Liebster Immanuel, Herzog der Frommen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Liebster Immanuel, Herzog der Frommen
Compositore Johann Sebastian Bach
Tonalità varia
Tipo di composizione cantata
Numero d'opera BWV 123
Epoca di composizione 1725, Lipsia
Prima esecuzione 6 gennaio 1725, Lipsia
Autografo Bach-Archiv, Lipsia/ Biblioteca di Stato di Berlino
Durata media 20 minuti circa
Organico solisti: contralto, tenore, basso Coro SATB, due flauti traversieri, due oboi d'amore, due violini, viola, Basso continuo (organo)
Movimenti

6

Liebster Immanuel, Herzog der Frommen (in tedesco, "Carissimo Emmanuele, sovrano dei pii") BWV 123, è una cantata sacra di Johann Sebastian Bach. Basata sull'omonimo corale, venne composta per la festa dell'Epifania.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Venne camposta a Lipsia nel 1725 e venne eseguita nella Thomaskirche il 6 gennaio di quell'anno. Le letture previste per quel giorno erano: Isaia 60: 1-6, e Matteo 2: 1-12.[1] Il testo del primo e del sesto movimento è tratto dalle rispettive stanze del corale di Ahasverus Fritsch. Degli altri movimenti non si conosce il librettista, tuttavia il contenuto del testo è attinente a quello delle strofe corrispondenti del corale.[2]

Organico[modifica | modifica wikitesto]

La cantata richiede un'orchestra costituita da:

e come solisti:

Musica[modifica | modifica wikitesto]

La cantata si apre con un movimento in tempo ternario, che fin dall'inizio presenta la melodia del corale Liebster Immanuel, Herzog der Frommen in qualità di cantus firmus (all'inizio solo nella parte del basso continuo, poi anche nelle parti acute e infine nelle parti del coro).

Questa melodia (di autore anonimo, composta intorno al 1698) fa da filo conduttore tra il primo, il quinto e l'ultimo movimento.[3]

Segue un recitativo per contralto e basso continuo. Il tenore canta poi un'aria accompagnato da due oboi d'amore (che articolano un piccolo fugato) e dal basso continuo.

In seguito si ha un recitativo per basso e continuo, a cui succede un'aria per basso solista, flauto traversiere e continuo (in quest'aria la melodia di corale è individuabile in alcuni passi della parte del flauto).[3]

La cantata si conclude con un corale a quattro parti, basato sempre sulla medesima melodia.[3][4]

Gran parte dei movimenti del lavoro sono nella tonalità di si minore. Fanno eccezione i due recitativi (che terminano rispettivamente in la maggiore e in re maggiore, pur partendo dalla tonalità sopra citata) e la prima aria (scritta in fa diesis minore).[4]

Movimenti[modifica | modifica wikitesto]

1. Coro: Liebster Immanuel, Herzog der Frommen (tutti)
2. Recitativo: Die Himmels-Süssigkeit, der Auserwählten Lust (contralto, basso continuo)
3. Aria: Auch die harte Kreuzesreise (tenore, due oboi d'amore, basso continuo)
4. Recitativo: Kein Höllenfeind kann mich verschlingen (basso, basso continuo)
5. Aria: Lass', o Welt, mich aus Verachtung (basso, flauto traversiere, basso continuo)
6. Corale: Drum fahrt nur immerhin, ihr Eitelkeiten! (tutti)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.bach-cantatas.com/BWV123.htm Tabella esplicativa online
  2. ^ http://www.bach-cantatas.com/Ref/BWV123-Ref.htm Descrizione dello stato dell'autografo e del libretto
  3. ^ a b c http://www.bach-cantatas.com/CM/Liebster-Immanuel.htm Descrizione della melodia online
  4. ^ a b http://www.bach-cantatas.com/BGA/BWV123-BGA.pdf Spartito online

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN185497591 · LCCN: (ENn82096211 · NLA: (EN35802760
Musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica