Alles mit Gott und nichts ohn' ihn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alles mit Gott und nichts ohn' ihn
Compositore Johann Sebastian Bach
Tipo di composizione aria
Numero d'opera BWV 1127
Epoca di composizione 30 ottobre 1713
Prima esecuzione 1713
Autografo Weimar
Dedica Guglielmo Ernesto di Sassonia-Weimar
Organico soprano, 2 violini, viola, basso continuo

Con Alles mit Gott und nichts ohn' ihn (in tedesco, "Tutto con Dio e niente senza di lui") BWV 1127 ci si riferisce ad una composizione di Johann Sebastian Bach.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di un'aria per soprano, archi e basso continuo composta da Bach nell'ottobre 1713 su testo del teologo Johann Anton Mylius. La composizione, che si credeva perduta, venne ritrovata il 17 maggio 2005 a Weimar da Michael Maul, un ricercatore del Bach Archive.[1] L'ultimo lavoro ritrovato di Bach era tornato alla luce nel 1935.

Le parole Alles mit Gott und nichts ohn' ihn, incipit dell'aria, erano il motto del duca Guglielmo Ernesto di Sassonia-Weimar, presso il quale Bach si trovava a servizio. La composizione, impostata da Bach in forma strofica, è un'ode in onore del suo 52º compleanno. Il manoscritto autografo venne custodito dal XVIII secolo nella biblioteca della duchessa Anna Amalia a Weimar, insieme ad altro materiale cartaceo relativo alle celebrazioni per i compleanni del duca.

Registrazioni[modifica | modifica wikitesto]

La composizione è stata registrata da John Eliot Gardiner, Ton Koopman e Masaaki Suzuki:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ensemble to perform rediscovered Bach aria, highbeam.com. URL consultato il 28 dicembre 2012.
Controllo di autorità VIAF: (EN174849131 · LCCN: (ENno2005117863 · GND: (DE300826613 · BNF: (FRcb15078032v (data)
Musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica