Flagello (Warcraft)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Flagello dei non morti)
Jump to navigation Jump to search
Flagello dei non morti
gruppo
UniversoWarcraft
Nome orig.Undead Scourge
Lingua orig.Inglese
AutoreBlizzard Entertainment
SpecieNon morti
Capo/leaderRe dei Lich

Il Flagello dei non morti, spesso abbreviato solo in Flagello (Scourge), è una delle tre principali fazioni di non morti presenti nell'universo di Warcraft creato da Blizzard Entertainment; le altre due sono i Reietti e i Cavalieri della Spada d'Ebano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Flagello fu creato dal Re dei Lich (all'epoca Ner'zhul) con lo scopo principale di abbattere le nazioni di Lordaeron e di Quel'Thalas e spianare così la strada al ritorno della Legione Infuocata. Grazie ai propri poteri necromantici, e aiutato dal fido luogotenente Kel'Thuzad, il Re dei Lich sparse la Piaga della Non morte a Nordania e a Lordaeron, creando un esercito di non morti ciecamente fedeli. Suo campione divenne il Principe di Lordaeron, Arthas Menethil, che corruppe con la spada runica Gelidanima.

Nel contempo, Ner'zhul cominciò a macchinare un metodo per liberarsi della Legione e riuscì anche a far uccidere il principale luogotenente di Archimonde, Tichondrius. Quando la Legione venne sconfitta pesantemente nella Battaglia del Monte Hyjal, il Re dei Lich capì che il suo momento era arrivato e tradì Kil'jaeden, scacciando tutti i signori del terrore inviati a sorvegliarlo e prendendo il controllo dei territori occupati dai non morti.

Kil'jaeden assunse così Illidan Grantempesta per distruggere il Trono Ghiacciato e dunque il Re dei Lich. Aiutato dagli Illidari, i suoi discepoli, questi marciò sulla Rocca della Corona di Ghiaccio, ma venne fermato e cacciato da Arthas, accorso in aiuto del suo padrone. Questi liberò il Re dei Lich dal trono e si fuse con lui, divenendo un'unica, potente entità. Nel frattempo, però, la ribellione attuata a Lordaeron dai Reietti non morti capeggiati da Sylvanas Ventolesto fece perdere al Flagello quell'importante regione.

Quattro anni dopo la sconfitta di Illidan, il Re dei Lich risiede ancora a Nordania e tramite il suo primo luogotenente, Kel'Thuzad, ha lanciato nuovamente pesanti attacchi contro Lordaeron. Probabilmente, il piano del signore della morte è di riconquistare i territori perduti, per poi lanciarsi alla conquista del mondo intero.

Il Flagello ad Azeroth[modifica | modifica wikitesto]

Il Flagello è concentrato soprattutto a Lordaeron e più precisamente nelle Terre Infette. La loro fortezza principale è Stratholme, controllata dal Barone Fieramorte, che oltre ai Reietti combatte anche contro gli umani della Crociata Scarlatta. Agenti e guerrieri del Re dei Lich si trovano anche nelle Radure di Tirisfal, nella Selva Pinargento e a Quel'Thalas. Hanno inoltre un avamposto nelle Savane Meridionale.

Il lich-negromante Kel'Thuzad è il comandante in capo dell'invasione del Flagello e controlla le operazioni dalla sua necropoli, Naxxramas, che levita sulle Terre Infette Orientali.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) il Flagello, in Wowpedia, Curse Inc.