Buffy Summers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Buffy Anne Summers
BuffySummers.png
Buffy Summers
UniversoBuffyverse
Soprannome
  • Buff (Vezzeggiativo usato da amici e familiari)
  • B (Attribuitole da Faith).
1ª app. inBenvenuti al college
Ultima app. inLa prescelta
Interpretato da
Voce italiana
SpecieCacciatrice
Sessofemminile
Data di nascita19 gennaio 1981
Professione
  • studentessa (st. 1-5)
  • cameriera (st. 6)
  • consulente scolastica (st. 7)
  • Cacciatrice
Poteri
  • condizione fisica sovrumana
  • guarigione rapida delle ferite non mortali
  • divinazione
  • legame mistico con Willow

poteri incrementati

«Una cacciatrice non è un'assassina, essere una cacciatrice ha un significato che non puoi capire!»

(Buffy a Dark Willow)

Buffy Anne Summers è un personaggio immaginario protagonista di film, serie TV, fumetti e videogiochi. La sua prima apparizione risale al film Buffy - L'Ammazza Vampiri, che ebbe scarso successo ma portò alla realizzazione dell'omonima serie televisiva e dei suoi numerosi spin-off come racconti, fumetti e videogiochi nonché la serie TV Angel. Il personaggio è stato interpretato nel film da Kristy Swanson, in televisione da Sarah Michelle Gellar e nel videogame da Giselle Loren.

Apparizioni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio di Buffy compare per la prima volta nel film Buffy - L'Ammazza Vampiri (1992), interpretato da Kristy Swanson. Nel film, scritto da Joss Whedon, Buffy è una superficiale cheerleader che viene informata da un ouomo chiamato Merrick (Donald Sutherland) che il fato l'ha scelta per combattere i non morti. Sotto la guida di Merrick Buffy inizia ad allenarsi con riluttanza, ma le sue responsabilità come Caccitrice inizato da alienarla delle altre valley girl. Merrick infine arriva a rispettare la natura ribelle di Burry e lei riesce sconfigge il re vampiro, Lothos (Rutger Hauer), affidandosi al suo stile contemporaneo invece che sull'addestramento tradizionale da cacciatrice.[1] Sebbene il film non venga considerato in continuity con la serie televisiva del 1999, Christopher Golden adattò la sceneggiatura originale di Joss Whedon in un fumetto intitolato Le origini (The Origin), che Whedon più tardi confermò essere "in gran parte" canonico.[2][3]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Buffy l'ammazzavampiri.

Buffy Anne Summers è nata il 19 gennaio 1981, da Hank e Joyce Summers a Los Angeles, California. Nell'episodio I, Robot... You, Jane, lo schermo del computer mostra come sua data di nascita il 24 ottobre 1980 ma anche il 6 maggio 1979. Questi devono essere considerati esempi di corruzione di dati nell'episodio; in almeno quattro episodi della prima stagione (primavera 1997), Buffy e sua madre dicono che lei ha sedici anni. Nell'episodio La fine del mondo della quarta stagione Riley chiede a Buffy: "Che cosa sei?" e lei risponde: "capricorno cuspide acquario", perciò significa che Buffy è nata quando termina il segno zodiacale del capricorno e inizia quello dell'acquario, ovvero il 19 gennaio 1981. Inoltre, nella puntata Il dono, sulla tomba si legge a chiare lettere 1981-2001.[senza fonte]

Quando aveva otto anni, Buffy era molto vicina a sua cugina Celia e si divertivano a giocare ai supereroi fingendo di essere Power Girl; una profetica scelta di alter ego. Per Buffy è stato un duro colpo quando Celia venne uccisa da Kinderstod, un demone visibile solo ai bambini molto malati, che li uccide e porta il terrore negli ospedali. Da quel momento Buffy ha sempre provato terrore per gli ospedali.

Buffy arrivò a idolatrare la campionessa olimpica di pattinaggio su ghiaccio Dorothy Hamill dopo aver conosciuto lo sport. Diventò una cheerleader molto popolare all'Hemery High, un liceo di Los Angeles. Venne eletta sia Principessa del Ballo che Reginetta della Festa mentre frequentava l'Hemery High dal 1995 al 1997. All'età di quindici anni, Buffy cominciò ad avere strani, violenti sogni a proposito di donne di diverse epoche, mentre uccidevano dei mostri. Un giorno, fu avvicinata da un uomo misterioso di nome Merrick, il suo primo Osservatore, che le rivelò il suo destino di Cacciatrice di Vampiri. Con un po' di allenamento, Buffy sconfisse il suo primo vampiro importante, il capo della zona, un vampiro di nome Lothos, ma non prima della morte di Merrick (nel film ucciso da Lothos; nel fumetto si suicidò prima che Lothos lo vampirizzasse e lo usasse contro Buffy). Durante la battaglia con gli scagnozzi di Lothos, Buffy incendiò la palestra della scuola e venne espulsa. Dopo la battaglia, Buffy confidò ai suoi genitori quello che era effettivamente successo e il suo destino di Cacciatrice. Preoccupati che stesse perdendo la ragione, i suoi parenti la rinchiusero in un istituto di igiene mentale. Mentre era stata rinchiusa, Buffy si rese conto che i suoi tentativi di persuadere gli altri dell'esistenza di forze demoniache sarebbero stati vani. Si tranquillizzò e le fu concesso di uscire dopo due settimane. Buffy e i suoi genitori non parlarono mai più di questo.

