, un uomo trasformato in demone da Anya, cerca di vendicarsi del torto subito anni addietro. Si presenta a Xander come egli stesso da anziano, sostenendo di venire dal futuro per metterlo in guardia dalla sua futura sposa. Nonostante venga poi smascherato, riesce comunque a risvegliare tutti i timori di Xander sul matrimonio, spingendolo ad abbandonare Anya all'altare. Devastata dal dolore, Anya cerca una nuova ragione per andare avanti e riottiene da D'Hoffryn i suoi poteri demoniaci. Divenuta nuovamente un demone della vendetta, cerca di spingere i suoi amici a desiderare una qualche vendetta contro Xander. Non ottenendo risultati, alla fine Anya si rivolge a Spike, spingendolo a ubriacarsi per cercare di ottenere la sua vendetta; le cose però prendono un'altra piega e Anya si ritrova a copulare con lui, inconsapevole della presenza di una telecamera nascosta all'interno del negozio. Xander casualmente vede la registrazione e perde la fiducia nella donna che amava ancora. Nonostante il rancore che prova per Xander, Anya si sente profondamente addolorata per il disgusto che ha suscitato in lui. Nel finale di stagione comunque, collabora con Buffy e Xander nel tentativo di fermare Willow dal suo proposito di distruggere il mondo.

Settima stagione

Il suo lavoro come demone della vendetta è nettamente peggiorato rispetto al passato. Anya, sensibilizzata dalla sua vita come umana, è ora riluttante agli spargimenti di sangue e alle punizioni troppo cruente. Il suo comportamento le costa il rispetto della comunità demoniaca, al punto che le viene revocato anche il potere del teletrasporto per un breve periodo. Alla fine, udendo il richiamo di una giovane violentata dal suo fidanzato e da un gruppo di suoi amici, Anya evoca un sanguinario demone ragno che fa strage dei giovani, costringendo a malincuore Buffy a cercare di ucciderla. Fra le due donne vi è un drammatico duello, durante il quale Anya rimane anche trafitta al cuore (questo però non basta ad uccidere un demone della vendetta). Pentita del suo gesto, Anya chiede a D'Hoffryn di essere sacrificata alle potenze infernali per riportare in vita i giovani da lei massacrati. Il demone acconsente, ma per punirla del suo abbandono uccide al suo posto un altro demone della vendetta, la sua amica di sempre Halfrek, e ritrasforma Anya in un'umana. Dopo qualche tempo Anya va a vivere a casa di Buffy con il resto della scooby-gang per poter affrontare la minaccia del Primo (e anche per sfuggire ai sicari di D'Hoffryn); durante questo periodo stringe amicizia con Andrew e si riavvicina Xander. Durante la battaglia finale, Anya si batte con grande coraggio contro i suoi avversari, ma alla fine rimane uccisa da uno di questi che l'attacca alle spalle tagliandola a metà. Il corpo della donna rimane sepolto dalle macerie del liceo di Sunnydale, per poi sprofondare nella voragine che inghiotte la città.

Decima stagione

Nel primo numero della decima stagione a fumetti, Anya ritorna come un fantasma, ed ha una conversazione con Xander durante una battaglia contro una nuova razza di vampiri, chiamati "zompiri". Attualmente è visibile solo al suo ex fidanzato, e Xander non ha ancora informato la banda su di lei.

Anya, sempre come fantasma, è presente nella crisi di Santa Rosita, e parla con Xander durante la sua visita a Dracula. Lei, gli dà consigli sul suo attuale rapporto con Dawn, e pensa che la sua vita dopo la morte, sia stata interrotta appunto dalla sua 'missione', di salvare la relazione tra i due.

Nel ventesimo episodio, si scopre che lo spirito di Anya non è quello della ragazza stessa, ma bensì un'entità creata da un/una cattivo/a della storia, apparentemente non umana/o.

Successivamente verrà svelato che lo spirito della finta Anya è stato creato da D'Hoffryn , che vuole avere il libro di Giles per cambiare le regole del mondo umano e diventare così il più potente demone. La finta Anya farà finta di servirlo dopo che lui le da una forma fisica, "incenerendo" Xander, che poi lei farà ricomparire subito dopo aver aiutato la Scooby Gang ad uccidere il demone della vendetta. Infine il corpo di questa, ustionato dall'ultimo sacrificio, giacerà tra le braccia di Xander, cui dirà di essere un bravo ragazzo e che sarebbe stato perdonato sicuramente da lei, e dalla vera Anya. Dopodiché muore, e le sue ceneri verranno messe in un'urna, sulla quale viene inciso "Anya, padrona della sua vita"

Poteri e abilità

Come ogni demone della vendetta Anya dispone di una forza sovrumana (superiore a quella della maggior parte dei vampiri e alcuni demoni, non però della Cacciatrice), nonché di una resistenza tale da poter essere considerata pressoché invulnerabile. Come ogni demone è virtualmente immortale, ovvero è immune alla vecchiaia ma può essere uccisa se il suo corpo viene danneggiato a sufficienza, cosa comunque molto difficile in quanto dotata di un fattore rigenerante che le permette di sopravvivere anche se pugnalata al cuore.

Oltre a tutto ciò possiede poteri peculiari della sua razza come la telecinesi, il teletrasporto, la capacità di mutarsi in forma umana e soprattutto il potere di percepire in tutto il mondo le donne tradite dai loro mariti ed esaudire loro un desiderio di vendetta tramite la manipolazione della trama della realtà.

Essa tuttavia non è in grado di servirsi di tale capacità a suo piacimento ma solamente dopo che una donna le abbia espresso un desiderio, sempre tramite il potere di concedere i desideri alle donne può evocare mostri o trasformare in mostri ed è stata in grado tramite il desiderio di Cordelia di eliminare temporaneamente la realtà principale creandone una alternativa, dimostrando di essere di sicuro una dei demoni più potenti apparsi nella serie.

Inoltre ha potuto vedere l'anima all'interno del corpo di Spike e potrebbe manipolare alcune energie magiche per far cadere i suoi avversari in ginocchio.

Ogni suo potere le è concesso da D'Hoffryn, signore dei demoni della vendetta, il quale è in grado di privarglieli e restituirglieli a suo piacimento.

Anya, anche sprovvista di poteri è un'eccellente combattente e spadaccina capace di sconfiggere un vasto numero di Turok-Han senza ricevere aiuti, sebbene lo mostri solo nel finale della serie. Oltretutto possiede una conoscenza della demonologia immensa, essendo a sua volta un demone millenario.

Oltre alla Lingua madre norrena, Anya parla un inglese pressoché perfetto, anche se privo di sottigliezze retoriche, e dispone di una vasta conoscenza del francese e del latino.

Anya possiede inoltre una certa conoscenza della stregoneria, e in svariate occasioni la si è vista far ricorso ad incantesimi potenti e ben riusciti. In passato, come Aud la si vede trasformare suo marito Olaf in un troll. Ha dimostrato inoltre di essere d'aiuto a Willow negli incantesimi e riti di gruppo. Negli episodi finali della sesta stagione riesce a evocare senza difficoltà degli scudi magici indistruttibili per proteggere Andrew e Jonathan che nemmeno gli immensi poteri di Dark Willow possono scalfire.

