Ogre (Warcraft)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gli ogre sono una razza dell'universo di Warcraft creato da Blizzard Entertainment. Vengono introdotti fin dal primo capitolo della saga, Warcraft: Orcs & Humans, e ripresi in tutti i videogiochi successivi così come in molto altro materiale della serie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nativi di Draenor, gli ogre sono una delle ultime razze di giganti di quel mondo[1]. La loro razza discende da quella dei gronn, enormi giganti di aspetto mostruoso che gli ogre considerano semidei[1]; nonostante la parentela, gli ogre sono stati spesso maltrattati e schiavizzati dai gronn, come è accaduto a quelli nativi delle Montagne Spinaguzza, tenuti fermamente sotto controllo dal gronn Gruul tramite re Maulgar[1].

Gli ogre non hanno mai avuto un buon rapporto con le altre razze di Draenor, essendo in conflitto tanto con gli orchi quanto con i draenei. Quando Gul'dan e Manonera ascesero al potere nella neonata Orda, alcuni clan di ogre furono convinti ad unirsi ad essa in cambio della liberazione dai gronn e dai loro servitori[1]. Altri clan, che non si unirono all'Orda, approfittarono comunque del Portale Oscuro per giungere ad Azeroth, lontani dai gronn[1].

Seconda Guerra[modifica | modifica wikitesto]

Gli ogre furono di importanza fondamentale per l'Orda durante la Seconda Guerra: erano truppe d'assalto letali, e uno di loro poteva valere tanto quanto cinque orchi[1]. Fu durante questo periodo che, appropriatosi delle pietre runiche di Quel'Thalas, Gul'dan le usò per creare gli Altari delle Tempeste, il cui potere accresceva l'intelligenza degli ogre permettendo loro di usare la magia[1].

Avventimenti successivi[modifica | modifica wikitesto]

Con la sconfitta dell'Orda nella Seconda Guerra, gli ogre presenti ad Azeroth si sparsero lungo tutti i Regni Orientali e raggiunsero anche in qualche modo il continente di Kalimdor[1], arrivandovi ancor prima degli orchi. Alcuni clan di ogre, come il Rodifuoco e lo Spiraroccia, sono ritornati in seno all'Orda Oscura, mentre altri si sono alleati con la nuova Orda guidata da Thrall: fra questi figurano il clan Mazzapietra, scacciato dalla sua base principale nelle Acquemorte dai draghi neri e il clan Mazzaduna di Tanaris, reclutato qualche tempo dopo il Cataclisma. Il clan Sfasciacresta venne asservito da Sylvanas Ventolesto, che ottenne il controllo mentale del suo capo Mug'thol, poco dopo la Terza Guerra. Mug'thol, tuttavia, si liberò dalla possessione utilizzando un artefatto chiamato Corona del Volere[2], e Sylvanas inviò agenti ad uccidere lui e buona parte dei suoi seguaci[3].

Nelle Terre Esterne i clan di ogre rimasti hanno continuato la loro attività, alcuni autonomamente, altri in concerto con l'Orda Demoniaca; il clan Ango'rosh, ad esempio, ha cominciato ad abbattere i grandi funghi delle Paludi di Zangar, costringendo le creature che se ne cibavano a spostarsi a sud[4] e divenendo così una minaccia per i locali sporeling.

Caso a parte sono gli ogre delle Montagne Spinaguzza, divenuti più intelligenti grazie ai Cristalli di Apexis[1] (antiche reliquie arakkoa), che si sono uniti nella fazione di Ogri'la e, aiutati da avventurieri, hanno posto fine alla dominazione dei servi di Gruul[1][5].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Quella degli ogre è una specie molto variegata. Generalmente sono alti non meno di quattro metri, hanno un aspetto pigro e grasso, che cela però una forza incredibile. La loro pelle ha varie tonalità fra cui pesca, rosso, blu e fegato. Hanno di frequente un piccolo corno in testa, e sono stati riportati anche casi di ogre dotati di un solo occhio.

Mentre gli ogre eccellono in forza, sono però molto lenti; ciò non significa che comunque vadano sottovalutati, dato che possono avere un brutale acume. Inoltre, molti ogre sono molto efficienti negli attacchi di mischia, mentre altri sono molto abili nelle arti sciamaniche, magiche e sacerdotali.

Ogre a due teste[modifica | modifica wikitesto]

Sono molto noti e affatto rari i casi di ogre dotati di due teste indipendenti l'una dall'altra. Tale diversità non ha origine magica, ma sembra essere semplicemente una variante naturale; generalmente, una delle due teste ha un occhio solo. Molti ogre a due teste vennero addestrati come maghi, stregoni o sciamani da Gul'dan e dal suo apprendista Cho'gall (egli stesso un ogre bicefalo). La presenza di due teste non sempre garantisce però una maggiore intelligenza, soprattutto se esse non vanno d'accordo tra di loro e continuano a bisticciare.

Negli ogre a due teste, solitamente, l'individuo ha un nome che è composto dai nomi delle due singole teste. Le teste di Cho'gall, ad esempio, si chiamano rispettivamente Cho e Gall.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Anche se vengono spesso considerati delle creature violente e stupide, da dopo la Seconda Guerra gli ogre hanno subito un profondo cambiamento, forse dovuto al fatto di non essere più legati alla magia demoniaca[6]. Sono divenuti più astuti, e si tengono ai margini delle altre civiltà mentre ricostruiscono la propria[6]. Tutti gli ogre praticano la caccia, anche se non sempre questa è fondamentale per il loro sostentamento; alcuni clan conducono una vita nomade, mentre altri sono stabili e praticano l'agricoltura[6]. Generalmente i singoli clan in cui la società ogre è divisa sono coesi, nonostante piccole rivalità; gli anziani sono guardati e ascoltati con rispetto[6].

Contrariamente a quanto si crede, gli ogre non fanno sempre ricorso alla forza bruta, spesso preferendole la resistenza e l'intuito: molti ogre sono esploratori[6]. Se possibile, evitano i conflitti con i nemici cercando di impressionarli o spaventarli con dimostrazioni di forza[7]. Tuttavia, una volta entrati in combattimento, ci mettono anima e corpo e si ritirano solo se il capo lo ordina[7]. Gli ogre magi fungono da guide spirituali per i clan, nonché da consiglieri, storici e guaritori[7].

Le femmine di ogre sono una vista estremamente rara (non sono mai apparse, ad esempio, nei videogiochi) e svolgono un ruolo estremamente marginale nella società ogre.

Rapporti con le altre razze[modifica | modifica wikitesto]

Come già detto, gli ogre vengono spesso visti come rozzi e bruti[6]. Per la loro possenza fisica, gli ogre vengono impiegati come mercenari e guardie del corpo, ad esempio dalle organizzazioni goblin.

Altri tipi di ogre[modifica | modifica wikitesto]

Gronn[modifica | modifica wikitesto]

I gronn sono colossali creature che ricordano vagamente gli ogre, anche se sono alti diverse volte loro; sono stati introdotti con l'espansione di World of Warcraft The Burning Crusade. Tutti i gronn delle Terre Esterne sono discendenti di Gruul"[1]; sette, in particolare, sono indicati come suoi figli (Goc, Maggoc, Slaag, Durn, Gorgrom, Grulloc e Skulloc)[1]. I gronn vengono spesso chiamati i "semidei immortali" della razza degli ogre, e sebbene non siano immortali (dato che possono essere uccisi) la realtà non vi si discosta poi di molto[1]. Biologicamente, i gronn si sono evoluti dai giganti della terra, una specie estinta di giganti nativa di Draenor[8].

Ai gronn va il merito di essere stati fra i nemici più formidabili dei draghi neri, avendo sterminato buona parte di quelli che vennero portati a Draenor da Alamorte e Teron Malacarne[1]: in particolare, Gruul (chiamato per l'appunto "l'Uccisore di Draghi", "the Dragonkiller") si alleò addirittura con Khadgar, Alleria Ventolesto e Turalyon per attaccare lo stesso Alamorte (va precisato che, in realtà, se non fosse stato per un incantesimo di Khadgar, Gruul avrebbe avuto la peggio)[1].

Nonostante siano i progenitori degli ogre (nonché degli ettin)[8], i gronn li hanno sempre trattati male[1], tanto che molti clan di ogre si sono ribellati o sono fuggiti non appena ne hanno avuto l'occasione.

Signori degli ogre[modifica | modifica wikitesto]

Introdotti anch'essi con The Burning Crusade, i Signori degli Ogre (Ogre Lords) sembrano costituire l'anello di congiunzione fra gli ogre e i gronn[1]. Sebbene considerati inferiori dei gronn, detengono comunque abbastanza potere da governare per loro i clan degli ogre[1]. Ogre comuni indicati con lo stesso termine erano già presenti in Warcraft III: Reign of Chaos, nel mondo di Azeroth, ma non è chiarito se si tratti dello stesso genere di creature.

Ogron[modifica | modifica wikitesto]

Introdotti con l'espansione Warlords of Dreanor, gli ogron sono dei brutali giganti discendenti dei gronn e progenitori degli orchi ed ogre, la cui forza è comunque compensata da una scarsa intelligenza. Hanno un aspetto rude con corna fuoriuscenti dalle spalle, enormi zanne, corporatura massiccia e sono dotati anche loro di un solo occhio. Nella linea temporale principale, gli ogron vennero cacciati per la loro pericolosità, fino alla completa estinzione, dalla vecchia orda, mentre, nella linea temporale alternativa di Draenor, essi vennero impiegati nell'esercito dell'orda di ferro, o come guardiani per l'Impero Gorian degli Ogre.

Clan conosciuti[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito una lista dei clan di ogre noti, suddivisi per zona geografica. Si noti che il clan Rocciadura è presente sia nelle Terre Esterne che nei Regni Orientali. Anche il clan Mazzapietra era suddiviso fra Kalimdor e Lordaeron, fino a quando la parte di Lordaeron non si rinominò Sfasciacresta. Vi sono anche alcuni clan di orchi guidati da un ogre: è il caso del Martello del Crepuscolo, poi trasformatosi in un culto aperto a tutte le razze, e del Teschio Ridente. Si ricorda inoltre il clan Mok'Nathal, basato nelle Montagne Spinaguzza e consistente perlopiù di mezzogre.

Regni Orientali
Kalimdor
Terre Esterne
  • Ango'rosh (Paludi di Zangar)
  • Fortemaglio (Warmaul, Nagrand)
  • Lamacurva (Bladespire, Montagne Spinaguzza)
  • Magliorosso (Bloodmaul, Montagne Spinaguzza)
  • Ogri'la (Montagne Spinaguzza)
  • parte del Rocciadura (Boulderfist, Nagrand)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r Matthew Rossi, Know Your Lore: Ogres, Gronn, and the Giants of Draenor, su wow.joystiq.com. URL consultato l'11 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 13 febbraio 2011).
  2. ^ Testo della missione The Crown of Will su Wowpedia.
  3. ^ Testo della missione The Crown of Will (4) su Wowpedia.
  4. ^ Testo della missione Familiar Fungi su Wowpedia.
  5. ^ Testo della missione Into the Soulgrinder su Wowpedia.
  6. ^ a b c d e f Rebecca Sean Borgstrom, Joseph D. Carriker, Bob Fitch, Graveyard Greg, Jason Lanlois, Chris Metzen, Ree Soesbee, William Timmins, David Wendt Warcraft-gioco di ruolo - Compendio dei Mostri: I Mostri di Azeroth - Supplemento Fantasy, pag. 74.
  7. ^ a b c Rebecca Sean Borgstrom, Joseph D. Carriker, Bob Fitch, Graveyard Greg, Jason Lanlois, Chris Metzen, Ree Soesbee, William Timmins, David Wendt Warcraft-gioco di ruolo - Compendio dei Mostri: I Mostri di Azeroth - Supplemento Fantasy, pag. 75.
  8. ^ a b (EN) AA. VV. (testi), AA. VV. (disegni); World of Warcraft: The Magazine, in Warcraft vol. II n. I, Future plc, 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) gli ogre, in Wowpedia, Curse Inc.

Warcraft Portale Warcraft: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Warcraft