Prima stagione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Episodi di Buffy l'ammazzavampiri (prima stagione).

Dopo l'annullamento del matrimonio tra i suoi genitori, Buffy si trasferisce, con sua madre, da Los Angeles al 1630 di Revello Drive, nella piccola città di Sunnydale in California. Qui si iscrisse al locale liceo, il Sunnydale High, dove incontra Xander Harris e Willow Rosenberg, che diventano ben presto i suoi migliori amici e il suo nuovo osservatore, Rupert Giles. Buffy conosce anche Angel, un vampiro a cui è stata restituita l'anima, che l'aiuterà in alcune occasioni. Ben presto viene obbligata a riunirsi con il suo osservatore, trovando in lui una figura paterna. Inoltre incontra Cordelia Chase, un'arrogante, indisponente cheerleader come Buffy a suo tempo. La prima stagione è incentrata sulla battaglia di Buffy con un vampiro centenario, Il Maestro, il suo protetto (Il Prescelto) e la sua armata dell'ordine di Aurelius. Leggendo che una profezia dice che Buffy dovrà morire per mano del Maestro, Buffy contempla l'idea di lasciare la città, ma alla fine accetta il suo destino dopo che Willow trova dentro la scuola i corpi di alcuni amici uccisi. Durante la battaglia con il Maestro viene sconfitta e lasciata ad affogare in una pozza d'acqua. La morte di Buffy libera il Maestro e apre la Bocca dell'Inferno, ma Xander la trova in tempo e ne evita la morte certa per affogamento. Una rafforzata Buffy spinge il Maestro giù dal tetto della scuola, impalandolo sui resti di un banco rotto.

Seconda stagione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Episodi di Buffy l'ammazzavampiri (seconda stagione).

Nella seconda stagione accadono molte cose importanti: Buffy trova l'amore proibito in Angel, un vampiro che grazie a una maledizione ha l'anima e incontra per la prima volta Spike, ora un vampiro malvagio, destinato però a diventare il secondo amore della cacciatrice. In un momento di pura felicità Angel perde nuovamente l'anima tornando a essere il vampiro Angelus. Angel diventa ossessionato dall'idea di distruggere la vita di Buffy, esattamente come aveva fatto con quella di Drusilla, fidanzata di Spike, un secolo prima. Uccide l'amore di Giles, Jenny Calendar, prima che sia in grado di restituirgli l'anima. Nell'ultima puntata della stagione, Buffy impaletta uno scagnozzo di Angel mandato a seguire lei e Spike, davanti a sua madre. Incapace di sopportare la notizia, Joyce caccia Buffy di casa. Intanto, Drusilla uccide la nuova cacciatrice Kendra e aiuta Angel a torturare Giles per farsi dire come attivare la statua di Acathla, il portale a una dimensione demoniaca. Spike in realtà non vuole la distruzione del mondo e decide di aiutare Buffy nella lotta contro Angel. Willow trova un rito e restituisce l'anima ad Angel, ma ormai il portale è stato aperto e a Buffy non resta che uccidere Angel per chiuderlo.

Terza stagione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Episodi di Buffy l'ammazzavampiri (terza stagione).

Sconvolta, Buffy fugge a Los Angeles e lavora come cameriera in una tavola calda usando il suo secondo nome Anne. Dopo aver salvato una ragazza che aveva già salvato in precedenza, Buffy torna per la terza stagione a Sunnydale per affrontare i suoi demoni. Si riunisce ai suoi cari, ma appena sta per dimenticare Angel, lui torna misteriosamente (grazie all'intervento delle Forze dell'Essere, come rivelato nella prima stagione di Angel). Una nuova, ribelle Cacciatrice, Faith arriva in città. Faith è stata attivata dalla morte di Kendra. Faith si unisce alle forze del male e al Sindaco Richard Wilkins. L'ascensione del Sindaco sarà il giorno del diploma. Mentre cerca di salvare Angel procurandogli il sangue di una cacciatrice, Buffy combatte con Faith riducendola in coma, ma alla fine è costretta a usare il proprio sangue. Per sconfiggere il sindaco viene aiutata da tutti i suoi compagni di corso e, per ucciderlo, tutta la scuola viene distrutta. Angel decide di lasciare la città e Buffy, per permetterle di cercare di avere una sorta di vita normale, così parte per costruirsi una propria vita a Los Angeles.

Quarta stagione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Episodi di Buffy l'ammazzavampiri (quarta stagione).

Durante la quarta stagione, Buffy e Willow si iscrivono al College di Sunnydale. In questa serie Buffy trova un nuovo fidanzato Riley Finn, soldato appartenente all'Organizzazione divisione militare occulta che imprigiona demoni e vampiri. In segreto, l'Organizzazione sta creando una razza suprema, a partire da Adam, una combinazione tra macchina, demone e uomo, il villain della quarta serie. Nel frattempo Spike è tornato a Sunnydale insieme alla sua nuova ragazza (la vampira Harmony Kendall) ed è ossessionato dall'idea di uccidere Buffy. Ma viene catturato dall'Organizzazione, che gli impianta un chip nella testa che lo rende incapace di attaccare gli esseri umani. Dopo essere riuscito a fuggire dagli uomini dell'Organizzazione Spike cerca rifugio proprio presso Buffy e la Scooby Gang. Buffy si unisce all'Organizzazione finché la professoressa Maggie Walsh cerca di ucciderla in una trappola. Mentre la Scooby Gang è stata divisa, Buffy, Xander, Willow e Giles si riconciliano e, attraverso un incantesimo, combinano le loro essenze per distruggere Adam. Il governo così decide di chiudere l'Organizzazione e di lasciare alla cacciatrice il compito di proteggere l'umanità dalle forze del male.