Glorificus[modifica | modifica wikitesto]

Glorificus o più semplicemente Glory, conosciuta come La Bestia, l'Abominio e Ciò Che Non Può Essere Nominato, è interpretato da Clare Kramer che appare nella quinta stagione, nel ruolo dell'antagonista principale.

Glory è un dio infernale che si dedicava a portare morte, terrore e distruzione; alleatasi con altre due divinità, delle quali era più forte, aveva formato un triumvirato di dolore e sofferenza; in seguito, temendo che avrebbe cercato di prendere per sé tutto il potere di quella dimensione infernale, gli altri due dei ingaggiarono battaglia contro di lei. Sconfitta, ma essendo impossibile eliminarla anche per loro, fu esiliata sulla Terra in un corpo umano e mortale, Ben, creato appositamente per contenerla e farla morire come una comune mortale.

Ma in breve tempo ella riuscì a prendere il sopravvento e controllare il corpo mortale di Ben, prendendo l'aspetto per brevi periodi di una giovane e splendida donna, immortale e incredibilmente forte, veloce e potente. Nel caso in cui degli esseri umani dovessero assistere alla trasformazione, un incantesimo farebbe loro dimenticare l'accaduto. Per questo motivo l'unico in grado di sapere e ricordare questo importante dato è Spike, un vampiro.

Lo stesso incantesimo impedisce a chiunque di comprendere la doppia natura di Ben/Glory, anche se qualcuno (in questo caso Spike) provasse a spiegarlo.

Glory giunge a Sunnydale per cercare la "Chiave", un oggetto mistico abilmente nascosto da dei monaci col potere di distruggere le mura tra le dimensioni, in modo da poter tornare (e regnare) nella propria; l'uso della "Chiave" però causerebbe anche il crollo di tutte le altre dimensioni, compresa quella umana. La dea ignora che forma essa abbia assunto: seppur sprovvista di dettagli più precisi, sa solo che si trova in California e, nell'attesa di un indizio su dove e come cercarla, vive in un lussuoso appartamento circondata da una schiera di leali servitori adoranti.

Per mantenere la propria forza, Glory deve mettere in atto quello che Buffy e la Scooby Gang definiscono "succhia-cervello": lei inserisce le proprie dita nella testa della vittima assorbendone l'energia cerebrale. Ciò porta i malcapitati a divenire mentalmente menomati, deliranti, non più in grado di fare discorsi coerenti, tant'è che l'arrivo di Glory segna per Sunnydale un inspiegabile aumento dei ricoveri nel reparto ospedaliero locale per malattie mentali. Questo vero e proprio esercito sempre crescente di quasi zombie che parlano a vuoto e vagano per la città in stato confusionale ha la capacità di riuscire a riconoscere la "Chiave", a differenza di ogni altro essere vivente, umano o demoniaco.

Per un errore di Ben, che si era lasciato sfuggire con uno dei servi di Glory una frase troppo esplicativa ("non lascerò che accada una cosa simile a un'innocente"), la dea viene a conoscenza del fatto che la chiave ha assunto la forma di un essere umano, ma solo dopo aver succhiato l'energia mentale a Tara scopre che il punto d'arrivo delle sue ricerche non è altro che Dawn, la sorellina della Cacciatrice.

«Glory: Questo corpo era solo in affitto, Dawnie. Essere umane è solo un travestimento per ragazze come noi. Essere qualcos'altro, è questo quello che siamo.»

Glory rapisce quindi Dawn, poiché non ha più molto tempo a disposizione: infatti la Chiave può essere usata solo in un dato momento, che si avvicina, e più si avvicina più la coabitazione tra Ben e Glory diviene instabile. L'incantesimo che teneva separati inizia a dare segni di cedimento: i pensieri, i ricordi e persino i sentimenti si confondono, e le due personalità iniziano a lottare senza sosta per controllare quel corpo.

«Ben: Dov'è?
Dawn: Dov'è cosa?
Ben: Tutto quel sangue. Riesco a sentirlo, ancora caldo e bagnato. Glory... Oh Dio. Ha ucciso centinaia di uomini... E io sento le loro membra spezzarsi.
Dawn: Ben, sta succedendo qualcosa di terribile, sia a te che a Glory.
Ben: Mi sto ricordando di lei...? Le cose che ha fatto... quello che farà dopo...»

Ben, già disposto ad uccidere per impedire a Glory di scoprire l'identità della "Chiave", già avvezzo a evocare entità aliene per eliminare tutti i folli creati dalla "fame" della dea, accarezza l'idea di uccidere Dawn pur di mandare a monte il rito ed evitare la fine del mondo, ma alla fine, esasperato, distrutto psicologicamente e disperato, cede: Glory avrà il suo rituale, Glory tornerà a casa, e lui smetterà semplicemente di soffrire.

Buffy attacca Glory con ogni mezzo: i poteri magici di Willow (animata da un particolare odio per ciò che la dea ha fatto a Tara, e conscia che la sua sconfitta restituirà la sanità mentale alla ragazza), la Sfera di Dagon, la sua sosia-robot (il "Buffybot"), il Martello di Olaf (con cui Buffy colpisce Glory facendole perdere i sensi), e alla fine una palla di acciaio usata per demolire gli edifici (manovrata da Xander). Intanto, Spike, Giles, e Anya attaccano i suoi servitori. In ogni caso, benché la dea sia temporaneamente inoffensiva, la situazione precipita: Doc, affrontato senza successo da Spike, incide le vene di Dawn e ne sparge il sangue. Alla fine, ucciso Doc e detto addio a sua sorella, Buffy salta nel portale che si è aperto tra le dimensioni: questi si chiude, ma lei perde la vita.

Glory, tramortita e sconfitta, ha perso l'occasione per tornare nella sua dimensione, e si tramuta di nuovo in Ben. Giles sa che Glory potrà ritornare a prendersi la propria vendetta fino a quando Ben sarà vivo e per questo lo soffoca. Così muore Ben, e quindi anche Glory.

«Giles: Puoi muoverti?
Ben: Mi ci vuole... un minuto. Poteva uccidermi.
Giles: No, non poteva. Mai. E prima o poi Glory ritornerà, e farà pagare Buffy per la sua clemenza. E il mondo con lei. Buffy lo sa. Ma non potrebbe prendere una vita umana. Lei è un'eroina, sai. Lei non è come noi.
Ben: Noi?»

