Nel paese delle fate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nel paese delle fate
Babes in the Woods.png
Titolo originaleBabes in the Woods
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1932
Durata8 min
Rapporto1,37:1
Genereanimazione, commedia
RegiaBurt Gillett
SoggettoFratelli Grimm
SceneggiaturaWebb Smith, Ted Sears
ProduttoreWalt Disney
Casa di produzioneWalt Disney Productions
Distribuzione in italianoArtisti Associati
MusicheBert Lewis
AnimatoriJack King, Frenchy de Tremaudan, Les Clark, Dick Lundy, Johnny Cannon, Eddie Donnelly, Hardie Gramatky, Norman Ferguson, Tom Palmer

Nel paese delle fate (Babes in the Woods) è un film del 1932 diretto da Burt Gillett. È un cortometraggio d'animazione della serie Sinfonie allegre, distribuito negli Stati Uniti dalla Columbia Pictures il 19 novembre 1932.[1] Il film adatta con alcune libertà la fiaba dei fratelli Grimm "Hänsel e Gretel", e segna l'ultimo utilizzo del sistema Cinephone di Pat Powers.[2] È stato distribuito anche coi titoli La leggenda del bosco e I pericoli del bosco.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Hänsel e Gretel con la strega

Hänsel e Gretel si perdono nel bosco e arrivano in una radura popolata da amichevoli gnomi. Lì arriva anche una strega in volo sopra una scopa e li porta via con sé nella sua casetta di marzapane. Qui trasforma Hänsel in un ragno. Poi, quando tenta di trasformare Gretel in un ratto, la freccia di uno gnomo le impedisce di farlo. Mentre gli elfi combattono la strega, Hänsel e Gretel liberano tutti gli altri bambini che la strega aveva trasformato in animali tenuti prigionieri in gabbie, non prima di averli fatti ritornare normali. Infine, la strega cade dalla sua scopa e precipita nel calderone contenente la pozione magica che trasforma gli esseri viventi in pietra, e diventa una grande roccia, conosciuta poi col nome di Roccia della Strega.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La prima data conosciuta per la produzione di Nel paese delle fate è il 6 agosto 1932, quando agli animatori furono assegnate le scene da realizzare. Gli artisti fissi dello studio – Norman Ferguson, Jack King, Les Clark, Dick Lundy, Frenchy de Tremaudan e Hardie Gramatky – animarono gran parte della prima metà del film. L'animazione di Tom Palmer si vede nella seconda parte, quando la strega lancia l'intruglio al gatto rumoroso. Il progetto indica che Gramatky lavorò su alcune delle sue scene con King, come fecero Palmer e Eddie Donnelly con Ferguson.[3]

Gli animatori neoassunti, sotto la supervisione di Ben Sharpsteen, lavorarono soprattutto alla seconda metà del film, ma non fu dato loro alcun credito nel progetto di produzione originale. I fogli macchina rivelano gli animatori come Fred Moore, Hamilton Luske, Bill Roberts, Fred Spencer, Ed Love, Louie Schmitt, Joe D'Igalo e Bill Mason. Una delle prime scene animate per la Disney da Art Babbitt, arrivato dallo studio di Paul Terry a New York, si verifica quando la strega cerca di colpire e poi insegue un nano che la schernisce. L'animazione del film terminò tre mesi più tardi, il 20 ottobre.[3]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito in Italia nel 1933 col titolo Nel paese delle fate[4] e l'anno successivo come La leggenda del bosco,[5] in entrambe le occasioni in lingua originale, venendo doppiato dalla Royfilm per l'inclusione nella VHS Silly Symphonies vol. 2 dell'aprile 1987; furono doppiati solo i dialoghi della strega (senza rispettare le rime), lasciando invece in inglese la canzone. Non essendo stata registrata una colonna internazionale, nelle scene in cui la strega parla la musica fu sostituita.

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

VHS[modifica | modifica wikitesto]

America del Nord
  • Silly Symphonies: Fanciful Fables (1986)
Italia
  • Silly Symphonies vol. 2 (aprile 1987)

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Una volta restaurato, il cortometraggio fu distribuito in DVD nel primo disco della raccolta Silly Symphonies, facente parte della collana Walt Disney Treasures e uscita in America del Nord il 4 dicembre 2001[6] e in Italia il 21 aprile 2004. In America del Nord fu incluso anche nel DVD The Tortoise and the Hare, uscito il 12 maggio 2009 come quarto volume della collana Walt Disney Animation Collection.[7]

Blu-ray Disc[modifica | modifica wikitesto]

La leggenda del bosco è visibile integralmente nel secondo disco della prima edizione Blu-ray Disc di Biancaneve e i sette nani (uscita in America del Nord il 6 ottobre 2009[8] e in Italia il 2 dicembre), in particolare nel dietro le quinte Gli Hyperion Studios.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dave Smith, Disney A to Z: The Official Encyclopedia, 2ª ed., Disney Editions, 1998, p. 40, ISBN 0786863919.
  2. ^ (EN) Russell Merritt e J. B. Kaufman, Walt Disney's Silly Symphonies: A Companion to the Classic Cartoon Series, Gemona del Friuli, Cineteca del Friuli, 2006, p. 116, ISBN 8886155271.
  3. ^ a b (EN) Devon Baxter, Walt Disney’s “Babes In The Woods” (1932), su Cartoon Research, Jerry Beck, 1º febbraio 2017. URL consultato il 29 marzo 2017.
  4. ^ M. G., Teatri - Concerti - Cinematografi, in La Stampa, 18 novembre 1933, p. 2. URL consultato il 1º settembre 2017.
  5. ^ M. G., I divertimenti, in La Stampa, 18 aprile 1934, p. 7. URL consultato il 1º settembre 2017.
  6. ^ (EN) Lindsay Mayer, Silly Symphonies: The Historic Musical Animated Classics DVD Review, su dvdizzy.com, p. 1. URL consultato il 24 novembre 2016.
  7. ^ (EN) Luke Bonanno, Walt Disney Animation Collection: Classic Short Films - Volume 4: The Tortoise and the Hare DVD Review, su dvdizzy.com. URL consultato il 7 aprile 2017.
  8. ^ (EN) Snow White and the Seven Dwarfs Blu-ray Review, su High-Def Digest, 5 ottobre 2009. URL consultato il 26 novembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]