Nicole Schmidhofer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nicole Schmidhofer
Nicole Schmidhofer Haus 2008.jpg
Nicole Schmidhofer a Haus nel 2008
Nazionalità Austria Austria
Altezza 157 cm
Peso 59 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Discesa libera, supergigante
Squadra Union SC Schönberg-Lachtal
Palmarès
Mondiali 1 0 0
Mondiali juniores 2 1 2
Coppa del Mondo - Discesa libera 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 7 dicembre 2019

Nicole Schmidhofer (Friesach, 15 marzo 1989) è una sciatrice alpina austriaca, campionessa del mondo nel supergigante a Sankt Moritz 2017 e vincitrice della Coppa del Mondo di discesa libera nel 2019.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 2007-2012[modifica | modifica wikitesto]

La Schmidhofer, sciatrice originaria di Schönberg-Lachtal[1] specialista delle prove veloci (discesa libera e supergigante), ha vissuto la sua prima stagione a livello internazionale nel 2007. In gennaio ha infatti esordito in Coppa Europa, mentre all'inizio di marzo ai Mondiali juniores di Altenmarkt ha vinto: oro in slalom gigante e supergigante, bronzo in discesa libera e argento nella speciale classifica di combinata (che sommava i tempi di slalom speciale, gigante e discesa). Grazie a questi risultati ha fatto il suo esordio in Coppa del Mondo il 15 marzo 2007 durante le finali di Lenzerheide, ottenendo il 14º posto nel supergigante.

Nel 2009 ha aggiunto al suo palmarès una seconda medaglia di bronzo in discesa ai Mondiali juniores disputati a Garmisch-Partenkirchen. L'anno dopo ha esordito ai Giochi olimpici invernali, senza tuttavia concludere la prova di supergigante a Vancouver 2010

Stagioni 2013-2019[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 gennaio 2013 si è aggiudicata il suo primo podio in Coppa del Mondo, piazzandosi seconda alla spalle della tedesca Viktoria Rebensburg nel supergigante disputato sulla Olimpia delle Tofane a Cortina d'Ampezzo. Nella stessa stagione ha anche debuttato ai Campionati mondiali: a Schladming 2013 si è classificata 11ª nel supergigante. Due anni dopo, nella rassegna iridata di Vail/Beaver Creek 2015, si è classificata 4ª nella discesa libera, mentre in quella di Sankt Moritz 2017 ha vinto la medaglia d'oro nel supergigante e si è classificata 16ª nella discesa libera.

Ai XXIII Giochi olimpici invernali di Pyeongchang 2018 si è classificata 12ª nella discesa libera e 18ª nel supergigante. Il 30 novembre dello stesso anno ha colto sulla Men's Olympic Downhill di Lake Louise in discesa libera la sua prima vittoria in Coppa del Mondo. Ai Mondiali di Åre 2019 è stata 9ª nella discesa libera e 11ª nel supergigante e in quella stessa stagione 2018-2019 ha vinto la Coppa del Mondo di discesa libera.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali juniores[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 5ª nel 2019
  • Vincitrice della Coppa del Mondo di discesa libera nel 2019
  • 11 podi (6 in discesa libera, 5 in supergigante):
    • 4 vittorie (3 in discesa libera, 1 in supergigante)
    • 4 secondi posti (2 in discesa libera, 2 in supergigante)
    • 3 terzi posti (1 in discesa libera, 2 in supergigante)

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
30 novembre 2018 Lake Louise Canada Canada DH
1º dicembre 2018 Lake Louise Canada Canada DH
26 gennaio 2019 Garmisch-Partenkirchen Germania Germania SG
7 dicembre 2019 Lake Louise Canada Canada DH

Legenda:
DH = discesa libera
SG = supergigante

Coppa Europa[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 16ª nel 2008
  • 4 podi:
    • 1 vittoria
    • 1 secondo posto
    • 2 terzi posti

Coppa Europa - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
31 gennaio 2000 Tarvisio Italia Italia DH

Legenda:

DH = discesa libera

Campionati austriaci[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Portrait" sul sito personale, su nici-schmidhofer.at. URL consultato il 17 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 23 febbraio 2010).
  2. ^ (DE) ÖSV-Siegertafel, su oesv.at. URL consultato il 21 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]