Fiori e alberi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fiori e alberi
Flowers and Trees.png
Titolo originale
Titolo originale Flowers and Trees
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1932
Durata 8 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,37:1
Genere animazione, commedia, musicale, sentimentale
Regia Burt Gillett
Produttore Walt Disney
Casa di produzione Walt Disney Productions
Distribuzione (Italia) Rai
Animatori Jack King, Tom Palmer, Norman Ferguson, Dick Lundy, Les Clark, David Hand, Charles Hutchinson, Hardie Gramatky, Fred Moore, Bill Mason, Joe D'Igalo, Frank Tipper, Hamilton Luske, Frank Kelling, Ed Love
Musiche Bert Lewis, Frank Churchill

Fiori e alberi (Flowers and Trees) è un film del 1932 diretto da Burt Gillett. È il primo cortometraggio d'animazione della serie Sinfonie allegre prodotto a colori, distribuito negli Stati Uniti dalla Columbia Pictures il 30 luglio 1932.[1] È inoltre il primo film prodotto in Technicolor a tre colori.

Fiori e alberi era già in produzione in bianco e nero[1] prima che Walt Disney vedesse i test del Technicolor a tre colori di Herbert Kalmus.[2] Decise quindi che Fiori e alberi sarebbe stato un test perfetto per il procedimento e, malgrado le reticenze del fratello Roy a causa dei costi, fece cestinare ciò che era già stato animato e rifare il film a colori.[3] Il corto fu un successo commerciale e di critica, vincendo il primo Oscar al miglior cortometraggio d'animazione ai premi Oscar 1932.[4] Il successo del colore fece sì che tutte le successive Sinfonie allegre venissero prodotte in Technicolor a tre colori, contribuendo a incrementare i profitti della serie fino ad allora deludenti. Il contratto in esclusiva di Disney con la Technicolor, in vigore fino alla fine del 1935,[1] costrinse gli altri animatori come Ub Iwerks e Max Fleischer a usare l'inferiore procedimento a due colori della Technicolor o di società concorrenti come la Cinecolor.

Nel 1937 Fiori e alberi fu inserito nel film di montaggio I capolavori di Walt Disney.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I due protagonisti

Il bosco si risveglia in primavera dopo l'inverno, con fiori, piante e animali che si preparano alla nuova stagione. L'amore sboccia anche per un giovane albero intento a corteggiare una bellissima ed elegante alberella che è piantata vicino a lui. L'allegria e la spensieratezza delle serenate che il giovane dedica alla sua bella e la felicità del bosco intero per la coppia suscitano l'invidia di un vecchio albero rinsecchito che cerca a tutti i costi di approfittare della giovane che però rifiuta le sue avances. Quando questi la rapisce, il giovane albero interviene per salvare la sua bella ed ingaggia un duello col vecchio albero che in un primo momento si dà per morto nello scontro, approfittando poi della distrazione del giovane albero per sfregare due ramoscelli insieme e creare del fuoco col quale appicca un incendio. Di fronte alla minaccia comune, tutti nel bosco si impegnano per domare l'incendio e anche il vecchio albero viene attaccato dal fuoco. Il bosco si salva grazie all'intervento provvidenziale di un gruppo di uccellini che bucano le nuvole provocando una pioggia che spegne le fiamme. Al termine dell'incendio, il vecchio albero è morto e circondato dagli avvoltoi, mentre la giovane coppia torna unita e senza più ostacoli può sposarsi.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

VHS[modifica | modifica wikitesto]

America del Nord
  • Disney's Best of 1931-1948 (1983)

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Una volta restaurato, il cortometraggio fu distribuito in DVD nel secondo disco della raccolta Silly Symphonies, facente parte della collana Walt Disney Treasures e uscita in America del Nord il 4 dicembre 2001[5] e in Italia il 21 aprile 2004.

Blu-ray Disc[modifica | modifica wikitesto]

Fiori e alberi è visibile integralmente nel secondo disco della prima edizione Blu-ray Disc di Biancaneve e i sette nani (uscita in America del Nord il 6 ottobre 2009[6] e in Italia il 2 dicembre), in particolare nel dietro le quinte Gli Hyperion Studios.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Dave Smith, Disney A to Z: The Official Encyclopedia, 2ª ed., Disney Editions, 1998, p. 213, ISBN 0786863919.
  2. ^ (EN) Russell Merritt e J. B. Kaufman, Walt Disney's Silly Symphonies: A Companion to the Classic Cartoon Series, Gemona del Friuli, Cineteca del Friuli, 2006, p. 110, ISBN 8886155271.
  3. ^ (EN) Neil Sinyard, The Best of Disney, Londra, Twin Books, 1988, pp. 20-21, ISBN 051765346X.
  4. ^ (EN) The 5th Academy Awards - 1933, su oscars.org, Academy of Motion Picture Arts and Sciences. URL consultato il 26 novembre 2016.
  5. ^ (EN) Lindsay Mayer, Silly Symphonies: The Historic Musical Animated Classics DVD Review, su dvdizzy.com, p. 2. URL consultato il 24 novembre 2016.
  6. ^ (EN) Snow White and the Seven Dwarfs Blu-ray Review, su High-Def Digest, 5 ottobre 2009. URL consultato il 26 novembre 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]