I tre lupetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I tre lupetti
Three Little Wolves.png
Titolo originaleThree Little Wolves
Lingua originaleinglese, tedesco
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1936
Durata9 min
Rapporto1,37:1
Genereanimazione, commedia
RegiaDavid Hand
SceneggiaturaBill Cottrell, Joe Grant, Bob Kuwahara
ProduttoreWalt Disney
Casa di produzioneWalt Disney Productions
Distribuzione in italianoArtisti Associati
MusicheFrank Churchill
AnimatoriNorman Ferguson, Fred Moore, Eric Larson, Bill Roberts
SfondiMique Nelson
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
  • Massimo Gentile: Ezechiele Lupo

I tre lupetti (Three Little Wolves) è un film del 1936 diretto da David Hand. È un cortometraggio d'animazione della serie Sinfonie allegre, distribuito negli Stati Uniti dalla United Artists il 18 aprile 1936.[1] Il film è il secondo sequel de I tre porcellini (1933) dopo Cappuccetto Rosso (1934), e fu a sua volta seguito da Jimmy porcellino inventore (1939). I tre lupetti è noto per raffigurare simbolismi che fanno esplicite allusioni ad Adolf Hitler (incarnato dalla figura del lupo).[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ezechiele istruisce i figli

Mentre Ezechiele Lupo istruisce i suoi tre dispettosi figlioletti sulle parti commestibili di un maiale, Jimmy sta costruendo una macchina chiamata "ammansitore per lupi", ma viene disturbato dai fratelli che suonano il corno d'allarme; lui allora li avverte che se arrivasse il lupo e loro suonassero l'allarme, lui potrebbe pensare che sia uno dei loro scherzi. Ezechiele intanto arriva sul posto con i figli e si traveste da Bo Peep, dicendo a Tommy e Timmy di aver perso le sue pecorelle. I due porcellini si offrono di ritrovarle, così i lupetti, travestiti da pecorelle, li attirano nella loro tana. I porcellini suonano il corno per chiamare Jimmy, ma quest'ultimo li ignora credendo che si tratti di un altro scherzo.

Mentre Ezechiele e i lupetti si apprestano a cucinare i porcellini, questi hanno un'idea e sfidano un lupetto a suonare il corno più forte che può; quando lui non ci riesce, Ezechiele lo prende e soffia talmente forte che, a molti metri di distanza, Jimmy viene scaraventato per aria. Capisce che stavolta si tratta davvero del lupo e corre in aiuto dei fratelli, portandosi dietro l'ammansitore per lupi. Travestitosi da ortolano italiano, riesce ad attirare Ezechiele nella macchina, che lo picchia ripetutamente e lo sbatte via lontano, seguito dai figli. I tre porcellini tornano quindi a casa vittoriosi suonando "Chi ha paura del lupo cattivo?" e portando le mutande di Ezechiele come stendardo.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito in Italia nel 1937 in lingua originale, venendo doppiato dalla Royfilm per l'inclusione nella VHS I tre porcellini del marzo 2000. Nel doppiaggio sono state tradotte in italiano anche le battute recitate in tedesco dai lupi.

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

VHS[modifica | modifica wikitesto]

America del Nord
  • Silly Symphonies! (19 maggio 1987)
  • Favorite Stories: Three Little Pigs (11 settembre 1996)
Italia
  • Silly Symphonies vol. 2 (aprile 1987)
  • I tre porcellini (marzo 2000)
  • Le fiabe volume 5: I tre porcellini e altre storie (febbraio 2005)

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Una volta restaurato, il cortometraggio fu distribuito in DVD nel primo disco della raccolta Silly Symphonies, facente parte della collana Walt Disney Treasures e uscita in America del Nord il 4 dicembre 2001[3] e in Italia il 21 aprile 2004. In America del Nord fu incluso anche nel DVD Three Little Pigs, uscito il 7 aprile 2009 come secondo volume della collana Walt Disney Animation Collection.[4] In Italia è invece incluso nel DVD I tre porcellini e altre storie, uscito il 29 ottobre 2009 come quinto volume della collana Le fiabe.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Russell Merritt e J. B. Kaufman, Walt Disney's Silly Symphonies: A Companion to the Classic Cartoon Series, Gemona del Friuli, Cineteca del Friuli, 2006, p. 170, ISBN 88-86155-27-1.
  2. ^ (EN) Geoffrey Cocks, The Wolf at the Door, in The Wolf at the Door: Stanley Kubrick, History, & the Holocaust, New York, Peter Lang, 2004, pp. 36-37, ISBN 0-8204-7115-1. URL consultato il 6 aprile 2017.
  3. ^ (EN) Lindsay Mayer, Silly Symphonies: The Historic Musical Animated Classics DVD Review, su dvdizzy.com, p. 1. URL consultato il 24 novembre 2016.
  4. ^ (EN) Luke Bonanno, Walt Disney Animation Collection: Classic Short Films - Volume 2: Three Little Pigs DVD Review, su dvdizzy.com. URL consultato il 7 aprile 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]