Poteri e Abilità

Essendo Glory l'incarnazione fisica di una divinità, dispone di poteri molto superiori alla maggior parte dei nemici affrontati da Buffy nella serie, anche se le sue effettive capacità massimali non sono mai dimostrate viene chiaramente esplicitato che erano al di là di ogni immaginazione, tanto da terrorizzare gli altri due suoi alleati. I suoi sproporzionati poteri sono stati ridotti dall'esilio in un corpo umano, ma nonostante le limitazioni le restano numerose abilità quali:

  • Superforza: Glory è probabilmente (se non certamente) dotata di una forza fisica enormemente superiore a quella di tutte le cacciatrici, demoni e vampiri. Fa crollare un intero edificio soltanto sbattendo troppo forte il piede sul pavimento del medesimo e crea un varco nella barriera magica difensiva di Willow, che aveva bloccato l'intero esercito dei cavalieri di Bisanzio, con un solo pugno; dopodiché abbatte tale esercito in pochi secondi, pur essendo impegnata a "trasportare" Dawn (quindi con un braccio inutilizzabile). Si può quindi considerare il nemico fisicamente più forte dell'intera serie di Buffy
  • Supervelocità: è capace di muoversi a velocità sovrumana, risultando alla vista come poco più di una scia sfocata
  • Invulnerabilità: il suo corpo non subisce alcuna lesione da diverse situazioni, sia le lotte con Buffy, sia dal crollo di un edificio su sé stessa, che dal precipitare da diversi metri di altezza dopo l'incantesimo di teletrasporto usato da Willow e Tara. Risulta capace di neutralizzare dei pugnali manipolati magicamente da Willow come mosche e Buffy sostiene che nemmeno un bomba atomica potrebbe averne ragione. Solo con l'ausilio del martello del dio dei Troll e dopo averla privata delle energie mentali di Tara e indebolita col terrore di Dagon, Buffy riuscirà finalmente a ferirla
  • Uso della magia: durante la saga tramuta un serpente in un demone rettile al suo servizio per ritrovare La Chiave, con un incantesimo che Giles definisce di altissimo livello e complicato, ma che ella esegue con semplicità imbarazzante. Inoltre riesce ad eseguire il rito di apertura dimensionale sfruttando il sangue di Dawn.
  • Assorbimento d'energia mentale degli esseri umani: la quale le serve fondamentalmente per mantenere la lucidità, rende gli individui vittime legati misticamente a lei e alla chiave (capaci di riconoscerla), ma completamente folli
  • Omnilinguistica: apparentemente è in grado di parlare e comprendere qualunque linguaggio umano o demoniaco (parlando sia l'antica lingua dei monaci che trasmutarono la chiave, sia quella di un demone che ha assoldato per eliminare la cacciatrice)
  • Identificazione demoniaca: dimostra di saper riconoscere immediatamente un vampiro da un umano (Spike) senza alcuno stratagemma (riflesso nello specchio, paura del sole, ecc.) usato dai protagonisti
  • Dicotomia Ben/Glory: il quale impedisce a qualsiasi mortale che veda Glory trasformarsi in Ben o viceversa di ricordare l'accaduto, mentre le creature demoniache che vi assistono mantengono sì i ricordi ma non sono in grado di spiegare l'evento a nessuno. Negli ultimi 2 episodi perde questa abilità iniziando ad inter-scambiarsi senza controllo col suo alter ego.

Sebbene provenga da un'altra dimensione e agisca in quella mortale da pochi anni ha una grande conoscenza della cultura e della storia umana (denigra i poeti che lodavano le emozioni umane, quando lei stessa le inizia a provare a causa dell'assottigliarsi della divisione tra Ben e se stessa, rimanendone disgustata) e dei demoni (rivela ad uno "reclutato", a forza, che un tempo la sua razza era di potenti guerrieri, mentre ora sono decaduti)

Inoltre, Buffy e Giles ipotizzano che come divinità ella avrebbe potuto usare e controllare le folgori (come Zeus) e globi di fuoco. Infine, pare in grado di donare l'immortalità, promettendola a Ben in cambio di collaborazione

Dawn[modifica | modifica wikitesto]

Dawn Summers è interpretato da Michelle Trachtenberg.

Quarta stagione

Nell'episodio "La ragazza dell'anno", viene citata la sua esistenza nella conversazione avuta in sogno tra Buffy e Faith, ma di fatto, la sua presentazione non è ancora avvenuta.

La creazione di Dawn provoca non pochi cambiamenti soprattutto tra i personaggi, sappiamo da Xander che la ragazza ha avuto una cotta per lui fin da bambina, e Willow la considera la sua miglior rivale a scacchi. Sappiamo che nemmeno a lei piaceva il fidanzato di Joyce, Ted (che si scoprirà essere un robot), e che ha avuto parecchi problemi ad ambientarsi a Sunnydale. Conosce Angel e viceversa, e spesso prende in giro la sorella sulle sue frequenti infatuazioni per dei vampiri, conosce anche Tara e la considera un po' una seconda mamma, inoltre Giles le è molto affezionato. Oltre a queste false memorie si scopre essere stata consapevole o partecipe a eventi importanti avvenuti nelle stagioni precedenti; per esempio ha saputo dei poteri di sua sorella prima della madre, fu presente quando Il Maestro morse Buffy e perfino quando Angelus cercò di uccidere la Scooby Gang subito dopo aver perso l'anima.

Quinta stagione

Appare nel finale del primo episodio della quinta stagione, lasciando i telespettatori stupefatti. Dawn non è umana, ma è un insieme di luce ed energia: "La Chiave". Riplasmata in forma umana dai monaci per nasconderla da Glory, una potentissima dea decaduta pronta a tutto pur di averla, viene inviata a Buffy sotto forma di sorella, con la speranza che la protegga a costo della sua stessa vita. Per essere sicuri che Buffy portasse a termine l'incarico, i monaci hanno provveduto a riscrivere i ricordi suoi e dei suoi amici. Quando Buffy scopre la verità capisce che deve proteggere la ragazza dalle forze del male, non solo perché è "La Chiave", ma anche perché la sente veramente parte della sua vita. Quando Dawn viene a sapere che cos'è realmente ne rimane sconvolta, ma Buffy le farà capire che non importa chi sia in realtà, perché è sempre e comunque sua sorella. Per le due Summers è un trauma la morte della madre dovuta a un tumore al cervello, e dopo tale avvenimento Buffy prometterà di prendersi sempre cura della sua sorellina da lì in poi. Alla fine della quinta Stagione Glory riesce a rapire Dawn. Buffy lotta con tutte le sue forze per salvarla e, una volta sconfitta la potente dea infernale, si sacrifica al suo posto salvandole la vita.

Sesta stagione

Dopo il successo ottenuto da un incantesimo per riportare in vita Buffy a sua insaputa, Dawn aiuta la sorella a riabituarsi alla vita sulla terra. Sentendosi trascurata da tutti e depressa per la morte della madre, assume pian piano le caratteristiche tipiche di una teenager ribelle: uscite furtive nella notte, serate in discoteca con abiti succinti, comportamento che sfocia nella cleptomania. La notte di Halloween, senza dirlo a Buffy, Dawn e una sua amica escono con due ragazzi che non conoscevano prima di allora, e che si rivelano due vampiri. Questo, che è il primo appuntamento di Dawn sarà anche quello dove avrà il su primo bacio, dal vampiro Justin, il quale dimostrerà di tenere veramente a lei, ma ciò nonostante la ragazza lo ucciderà in quanto intenzionato a renderla una vampira. Dawn confessa di aver le mani lunghe al compleanno di Buffy. Avendo rubato non solo a negozi di abbigliamento ma anche al negozio di Anya, delude profondamente la fanciulla, tuttavia sarà proprio la sorella ad aiutarla a sistemare i suoi danni e il rapporto tra le due migliorerà.

Settima stagione

Nella settima stagione acquisisce un coraggio inaspettato. Frequenta il Liceo di Sunnydale, ora ricostruito sulle macerie del vecchio. Aiuta Buffy nel suo lavoro di consulente e Cacciatrice, dimostrandosi portata per il combattimento, la caccia ai vampiri e la ricerca; Dawn ancora più di Willow diviene la principale ricercatrice del gruppo e aiuterà anche la sorella alle prese con le Cacciatrici Potenziali (SiT). Sebbene all'inizio si lamentasse del loro continuo affluire paragonandolo ad un'invasione di locuste. Nonostante non abbia poteri speciali, le SiT gradualmente la vedono sempre di più come una figura autoritaria al pari della sorella, e lei stessa crederà di essere una SiT per colpa di un incantesimo malriuscito di Willow, tuttavia si scoprirà non esserlo. Alla fine combatterà al fianco della sorella nella Bocca dell'Inferno e ne uscirà viva dopo la distruzione di Sunnydale.

