D'Hoffryn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
D'Hoffryn
D'Hoffryn.jpg
D'Hoffryn (a destra) assieme a Willow.
UniversoBuffyverse
Lingua orig.Lingua inglese
Soprannome
  • Signore dei demoni della vendetta
  • Signore di Arashmaharr
1ª app. inIl mondo parallelo
Ultima app. inAltruismo
Interpretato daAndy Umberger
Voce italianaRiccardo Rovatti
SpecieDemone della vendetta
Sessomaschile
Poteri
  • forza sovraumana
  • invulnerabilità
  • telecinesi
  • teletrasporto interdimensionale
  • rigenerazione
  • mutaforma
  • Immortalità
  • rilevazione di creature con capacità magiche
  • manipolazione della realtà (?)
  • legame mentale coi demoni della vendetta
  • cronocinesi
  • monitorazione interdimensionale
  • combustione mentale
  • capacità di trasformare gli umani in demoni della vendetta e viceversa
  • resurrezione altrui tramite il sacrificio di un demone della vendetta
  • «Perché dare la morte quando si può dare il dolore?»

    (D'Hoffryn)

    D'Hoffryn è un personaggio ricorrente nel serial Buffy l'ammazzavampiri, interpretato dall'attore Andy Umberger.

    È un demone assai potente che occupa un posto elevato nella gerarchia demoniaca, in quanto signore dei Demoni della vendetta, un ordine che include esseri umani convertiti volontariamente in demoni e dotati di poteri mistici che permettono loro di esaudire i desideri di vendetta espressi da altri esseri umani dopo una delusione.

    D'Hoffryn governa una dimensione dell'inferno conosciuta come Arashmahaar.

    Personalità[modifica | modifica wikitesto]

    D'Hoffryn si presenta come un capo carismatico e falsamente accomodante, egli a prima vista appare come gentile e affabile, si manifesta agli esseri umani che gli interessa reclutare nel momento in cui essi sono più vulnerabili e li manipola fingendosi un consolatore. D'Hoffryn tenta di ottenere l'oggetto (o meglio la persona) del suo desiderio con tutti i mezzi possibili e perciò si presenta come sofista, mellifulo e chiacchierone, insomma un vero businessman demoniaco.

    È sempre molto calmo e rilassato in ogni situazione ed ha dei modi colloquiali che difficilmente fanno trasparire le sue vere intenzioni. Spesso si mostra fiero del lavoro fatto dai demoni della vendetta come un padre lo sarebbe dei suoi figli. Nonostante tutto però D'Hoffryn è un sadico ed uno psicopatico che si diverte ad ingannare e trae gioia dalla sofferenza altrui, la sua politica è che infliggere eterno tormento o dolore ad un essere vivente sia peggiore che ucciderlo e difatti i demoni della vendetta raramente esaudiscono desideri di morte.

    D'Hoffryn non accetta di essere respinto e perciò manderà dei demoni assassini per vendicarsi di Anya quando essa lascerà l'ordine per la seconda volta, tuttavia dimostra di accettare invece con sportività il rifiuto d'adesione al suo ordine, come avviene con Willow.

    Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

    D'Hoffryn è presumibilmente plurimillenario o forse addirittura eterno, non si conosce con esattezza il momento in cui è divenuto signore dei demoni della vendetta o da quanto tempo è attivo come tale, tuttavia ai tempi dell'antica Grecia era già in tale veste e riesce a corrompere la figlia di una Cacciatrice Artemia, una giovane di nome Alexandra, tramutandola nel demone della vendetta Malice per vendicare la morte della madre per mano di Kakistos.

    Come si vede nei flashback di Anya nella settima stagione D'Hoffryn era in Svezia nel Medioevo dove contattò una giovane donna chiamata Aud, che aveva appena usato la magia per trasformare il suo compagno fedifrago in un troll: le offrì di diventare un demone della vendetta ed ella si trasformò in Anyanka, vendicatrice delle donne tradite. Quando Anyanka, sotto le spoglie mortali di Anya, viene privata dei suoi poteri da Giles distruggendole l'amuleto, D'Hoffryn rifiuta di aiutarla, lasciandola imprigionata nel corpo di una normale teenager problematica.

    Nella quarta stagione D'Hoffryn tenta di convincere Willow, appena lasciata da Oz a divenire un demone della vendetta. Rifiuta, ma D'Hoffryn le lascia un suo amuleto, grazie al quale ella lo può convocare nel caso cambiasse idea. Nella sesta stagione D'Hoffryn è tra gli invitati (in quanto ex capo di Anya) alle fallite nozze di Anya e di Xander: quando questi lascia la ragazza all'altare D'Hoffryn le restituisce i poteri demoniaci rendendola di nuovo un demone della vendetta.

    Il ritorno di Anya tra le file dei demoni della vendetta nella settima stagione però dura poco e durante uno scontro fra Anya e Buffy, Willow invoca D'Hoffryn per porre fine al combattimento: il demone chiede ad Anya che cosa desideri, e lei risponde che vuole sia annullata la sanguinosa vendetta che aveva reso possibile esaudendo la richiesta di una ragazza umiliata. D'Hoffryn esaudisce il suo desiderio, dicendole però che ciò richiede il sacrificio del corpo e dell'anima di un demone della vendetta: credendo di stare per morire Anya si rassegna al suo destino ma resta impietrita mentre D'Hoffryn evoca la sua amica Halfrek e la incenerisce.

    Indi se ne va, disgustato da Anya, che spoglia nuovamente dei poteri demoniacia ed a cui successivamente manderà dei demoni a tentare di ucciderla, tentativo che verrà sventato da Buffy e Spike.

    Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

    Come ogni demone della vendetta D'Hoffryn dispone di una forza sovrumana, nonché di una resistenza tale da poter essere considerato pressoché invulnerabile. Come ogni demone è virtualmente immortale, ovvero è immune alla vecchiaia ma può essere ucciso se il suo corpo viene danneggiato a sufficienza, cosa comunque molto difficile in quanto dotato di un fattore rigenerante che gli permette di sopravvivere anche se pugnalato al cuore.

    Oltre a tutto ciò possiede poteri peculiari della sua razza come la telecinesi, il teletrasporto, la capacità di mutarsi in forma umana e soprattutto il potere di percepire in tutto il mondo le persone dotate di capacità magiche promettenti e reclutarle tra le sue fila.

    Probabilmente anche D'Hoffryn è in grado di esaudire i desideri di vendetta tramite la manipolazione della trama della realtà. Sebbene generalmente lascia tale compito ai suoi iniziati.

    D'Hoffryn è tuttavia infinitamente più potente dei demoni della vendetta da lui creati e possiede capacità che lo rendono superiore a tutti loro. Tali poteri sono:

    • La creazione di portali del tempo.
    • Il Teletrasporto esteso ad altre persone e fra le varie dimensioni.
    • La capacità di trasformare gli esseri umani in demoni della vendetta e annullare questo processo.
    • La capacità di percepire le entità dotate di grandi poteri magici.
    • Il legame mentale con ogni demone della vendetta da lui creato che lo rende capace di convocarli mentalmente a sé.
    • La capacità di ridurre in cenere oggetti e persone con la sola forza della mente.
    • La capacità di creare finestre per controllare le altre dimensioni.
    Fantasy Portale Fantasy: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fantasy