Malattia del motoneurone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Malattia del motoneurone
Polio spinal diagram IT.PNG
La posizione dei motoneuroni nelle cellule delle corna anteriori del midollo spinale.
Specialità neurologia
Classificazione e risorse esterne (EN)
MeSH D016472

Col termine malattia del motoneurone (in inglese motor neuron disease, MND) si indica un gruppo di patologie neurologiche che affliggono selettivamente i soli motoneuroni, le cellule cerebrali (neuroni) che controllano l'attività della muscolatura volontaria, tra cui la parola, la camminata, la deglutizione, il respiro e i movimenti generali del corpo. Esse sono generalmente progressive, e causano grave disabilità crescente e, eventualmente, la morte del paziente, spesso dovuta a insufficienza respiratoria, denutrizione o infezioni.[1] Sono comprese in questo gruppo malattie spesso simili e affini[1]:

Diagnosi differenziale[modifica | modifica wikitesto]

Talvolta vengono incluse anche l'atrofia muscolare spinale (SMA), l'atrofia muscolare spinale e bulbare, la malattia di Charcot-Marie-Tooth, che però non sono propriamente malattie del motoneurone, come non lo sono altre patologie che apparentemente condividono alcuni sintomi, come le malattie demielinizzanti (sclerosi multipla, adrenoleucodistrofia, ecc.), la demenza frontotemporale con amiotrofia e le miopatie. La diagnosi differenziale della malattia del motoneurone include anche l'esclusione di queste ultime, oltre che di altre cause di paralisi, sintomi come fascicolazioni e astenia, come le neuropatie, i traumi e le malattie autoimmuni.[1]

Persone con tale malattia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina