Carnevalesca (film 1935)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Pasticciopoli)
Carnevalesca
The Cookie Carnival.png
Titolo originale
Titolo originale The Cookie Carnival
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1935
Durata 8 min
Rapporto 1,47:1
Genere commedia, animazione, musicale
Regia Ben Sharpsteen
Sceneggiatura Pinto Colvig
Produttore Walt Disney
Casa di produzione Walt Disney Productions
Distribuzione (Italia) Artisti Associati
Musiche Leigh Harline
Character design Albert Hurter, Ferdinand Horvath, Grim Natwick
Animatori Don Towsley, Johnny Cannon, John McManus, Ferdinand Horvath, Nick George, Jack Kinney, Bill Tytla, Grim Natwick, Fred Spencer, Milt Schaffer, Eddie Strickland, Leonard Sebring, Paul Allen, Ugo D'Orsi
Sfondi Ferdinand Horvath
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Carnevalesca (The Cookie Carnival) è un film del 1935 diretto da Ben Sharpsteen. È un cortometraggio d'animazione della serie Sinfonie allegre, distribuito negli Stati Uniti dalla United Artists il 25 maggio 1935.[1] Partecipò in concorso alla 3ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.[2] Dagli anni novanta viene distribuito col titolo Pasticciopoli.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I due protagonisti

A Pasticciopoli (una città abitata solo da biscotti e altri dolci) si tiene la sfilata delle beltà, al termine della quale tre giudici scelgono la regina di bellezza della città. Su una ferrovia lontana dal percorso della parata, un omino di pan di zenzero vagabondo incontra una povera ragazza disperata per non poter partecipare alla sfilata, non avendo vestiti adatti da indossare. Il vagabondo si affretta allora a porre rimedio creando un vestito di glassa e caramelle colorate a forma di cuore, coprendole i capelli castani con boccoli dorati di taffy e aggiungendo un grande fiocco viola al suo vestito come tocco finale. Riesce poi a inserirla appena in tempo al termine della sfilata col nome di Miss Bonbon. I giudici, fino ad allora delusi dalle candidate, non appena vedono Miss Bonbon la dichiarano regina.

Il vagabondo viene praticamente calpestato dalla folla che porta la regina al suo trono, dove viene incoronata. Le viene poi presentata una grande torta a strati che si rivela essere un carosello di diversi atti di vaudeville in cui si esibiscono i pretendenti re. La regina però li rifiuta tutti, così i giudici si propongono a loro volta come re. In quel momento il vagabondo si insinua sulla pedana da sotto il tappeto rosso e viene avvicinato dalle guardie, che rompono il suo cappello di carta e strappano un pezzo del tappeto in modo che il vagabondo sembra indossare una corona e un mantello. La regina allora lo dichiara re, così il vagabondo può prendere posto accanto alla sua amata e baciarla.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La bozza per la storia del film iniziò a circolare nello studio il 20 luglio 1934. Il 30 novembre Bill Tytla e Grim Natwick, appena assunti allo studio, ricevettero il loro primo lavoro di animazione su Carnevalesca. Al progetto lavorarono una gran quantità di animatori, alcuni dei quali assegnati a un'unica scena. Il 5 febbraio 1935 la bozza finale fu approvata.[3]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito in Italia nel 1937 in lingua originale. Fu doppiato dalla Royfilm per la distribuzione in DVD nel 2004. Non essendo stata registrata una colonna sonora senza dialoghi, la musica presente mentre i personaggi parlano e cantano fu sostituita da una versione sintetizzata.

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

VHS[modifica | modifica wikitesto]

America del Nord
  • Silly Symphonies (1984)
Italia
  • Silly Symphonies (novembre 1985)

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Una volta restaurato, il cortometraggio fu distribuito in DVD nel secondo disco della raccolta Silly Symphonies, facente parte della collana Walt Disney Treasures e uscita in America del Nord il 4 dicembre 2001[4] e in Italia il 21 aprile 2004. In Italia fu incluso anche nel DVD Favoloso Natale con gli amici Disney!, uscito il 23 novembre 2006.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dave Smith, Disney A to Z: The Official Encyclopedia, 2ª ed., Disney Editions, 1998, p. 117, ISBN 0-7868-6391-9.
  2. ^ Annali 1935 - USA, su asac.labiennale.org, ASAC. URL consultato il 28 febbraio 2017.
  3. ^ (EN) Devon Baxter, Disney’s “The Cookie Carnival” (1935), su Cartoon Research, Jerry Beck, 27 luglio 2016. URL consultato il 28 febbraio 2017.
  4. ^ (EN) Lindsay Mayer, Silly Symphonies: The Historic Musical Animated Classics DVD Review, su dvdizzy.com, p. 2. URL consultato il 24 novembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]