Nella quinta stagione di Angel verrà poi rivelato che le ragazze Summers vivono ora a Roma. Dettaglio che si scoprirà inesatto, in quanto si tratta solo di due "controfigure".

Ottava stagione

In realtà dopo Sunnydale Buffy si è prodigata a mandare la sorella a Berkeley mentre lei costruiva l'organizzazione antivampirica della Cacciatrici. La distanza tra le due ha finito per logorare il loro rapporto e far credere a Dawn che la sorella non la vuole tra i piedi. Comunque sia Dawn durante la permanenza al college, dopo il primo anno ha iniziato a uscire con un ragazzo di nome Kenny, che in realtà era un Trismegisto, il rapporto tra i due era molto profondo, tuttavia ad una festa nel dormitorio Dawn incontra Nick, compagno di stanza di Kenny e finisce per diventare intima con il ragazzo e perdere la verginità dopo una notte di passione. Quando Kenny lo viene a sapere va su tutte le furie e le lancia un incantesimo che la trasforma in una gigantessa. Non potendo mostrarsi in giro in quelle condizioni Dawn fa ritorno in Scozia dalla sorella chiedendole aiuto, tuttavia imbarazzata dal suo comportamento nei confronti di Kenny non riesce ad ammettere né con Buffy né con Willow il motivo della sua crescita. L'unico con cui trova il coraggio di aprirsi è Xander.

Dopo che un gruppo di vampiri Giapponesi rubano la Falce della guardiana Dawn sarà trasportata a Tokyo per aiutare sua sorella e le cacciatrici, la ragazza si dimostrerà parecchio utile per combattere i vampiri nonostante tutti i loro poteri aggiuntivi, ed essi saranno costretti a mandarle contro un robot gigantesco per tenerla occupata, grazie all'aiuto di Andrew tuttavia riuscirà a sconfiggere anche questo avversario.

Tornata in Scozia il suo corpo inizierà ad avere forti fitte di dolore che la porteranno a contorcersi e restringersi, in breve subirà un secondo cambiamento fisico (secondo di una serie di tre a detta di Willow) e diverrà un centauro. In seguito rimarrà a fare la guardia al castello assieme a Xander mentre sua sorella e Willow partono per New York, il ragazzo tenterà di farle accettare i lati positivi del suo nuovo aspetto, i quali si riveleranno parecchio utili più avanti quando dovranno affrontare un nuovo attacco scientifico-magico da parte di Warren e Amy.

Affrontata anche questa dura prova tuttavia l'incantesimo si muove verso la fase finale e la trasforma in una bambola vivente mentre era a passeggio nel bosco. La bambolina attira l'attenzione di un giocattolaio psicopatico che la tiene reclusa fino a che non arriva Buffy a soccorrerla assieme al Trismegisto Kenny, che rompe l'incantesimo dopo aver ricevuto le scuse delle giovane riportandola alle fattezze umane. Dopo questo evento Dawn si riappacificherà con la sorella.

Il gruppo fuggirà in seguito sull'Himalaia per apprendere da Oz il modo in cui sopprimere la loro magia interiore di modo da impedire a Twilight di localizzarli; durante il suddetto viaggio lei e Xander approfondiranno il rapporto che si è venuto a creare tra loro negli ultimi tempi e si scopriranno innamorati l'uno dell'altra. In seguito l'organizzazione delle Cacciatrici sarà raggiunta da Twilight, che cogliendo l'occasione derivata dal trovarli privi di poteri li metterà in ginocchio e farà prigionieri Andrew, Giles e Faith. Successivamente Dawn aiuterà i compagni a curare i feriti e parteciperà all'attacco alla base di Twilight, quando però questi si rivelerà essere Angel e ascenderà con Buffy ad una dimensione superiore rendendo l'attuale sacrificabile, essa combatterà al fianco delle altre cacciatrici per difendere il proprio mondo dai demoni transdimensionali che lo invaderanno, venendo ferita poco dopo l'inizio della battaglia. Fortunatamente sarà curata per tempo e, dopo la distruzione del Seme delle Meraviglie ad opera di Buffy, fatto che causa la rimozione della magia dal mondo, si trasferirà a San Francisco, riprenderà gli studi ed andrà a convivere con Xander ospitando la sorella.

Poteri e Abilità

Dawn è sì una chiave mistica capace di aprire più dimensioni infernali e distruggere la realtà col solo spargimento di sangue, ma questa capacità si attiva solo tramite un rito particolare. Grazie ai poteri dei monaci, Dawn è stata però tramutata in una comune umana senza superpoteri o qualsivoglia abilità sovrumana. Questa condizione all'interno del gruppo l'avvicina a Xander, che diviene suo intimo amico e confidente. Tuttavia Dawn dispone di un'intelligenza straordinariamente superiore alla norma, difatti è capace di parlare più lingue correttamente, come il turco o il francese, e anche molte lingue morte come il sumero, il latino e perfino lingue demoniache. Inoltre solo leggendo i libri di Willow ha imparato diversi tipi di incantesimi con una facilità assoluta. E si è distinta più volte per le grandi doti di ricercatrice, informatica e non. Pur essendo un essere soprannaturale, comunque, non possiede un'innata abilità di strega, come le sue mentori Willow e Tara. Invece possiede, cosa comune nei bambini prodigio, una memoria eidetica, che l'ha resa capace d'imparare a combattere e ad usare le armi solo guardando la sorella in azione, quando Buffy sbalordita la guarderà combattere dei demoni da sola chiedendole poi come ha fatto essa semplicemente replicherà "credevi non ti avessi mai vista farlo?", facendo capire che ha solo mimato i movimenti di Buffy. Inoltre in alcune occasioni Tara e soprattutto Willow le hanno insegnato alcuni dei loro più potenti riti magici, che comunque Dawn evita di usare (dopo il disastroso tentativo di resuscitare la madre Joyce).

Incantesimo di trasformazione

Quando Kenny scopre del tradimento di Dawn le lancia contro un incantesimo che la ingigantisce di dieci volte tramutandola in una gigantessa, cosa che le garantisce una forza e resistenza sovrannaturali, tanto da poter schiacciare i nemici sotto il suo piede o anche di sgretolare una roccia con un pugno. Tuttavia secondo quanto afferma Buffy le sue capacità non sono proporzionali alla sua stazza e difatti è poco più forte di una normale Cacciatrice. Tuttavia il suo peso è perfettamente proporzionale alla stazza e dunque può abbattere un edificio cadendovi sopra

Nel proseguire dell'incantesimo Dawn viene mutata anche in un centauro, in questa forma oltre a possedere la metà inferiore del corpo di un cavallo dispone anche dei sensi, dei riflessi e dell'agilità dell'animale, nonché della sua resistenza fisica, dato che riesce a farsi cavalcare ed attraversare al galoppo la foresta in breve tempo e senza sforzo. Le metà inferiori delle sue zampe, rivestite dagli zoccoli sono molto più dure delle altre sue ossa e sembra inoltre essere capace di attraversare il fuoco e perfino toccarlo con le zampe senza che questo significhi bruciarsi.

