Warcraft: Orcs & Humans

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Warcraft: Orcs & Humans
videogioco
Warcraft.png
Schermata versione DOS
Piattaforma MS-DOS, Mac OS
Data di pubblicazione 1994
Genere Strategia in tempo reale
Tema Fantasy
Sviluppo Blizzard Entertainment
Serie Warcraft
Modalità di gioco Singolo giocatore, Multiplayer
Periferiche di input Mouse, tastiera
Supporto Floppy-disk da 3,5", CD-ROM
Requisiti di sistema * 386 - 20 MHz
Seguito da Warcraft II: Tides of Darkness

Warcraft: Orcs & Humans, anche noto come Warcraft I (o semplicemente Warcraft), è un videogioco strategico in tempo reale (RTS) sviluppato da Blizzard Entertainment nel 1994.

Insieme a Command & Conquer, Warcraft fu uno dei primi RTS a riscuotere un grande successo e contribuì in modo significativo a rendere popolare questo genere. Orcs & Humans è il primo gioco ambientato nell'universo di Warcraft, e quello che ha dato il via alla serie videoludica Warcraft.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Gli Orchi, originari di un altro mondo chiamato Draenor, riescono ad aprire un piccolo portale fra le dimensioni grazie ai poteri magici di alcuni Warlock scoprendo un mondo pacifico e prospero di nome Azeroth, abitato dagli Umani che decidono di invadere per saccheggiarlo.

Seguira' una strenua difesa da parte dei regni umani e il tentativo di chiudere il portale mentre gli Orchi, sempre piu numerosi e feroci tenteranno di espandersi in questo nuovo mondo.

l giocatore, può scegliere quale delle due fazioni in lotta impersonare portandola alla vittoria attraverso una serie di combattimenti campali e determinando il finale della storia.

Il successivo episodio della serie indica gli Orchi come i vincitori di questo capitolo.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore dovra' raccogliere risorse, costruire edifici e addestrare unita' per distruggere gli insediamenti del nemico difendendosi da attacchi continui e crescenti.

Alcune missioni sono ambientate in grotte e castelli dove il giocatore dovra' condurre le proprie unita' all'eliminazione o salvataggio di alcuni personaggi (ad esempio l'uccisione di Medivh il mago o il salvataggio di Sir Lothar). In queste mappe non sono presenti edifici e quindi la possibilita' di addestrare unita' aggiuntive. Appaiono inoltre unita' non appartenenti ad alcuna fazione come Ogre, Slime o Briganti che attaccheranno il giocatore.

Unità[modifica | modifica wikitesto]

Molte unità di una fazione hanno un preciso corrispondente nella fazione opposta con differenze puramente estetiche, tranne che per i chierici/necroliti e i maghi/stregoni con le loro abilità speciali.

Di seguito sono elencate le unità degli umani e il corrispettivo degli orchi.

  • Peasants/Peons - unità per raccogliere risorse (Oro e Legno) e costruire o riparare strutture.
  • Footmen/Grunts - unità che attacca corpo a corpo.
  • Archers/Spearmen- unità che attacca a distanza. Sono meno resistenti di Footmen e Grunts.
  • Knights/Raiders - unità d'elite resistenti e veloci che attaccano corpo a corpo.
  • Catapults/Catapults - muovono e attaccano lentamente, poco resistenti ma uccidono sul colpo numerosi bersagli.
  • Clerics/Necrolytes - unità di supporto poco resistenti. I Chierici possono guarire altre unità e potenziarle, i Necroliti evocano scheletri e indeboliscono i nemici.
  • Conjurers/Warlocks - unità che lanciano incantesimi offensivi ed evocano potenti creature alleate (scorpioni giganti e elementali d'acqua i primi, ragni giganti e demoni i secondi).

Sono inoltre presenti numerosi nemici non appartenenti ad alcuna fazione che infestano alcune mappe come Melme verdi, ragni giganti, elementali del fuoco, Ogre, scheletri, Briganti.

La maggior parte delle unità rispondono in modo buffo se le si clicca più volte. La Blizzard ha in seguito mantenuto questa caratteristica in tutti i suoi giochi di strategia, e molte altre case editrici di giochi hanno copiato l'idea.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]