Quinta stagione[modifica | modifica wikitesto]

«La cosa più difficile del mondo è viverci»

(Buffy nell'ultima puntata dell'Quinta stagione)
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Episodi di Buffy l'ammazzavampiri (quinta stagione).

Durante la prima puntata, la sorella minore di Buffy, Dawn arriva a casa. Più in là nella serie viene rivelato che questa ragazza misteriosa è "La Chiave", un'energia cosmica trasformata da dei monaci in forma umana usando il sangue della Cacciatrice. I monaci speravano di usare il suo potere per scopi umanitari, ma sono inseguiti dalle forze del male. Gli ultimi tre sopravvissuti hanno deciso di trasformare la Chiave in sembianze umane utilizzando un incantesimo che crea inoltre falsi ricordi nella famiglia e negli amici di Dawn per fare in modo che la divinità infernale Glory non riesca a trovarla.

Glory, un dio esiliato nel mondo mortale e costretto a condividere il corpo con un giovane maschio umano, vuole utilizzare la Chiave per aprire i portali fra le dimensioni tornare al suo regno infernale, riprendere la sua forma divina e vendicarsi di quelli che l'hanno esiliato. Glory non si preoccupa del fatto che le barriere che separano la tutte le dimensioni verranno distrutte anch'esse facendo riversare tutte le realtà nella dimensione mortale e causando la distruzione totale e l'avvento degli inferi in terra. Nel frattempo Spike, attraverso un sogno rivelatore, comprende di essere innamorato da tempo di Buffy e da quel momento in poi cercherà ogni scusa per starle vicino. Ma quando rivelerà i suoi sentimenti alla cacciatrice, Buffy reagirà con disprezzo, ritirandogli l'invito a entrare in casa sua. La relazione fra Buffy e Riley finirà perché in realtà lui sa che lei non lo ama davvero e l'infelicità lo spingerà a cercare conforto tra le braccia di una vampira, cosa che Spike rivelerà a Buffy, causando la rottura della coppia Buffy-Riley. La madre di Buffy nel frattempo muore a causa di complicazioni dovute a un tumore al cervello, lasciando a Buffy la responsabilità della sicurezza e dell'educazione di Dawn. Glory, scoprendo che è possibile utilizzare un rituale di dissanguamento per realizzare i propri scopi con una chiave in forma umana, trova in Dawn l'agognata Chiave e la rapisce. Dawn viene poi portata in cima a una torre, dove un demone la fa sanguinare e inizia ad aprirsi il portale mentre Buffy, accorsa a salvarla insieme a tutti i suoi amici, sconfigge Glory in battaglia. Buffy risparmia la forma umana e vulnerabile di Glory (Ben) quando riappare, ma Giles decide di ucciderlo con le proprie mani in quanto Glory potrebbe tornare e vendicarsi di Buffy. Buffy sacrifica la propria vita una seconda volta per salvare l'umanità e Dawn: si getta nel vortice al posto di quest'ultima, visto che il rituale è destinato a concludersi qualora il sangue della chiave smettesse di scorrere e dato che Dawn è di fatto sua sorella (condivide lo stesso sangue e patrimonio genetico), il portale si chiude alla morte della cacciatrice. Viene sepolta nel cimitero di Sunnydale con l'epitaffio: "Buffy Anne Summers / 1981 - 2001 / Beloved Sister / Devoted Friend / She saved the world / A lot" ovvero: "Buffy Anne Summers / 1981 - 2001 / Amata Sorella / Amica Devota / Ha salvato il mondo/ Molte volte."

La data reale dell'episodio, probabilmente, è il 22 maggio 2001.

Sesta stagione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Episodi di Buffy l'ammazzavampiri (sesta stagione).