Nella fase finale dell'incantesimo Dawn viene mutata in una bambola di legno. Sebbene ciò ne limiti i movimenti e sembri essere più uno svantaggio che altro, è tuttavia da riconoscere che in questa forma la ragazza dispone di un'insensibilità pressoché totale e di una grande resistenza dovuta al corpo interamente ligneo. Inoltre le sue parti guaste possono essere riparate e sostituite dandole una sorta di indistruttibilità virtuale. Dopo essersi riappacificata con Kenny tuttavia il suo aspetto e di conseguenza le sue abilità tornano quelle di sempre.

Darla[modifica | modifica wikitesto]

Darla è interpretata da Julie Benz. Darla è la vampira che ha reso Angel tale.

Di Darla umana non si hanno molte informazioni, lei stessa non ricorda quale era il suo nome né come conducesse la sua vita. Quello che poi si scopre è che Darla in vita era una prostituta e che per colpa di questo stava per morire di sifilide. A strapparla alla morte umana fu un antico vampiro chiamato Maestro che la generò e la fece diventare una sua seguace. Darla restò al fianco del suo sire fino a quando non conobbe Liam nel 1753 e lo fece diventare il suo "pupillo". Dopo la morte di Liam, Darla generò Angelus e con lui iniziò una lunga devastazione. Darla portò Angelus dal Maestro, ma a causa del pessimo carattere del ragazzo il Maestro scacciò Angelus e Darla, per amore, decise di restare con lui, abbandonando l'antico vampiro per un intero secolo. In seguito Angelus vampirizzerà Drusilla dopo averla, anche con l'aiuto di Darla, condotta alla follia ed ella si unirà ai due, poco dopo Drusilla vampirizzerà a sua volta Spike e i quattro semineranno terrore e morte ovunque andranno. Darla tornerà ad essere il braccio destro del Maestro qualche anno dopo che Angelus viene maledetto dagli zingari, lasciando anche Spike e Drusilla.

Darla morì per mano di Angel nella prima stagione di Buffy; l'ex-pupillo, ancora vampiro ma con un'anima, la infilzò con un paletto per salvare la vita a Buffy, di cui si era appena innamorato.

Darla, grazie alla Wolfram & Hart, viene richiamata dalla morte. È ora un essere umano e può essere usata per attirare il suo amato Angel in trappola. Grazie a un'essenza magica Angel sogna Darla tutte le notti. Da questi sogni si risveglia sempre più stanco e inizia a dormire sempre più ore al giorno. In realtà questi non sono solo dei semplici sogni perché Darla è realmente con lui. Il piano funziona, Angel è ossessionato da lei. Darla vuole farlo tornare Angelus perché ancora lo ama, ma il vampiro le rivela che lei non può dargli la felicità vera perché non ha mai potuto amarla davvero senza un'anima. Col passare del tempo inizia, però, a sentirsi male: non solo per i ricordi di tutte le persone che ha ucciso barbaramente, ma anche per via della sifilide, che continua a progredire poiché lei è ora umana. Darla chiede ad Angel di trasformarla in vampiro perché non sopporta più il senso di colpa dovuto all'anima, ma al rifiuto del vampiro se ne va e gli dice di non volerlo più vedere. Lindsey, innamorato di lei, cerca le cure per la sifilide ma ormai è in uno stato talmente avanzato che curarla è impossibile, essendo rimasta nel suo corpo per secoli. Così chiede ad Angel di farla diventare vampira, ma Angel cerca di trovare il modo di dare a Darla una seconda occasione affrontando delle prove che nessuno ha mai superato prima. Nell'ultima Angel deve sacrificare la sua vita e accetta di morire, ma in realtà era un test per verificare la risolutezza del vampiro. Darla, però, è già tornata in vita e quindi non può avere una seconda occasione, perché la sta già vivendo. Angel è furibondo e inizia persino a pensare che, forse, se lui la trasformasse potrebbe rimanerle l'anima visto che lui la possiede, ma Darla, commossa dal sacrificio che avrebbe fatto per lei, accetta il suo destino e non intende più nemmeno trasformarsi in vampira. Angel le promette che le rimarrà accanto il tempo che le rimane fino alla fine, ma Lindsey non ha intenzione di accettarlo. Così rintraccia Drusilla, la "nipote" di Darla e generata da Angelus, che morde Darla e la fa tornare vampira. Insieme iniziano a fare stragi, ma a fermare i loro giochi è di nuovo Angel, che dà loro fuoco. Così Darla è di nuovo senza forze e trova riparo da Lindsey. Darla, ripresasi, decide di affrontare Angel, disperato per la consapevolezza che il male non può essere sconfitto perché risiede anche negli uomini che vuole proteggere, una volta per tutte e si presenta a casa sua, ma invece del violento scontro i due fanno l'amore e s'addormentano. Al suo risveglio, Darla crede di trovare Angelus, ma in realtà Angel non ha perso l'anima. Anzi la "paga" e la manda via, dicendole che al prossimo incontro l'avrebbe uccisa. Darla è sconvolta per il fatto di non aver fatto provare ad Angel la felicità, ma soprattutto dal fatto di essere rimasta incinta, sebbene i vampiri non possano donare la vita. Quando Darla se ne rende conto inizia a vagare per il mondo, alla ricerca di qualcuno che sappia aiutarla, ma nessuno riesce a capire. Dopo circa 8 mesi di ricerche ritorna da Angel e gli svela la verità. Ma a volere quel bambino sono in molti, tutti i demoni mirano ad appropriarsi del figlio di due vampiri, in più c'è Holtz, cacciatore di vampiri che sogna la sua vendetta da secoli: uccidere Darla e Angel. L'anima del bambino viene condivisa da Darla facendole provare amore, istinto materno e paura perché sa che una volta nato questi sentimenti non li proverà mai più. Le contrazioni iniziano con la fuga per evitare Holtz, così Darla e il gruppo si rendono conto che il corpo da vampira di Darla non è fatto per un parto e che il bambino morirà senza mai nascere. Allora Darla decide di sacrificare la sua esistenza da vampira per dare la vita a Connor dopo aver fatto giurare a Angel che lo avrebbe sempre protetto e che gli avrebbe detto che la madre gli ha voluto bene. S'impaletta da sola e diventa polvere tra la quale resta Connor.

Darla ricompare infine, nell'episodio Dentro e fuori, come una sorta di spirito (ha un aspetto normale ma è intangibile) per convincere Connor a non uccidere una ragazza innocente necessaria al parto di Cordelia. Gli spiega che ha dovuto morire per poterlo far nascere e lo supplica di non diventare un assassino. Tuttavia Cordelia lascia credere a Connor che si tratta in realtà di un incantesimo fatto da Angel e dai suoi per confonderlo. In realtà Darla è stata mandata lì dalle Forze dell'Essere per evitare la nascita di Jasmine. In ogni caso Connor, scosso dalla visione della madre, non compie l'omicidio ed esso viene portato a termine da Cordelia (sempre sotto l'influenza di Jasmine).

