Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Joel Teitelbaum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Teitelbaum, 1958.

Joel Teitelbaum (in ebraico: יואל טייטלבוים?; Sighetu Marmației, 13 gennaio 1887Kiryas Joel, 19 agosto 1979) è stato un rabbino, mistico e filosofo ungherese, ebreo naturalizzato statunitense[1].

Noto come Reb Yoelish o Rav (o Rebbe) Satmar, è stato un Rebbe (capo spirituale, in questo contesto)[2] e studioso chassidico Ungherese e Talmudista, fondatore dello Chassidismo Satmarer (Satmar) (ebraico חסידות סאטמאר). Il suo approccio all'ebraismo ha portato ad una rinascita della comunità chassidica ungherese, composta da molti ungheresi della Transilvania e da sopravvissuti ebrei all'Olocausto e dei loro discendenti.

Al di fuori della comunità Satmar chassidica, Teitelbaum è probabilmente più conosciuto ai molti per la sua opposizione ad ogni forma di politica moderna sionista e per le sue dichiarazioni controverse in cui accusava i sionisti per la morte di sei milioni di ebrei durante l'Olocausto.[3]

Shoah[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'Olocausto Teitelbaum e sua moglie si salvarono nel 1944, scappando dalla Transilvania controllata dai nazisti grazie ad un accordo tra un funzionario sionista ungherese, Rudolph Kasztner, e un deputato di Adolf Eichmann. Il "treno Kasztner", inizialmente dirottato dai tedeschi verso il campo di concentramento di Bergen-Belsen, alla fine raggiunse la Svizzera coi Teitelbaum a bordo. La coppia si stabilì poi definitivamente negli Stati Uniti presso il villaggio chassidico di Kiryas Joel nella Contea di Orange (New York).

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Le opere di Teitelbaum includono raccolte di responsa e novelae (contributi specialistici ai dibattiti sul Talmud) intitolati Divrei Yoel e Al HaGeulah V'Al HaTemurah, quest'ultimo scritto con l'assistenza del rabbino Rabbi N.Y. Meisels. Teitelbaum ha anche scritto una breve introduzione al trattato talmudico Shabbos per i tipi di un editore rumeno durante l'Olocausto. La sua trattazione afferma la convinzione che il Sionismo sia proibito dall'Halakha ("Legge Ebraica") - l'opera è intitolata VaYoel Moshe. Esistono anche raccolte di suoi discorsi, intitolate Hidushei Torah MHR"I Teitelbaum.

  • Vayoel Moshe (1958)
  • Al HaGeulah VeAl HaTemurah (1967)
  • Divrei Yoel
  • Dibros Kodesh

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rabbi Joel Teitelbaum Dies at 92; Leader of the Satmar Hasidic Sect; Opposed State of Israel Moved to Brooklyn in 1946, in The New York Times, 20 agosto 1979. URL consultato il 2 febbraio 2012.
  2. ^ Rebbe (רבי) è una parola Yiddish che significa maestro, insegnante, o mentore e deriva dalla stessa parola in ebraico Rabbi, che è la forma originale in lingua ebraica di "rabbino", significante "mio maestro".
  3. ^ Garner, Dan, The Nature of Ultra-Orthodox Responses to the Holocaust (DOC), su mucjs.org. (archiviato dall'url originale il 22 febbraio 2012).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN86219149 · ISNI (EN0000 0001 1952 1189 · LCCN (ENn80022867 · BNF (FRcb144400216 (data)