Nella sesta stagione, Buffy viene resuscitata da Willow con un rituale oscuro che permette di riportare in vita le morti cosiddette "mistiche", perché creduta in una dimensione infernale come accadde ad Angel, quando venne risucchiato nel portale risvegliato dalla statua di Acathla. Spike le dice che è stata via per 147 giorni, senza contare il giorno stesso (Il Ritorno). Dov'era lei è passato molto più tempo. Dov'era in effetti era in pace, era in una dimensione celeste. Essendo stata strappata dal Paradiso dai suoi amici, Buffy cade in una profonda depressione a causa del ritorno in un mondo crudo, violento e spietato. Questo la porterà ad avvicinarsi sempre di più a Spike, perché lui è l'unico che riesca davvero a comprenderla. Dopo poco, Buffy inizierà una relazione con lui, prevalentemente sessuale e con forti sfumature sadomasochistiche, anche se Spike è sempre più innamorato di lei, mentre Buffy non riesce ad accettare fino in fondo l'idea di avere una relazione con un essere senz'anima. Questo la porterà a rompere la relazione col vampiro, che però non si rassegnerà facilmente. Willow intanto, dopo l'esperienza mistica del rituale inizia a sentirsi invincibile e potente e a prendere con troppa leggerezza l'uso della magia e ad abusarne fino a diventarne dipendente. Questo la porterà litigare con Tara che disapprova un uso così indiscriminato della magia; le cose tra loro precipiteranno quando, dopo un violento litigio in proposito, Willow userà un incantesimo per violare la memoria dell'amata cancellando l'avvenimento. Tara qualche giorno dopo scoprirà tutto e la lascerà. Giles vede il comportamento altamente indifferente di Buffy anche nelle situazioni più pericolose e deciderà di lasciare Sunnydale per dare a Buffy il modo di crescere e non dipendere da lui. Le tensioni di Xander nei confronti del matrimonio si trasformano in vere e proprie paure che tiene a bada per amore di Anya, fino a che al momento decisivo "sì", questi non saprà più combatterle a causa della visita di un falso se stesso, un demone in realtà che vuole vendicarsi di Anyanka (il nome di Anya come demone della vendetta), che arriva dal futuro e che predirà sofferenze e infelicità e abbandonerà Anya all'altare. Quest'ultima, distrutta, carica di risentimento, tornerà tra i ranghi della vendetta grazie a D'Hoffyn. Willow rinuncia alla magia dopo avvenimenti legati al suo uso, che le hanno fatto perdere il controllo di sé stessa e messo in serio pericolo la vita di Dawn. In un momento di sconforto per entrambi Anya e Spike copulano, ma il tutto viene ripreso dalle telecamere nascoste messe lì dal Trio per spiare Buffy, così tutti li vedono e la reazione di Buffy rivela agli amici la relazione con Spike fino a quel momento segreta. In seguito Spike cercherà di spiegare le sue ragioni, ma all'ennesimo rifiuto da parte di Buffy cercherà invano di violentarla. Inorridito da ciò che ha cercato di fare, Spike partirà per un viaggio in Africa cercando un demone che gli ridarà l'anima per poter ispirare amore e fiducia nella Cacciatrice. Il nemico di Buffy di questa stagione è il trio (In originale Troika) - Warren Mears, Andrew Wells e Jonathan Levinson - i cui crimini diventano sempre più pericolosi. Warren arrabbiato spara a Buffy dopo che lei ha rovinato l'ennesimo dei suoi piani e fatto imprigionare i suoi complici, ferendola e con un proiettile volante colpisce anche Tara, nel frattempo riappacificatasi con Willow, uccidendola sul colpo di fronte all'amata. Willow ritenta L'evocazione dell'entità che ha portato in vita Buffy, che negherà il suo aiuto perché non si tratta di una morte mistica. Da questo momento, è Willow, vendicativa, malvagia e in preda alla furia distruttiva, il "Big Bad" della serie. Salverà Buffy entrando in sala operatoria e rimuovendo il proiettile. Trovata vendetta nello scuoiamento coatto di Warren Mears, perderà completamente il controllo in preda alle entità alle quali ha attinto i suoi poteri, si scontrerà con Giles, al quale ruberà i poteri da lui acquisiti da una congrega di streghe in Inghilterra e continuerà a oltranza fino a progettare la fine del mondo con un rituale satantico. Xander alla fine salverà Willow e il mondo, con il suo amore per lei. Dopo che Dawn è costretta a combattere da sola i mostri evocati da Willow, Buffy promette di cambiare il suo comportamento autodistruttivo per essere vicino alla sorella.

Settima stagione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Episodi di Buffy l'ammazzavampiri (settima stagione).

Il nemico della settima serie è il Primo, il male primordiale: L'essenza dell'autentico e vero male che dopo la sua cacciata dalla terra è condannato dalla notte dei tempi a essere incorporeo. Il primo sta formando un enorme esercito di antichi vampiri per rovesciare la bilancia e avere il potere di tornare nella carne. Quando Buffy è stata riportata in vita, per ritornare sotto la forma della cacciatrice, è stata sconvolto gravemente l'ordine naturale degli eventi, indebolendo la linea dell'eredità delle cacciatrici. Il Primo Diavolo approfitta di questo indebolimento per uccidere tutte le potenziali cacciatrici nel mondo per interromperne la dinastia e liberarsi finalmente della figura della Cacciatrice, il che gli darebbe enorme vantaggio. Per effettuare questo piano, il Primo libera dalla Bocca dell'inferno uno degli antichi vampiri più forti e spietati dei vampiri comuni. Questi attacca Buffy e la ferisce gravemente. Il braccio destro del Primo è Caleb: un ex predicatore dotato di una enorme forza fisica, superiore a quella della Cacciatrice, che mette in difficoltà Buffy e i suoi amici. Intanto Buffy ha radunato tutte le potenziali cacciatrici che è riuscita a trovare e le addestra. Spike è tornato a Sunnydale, ma l'avere riavuto la sua anima lo ha reso consapevole delle atrocità commesse in passato, portandolo sull'orlo della follia. Quando Buffy viene a conoscenza del fatto che lui ha riavuto la sua anima per lei ne resta sconvolta, ma da quel momento in poi difenderà Spike contro tutto e tutti, anche quando il Primo userà un innesco nella mente di Spike per indurlo a uccidere ancora. Per Spike Buffy si metterà anche contro Giles e il preside Wood, il suo nuovo alleato, figlio della cacciatrice Nikki Wood uccisa da Spike nel 1977 a New York. Il preside Wood darà a Buffy una cosa molto preziosa, una borsa che gli era stata lasciata da sua madre. La borsa contiene armi assortiti e amuleti assieme a un testo scritto in sumerico e una scatola chiusa a chiave che contiene dei figurini per fare le ombre cinesi. Per mezzo di queste e del libro si scopre la storia della creazione della Prima Cacciatrice e si apre un portale che permette a Buffy di parlare direttamente con gli Uomini Ombra, liberando però un demone, che alla fine sarà ucciso da Spike. Quando la situazione sembra precipitare senza via di fuga, Buffy ha un'idea: far utilizzare da Willow il potere della Falce, un'arma mistica e potente perduta per millenni legata al potere delle cacciatrici, che Buffy sottrae a Caleb e al Primo, per attivare tutte le potenziali cacciatrici nel mondo in modo che tutte diventino delle cacciatrici vere e proprie. Buffy e le cacciatrici entrano nella Bocca dell'Inferno e davanti a loro si trovano l'armata di Supervampiri. Grazie al sacrificio di Spike a cui Buffy dichiara il suo amore poco prima che il vampiro muoia, Faith e le altre cacciatrici riescono a distruggerli sventando i piani del Primo chiudendo per sempre la bocca dell'inferno e distruggendo completamente una deserta Sunnydale. L'ultima parola che Buffy pronuncia è "Spike".