Poteri e abilità

Come tutti i vampiri mostrati nel mondo di Buffy, Darla è in possesso di capacità sovrumane come una maggior forza, agilità e riflessi di un essere umano normale, tanto che l'unico vivente che può combatterla è appunto la Cacciatrice. Inoltre dispone di una percezione sensoriale (udito, olfatto, vista, tatto e gusto) estremamente sviluppata, che ne fanno una fenomenale predatrice notturna. È inoltre immune alle armi della morte e guarisce da qualunque tipo di ferita; non ha battito cardiaco e la sua temperatura corporea è molto bassa, permettendole di non risentire dei fenomeni atmosferici. Non necessita di respirare o di cibo, ma solamente di sangue. Questo non deve essere esclusivamente umano, ma anche animale va bene. I vampiri possono inoltre mutare aspetto: da quello umano, a uno umanoide, con la fronte corrugata, gli occhi gialli e i denti appuntiti, quest'ultimo è spesso descritto come il loro vero aspetto. Vi sono inoltre diverse limitazioni che deve rispettare, per entrare in una casa o, più generalmente in un luogo privato per esempio, i vampiri hanno bisogno di un invito esplicito, che non vale per i luoghi pubblici: la regola dell'invito scade quando il proprietario muore, o il proprietario non considera più sua la casa. Non può esporsi alla luce solare ed è vulnerabile al fuoco, ai paletti di frassino e alla decapitazione. Inoltre l'acqua santificata ha su di lei lo stesso effetto del sole.

Oggetto di parodia dello stesso autore del telefilm è che tutti i vampiri dimostrano capacità combattive innate e grande conoscenza delle arti marziali, cosa che viene trasmessa dopo la vampirizzazione; Darla non fa eccezione. Inoltre è la sola vampira nella serie mostrata a servirsi regolarmente di pistole.

Inoltre riesce a percepire le aure mistiche che la circondano e l'anima all'interno del corpo di Angel (potere probabilmente ereditato dal Maestro).

Essendo una vampira di età avanzata, Darla è molto più forte dei regolari vampiri ed è quasi stata in grado, con l'aiuto di Drusilla, di sconfiggere Angel.

Andrew Wells[modifica | modifica wikitesto]

Andrew Wells compare in ventotto episodi nelle ultime due stagioni, e in due nel telefilm Angel. Andrew è interpretato da Tom Lenk e doppiato da Marco Vivio.

Andrew Wells è il fratello più giovane di Tucker Wells, lo studente che aveva radunato i mastini infernali per attaccare il ballo scolastico nell'episodio Il ballo. Andrew stesso possiede l'abilità di evocare i demoni e controllare gli animali, benché questi non vengano mai impiegati dopo la sesta stagione; nell'episodio finale "La prescelta" egli attribuisce al suo fratello il merito di avergli dato il coraggio di sviluppare questo talento. In realtà il personaggio di Andrew è stato creato all'ultimo minuto dai produttori dello show, come rimpiazzo al personaggio di Tucker: originalmente gli sceneggiatori volevano che Brad Kane impersonasse di nuovo il suo vecchio personaggio, che sarebbe stato il capo del "Trio" assieme a Jonathan Levinson e Warren Mears come suoi scagnozzi, ma le trattative naufragarono prima di giungere ad un contratto, il che portò a contattare Tom Lenk per impersonare il fratello più giovane di Tucker.

Durante l'ultimo anno scolastico di Buffy al Sunnydale High, Andrew creò dei "demoni scimmie volanti" perché attaccassero la recita scolastica di fine anno, un "Romeo e Giulietta", apparentemente per nessun altro motivo che divertirsi e anni dopo, sia Jonathan che Warren ricordano l'avvenimento con divertimento. La Scooby Gang non ha invece il minimo ricordo di questo fatto, che è semplicemente uno dei moltissimi avvenimenti soprannaturali avvenuti a Sunnydale ed inoltre non ha la più pallida idea di chi Andrew sia, fino a quando non rivela la sua parentela con Tucker: questo crea una lunga serie di battute e, da quel momento in poi, si riferiscono a lui come "l'altro tipo," "il fratello di Tucker," e simili. Altro punto d'interesse nel personaggio di Andrew è la sua apparentemente nascosta omosessualità. Nell'episodio Il narratore ignora del tutto Willow e Kennedy prese da un momento di intimità, preferendo commentare il lavoro di Xander sulle finestre, e dopo in una sua fantasia ricorda che «non era Jonathon la cosa più figa?». Inoltre ha avuto fantasie sugli attori Scott Bakula (nell'episodio Primo appuntamento), Patrick Swayze (nell'episodio Non mi lasciare) e Viggo Mortensen (nell'episodio Il danno). La sessualità di Andrew è ulteriormente complicata dalla sua ultima apparizione televisiva nell'episodio di Angel La ragazza in questione: Andrew stupisce sia Angel che Spike poiché la scena si conclude con lui che esce dall'Opera in abbigliamento da James Bond in compagnia di due donne attraenti, che sono il suo appuntamento. Da notare anche che, secondo un tipico stereotipo gay, le Cacciatrici ai suoi ordini nella ottava stagione sono conosciute per essere le meglio vestite e non le migliori combattenti. Circondato da Cacciatrici in biancheria intima che giocano a strip poker, Andrew definisce tutto ciò come "noioso". Inoltre nell'episodio 18 della sesta serie di Buffy "Entropia" quando attraverso delle telecamere Warren, Andrew e Jonathan vedono Anya e Spike che copulano, Andrew commenta ammirato «accidenti che forza» riferendosi a Spike, per poi aggiungere imbarazzato «e anche la ragazza non è male».

Andrew compare per la prima volta (molto dopo la distruzione del Liceo) nella sesta stagione come membro del Trio, gli auto-nominatisi "arci-nemici" di Buffy. Lui è un importante membro del gruppo, poiché molti dei loro piani si basano sulla sua abilità a convocare e controllare i vari tipi di demoni. Warren, il capo del gruppo, è guidato quasi del tutto dalla bramosia del potere, Jonathan apparente fa parte del Trio per riscattarsi dalla sua vita incolore (e rimane sconvolto dalla crudeltà di Warren, tanto che alla fine aiuta Buffy a salvarsi), mentre Andrew, almeno all'inizio, occupa una specie di zona mediana tra i due, ricercando solo divertimento e potere, ma col tempo diviene sempre più malvagio, e sarà lui ad urlare "Uccidila !" a Warren mentre questi combatte con Buffy. Quando Warren per sbaglio uccide Tara mentre spara a Buffy, la sua fidanzata, la potente strega Willow lo trova e lo scuoia vivo, mentre Andrew e Jonathan fuggono in Messico per evitare un simile destino.

Mentre vive in Messico con Jonathan, Andrew è avvicinato dal Primo, che, sotto le spoglie di Warren, lo convince ad aprire il Sigillo di Danzalthar: tornato a Sunnydale nella settima stagione, uccide Jonathan nel tentativo di aprire il sigillo, ma ben presto viene scoperto, catturato e tenuto ostaggio dagli Scoobies, che gli sono molto ostili, sia perché ha assassinato Jonathan, sia per le sue fastidiose abitudini. Andrew fornisce gran parte degli spunti comici della stagione, man mano che la trama avanza e vira verso il drammatico ed instaura verso la fine della stagione una profonda amicizia con Anya.