Dopo l'ultima stagione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Angel (serie televisiva).

Dopo gli eventi dell'ultima stagione, la presenza di Buffy, fino a poco tempo fa, era solo percepita nello spin-off Angel. Appare in molti episodi di inizio serie e si fa riferimento a lei nell'episodio Damage della quinta stagione di Angel. Andrew Wells dice ad Angel di essere stato incaricato da Buffy di prendersi cura della Cacciatrice Dana diventata psicotica. Buffy era The Girl in Question (cioè "La ragazza in questione") nel terzultimo episodio dell'ultima stagione di Angel, ma appare solo di spalle.

Recentemente il creatore della serie Joss Whedon ha deciso di continuare la serie con un'ottava stagione a fumetti che probabilmente non avrà mai luce come serie televisiva, questo soprattutto per via della rinuncia dell'attrice che interpretava Buffy, Sarah Michelle Gellar e degli altri attori del cast, che hanno preferito non continuare con una nuova stagione per non rimanere incastrati per sempre nelle parti da loro interpretate.

Ottava Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Buffy stagione 8.

Dopo la distruzione di Sunnydale Buffy e i suoi compagni girano per il mondo al fine di reclutare più cacciatrici possibile; più avanti tuttavia, anche grazie all'aiuto di Giles riescono a fondersi al consiglio degli osservatori e a trasformarsi in un'organizzazione paramilitare diffusa in tutto il pianeta - viene rivelato tuttavia che per ottenere i fondi necessari Buffy compì piccoli crimini che tuttavia lei definisce innocui e senza vittime, ma che comprendono furti in banche svizzere - ponendo la base di questa potente organizzazione anti-demoni in Scozia. Da allora le Cacciatrici agiscono in squadriglie coordinate dai vecchi personaggi della serie e sparse in giro per il mondo, con una particolare attenzione per la zona di Cleveland, dove è situata la seconda e ultima bocca dell'inferno.

Buffy, ricoprendo il ruolo di leader di tale squadrone è divenuta praticamente un personaggio pubblico e per proteggerla ci sono altre due Cacciatrici (dette Cacciatrici Civetta) addestrate per comportarsi come lei e impedire ai nemici di localizzare quella vera. Tra queste c'è anche quella che vive a Roma di cui Andrew parla ad Angel e Spike. Tuttavia Buffy ha un po' di nostalgia dei tempi passati e, soprattutto, dei suoi amici che ora non vede più molto spesso. Inoltre si è deteriorato anche il suo rapporto con Dawn, che si è trasformata in un gigante a causa di un incantesimo dovuto al rapporto sessuale con un demone, ma che non vuole assolutamente parlarne alla sorella. Inoltre ora anche gli umani vedono Buffy e la sua armata come nemici in quanto spaventati da loro. Questo dà carta bianca a un nuovo misterioso Big Bad: Twilight, il quale manipola gli uomini, i demoni e i vampiri per far cadere le cacciatrici. Buffy si ricongiunge con Willow quando la sua base in Scozia viene presa d'assedio dagli zombie guidati da Amy Madison e la strega rossa correrà in suo soccorso combattendo contro Amy e venendo rapita poco dopo da Warren Meers (ancora vivo e scuoiato) e, proprio recandosi al salvataggio dell'amica, scoprirà la cospirazione dei militari e di Twilight. In seguito il riunito nucleo della Scooby Gang (Buffy, Willow e Xander) si troverà nei guai al dover decidere che provvedimenti prendere con i nuovi necmici, chiedendosi se saranno mai capaci di uccidere degli esseri umani.

Durante una notte di pattuglia Buffy ha modo di chiarirsi con Satsu, sua seconda in comando che nutre forti sentimenti verso di lei i quali lusingano la bionda Cacciatrice, mentre le due parlano vengono attaccate dal misterioso Twilight, il quale si rivela immensamente più potente di entrambe nonché di qualunque altro avversario mai affrontato, dopo una lotta impari Twilight lascia Buffy con il dubbio dell'effettiva utilità di un gruppo tanto vasto di Cacciatrici, dubbio che la spingerà a cercare conforto tra le braccia di Satsu, con cui avrà la sua prima esperienza omosessuale. Il fatto, che le due volevano tenere per sé emerge poco dopo quando Xander, Renee, Dawn, Willow e Andrew li sorprendono insieme a letto nel tentativo di avvertirle di un attacco di vampiri giapponesi dotati di abilità superiori agli altri loro simili, i quali espugnano la fortezza in Scozia e rubano la Falce della guardiana. Buffy si recherà immediatamente in Giappone per recuperare l'oggetto magico e, con l'aiuto di Dracula, riuscirà a ostacolare il piano delle creature della notte, le quali volevano liberarsi di tutte le Cacciatrici spezzando l'incantesimo che dava loro il potere. Dopo la battaglia chiarirà le cose con Satsu, le due dopo aver ammesso di aver vicendevolmente approfittato l'una dell'altra decideranno di non andare oltre con la loro relazione. Satsu rimarrà in Giappone a capo delle cacciatrici asiatiche, mentre Buffy tornerà alla sede principale.

In seguito a una percezione di Willow, poi Buffy sarà attirata a New York e si troverà in una trappola magica che la trasporterà nel futuro, dove incontrerà la nuova cacciatrice Melaka Fray e combatterà una versione ultracentenaria e nuovamente malvagia di Willow (artefice del suo viaggio temporale) desiderosa di essere uccisa dall'amica di un tempo per porre fine al fardello della sua immortalità. Uccisa l'amica verrà riportata al presente dalla Willow odierna, profondamente segnata da quanto visto nel futuro ma anche convinta di poterlo cambiare. Tornata al presente dovrà affrontare le aggressioni dell'opinione pubblica contro il suo gruppo a seguito del successo del reality show di Harmony e degli atti violenti della Cacciatrice ribelle Simone Doffler. Tuttavia si riappacificherà con la sorella dopo che questa ha riassunto nuovamente fattezze umane.

Poco tempo dopo l'attacco al castello da parte di Warren e Amy l'organizzazione delle cacciatrici ricostruirà una nuova fortezza schermata magicamente per impedire a Twilight di localizzarli. Sfortunatamente si renderanno conto poco dopo che il nemico le localizza proprio attraverso la loro magia e dunque si recheranno da Oz di modo da imparare a tenerla a freno per non farsi localizzare. Nonostante all'inizio il piano sembri procedere bene e le Cacciatrici si ritrovino con i poteri nullificati dalla meditazione la situazione precipita rapidamente quando Twilight le localizza e le attacca con un esercito composto da demoni, vampiri e militari mentre esse sono ancora senza poteri; nonostante la strenua resistenza il gruppo di Buffy viene rapidamente sconfitto mentre la bionda Cacciatrice viene data per dispersa dopo essere stata aggredita da tre dee mistiche evocate da lei stessa come ultima risorsa di difesa ma che le si sono ritorte contro.

Riaperti gli occhi cinque ore dopo la fine della battaglia Buffy scopre la tragicità degli eventi accaduti ed ha appena il tempo di tirare il fiato che si scopre in possesso di nuovi poteri incrementati, i quali la pongono allo stesso livello di Twilight. Dopo aver aiutato i suoi compagni ed i feriti della battaglia, si farà indirizzare verso il covo di Twilight dai redenti Amy e Warren; qui affronterà l'antagonista ad armi pari unicamente per scoprire che si tratta in realtà di Angel, il quale ha assunto tale identità unicamente per proteggerla dal mondo che gli si sarebbe ritorto contro e per far sì che si "evolvesse" ottenendo nuovi poteri come premonitogli da una forza superiore. I due cominceranno dunque a percepire l'alchimia che tale entità genera tra di loro e daranno libero sfogo alla loro passione utilizzando le loro nuove abilità a fini sessuali, in questo modo ascenderanno ad un piano di vita superiore come stabilito all'alba dei tempi dall'universo, il cui grande piano era generare grazie ai due una dimensione di pura felicità rendendo il precedente, ed imperfetto, mondo sacrificabile. Resisi conto di ciò i due rinunceranno all'eterna felicità per tornare sulla terra e impedire che le orde demoniache la distruggano.

Seguendo un piano di Spike, giunto in loro soccorso, Buffy ed il suo gruppo ritorneranno a Sunnydale alla ricerca del Seme delle Meraviglie, fonte di ogni magia; tuttavia il nuovo universo creato da lei ed Angel assumerà forma corporea e si impossesserà del corpo di quest'ultimo. Durante la battaglia che ne consegue, un soggiogato Angel ucciderà Giles sotto gli occhi della bionda Cacciatrice, la quale fuori di sé per la rabbia distruggerà il Seme rimuovendo la magia dal mondo.

Colpevolizzata ed accusata di tradimento dalle altre Cacciatrici, e dalle streghe, ora private dei loro poteri, Buffy si ritirerà a San Francisco assieme a Dawn e Xander, dividendo le giornate tra il lavoro di cameriera e la caccia ai vampiri.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Buffy è una Cacciatrice e come tale ha tutti i poteri e le abilità che ne caratterizzano una. Questo include forza, velocità, agilità sovrumane e una veloce rigenerazione dalle ferite. Buffy inoltre possiede la capacità di precognizione che l'avvisa dei pericoli attraverso i sogni e le memorie delle battaglie di tutte le Cacciatrici precedenti a lei. Per esempio, in un sogno ha predetto la morte di Angel, poco dopo che lui aveva perso la propria anima ed era tornato a essere Angelus. Inoltre è una leader carismatica, che possiede la capacità di guidare le persone in battaglia. Buffy è esperta di tutti i tipi di armi, ed è capace di usare una svariata gamma d'armi da taglio con una padronanza innata, tra queste ci sono, oltre ai classici paletti di frassino: spade, coltelli, lance, asce, balestre e altre ancora. Molte di queste armi riesce a padroneggiarle grazie a un addestramento specifico, ma per altre le viene naturale dato l'istinto d'assassina di ogni Cacciatrice; ad esempio la si è vista impugnare il martello di un Troll e perfino un lanciarazzi.

Nel finale della settima stagione entrerà in possesso della falce della guardiana, la misteriosa arma della prima Cacciatrice, che diventerà una sua arma abituale a partire dall'ottava stagione, finché non finirà distrutta nel finale della stessa. Secondo molti nel corso della serie, Buffy è una delle Cacciatrici più forti di sempre, e man mano i suoi poteri aumentano notevolmente. Nonostante l'abilità nel corpo a corpo sia una caratteristica di ogni Cacciatrice, lei è molto più forte di altre sue colleghe. È esperta in diversi tipi di arti marziali (Taekwondo, Judo, Karate, Taijiquan, Boxe, Capoeira, Kobudo e Scherma).

Poteri incrementati[modifica | modifica wikitesto]

Dal finale dell'episodio Ritirata (parte 5) dell'ottava stagione a fumetti, Buffy ottiene un vasto aumento di potere per via di un piano universale esistente dagli albori del creato, grazie a tale "evoluzione" la sua agilità, la sua resistenza e i suoi riflessi crescono ad un livello enormemente superiore, così come la sua forza, che raggiunge un livello tale da permettere di sollevare una locomotiva senza sforzo e compiere super-balzi saltando interi edifici. Oltretutto sviluppa il super-udito, la vista telescopica, una velocità pari, se non superiore, a quella del suono, l'invulnerabilità e il volo in aggiunta ai poteri da lei già posseduti.

Tali abilità ad ogni modo, spariranno dopo la distruzione del Seme delle Meraviglie.

Poteri temporanei[modifica | modifica wikitesto]

  • Nell'episodio Forza primordiale della quarta stagione, Buffy era il centro di un incantesimo che le ha donato le caratteristiche di Xander, Willow e Giles. L'incantesimo ha anche accresciuto la sorgente del potere della Cacciatrice: così è stata in grado di sconfiggere Adam. Immediatamente dopo averlo sconfitto, l'incantesimo è cessato.
  • Nell'episodio Poteri metafisici della terza stagione, Buffy prende il potere di un demone che ha ucciso, con la capacità di sentire i pensieri degli altri (ma non dei vampiri, dato che non lasciano tracce nella mente). Non riesce a controllare tutti i pensieri che ha nella mente, così Angel uccide un secondo demone di questo tipo e le fa bere una pozione che contiene il cuore del demone, che blocca la possibilità di leggere nella mente, annullando questa capacità, altrimenti Buffy sarebbe morta impazzendo per i troppi pensieri in testa.

Concetto e creazione[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio di Buffy è stato concepito da Joss Whedon come modo di sovvertire il cliché tipico "... di ogni film horror in cui una ragazzina bionda entra in un vicolo e viene uccisa".[4] Whedon ha affermato che "Rhonda the Immortal Waitress" fu la prima incarnazione di Buffy che concepì, "l'idea di un personaggio femminile apparentemente insignficante che in realtà si rivela straordinario."[5] Alla domanda su come ebbe l'idea del nome "Buffy," Whedon rispose «È il nome che potrei pensare per qualcosa che prenderei poco seriamente. Non c'è modo in cui tu possa sentire il nome Buffy e pensare, "Questa è una persona importante". Giustapporre questo alla Cacciatrice di Vampiri pareva una cosa da B movie. Ma un B movie che aveva qualcosa di più sotto. Questo era il mio sogno.» Whedon afferma che il titolo venne criticato per essere troppo stupido e la rete televisiva lo pregò di cambiarlo. Ma si rifiutò insistendo "Non capite. Deve essere questo. Questo è quello che è."[6] Secondo Jason Middleton Buffy evita lo stereotipo della final girl degli horror film (la ragazza androgina e vergine che sopravvive ai suoi amici e si vendica del killer), "... riesce a fare sesso con i ragazzi e comunque uccide il mostro".[7]