Nell'episodio "Il narratore" Andrew decide di documentare le avventure dello Scoobies per le generazioni future usando una video macchina fotografica, ma ogni volta esagera, o spaccia una sua personale versione della verità, accentuando il carattere drammatico delle narrazioni. Anche se Xander, Anya, Spike e Dawn si lasciano intervistare senza problemi, Buffy è irritata dai suoi tentativi di trasformare tutto in fiction e lo costringe alla fine a guardare in faccia alla gravità di ciò che ha compiuto. Dopo ciò, in preda al pentimento e al rimorso si sforza di aiutare Buffy nella lotta, partecipando alla battaglia finale in "La prescelta", e sopravvivendo a questa. Quindi, Andrew diviene un esempio della forte enfasi che lo show pone sul tema della redenzione.

Andrew compare in due episodi della quinta stagione di Angel, leggermente maturato e sotto la guida di Giles, che lo addestra per farne un Osservatore. È giunto a Los Angeles per aiutare una cacciatrice psicopatica, Dana nell'episodio Il danno e quando Angel prova a portarla nella sede della Wolfram & Hart, Andrew fa valere la sua autorità di Osservatore, ricordando come ella debba andarsene con lui, e non restare lì. In questo episodio, poco prima del suo arrivo Angel dice: "Wesley ha contattato Rupert Giles ci manderà il suo uomo migliore." Infine riappare nell'episodio La ragazza in questione dove racconta ad Angel e Spike che Buffy frequenta un vampiro noto come l'Immortale, ma nella ottava stagione si verrà a sapere che questa era una menzogna dovuta ad una precauzionale misura di sicurezza, e che quella "Buffy" era solo una controfigura. Andrew e le sue cacciatrici sono stati visti più volte nell'ottava stagione in cammei dove lo si vede addestrarle o istruirle, dando sfoggio della sua capacità come osservatore. Tuttavia Xander ricorda ancora di un incidente a Orvieto che fu totalmente responsabilità di Andrew, dato che all'ordine di spedirci le dieci cacciatrici migliori, lui ci mandò le dieci meglio vestite. Nonostante ciò i due sono visti ora in ottimi rapporti e si tengono spesso in contatto telefonico. Andrew avrà un ruolo più attivo nelle vicende dell'ottava stagione quando manderà le sue truppe in sostegno alla squadra di Buffy nella battaglia contro dei vampiri asiatici con poteri anormali el centro di Tokyo. Qui darà anche una mano a Dawn a combattere un robot gigantesco sfruttando la sua conoscenza sull'argomento dei robot giapponesi. In seguito tenterà di riportare sulla retta via la Cacciatrice Simone Doffler, un tempo sotto la sua responsabilità. In questa occasione il ragazzo dimostrerà definitivamente di essere diventato più maturo arrivando a dirsi pronto a dare la vita pur di rimediare a quello che considera un suo errore. Pur non riuscendo a riconvertire la ragazza al bene Andrew riceverà da Buffy parole di conforto che lo ufficializzano come effettivo membro della "famiglia" delle Cacciatrici. Il gruppo capirà in seguito che il nemico è sulle loro tracce seguendo la scia della magia che emettono e per sfuggirgli decideranno di recarsi da Oz ad imparare il modo di sopprimere la loro magia interiore. Così facendo però si privano dei poteri proprio nell'esatto momento in cui Twilight li assale con un esercito armato, Andrew farà tutto il possibile per reggere l'attacco e limitare le perdite, ma ciò non sarà necessario a vincere la battaglia e difatti finisce per essere catturato dal nemico assieme a Giles e Faith. Teletrasportato nella base di Twilight assisterà alla facile disfatta di Faith da parte di quest'ultimo e la soccorrerà indossando una speciale armatura progettata anni prima assieme a Warren; messo in difficoltà dal nemico in maniera alquanto sbrigativa, verrà soccorso da Buffy poco prima che questi lo uccida, successivamente riceverà una spiegazione del grande piano dell'universo riguardo l'ascensione di Buffy ed Angel (vera identità di Twilight) ad una nuova dimensione col sacrificio della vecchia; dunque difenderà il suo mondo dai demoni transdimesionali al fianco dei compagni, rimanendo ferito nello svolgimento della battaglia. Fortunatamente però, sarà portato in salvo e medicato per tempo.

Andrew è nato con l'abilità di evocare demoni a suo piacere, questo gli dà un'automatica conoscenza delle specie demoniache e dei riti per evocarli; tuttavia essi non sono necessariamente sotto il suo controllo una volta evocati. Pare invece esercitare un enorme ascendente sugli animali. Questa abilità che non usò più dopo il suo ingresso nelle file della Cacciatrice gli tornò in seguito utile come osservatore per addestrare le sue pupille. Come dimostrato nell'Ottava stagione, Andrew è in grado di evocare anche dei demoni estinti da millenni. Essendo stato istruito per diventare Osservatore dallo stesso Rupert Giles, Andrew nei tre anni che intercorrono tra la settima e l'ottava stagione è divenuto un conoscitore del soprannaturale, della magia e dell'occulto a livello assai più elevato e raffinato. È inoltre abile nelle pratiche di combattimento che sono insegnate alle cacciatrice in quanto ne è l'allenatore. E più avanti viene mostrato utilizzare diverse lingue tra cui anche le lingue morte come da addestramento standard da Osservatore. Inoltre è stato istruito all'uso di armi bianche, taser e perfino da fuoco, sebbene aborri l'uso di queste ultime. Sua caratteristica peculiare è sempre stata, comunque, la positività ed il senso dell'umorismo che fa sembrare non prenda mai nulla sul serio, in realtà lui più di tutti si rende conto della gravità delle situazioni e, spesso questo suo modo di fare aiuta gli altri a tranquillizzarsi, il che lo rende un ottimo istruttore. Paradossalmente spesso le sue conoscenze nerd derivategli da B-movie e serie TV si rivelano vincenti e versatili contro più di un nemico. Spesso addirittura più pratiche delle varie capacità magiche e soprannaturali. Nell'episodio Twilight (parte 2) dell'ottava stagione a fumetti, Andrew indossa una sorta di armatura ipertecnologica, progettata insieme a Warren ai tempi del Trio, per combattere Twilight ed in seguito un esercito di demoni. Tale armatura è composta da varie parti derivanti da fumetti e videogiochi famosi: il casco degli Spartan di Halo, la pettorina del Punitore, la cintura multifunzione di Batman, lo scudo di Capitan America sul braccio sinistro e il guanto di Iron Man sul destro.

Adam[modifica | modifica wikitesto]

Adam è interpretato da George Hertzberg. Adam è il nemico principale della quarta stagione; è un demonoide creato dall'Organizzazione in cui militava Riley Finn, fidanzato umano della Cacciatrice Buffy. Adam è un progetto della dott. Walsh, creato per conto dell'organizzazione, al fine di uno sfruttamento delle creature sub-terrestri (demoni) per scopi utili e/o remunerativi non del tutto chiariti (altamente probabile lo sfruttamento militare dato la natura dell'Organizzazione stessa). Alla sua attivazione (autonoma, si sveglia di sua volontà, forse ritenendosi già completo e funzionale) uccide la sua creatrice, quindi vaga per Sunnydale uccidendo e analizzando i demoni, quindi si propone a loro e ai vampiri come guida, unendoli in gruppo e spingendoli a superare le loro paure (suggerisce a dei vampiri di entrare in una chiesa e fare del loro peggio coi fedeli per verificare dove sia il Dio che tanto temono). Successivamente fa di un'area sconosciuta della base operativa dell'organizzazione il suo centro di comando e inizia a trasformare gli individui in esseri a lui simili, sebbene sembra non siano realmente dotati di volontà, ma quasi sue "estensioni" da lui stesso controllate. Molto interessato anche ai rapporti e relazioni umane, arruola Spike per scoprire i segreti della Cacciatrice e dei suoi amici. Dalle sue ricerche evince l'imperfezione delle razze esistenti e si appresta a farle scontrare tra loro per una reciproca distruzione, per poi ricrearne una nuova razza, simile a sé stesso, che prenda il controllo del pianeta. Inizialmente è chiamato progetto 314 ed è costruito assemblando parti di demoni, umani e robot. Questo lo rende un essere pressoché invulnerabile, a meno che non si strappi il suo cuore di androide (una batteria nucleare virtualmente eterna). Fa la sua prima comparsa nell'episodio Il tranello, dove uccide la dottoressa Walsh, sua creatrice e direttrice del progetto e fugge. Dopo aver ucciso un bambino ed alcune altre persone, Adam tenta di uccidere Buffy e Riley. Qualche episodio dopo convince Spike a fare un patto: lui gli toglierà il chip che l’organizzazione gli aveva impiantato per impedirgli di attaccare gli umani se il vampiro gli consegnerà la Cacciatrice. Uccide Forrest, collega e migliore amico di Riley e lo trasforma in una creatura simile a lui. Spike tenta così di seminare discordia nella Scoobie Gang, in modo da rendere la cacciatrice completamente sola e pertanto più vulnerabile, ma senza successo. Intanto Adam cattura Riley per poter rendere anch’egli parte del suo progetto e trasformare anche lui in un demonoide, facendogli seguire la stessa sorte del suo amico Forrest e della dottoressa Walsh. Questo progetto, però, fallisce e l’ex soldato, nonostante la grave ferita autoinflittasi per rimuovere il chip impiantatogli dall’Organizzazione per controllarlo, riesce a neutralizzare i demonoidi senza alcuna difficoltà. Mentre Anya si occupa della sorveglianza, Willow, Xander, Rupert Giles e Buffy si riuniscono e con un incantesimo riescono ad unire le rispettive forze nel corpo della Cacciatrice rendendola temporaneamente una dea. Infatti con questi nuovi poteri riesce a sconfiggere Adam strappandogli il cuore mentre infuria la battaglia fra umani e demoni in fuga. Nell'ultimo episodio della quarta stagione, successivo a quello della sconfitta di Adam, la Prima Cacciatrice intrappola Buffy, Giles, Xander e Willow in un mondo di sogni, la cosa è dovuta al fatto che per sconfiggere Adam, Buffy ha contaminato il potere della cacciatrice unendolo con quello dei suoi amici, rendendo fuoriosa la sua antenata, che rimane fedele alla tradizione che la cacciatrice debba agire in completa solitudine. Buffy in uno dei suoi sogni vede Adam nella sua forma umana, nei panni di un uomo che, insieme a Riley, intende conquistare il potere politico sul mondo e, una volta chiestogli il suo nome, egli le rivela che né lui, né nessun altro, riescono a ricordarselo. Nel primo episodio della settima stagione, Il Primo si presenta a Spike con diverse forme, tra cui quella di Adam.

Dispone di una forza notevole, ben superiore a quella media di Demoni e Vampiri e anche Buffy stessa negli scontri diretti è alquanto in difficoltà (sebbene non del tutto surclassata come con Glory), ha inoltre un cervello cibernetico molto evoluto, che unito alle potenzialità umane e alle conoscenze mistiche demoniache ne ha fatto un essere virtualmente perfetto. All'occorrenza può anche trasformare il suo braccio robotico in un cannone, in grado di lanciare razzi o globi energetici di natura non chiara (forse legati alla sua parte demoniaca). Il suo nucleo di uranio gli consente di poter sopravvivere senza respirare, mangiare e dormire, oltre che di poter sopravvivere autonomamente. Nel braccio sinistro ha un aculeo osseo retrattile trapiantatogli da un demone Polgara. Infine Adam sostiene di avere l'assoluto controllo su ogni particella del suo corpo e la totale coscienza di sé, per cui non è influenzato dai cambiamenti magici della realtà che lo circonda (come dimostra nell'episodio in cui Jonathan manipola la realtà tramite un incantesimo di potenziamento per diventare un idolo).

Joyce Summers[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Joyce Summers.

Wesley Wyndam-Pryce[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Wesley Wyndam-Pryce.

Wesley Windham Pryce (talvolta scritto Wyndam-Price o Wyndham-Price) è uno dei protagonisti della serie; il personaggio è interpretato da Alexis Denisof. Inizialmente Osservatore, Wesley diverrà in seguito il braccio destro di Angel, nonché un personaggio di punta della Angel Investigations.

Xander Harris[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Xander Harris.

Alexander LaVelle Harris, detto "Xander", compare in 143 episodi della serie, oltre che in diversi fumetti e videogiochi del Buffyverse. È interpretato da Nicholas Brendon per tutta la durata della serie.

Preside Snyder[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima stagione, è un insegnante del Liceo di Sunnydale, lo stesso frequentato da Buffy, Xander e gli altri ragazzi. Dimostra subito di essere arrogante e tirannico verso professori e studenti, nonché sospettoso verso Buffy a causa del suo lavoro segreto di Cacciatrice. Per questo cerca sempre di ostacolarla; diventa il preside nell'episodio "Il branco", dopo che il vero preside viene ucciso e sbranato dagli uomini iena.

Nella seconda stagione, già nel primo episodio della seconda stagione dimostra il suo disprezzo per i giovani, lanciandosi in una filippica contro di loro. Snyder dimostra ancora la sua indole aggressiva e prepotente obbligando Buffy a lavorare per la festa dei genitori nell'episodio "Un avversario pericoloso", lo stesso nel quale la Cacciatrice e Spike si incontrano per la prima volta. Rimane così intrappolato con altri genitori e con Joyce Summers in un'aula, mentre Buffy, Angel e gli altri lottano con la banda di Spike. Nell'ultima puntata accusa Buffy dell'omicidio di Kendra, in verità assassinata da Drusilla. Espelle la giovane Cacciatrice da scuola e tenta di arrestarla, con scarsi risultati. Nella parte finale parla con Buffy e le rivela che ha sempre sognato di espellerla. Il Preside dimostra anche di conoscere la Bocca dell'Inferno e la presenza di attività demoniaca nella città, e chiama il Sindaco Wilkins dicendogli di avere buone notizie.

Nella terza stagione, tenta di impedire in ogni modo a Buffy di tornare nella scuola, ma alla fine è costretto a riammetterla quando cadono tutte le accuse contro di lei. Compare sempre nel ruolo del sospettoso indagatore sul lavoro segreto della Cacciatrice ma nella puntata "Scelte" sopraggiunge nella mensa dove il Sindaco e la Scoobie Gang stanno trattando il rilascio di Willow ma batte precipitosamente in ritirata. Viene mangiato dal sindaco nell'ultimo episodio.

Personaggi di Angel[modifica | modifica wikitesto]