Whedon fin dall'inizio ha voluto che il personaggio diventasse un'icona, afferma: "Volevo che fosse un eroe che esiste nella mente delle persone, per esempio come Wonder Woman o l'Uomo Ragno. Volevo che fosse una bambola o un'action figure. Volevo Barbie con le mosse del kung fu! Volvevo che entrasse nella coscienza di massa e nell'immaginario dei ragazzini perché penso che sia un personaggio figo e questo fu il piano fin dall'inizio. Volevo che Buffy fosse un fenomeno culturale, punto."[8] Nello sviluppare Buffy, Whedon fu grandemente inspirato da Kitty Pryde, un personaggio del fumetto supereroistico X-Men: «Se qualcosa ha avuto un'influenza maggiore di Buffy che Kitty, non so cosa possa essere [...] Era una ragazza adolescente che scopre di avere grandi poteri e deve gestire la cosa.»[9][10][11] In un'intervista nel 2009, Whedon ha rivelato che solo di recente aveva realizzato quanto di sè stesso ha visto in Buffy. Whedon si chiede apertamente il motivo della sua identificazione che una figura femminile, ma la descrive come "una specie di reale terapia autobiografica per sè" lo scrivere di un forte personaggio femminile come Buffy.[12]

Secondo Whedon, "ha rimuginato a lungo su di lei per molti anni" prima di comparire nel film interpretato da Kristy Swanson. Comunque non fu soddisfatto del trattamento del personaggio nel film, pensando che "non era ancora lei. Era un inizio, ma non era ancora la ragazza."[8] Sebbene la visione di Whedon di potere femminile non fosse ancora apparente come avrebbe voluto nel film, ottenne una seconda possibilità quando Gail Berman lo contattò con l'idea di ricrearla in una serie televisiva.[13] Adattando il concetto del film in una serie televisiva, Whedon decise di reinventare leggermente il personaggio di Buffy. La superficiale cheerleader del film originale era cresciuta e diventata più matura e aperta di idee, capace di identificarsi con fuoricasta sociali come Willow and Xander e il personaggio di Cordelia venne creato come contraltare per essere quello che Buffy era.[14] All'inizio della serie televisiva il supervisore del make-up Todd McIntosh fu incaricato di rendere Buffy "un personaggio morbido e mondano" e lui usò un make-up morbido e verde. Comunque fu successivamente deciso che sarebbe stato più appropriato che apparisse più come una valley girl. McIntosh cambiò il suo make-up con un ombretto azzurro ghiaccio, rossetti brillanti turchesi e acquamarina, smalto per unghie rosa gomma da masticare e sbiondendole i capelli, facendo "sbocciare" il suo personaggio.[15]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Joss Whedon e Fran Rubel Kuzui, Buffy the Vampire Slayer (film) (DVD), 20th Century Fox, 1992.
  2. ^ (EN) Christopher Golden, Dan Brereton e Joe Bennet, The Origin, Milwaukie, Dark Horse Comics, 1999, ISBN 1-56971-429-0.
  3. ^ (EN) Johs Whedon, Bronze VIP Archive for January 17, 1999, su cise.ufl.edu. URL consultato il 10 giugno 2007 (archiviato dall'url originale il 20 dicembre 2014).
    «Sebbene abbia alcuni problemi con esso, Il fumetto Origin PUÒ in gran partre essere accettato acome canonico. Hanno fatto un buon lavoro nel combinare la scenegggiatura del film con la serie, questo è bene, e usando il Merrick della serie e non un certo ALTRO tespiano che rimarrà odiato.».
  4. ^ Anne Billson, Buffy the Vampire Slayer (BFI TV Classics S.), British Film Institute, 2005, pp. 24–25, ISBN 1-84457-089-4.
  5. ^ Buffy, the Vampire Slayer, Scifi.com.au, 10 marzo 1997. URL consultato il 29 giugno 2010.
  6. ^ Ken P., An Interview with Joss Whedon, IGN, 23 giugno 2003. URL consultato il 15 agosto 2008 (archiviato dall'url originale l'8 dicembre 2007).
  7. ^ Jason Middleton, Buffy as Femme Fatale: The Cult Heroine and the Male Spectator, in Elana Levine and Lisa Parks (a cura di), Undead TV, Duke University Press, 2007, pp. 160–161, ISBN 978-0-8223-4043-0.
  8. ^ a b Joss Whedon, Dark Horse Comics. URL consultato il 15 agosto 2008 (archiviato dall'url originale l'11 febbraio 2008).
  9. ^ Kitty Pryde influenced Buffy, Whedonesque. URL consultato il 15 agosto 2008.
  10. ^ Peter Sanderson, Super Slayer, Quick Stop Entertainment. URL consultato il 15 agosto 2008 (archiviato dall'url originale il 9 marzo 2008).
  11. ^ Gavin Edwards, Whedon, Ink, New York. URL consultato il 15 agosto 2008.
  12. ^ Fred Topel, Joss Whedon Sheds Some Light On Dollhouse, Crave Online. URL consultato il 28 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale il 28 febbraio 2009).
  13. ^ Joss Whedon, Television with Bite, in The Complete Sixth Season (Special Features), DVD 6, 20th Century Fox, 2003.
  14. ^ Filmato audio Joss Whedon, Commentary for "Buffy the Vampire Slayer"' episode "Welcome to the Hellmouth", 20th Century Fox, 2000.
  15. ^ Todd McIntosh, Beauty and the Beasts, in The Complete Second Season (DVD Special Features), DVD 2, 20th Century Fox, 2001.
Fantasy Portale Fantasy: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fantasy